Apple vuole i soldi di Apple

Apple Corps, che gestisce i diritti della musica dei Beatles, sostiene che la Apple di Steve Jobs ha rotto l'accordo del 1991 varando Apple iTunes Music Store. E ora ne vuole una fetta


Londra – Arriva e non sorprende nessuno la denuncia di Apple Corps nei confronti di Apple Computer: l’accusa è che la società di Cupertino abbia violato gli accordi tra le due aziende lanciando un servizio di enorme successo come l’ iTunes Music Store , il jukebox della Mela.

Non sorprende perché Apple Corps, società che gestisce i diritti su alcune delle musiche più suonate del pianeta, quelle dei Beatles, ha già più volte intrecciato le proprie spade legali con quelle della società di Steve Jobs, uscendone peraltro sempre con qualche dollaro in più.

Tra le due imprese, ancora nel 1991, era stato stretto un accordo secondo cui Apple Computer, per rispettare i diritti di Apple Corps, non avrebbe messo piede nel mondo della musica, in particolare della distribuzione musicale.

Secondo Apple Corps, ora questa intesa è stata violata e in una udienza che si terrà domani presso l’High Court londinese spera evidentemente che le sia data ragione e che quindi possa chiedere i danni all’azienda di Steve Jobs, danni evidentemente commisurati con il successo commerciale di iTunes.

Da parte sua Apple Computer, di certo preparata a questa eventualità, potrebbe difendersi spingendo sul fatto che il suo sistema è un sistema di trasferimento della musica in un ambiente digitale e non un servizio di distribuzione tradizionale. Ma è una tesi che potrebbe non reggere. Si vedrà.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Giustissimo
    Pena giusta e che sia di esempio per tutti.
  • Anonimo scrive:
    Ma le major...?
    Le major non fanno uso di simili trojan? E poi...non avrebbero dovuto essere le società che le avrebbero usate per fini illegali ad essere condannate?Non ho capito... Loro hanno creato un programma, che c'entrano con l'uso che poi uno ne fa?A sto punto dovrebbero arrestare tutti i fabbricanti d'armi, secondo questa logica....o l'articolo non dice tutto
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma le major...?
      E' chiaro IO posso TU no..Il succo sta tutto lichi detiene il potere decide.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma le major...?
        - Scritto da: Anonimo
        E' chiaro IO posso TU no..
        Il succo sta tutto li
        chi detiene il potere decide.Chi ha l'oro fä le regole
    • Trollfighter scrive:
      Re: Ma le major...?
      - Scritto da: Anonimo
      Le major non fanno uso di simili trojan? E
      poi...non avrebbero dovuto essere le società che
      le avrebbero usate per fini illegali ad essere
      condannate?Senza offesa... la domanda è ingenua.
      Non ho capito... Loro hanno creato un programma,
      che c'entrano con l'uso che poi uno ne fa?Non è cosi semplice... per assecondare il tuo esempio:ho il porto d'armi e compro 100 (o più) pistole e le lascio con tanto di proiettili in canna su tutte le panchine che incontro per strada... Io le ho comprate che centro con l'uso che ne fa quello che le trova? ...
      A sto punto dovrebbero arrestare tutti i
      fabbricanti d'armi, secondo questa logica.No, prova a usare piu neuroni quando ragioni e poi scrivi, ci puoi arrivare ^^
      ...o l'articolo non dice tuttoEh? Usa piu tabacco... hihihihihih
Chiudi i commenti