Apple Wallet e green pass: rischio furto documento

Apple Wallet e green pass: rischio furto documento

Apple Wallet e Greenpass? Avast ha individuato una falla che rende questo abbinamento, almeno per ora, molto pericoloso per la nostra privacy.
Apple Wallet e Greenpass? Avast ha individuato una falla che rende questo abbinamento, almeno per ora, molto pericoloso per la nostra privacy.

Negli ultimi giorni è stato resa possibile l’integrazione del green pass su iPhone, attraverso Apple Wallet.

Se questa soluzione appare molto comoda, nasconde però delle insidie sotto il punto di vista della sicurezza. Di fatto, chiunque con un altro iPhone può facilmente scansionare il documento e appropriarsene.

La scoperta è stata fatta direttamente da Charles Walton, vicepresidente di Avast. Durante una cena con un amico, lo stesso ha infatti scoperto come attraverso i lettori di codici e lo stesso Apple Wallet,  è possibile scansionare un green pass e, di fatto, aggiungerlo al proprio iPhone.

Oltre al potenziale rischio di furto del documento, chiunque può così ottenere informazioni come nome, data di nascita e altri dati sensibili.

Sebbene tale scoperta sia nata dal semplice caso, dimostra ancora una volta come Avast e il suo personale siano particolarmente attenti a tutto ciò che concerne la sicurezza digitale.

Apple Wallet e green pass: è allarme sicurezza

In un contesto fortemente segnato dal digitale come quello odierno, avere adeguate protezioni per non correre rischi online (e non) è essenziale.

Sotto questo punto di vista, Avast rappresenta un presidio sicuro per quanto concerne tutela della privacy e lotta contro minacce informatiche come malware, adware, virus, ransomware e simili.

La suite proposta dall’azienda, ovvero Avast Ultimate, permette di proteggere fino a 10 dispositivi, spaziando dai computer Windows e macOS fino a device mobile Android e iOS.

Stiamo parlando di uno strumento ideale per chiunque ami fare shopping online o utilizzi regolarmente un servizio di home banking. Allo stesso modo Avast AntiTrack evita gli invasivi tracker pubblicitari che ormai affollano la rete.

Anche il sistema di protezione delle reti Wi-Fi pubbliche, grazie alla crittografia, risulta una funzione molto interessante. Infine, va anche ricordato il prezioso apporto di Avast Cleanup Premium, utile per ottimizzare le performance dei dispositivi e cancellare i file superflui.

E il prezzo? Grazie ai recenti sconti, è possibile dimezzare il prezzo di questa suite. Numeri alla mano, è possibile ottenere un anno di protezione con Avast Ultimate per appena 59,99 euro all’anno invece del costo di listino, ovvero 119,99.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 3 feb 2022
Link copiato negli appunti