Quanto costano gli accessori di Apple Vision Pro?

Quanto costano gli accessori di Apple Vision Pro?

Batterie extra, supporto e caricatori: gli accessori per il visore Vision Pro proposti dal sito ufficiale Apple negli USA e i loro prezzi.
Quanto costano gli accessori di Apple Vision Pro?
Batterie extra, supporto e caricatori: gli accessori per il visore Vision Pro proposti dal sito ufficiale Apple negli USA e i loro prezzi.

Come anticipato all’inizio della scorsa settimana, prende oggi (venerdì 19 gennaio) il via oltreoceano la fase di preordine per Apple Vision Pro. In un primo momento, come noto, la vendita è limitata solo ed esclusivamente al territorio degli Stati Uniti, a fronte di un prezzo non esattamente contenuto, fissato in 3.499 dollari. La consegna delle prime unità acquistate è invece prevista per il 2 febbraio.

Apple Vision Pro: il prezzo degli accessori

Nell’occasione, sono emersi anche i prezzi degli accessori che affiancheranno il visore. Comprarli sarà opzionale. A proporli è la mela morsicata, direttamente attraverso il proprio store ufficiale, ma non fatichiamo a immaginare che ben presto arriveranno quelli di terze parti. Eccoli.

  • Travel case per il trasporto a 199 dollari;
  • batteria extra a 199 dollari;
  • inserti ottici Zeiss per occhiali da vista e lettura a 99 dollari;
  • Light Seal (la parte che si adatta al viso e blocca la luce esterna) extra a 199 dollari;
  • supporto Light Seal extra a 29 dollari;
  • supporto Belkin per batteria a 49 dollari;
  • Solo Knit Band (la parte che si indossa dietro alla testa) extra a 99 dollari;
  • Dual Loop Band a 99 dollari;
  • cavo di ricarica extra a 29 dollari;
  • adattatore per l’alimentazione da 30 W a 39 dollari.

Il filmato qui sopra, appena condiviso dal canale YT ufficiale di Apple, è un tour guidato ad Apple Pro. Quasi dieci minuti utili per sciogliere dubbi a proposito di aspetti come l’interfaccia, le modalità di interazione, l’utilizzo delle funzionalità principali (dallo streaming dei contenuti alla navigazione online) e molto altro ancora.

Da Cupertino tutto tace a proposito del possibile lancio internazionale del prodotto. Molto dipenderà dall’accoglienza riservata dal pubblico statunitense, anche se le indiscrezioni a questo proposito non mancano. Qualcuno ha già storto il naso per la mancanza di applicazioni native per servizi importanti come Netflix, YouTube e Spotify.

Fonte: The Verge
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 19 gen 2024
Link copiato negli appunti