Apple: utenti PC, venite a me

Apple corteggia gli utenti di PC e lancia loro un messaggio: è MacOS X il vero OS innovativo. Una Mela all'attacco di WinXP
Apple corteggia gli utenti di PC e lancia loro un messaggio: è MacOS X il vero OS innovativo. Una Mela all'attacco di WinXP


Cupertino (USA) – Dopo il gran baccano sollevato dall’arrivo sul mercato dell’attesissimo Windows XP, Apple sembra lanciare un messaggio a media, analisti e osservatori del settore: “Mac OS X è l’unico vero sfidante di Windows XP sul mercato desktop, uno sfidante che è arrivato prima su di un bel po’ di cose”.

La casa della mela sostiene infatti che Mac OS X abbia introdotto per primo sul mercato dei sistemi operativi molte delle tecnologie di cui oggi Windows XP si vanta: fra queste, lo standard per le reti wireless 802.11b, la masterizzazione di CD e DVD, l’authoring multimediale, i wizard per scaricare e gestire le immagini dalle fotocamere digitali, ed altro ancora.

Apple ha poi fatto notare come il cosiddetto “stile di vita digitale” a cui Microsoft ha puntato tutta la sua campagna per Windows XP – solleticando il desiderio dei consumatori verso le nuove tecnologie domestiche e verso l’home entertainment – è una filosofia che il MacOS persegue già da tempo e in Mac OS X 10.1 è arrivata alla sua massima espressione.

“Ci sono diversi utenti Windows che in passato hanno usato o posseduto un Mac” ha detto Phil Schiller, vice presidente di Apple per il marketing internazionale. “Cominciamo a vedere una combinazione di cose che potrebbero nuovamente attrarre l’attenzione dei clienti interessati alla nostra piattaforma”.

Schiller è convinto che Mac OS X non solo possa offrire quanto e più di quello che offre, e soltanto oggi, Windows XP, ma sembra altrettanto fiducioso che in questo periodo di piena crisi per il mercato PC, il valore aggiunto offerto dai Macintosh possa nuovamente fare la differenza.

Nonostante i buoni propositi, però, la crescita di Apple sul mercato americano dei personal computer, rispetto all’inizio dello scorso anno, ha segnato un esiguo 0,2%, rappresentando oggi il 4,5% dell’intero settore. Ma gli analisti sostengono che per un mercato di nicchia come quello di Apple anche fattori di crescita minimi posso rappresentare una grande conquista: specie, come sostiene qualcuno, se si pensa che Microsoft ha appena investito un miliardo di dollari per la campagna di marketing di Windows XP.

Tuttavia Schiller si è detto convinto che la colossale campagna di marketing messa in campo da Microsoft – con la quale, secondo lui, il colosso di Redmond sta cercando di convincere la gente a cambiare sistema operativo per avvantaggiarsi del nuovo stile di vita digitale – non farà che favorire anche Mac OS X, un prodotto che “fa le stesse cose di Windows XP, ma le fa meglio”. E chi la pensa in modo differente è un bruco.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

19 11 2001
Link copiato negli appunti