ARM si dà ai 64-bit

Il designer britannico annuncia la realizzazione di una nuova architettura di processore, destinata a offrire potenza da vendere ai gadget mobile del futuro, a una frazione del consumo energetico

Roma – Tempo di importanti novità in casa ARM: il “chip designer” britannico ha annunciato la realizzazione della tecnologia Cortex-A50, nuova microarchitettura che introduce set di istruzioni a 64-bit anche nel mondo mobile. E con più di un occhio ai server, naturalmente.

La nuova architettura ARM comprende i chip Cortex-A57 e Cortex-A53: il primo, dice l’azienda inglese, sarà in grado di offrire performance tre volte superiori a quelle degli smartphone attuali con lo stesso consumo energetico, mentre il secondo garantirà le stesse prestazioni di oggi ma usando solo un quarto dell’energia.

Cortex-A50 si basa sulla microarchitettura ARMv8, importante evoluzione della precedente ARMv7 che introduce – in maniera non dissimile da quanto già successo nel mondo delle CPU per computer – istruzioni e indirizzamento di memoria a 64-bit pur mantenendo la compatibilità con le attuali applicazioni per processori a 32-bit.

A53 e A57 potranno poi essere usate assieme nella cosiddetta configurazione big.LITTLE, dice ARM, dove il processore meno performante potrà occuparsi della maggioranza dei compiti richiesti dall’utente (risparmiando energia) e quello più capace verrà chiamato in gioco solo quando necessario.

Atteso al debutto sul “duro metallo” a partire dal 2014, il design di processore ARMv8 è pensato per il mondo mobile ma anche per i server ARM (o ibridi ARM-x86) che già si affacciano all’orizzonte: tra gli acquirenti di una licenza per la produzione di chip ARMv8 si contano colossi del calibro di Samsung e AMD, e non è un caso che quest’ultima abbia annunciato – con breve anticipo sulla presentazione di Cortex-A50 – nuovi chip Opteron ARM per server da immettere sul mercato nel 2014.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • d1gg3r scrive:
    Certe cose vanno prese con le pinze..
    Sono convinto che quando si annuncia ufficialmente una cosa del genere si dica solo quello che si vuole far sapere, le cose "scomode" non vanno più di moda da molto tempo.. Pensate sempre con la vostra testa nel modo più obiettivo possibile! LULZ p.s. Ti stimo @carlo2002
  • dirdollero scrive:
    ciao
    :O :O
  • for teh lulz scrive:
    fregato dalla webcam
    Ma come si fa, quando si fanno certi lavori, a lasciare la webcam attaccata? Un errore da principiante. Almeno mettere dello scotch nero sulla webcam, o staccarla direttamente.
    • Nome e cognome scrive:
      Re: fregato dalla webcam
      - Scritto da: for teh lulz
      Ma come si fa, quando si fanno certi lavori, a
      lasciare la webcam attaccata? Un errore da
      principiante.Appunto, da bimbominkia!
    • daniele_dll _rosica scrive:
      Re: fregato dalla webcam
      la mia webcam è perennemente puntata verso il tetto, la riposiziono solo quando la devo usare :asd:- Scritto da: for teh lulz
      Ma come si fa, quando si fanno certi lavori, a
      lasciare la webcam attaccata? Un errore da
      principiante. Almeno mettere dello scotch nero
      sulla webcam, o staccarla
      direttamente.
      • Serotonina scrive:
        Re: fregato dalla webcam
        - Scritto da: daniele_dll _rosica
        la mia webcam è perennemente puntata verso il
        tetto, la riposiziono solo quando la devo usare
        :asd:
        Ecco bravo, ricordati anche di puntare il microfono verso il tetto...
  • carlo2002 scrive:
    Pochi secondi?

    In pochi secondi, il misterioso smanettone russo
    si è reso conto di aver scaricato il documento sbagliato,
    prima di interrompere la connessione e dunque
    uscire dal campo visivo della webcamCi sono due immagini con sfondo diverso, quindi stanze diverse ed il fantomatico cracker è vestito in modo diverso.dubito che siano bastati pochi secondi...
Chiudi i commenti