Asus mi ha lasciato a terra

Questa l'accusa di un lettore che racconta la propria odissea: tra motherboard difettosa e acquisti online l'assistenza web non è sempre pronta come dovrebbe. Il caso


Roma – Spett. redazione di Punto Informatico vorrei renderVi partecipi di alcune mie disavventure relative agli acquisti on-line. Traggo da queste esperienze alcune riflessioni che spero possano risultare di qualche interesse per la Vostra testata e per i Vostri numerosi lettori.

Tempo fa, con piena soddisfazione, ho acquistato una scheda madre Asus P3BF presso il sito Flashmall.it ; da qualche mese il mio computer ha cominciato a manifestare ripetuti ed inspiegabili blocchi di sistema durante il normale utilizzo dello stesso. Ho provato a sostituire tutte le componenti della macchina, compreso l’alimentatore, giungendo alla conclusione che la scheda madre è guasta.

Prima di gettarla mi sono collegato al sito italiano della Asus, scoprendo, alla pagina http://www.asus.it/inside/warranty.htm, che per tutte le schede acquistate dopo il 12/1999 la garanzia è di tre anni; la mia fattura è datata Maggio 2000, quindi dovrei aver diritto a fruire del servizio di assistenza.

Collegatomi al sito di Flashmall scopro che l’esercizio è in liquidazione; mi si invita a chiedere assistenza direttamente al produttore. Lascio comunque un messaggio in cui spiego l’accaduto. Allora mi scrivono dicendomi di contattare Europrice.it che si dovrebbe occupare dell’assistenza dei vecchi clienti Flashmall. Li contatto via mail, per tre volte, ma non rispondono. Non demordo e scrivo anche nei loro forum, dopo tre messaggi e un’attesa di circa 12 giorni rispondono di occuparsi solo dei resi e non mi danno nessuna informazione su chi contattare.

Mi collego presso il sito italiano di Asus e nella sezione schede madri clicco su assistenza e mi forniscono un indirizzo di posta italiano. Alla mia mail, in cui spiego che l’azienda che ha venduto il prodotto è in liquidazione, mi viene risposto con una mail preconfezionata, in cui mi si dice che l’assistenza italiana si occupa solo di notebook e di contattare il venditore e di guardare il sito alla voce assistenza. Ma il venditore non esiste più ed il sito alla voce assistenza schede madri rimanda a loro!

Riscrivo chiedendo, se cortesemente, mi possono indicare almeno un indirizzo straniero a cui chiedere assistenza, capisco che non si possano occupare del mio caso, ma almeno mi forniscano un indirizzo straniero, sempre della stessa azienda parliamo: niente non mi si risponde nonostante abbia inviato l’email tre volte.

Prima considerazione: in nessuna pagina del sito italiano di Asus trovo scritto che in Italia il supporto è solo per i portatili; se magari di degnassero di scriverlo, avrei perso meno tempo io e forse anche loro. In secondo luogo, che gli costava rispondere alla mia mail e fornirmi un indirizzo adeguato? Giacché due sono le cose, se la qualità costruttiva dei prodotti Asus è elevata tanto quanto è declamata, non dovrebbero essere sommersi di mail simili alla mia; e poi, insomma, ho chiesto un indirizzo di una divisione della stessa loro azienda, non la luna.

Comunque non mi dò per vinto e mi connetto al sito Europeo, tentando di collegarmi alla Asus tedesca, centro nevralgico per l’Europa, ho sentito dire. Purtroppo il link http://www.asuscom.de/de/support/support.htm alla pagina http://www.asus.com.tw/inside/getsupport.htm non è raggiungibile nonostante due settimane di tentativi.
Bene, allora scrivo direttamente all’assistenza di Taiwan e in Usa, unici indirizzi funzionanti trovati nei vari siti dell’azienda in questione. Secondo Voi mi hanno risposto? No, è passato più di un mese e sono ancora in attesa.


Altra disavventura. Mi collego al sito www.cartucceonline.it , dove precedentemente avevo con soddisfazione effettuato degli acquisti, ed ordino per una azienda di cui sono consulente un set di cartucce per stampanti, vista l’economicità delle stesse.
L’ordine mi viene confermato via mail e attendo i sei giorni previsti per la spedizione.

Ne passano dieci e spazientito scrivo una prima mail in cui chiedo spiegazioni, ma nessuno risponde. Ne passano altri dieci, altra mail e nessuna risposta. Dopo ventisei giorni mando un fax e anche questo viene ignorato.

Bene. Apro Google ricerco altri siti che vendono cartucce e trovo cartucce.com . Effettuo un ordine il Venerdì ed il Lunedì seguente ho le mie cartucce, ma non salvo la faccia con l’azienda.

Da queste e da numerosissime altre esperienze personali deduco che il mercato on-line allo stato attuale presenta numerosissimi inconvenienti che vanno ben oltre il semplice problema del pagamento con carta di credito. L’assistenza è sempre lacunosa, almeno nel mio caso, i tempi di rientro dei prodotti sono lunghissimi (spesso anche acquistando nei negozi sotto casa, peraltro).

Per quanto riguarda Asus, mi stupisco che un’azienda così importante, gestisca l’assistenza, almeno su web, così superficialmente.

Quanto al sito delle cartucce, non riesco a capire come si possa trattare un cliente in quel modo. Se la legge della selezione naturale verrà rispettata e se questo è il loro comportamento abituale, credo perderanno molti clienti e forse tra qualche anno resteranno in piedi solo le aziende serie e responsabili.

Con questo Vi saluto e rinnovo i complimenti per la testata,

Enrico Ladogana

Salve Enrico, abbiamo segnalato la tua email alla Asus e speriamo di poter presto pubblicare la loro risposta, con l’augurio che si risolvano anche i tuoi problemi alla motherboard. Un saluto, la Redazione

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    HACKER
    L'hacker è colui che entra in sistemi informatici solo per capirne il funzionamento , per mettere alla prova le sue capacita' NON per provocare danni. Il cracker è colui che entra nei sistemi solo per provocare danni. La gente tende a confondere ;) , a parer mio molto non credono alla filosofia hacker xke ' gli sembra tanto strano voler imparare , esplorare solo x il puro gusto di farlo, solo xke' nn piace a te smanettare nn vuol dire che nn puo' piacere a qualkun'altro, in questo caso, a un hacker.
  • Anonimo scrive:
    [ot] scusate l'ignoranza ma....qualcuno mi spiega
    a cosa serve questo traduttore??http://www.geocities.com/mnstr_2000/translate.htmlHo visto che qualcuno e altri lo cercano...ma a che serve??GrazieCiao
  • Anonimo scrive:
    Ma fatemi il piacere...
    Certo che di cazzate ne scrivono... bah, non so davvero cosa dire, meglio evitare ogni commento!
  • Anonimo scrive:
    Invece è vero!
    Il cuggggino di un mio amico mi ha detto che siccome lui è un hacker ha creato un super virus in Visual Basic che entra dappertutto e non c'è protezione che tenga, nemmeno gli ammmmericani ci riescono. Può persino infettare i computer spenti! GGGGiuro!P.S.Quella del virus che entra anche a computer spenti è, purtroppo, una NOTIZIA scritta sul corriere anni fa! Buaaaa! Forse lo stesso Panerai?
  • Anonimo scrive:
    PROTESTATE!!!!!!!!!
    Quanto mi fanno incazzare tutte queste bagianate sull'hacking e il cracking!Non sanno nulla e vogliono fare degli articoli questi giornalisti del cazzo!Invito tutti a protestare!Il corriere la deve pagare!Esperti di tutta italia, che aspettate!Spiegate ai giornali che cosa sono i lamers, gli hacker, i cracker, i neo hacker, ecc.e magari un giorno non ve ne pentirete...
  • Anonimo scrive:
    oooooooooo ma ragionate scrivono ciò...
    oooooooooo ma ragionate scrivono ciò che può fare piacere all'italiano medio perbenista come quando demonizzano i videogiochi e simili!!!!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: oooooooooo ma ragionate scrivono ciò...
      Bravo :)) Aggiungi poi le discoteche, gli incidenti del sabato sera, lo stress, il caldo, il freddo, i 200 miliardi di italiani sulle autostrade per il week-end, IL DELITTO DI COGNE, l'inquinamento, "la musica metal", i servizzi idioti di MOLLICA al TG1, le leccate di culo a Pippo Baudo.....Devo continuare?? No dai senno non dormo piu :)))))
  • Anonimo scrive:
    Sopprimere i pirati hacker II - In ritorno
    Nella prima edizione si dice :"nel fare questo commettono VERI E PROPRI CRIMINI infischiandosene della proprietà intellettuale altrui e degli sforzi fatti dagli altridirei dei VERI E PROPRI REATI VERSO L'UMANITA'"Insomma questi fantomatici Hacker fanno crimini contro l'umanità, al pari di Hitler o Milosevich.Il "pezzo", continua con :"purtroppo è vero che non corre una così grande differenza tra un haker ed un drogato o tra un pirata ed un ladruncolo che entra nel giro"... bello!Prima erano alla pari di Hitler e ora non c'è grande differenza con un ladruncolo che entra nel giro.NON MERITI INSULTI SEI TROPPO STORDITO TE.
  • Anonimo scrive:
    Scrivete a loro piuttosto
    questo è il testo della mia e-mail inviata alla redazione del corriere :Spett.le Redazione,vi scrivo per complimentarmi per la "perla" dal titolo :"Identikit dell'Hacker"Oltre a denotare una totale mancanza di cultura informatica da parte dell'autore (hacker non è cracker e non è lamer), non è stato evidenziato il fatto che questi malfattori sono quasi tutti ciechi a causa dell'eccessiva masturbazione praticata.Per fortuna esiste una legge che regolamenta l'editoria per garantire "la qualità dell'informazione".Restituite il tesserino, per favore.Distinti saluti auspicando degli articoli degni del nome della Vs testata.
  • Anonimo scrive:
    Traduzione di 'How to become an Hacker' di Raymond
    la trovate qui:http://www.programmazione.it/index.php?entity=earticle&idArticle=666&idArea=1Anche se è un testo vecchio consigliatelo a tutti i "vostri amici giornalisti" che hanno intenzione di scrivere un articolo al riguardo!!
  • Anonimo scrive:
    articolo del corriere della sera
    Ma chi è questo schizzato che scrive queste scemenze?Ma almeno sa che il computer è diverso da una tv?Ma perchè gente ignorante deve farsi portavoce di falsità? Ma perchè non si va a leggere dei manuali di informatica per capire che è idiota?Bha...
  • Anonimo scrive:
    Panerai non muore mai...
    ...visto che le sue reincarnazioni si manifestano mentre Egli e' ancora in vita...
    • Anonimo scrive:
      Re: Panerai non muore mai...
      - Scritto da: LucaSchiavoni
      cerca Panerai sul motore di PI, eheh

      ciao!
      LucaSC'hai proprio un cazzo da fare e LucaS?:p
  • Anonimo scrive:
    Che mucchio di stupidaggini!
    Trovo assurdo ritenere solo criminali gli hacker! Ma vi rendete conto che dovremmo essere tutti ricchissimi per poter usare programmi la cui licenza costa carissima! E meno gente la possiede meno è diffusa la conoscenza del programma e il progredire della tecnologia sarebbe ridotta alle mani di pochi. Nel caso in cui nascesse una generazione di incapaci ci ritroveremmo una stagnazione della tecnologia invece che a un progredire...tanto basta che quei due o tre che possono permettersi la licenza siano incapaci!Un mio commento? Grazie hacker!
  • Anonimo scrive:
    Curiosità
    Ma i giornalisti che scrivono questi articoli stanno forse partecipando alla fiera delle CaXXate? No perchè se è così sarei curioso di sapere del premio... in cosa consiste?Comunque è preferibile documentarsi prima di scrivere articoli.
  • Anonimo scrive:
    Facciamo chiarezza su Hacker e Lamer
    Hacker: SoftMaker or bad boys? Spesso sulla rete nascono dei falsi luoghi comuni: ma gli HACKER sono davvero così "cattivi" come vogliono farci credere? La risposta - la anticipiamo subito - e' un bel no secco. Etimologia della parola hacker:Cominciamo ad esaminare l'etimologia della parola hacker. In inglese 'to hack' significa tagliuzzare, fare a pezzi, quindi un hacker sembrerebbe qualcuno che fa a pezzi qualcosa. Ma analizziamo piu' a fondo, leggendo quanto e' scritto nel famoso 'hacker jargon file', un gigantesco file di testo (attualmente piu' di 2 Mbyte) di pubblico dominio, consultabile da chiunque e mantenuto da volontari sparsi qua e la' nella rete. Consideriamo l'ultima versione attualmente disponibile, ossia la 4.2.2 del 20 Agosto 2000. Qui troviamo ben 8 significati della parola hacker. Vediamone alcuni: 1. Una persona che si diletta ad esplorare nel dettaglio i sistemi programmabili e ad estenderne le loro capacita', l' esatto contrario della maggior parte degli utenti che preferiscono imparare solamente lo stretto necessario. 2. Chi programma con entusiasmo (anche ossessivamente) o che si diletta a programmare piuttosto che semplicemente teorizzare sulla programmazione. 4. Una persona che e' capace di programmare velocemente. 6. Un esperto in una materia qualsiasi (ad esempio si puo' parlare di hacker nel campo dell' astronomia). Niente di lontanamente simile al significato che viene dato normalmente a questo termine. Anzi, un significato che viene deprecato e' proprio quello di colui che cerca di ottenere delle informazioni scardinando password, reti e sistemi. Infatti il termine piu' corretto per questo tipo di individui e' " CRACKER ". Come si puo' vedere il termine hacker non e' necessariamente legato al mondo dell'informatica o dei computer. Infatti una persona particolarmente abile ed esperta in una data materia puo' essere definita hacker. L' essere hacker infatti e' piu' una filosofia, una cultura, un modo di pensare e di vivere. Un vero hacker non si definisce mai tale, ma di solito e' definito cosi' dagli altri. Chi si autodefinisce hacker viene considerato un 'wannabee', ossia un falso hacker, una persona che vorrebbe essere tale. Oppure un lamer, un cracker od un phreaker. Un " LAMER " e' una persona che pur non essendo affatto esperta in un dato settore, riesce a raggiungere degli obiettivi usando il lavoro fatto dai veri hacker, senza sapere minimamente quello che sta facendo (rischiando quindi di fare danni inconsapevolmente). Un " CRACKER " e' una persona che agisce in modo criminale penetrando nei sistemi informatici e rubando password. Un " PHREAKER " e' un cracker che scardina i sistemi telefonici, per esempio per fare delle telefonate senza pagare. Queste ultime categorie sono fortemente odiate dai veri hacker. Ma finora abbiamo visto solo delle definizioni. E' ora di considerare un po' di storia.Un po' di storia:La storia degli hacker comincia con...dei modellini di treni! Verso la fine degli anni '50 infatti, un gruppo di studenti del famoso " M.I.T. " (Massachusetts Institute of Technology) fondò il TMRC (Teach Model Railroad Club) un club dove venivano costruiti modellini di treni. Ma non solo, si progettava una rete in miniatura perfettamente funzionante. Man mano che il sistema andava avanti, diventava sempre piu' complesso: occorreva trovare i pezzi, far funzionare apparecchiature completamente diverse tra loro, controllare l'intera rete etc. E' nel MIT che venne utilizzato per la prima volta il termine hacker (termine che molto piu' tardi venne utilizzato erroneamente dai media anche grazie al contributo dato da film come 'hackers' o 'wargames'). Questi studenti, che formavano il nucleo del Laboratorio di Intelligenza Artificiale del MIT, erano quindi degli hacker. Il loro motto era 'Information wants to be free' ossia le informazioni devono essere libere...Possiamo perciò datare l' inizio della cultura hacker intorno al 1961, quando al MIT acquistarono il primo sistema PDP-1 della Digital Equipment Corporation. Il gruppo del TMRC adotto' questa macchina come una sorta di istruttivo giocattolo, inventando strumenti di programmazione, slang e sviluppando tutta una cultura che ancora oggi sopravvive (questo periodo e' descritto nella prima parte del libro 'Hackers' di Steven Levy). Successivamente, intorno al 1969 un hacker chiamato Ken Thompson invento' il sistema operativo Unix e qualche tempo piu' tardi un altro hacker, Dennis Ritchie, progetto' ed implemento' il linguaggio di programmazione C su un sistema operativo Unix ed un calcolatore DEC PDP-11 (in quegli anni venne alla luce ARPANET, ossia la prima rete di computer che divento' poi l'Internet che conosciamo oggi). Nel 1982 un gruppo di hacker dell' universita' Berkeley fondo' la SUN Microsystems (la societa' che poi sviluppo' il linguaggio Java). Piu' tardi un altro famoso hacker, Richard M. Stallman creo' EMACS (per i programmatori amanti del VI: EMACS e' un editor funzionante su Unix, scritto da Stallman - che tra l'altro sviluppo' il compilatore GCC - per poter scrivere programmi senza dover usare VI o ED, non avendo alcun interesse nell' imparare ad usare tali programmi) e nel 1985 fondo' la FSF (Free Software Foundation), una organizzazione creata per diffondere il software libero. Uno degli obiettivi di Stallman era quello di creare un compilatore C libero (e lo fece, creando il GCC). Nel 1991 un hacker dell' universita' di Helsinki, Linus Torvalds, inizio' a sviluppare un kernel UNIX libero , utilizzabile su sistemi 386 (una delle prime CPU usate nei Personal Computer), usando gli strumenti di sviluppo forniti dalla FSF. Questo nuovo Unix prese il nome di Linux. Concludendo, se non fossero esistiti gli hacker, molte delle cose che usiamo oggi consapevolmente od inconsapevolmente non esisterebbero nemmeno. Non esisterebbero le reti di computer, Unix, Linux, non esisterebbe Internet. Stando cosi' le cose, possiamo considerare gli hacker dei vandali e dei criminali che distruggono i sistemi altrui, oppure delle persone che hanno contribuito notevolmente allo sviluppo di tali sistemi?infine, sempre in ambito hacker, un'iniziativa contro la pedofilia e tutti i siti a contenuto illegale o pericoloso. Un gruppo di hacker si e' unito in una rete antipedofilia, conosciuta come "aphc", acronimo di AntiPedo Hackers Crusade. L'obiettivo e' quello di scovare siti internet, indirizzi email con fini sospetti e di segnalarli alle autorita' e ai provider. Sul sito si possono trovare anche moltissimi link utili per proteggere la navigazione dei minori, tutto questo su: http://www.unsito.it/u.asp?s=aphc.cjb.netIndirizzi utili:www.stallman.org" Home page di Richard
    • Anonimo scrive:
      Re: Facciamo chiarezza su Hacker e Lamer
      chiarezza ma per cosa ? il computer per me è stata sempre una passione , ora è una moda e lo "usano" tutti la socità sta cercando di appropriarsene farlo diventare suo , con sistemi operativi da idiota , per idioti . Ancora qualcuno sta a dire che gli OS sono difficili da usare devono essere ancora più semplici *puke*.I giornalisti come al solito sfruttano l'ignoranza per autoeleggersi paladini del popolo tutori della verità , cosi i milioni di lettori sapranno che l'hacker è criminale perchè l'ha detto l'autorevole corriere .
      • Anonimo scrive:
        Re: Facciamo chiarezza su Hacker e Lamer
        - Scritto da: /X\ilcorriereil computer per me è
        stata sempre una passione , ora è una moda e
        lo "usano" tutti la socità sta cercando di
        appropriarsene farlo diventare suo , con
        sistemi operativi da idiota , per idioti .
        I giornalisti come al solito sfruttano
        l'ignoranza per autoeleggersi paladini del
        popolo tutori della verità , cosi i milioni
        di lettori sapranno che l'hacker è
        criminale perchè l'ha detto l'autorevole
        corriere .Ma e' un bene che anche gli "idioti", come tu li definisci, riescano ad usare un sistema operativo semplice come quello di windows (o anche Linux ormai)....La cosa che come te non potrò mai accettare è che degli "ignoranti" in materia si arroghino la pretesa di dare giudizi su una categoria:in questo caso gli Hacker.Tra gli hacker trovi tante tipologie di "smanettoni" quelli eticamente buoni e quelli meno.Non credo che il giornalista che ha scritto quell'articolo abbia ben chiaro il funzionamento del cyberspazio.E' proprio merito di alcuni hacker che oggi possiamo utilizzare Sistemi Operativi che persino l'anonimo autore dell'articolo in questione riesca ad usare appieno.Chiedo solo una cosa: quando si pubblica su un media di ampia diffusione... lo si faccia con almeno una minima cognizione di causa
  • Anonimo scrive:
    Il Corriere della sera spiega l'hacking
    Non posso credere di aver letto questo su punto informatico!Complimenti soprattutto al giornalista del Corriere che sicuramente è un esperto in materia.Che fine ha fatto il giornalismo italiano....
  • Anonimo scrive:
    Sopprimete questo articolo!!!
    Chi l'ha scritto merita di essere soppresso dall' attività giornalistica per sempre, non mi capacito come un giornale rinomato come il Corriere della sera abbia potuto scrivere una cazzata del genere, scusate per la parolaccia ma chi l'ha scritto non sapeva proprio cosa stava dicendo, mi sembra un articolo riempitivo scritto in pochi minuti!!Basta riempire la rete di spazzatura!!! Anche Punto-Informatico potrebbe scegliere con + cura i suoi articoli, e con questo ho finito!
    • Anonimo scrive:
      Re: Sopprimete questo articolo!!!
      - Scritto da: Anonimo
      Chi l'ha scritto merita di essere soppresso
      dall' attività giornalistica per sempre, W l'albo dei giornalisti che con la 62/2001 voleva sopprimere internet, lasciando girare indisturbati questi deliziosi tipini
      Basta riempire la rete di spazzatura!!!
      Anche Punto-Informatico potrebbe scegliere
      con + cura i suoi articoli, e con questo ho
      finito!NoNo....diamo evidenza agli ignoranti, in modo che sappiamo scansarli
    • Anonimo scrive:
      Re: Sopprimete questo articolo!!!
      Se ti sembra una cazzata questa ti consiglio di leggere repubblica.it di oggi, le NEWS.Sydney 09:34 Dispositivo antisqualo...un campo elettrico a frequenza "maggiorata"...ecc.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sopprimete questo articolo!!!
      - Scritto da: Anonimo
      Chi l'ha scritto merita di essere soppresso dall'
      attività giornalistica per sempre, non mi
      capacito come un giornale rinomato come il
      Corriere della sera abbia potuto scrivere una
      cazzata del genere, scusate per la parolaccia ma
      chi l'ha scritto non sapeva proprio cosa stava
      dicendo, mi sembra un articolo riempitivo scritto
      in pochi minuti!!

      Basta riempire la rete di spazzatura!!! Anche
      Punto-Informatico potrebbe scegliere con + cura i
      suoi articoli, e con questo ho finito!qhahahah e' veramente divertente quel che hai scrittosaluti
  • Anonimo scrive:
    Gli Hacker sono tutti Comunisti Teppisti Terrorist
    vi beccheremo tutti morti di fame nerds sfigati comunisti che con tutta sta sbobba dell'Opensurce non volete pagare manco la pasta a colazione, adesso le cose cambieranno è finita l'era dei D'Alema e dei Bertinotti tutto gratis, adesso il Bossi ed il Berlusconi vi rimettono in rigaBARBUN
  • Anonimo scrive:
    A me invece pare giusto
    (sottotitolo: ciò che ha scritto il Corriere)Non ha fatto altro che confermare "l'etica dell'hacker", così come è stata fondata.A dire il vero, questa non prevedeva la diffusione di codice maligno (i virusssse) ma è un dato di fatto che gli hacker odierni non sono più i Kevin Mitnik di una volta.Rimane inalterato il resto, la voglia di "bucare" un sito (webbe o intranette) sfidando le protezioni.E' poi innegabile che questi tentativi, perlopiù ingiustamente demonizzati, sono utilissimi per il tuning delle protezioni medesime stesse.Inzomma, cosa diamine volete che sia un hacker?
    • Anonimo scrive:
      Re: A me invece pare giusto
      Quindi secondo te che differenza c'e` tra hacker e cracker?- Scritto da: Free Kevin Mitnik
      (sottotitolo: ciò che ha scritto il Corriere)

      Non ha fatto altro che confermare "l'etica
      dell'hacker", così come è stata fondata.
      A dire il vero, questa non prevedeva la
      diffusione di codice maligno (i virusssse)
      ma è un dato di fatto che gli hacker odierni
      non sono più i Kevin Mitnik di una volta.
      Rimane inalterato il resto, la voglia di
      "bucare" un sito (webbe o intranette)
      sfidando le protezioni.
      E' poi innegabile che questi tentativi,
      perlopiù ingiustamente demonizzati, sono
      utilissimi per il tuning delle protezioni
      medesime stesse.

      Inzomma, cosa diamine volete che sia un
      hacker?
    • Anonimo scrive:
      Re: A me invece pare giusto
      hacker...da "hack", sminuzzare, e figurativamente, andare a cercare il pelo nell'uovo. Sei un tipo che si interessa di programmazione sotto Windows in Visual Basic e non ti accontenti delle funzioncine di gestione di un piccolo database? Sei curioso di sapere come funzionano altre cose, per poi mettere in pratica il frutto delle tue indagini e realizzare qualche prodotto migliore?Sei gia` un hacker.Il fatto che oggi ci sia gente che usa questo termine per definire i crackers, i vandali, i rombipalle che vengono, passano e ti cancellano un sito solo per il gusto di rompere, e` una distorsione del significato originale del termine.I primi virus non erano chiamati virus, erano scherzi, semplici programmi scritti "per divertimento" quando i computers si trovavano ancora solo nelle universita`. Mi riferisco a gioiellini come il vecchio "ping pong", il "critters" eccetera...Ma il tempo passa, e fioccano i nuovi... diciamo "acquirenti di personal computer", che non sanno come stessero le cose prima...
      • Anonimo scrive:
        Re: A me invece pare giusto
        una volta i virus erano veri e propi capolavori di codice, oggi ci stanno i software "click & create virus" che ti fanno un virus in un paio di click, che fanno veramente pena, fortuna che qualche virus carino ancora viene scritto (cih, che nonostante l'effetto distruttivo usa tecniche abbastanza carine), comunque come dimenticare il mitico cascade-1701, io lo facevo partire apposta per il gusto di vedere le lettere che si muovevano! :))
  • Anonimo scrive:
    e basta!
    non ne posso + di questa classe di giornalisti e di leggere stè baggianate. Io ho già scritto alla redazione. Fatevi sentire......
    • Anonimo scrive:
      Re: e basta!
      si anch'io ho scritto una mail di protesta alla redazione del Corriere
      • Anonimo scrive:
        Re: e basta!
        E cosa sperate di ottenere?Loro devono vendere e fare notizia... è inutile scrivere che un hacker è un esperto di informatica, a nessuno interesserebbe... La cosa migliore è non pensarci su.. dopotutto l'hacking è una meritocrazia, chi la disprezza è fuori, chi la conosce è dentro... M3xicanhttp://napolihak.da.ru
        • Anonimo scrive:
          Re: e basta!

          dopotutto l'hacking è una meritocrazia, chi
          la disprezza è fuori, chi la conosce è
          dentro... Carina!
  • Anonimo scrive:
    Tiratina d'orecchie a PI
    Quando scoppio il caso Panerai (e tanti siti ne parlarono giorni prima di PI) PI minimizzò dicendo che non si poteva star dietro a tutte queste cose mentre ora, dopo che su molti altri siti questa notizia è apparsa 3 giorni fa, PI parte all'attacco come se non avesse mai scritto quello che ha scritto sul caso PaneraiUn po' di coerenza?
  • Anonimo scrive:
    C'è IGNORANZA!!!!
    A MIO PARERE COLUI CHE SI INTRUFOLA IN SISTEMI OPERATIVI PER CANCELLARNE I DATI NON E' ALTRO CHE UN LAMERACCIO!!! QUELLI DE CORRIERE DELLA SERA NON DISTINGUONO IL BUON HACKER DA UNO SKIFOSO LAMERACCIO, TUTTO QUì!!! BY TAILOT WWW.TAILOT.CJB.NET(SI PARLA DI HACKER E DINTORNI)
  • Anonimo scrive:
    secondo me
    è Panerai in incognito
  • Anonimo scrive:
    Questa non la dovete perdere...
    "instaurando un rapporto "feticistico" ed esclusivo"-siii, ammmoreee, computer mio, quando andiamo a letto insieme e ti fai frustare con mouse mi fai impazzireeeeehhh..."Entrare abusivamente nei sistemi telematici può avere diverse motivazioni: dal piacere personale,..."-siiii, come godooo, mi piace fregare le shell nel Cile, ahhhhh..."Oggi, gli hacker hanno, di fatto, un vero potere sociale, che ha obbligato le aziende ad adottare contromisure creando sistemi più complessi e accessi sempre più difficili"-uhm...davvero? Poco importa, io, col mio potere Sociale, convincerò il root a darmi passsword, kiavi di casa, d'auto, la moglie...(this is a great hack!)"...poiché gli hacker hanno messo a punto programmi che sono in grado, per esempio, di scoprire le password, di leggere quanto di più riservato è contenuto nel computer..."-mah, un bruteforce su un server non è il modo migliore per passare inosservato...e un hacker PENSO voglia passare in ombra..."...e di trasmetterlo a nostra insaputa ad un altro utente che potrà farne un uso più o meno corretto. "-Zio, ho scoperto ke hai l'amante. Per i prossimi annimi darai 3 milioni al mese o spiattello tutto (eheheh!)Bah, a parte le stronzate, perchè non c'è il nome dell'autore dell'articolo? Aveva paura di eventuali ritorsioni? Ma no, anke se questo identikit non mi sembra di un hacker ma di Hannibal Lecter...Ciao feticisti!
  • Anonimo scrive:
    lo hacker che bontà
    se questi sono i meccanismi di prevenzione attuati dai ns centri di informazione, con simili anticorpi l'infezione è forse il minore dei mali...
  • Anonimo scrive:
    Idiozie gratuite
    E' solo un articolo per i non adetti ai lavori, ma questo tipo non ha niente da fare che scrivere un mare di cazzate ??? L'individuo in questione non è etichettabile in alcun modo, quindi evitate di scrivere solo per riempire d'inchiostro i giornali.
  • Anonimo scrive:
    Salva il pianeta :D
    Certo, l'hacker è un pirata che ispirandosi a Capitan Uncino diffonde virus attraverso Internet perchè non ha nulla da fare :)Ma poi scusate..secondo voi il corriere della sera pubblica un'articolo dove viene detto che l'hacker è buono e non fà nulla?Andiamo..già la parola per loro significa "essere cattivo".
  • Anonimo scrive:
    Chi l'ha scritto???
    Percaso l'articolo è stato scritto da Panerai?Un'altra penna rubata all'agricoltura....
  • Anonimo scrive:
    gulp!
    ... a leggere quell'articolo, tra un po' i pirati haker coi loro guazzabugli informatici saranno in grado di deviare il tragitto del 3 su rotaia che ha il capolinea in piazza Bausan a Milano.skifosi pervertiti feticisti!e se io ci salgo per tornare a casa e poi scopro che sono finito in corso Lodi???aiutooooooooooooo!!!!!!!!!!!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Nessuna Definizione
    Non ci sono definizioni che tengano per un mondo cosi' eterogeno, quando lo si capira' questo :D.
  • Anonimo scrive:
    Ordine dei Giornalisti
    E pensare che per scrivere baggianate simili è indispensabile essere iscritto all'Ordine, "per garantire al lettore la qualità dell'informazione"
    • Anonimo scrive:
      Re: Ordine dei Giornalisti
      - Scritto da: Un lettore
      E pensare che per scrivere baggianate simili
      è indispensabile essere iscritto all'Ordine,
      "per garantire al lettore la qualità
      dell'informazione" Hai ragione! Che ipocrisia regna in Italia!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ordine dei Giornalisti
      che dire al prossimo referendum sull'ordine dei giornalisti stete sicuri che voto contro ...
  • Anonimo scrive:
    Sopprimere i pirati haker
    finalmente qualcuno che ci vede chiaro !!!infatti, cosa sono questi sedicenti pirati haker ?i pirati haker oltre ad essere persone disadattate che operano oltre i limiti dell'illegalità sono un VERO PERICOLO per l'economia e la sicurezza di tuttiqueste iniquie persone che hanno un loro codice morale piuttosto dubbio tendono a far arrivare IN UN MODO O NELL'ALTRO dati e progammi che altrimenti sarebbero a pagamento ad altri in modo gratuito lo fanno perche sono solo dei poveri falliti in cerca di approvazione dagli altri ed incoraggiati da altri che li usano in modo spregiudicato per i propri interessi anche quest'ultimi spesso non proprio cristallininel fare questo commettono VERI E PROPRI CRIMINI infischiandosene della proprietà intellettuale altrui e degli sforzi fatti dagli altridirei dei VERI E PROPRI REATI VERSO L'UMANITA'scrivono virus e programmi che servono a scopi fraudolenti o mirati a creare repliche di programmi famosi al fine di truffare l'utente finale con prodotti inferiori compiendo di fatto PLAGIOma la cosa peggiore è che sono CONVINTI che il loro operare sia giusto e che i loro SANTONI in stile dello stallato siano la VERITA' ASSOLUTApurtroppo è vero che non corre una così grande differenza tra un haker ed un drogato o tra un pirata ed un ladruncolo che entra nel girol'unico modo per arginare questa piaga è quello di incrementare le pene e dichiarare tutto il loro operato SOPRATTUTTO IL CODICE VIRALE CHE PRODUCONO fuori legge ed impedirli il possesso di qualunque dispositivo informatico qualora vengano beccati la prima voltaSaluti a tutti i non hakerTanti auguri di venire beccati e giustamente incarcerati ai pirati hakeril solito superMCSE, strenuo difensore della libertà e della giustizia
    • Anonimo scrive:
      Re: Sopprimere i pirati haker
      La cosa peggiore non sono i giornalisti che scrivono cavolate, ma la gente che ci crede!!!!Ciao Mass- Scritto da: MCSE
      finalmente qualcuno che ci vede chiaro !!!
      infatti, cosa sono questi sedicenti pirati
      haker ?

      i pirati haker oltre ad essere persone
      disadattate che operano oltre i limiti
      dell'illegalità sono un VERO PERICOLO per
      l'economia e la sicurezza di tutti

      queste iniquie persone che hanno un loro
      codice morale piuttosto dubbio tendono a far
      arrivare IN UN MODO O NELL'ALTRO dati e
      progammi che altrimenti sarebbero a
      pagamento ad altri in modo gratuito
      lo fanno perche sono solo dei poveri falliti
      in cerca di approvazione dagli altri ed
      incoraggiati da altri che li usano in modo
      spregiudicato per i propri interessi anche
      quest'ultimi spesso non proprio cristallini

      nel fare questo commettono VERI E PROPRI
      CRIMINI infischiandosene della proprietà
      intellettuale altrui e degli sforzi fatti
      dagli altri
      direi dei VERI E PROPRI REATI VERSO
      L'UMANITA'

      scrivono virus e programmi che servono a
      scopi fraudolenti o mirati a creare repliche
      di programmi famosi al fine di truffare
      l'utente finale con prodotti inferiori
      compiendo di fatto PLAGIO

      ma la cosa peggiore è che sono CONVINTI che
      il loro operare sia giusto e che i loro
      SANTONI in stile dello stallato siano la
      VERITA' ASSOLUTA

      purtroppo è vero che non corre una così
      grande differenza tra un haker ed un drogato
      o tra un pirata ed un ladruncolo che entra
      nel giro

      l'unico modo per arginare questa piaga è
      quello di incrementare le pene e dichiarare
      tutto il loro operato SOPRATTUTTO IL CODICE
      VIRALE CHE PRODUCONO fuori legge ed
      impedirli il possesso di qualunque
      dispositivo informatico qualora vengano
      beccati la prima volta

      Saluti a tutti i non haker
      Tanti auguri di venire beccati e giustamente
      incarcerati ai pirati haker
      il solito superMCSE, strenuo difensore della
      libertà e della giustizia
    • Anonimo scrive:
      Re: Sopprimere i pirati haker
      Quando leggo certe cose finalmente mi rendo conto del perchè il mondo sta andando sempre più a scatafascio....- Scritto da: MCSE
      finalmente qualcuno che ci vede chiaro !!!
      infatti, cosa sono questi sedicenti pirati
      haker ?i sedicenti pirati haker non so, se mi parli di hacker forse potrei risponderti....
      i pirati haker oltre ad essere persone
      disadattate che operano oltre i limiti
      dell'illegalità sono un VERO PERICOLO per
      l'economia e la sicurezza di tuttiforse non ne conosci nemmeno uno, non mi sono mai sembrati dei disadattati ma anzi....
      queste iniquie persone che hanno un loro
      codice morale piuttosto dubbio tendono a far
      arrivare IN UN MODO O NELL'ALTRO dati e
      progammi che altrimenti sarebbero a
      pagamento ad altri in modo gratuito
      lo fanno perche sono solo dei poveri falliti
      in cerca di approvazione dagli altri ed
      incoraggiati da altri che li usano in modo
      spregiudicato per i propri interessi anche
      quest'ultimi spesso non proprio cristalliniun po' di punteggiatura e discorsi con un senso compiuto ne sei capace ?
      nel fare questo commettono VERI E PROPRI
      CRIMINI infischiandosene della proprietà
      intellettuale altrui e degli sforzi fatti
      dagli altri
      direi dei VERI E PROPRI REATI VERSO
      L'UMANITA'veri e propri crimini ? mhhhh non mi sembra, ma forse tu stai parlando di cracker (non quelli che si mangiano)
      scrivono virus e programmi che servono a
      scopi fraudolenti o mirati a creare repliche
      di programmi famosi al fine di truffare
      l'utente finale con prodotti inferiori
      compiendo di fatto PLAGIOidem come sopra, apparte che nessuno copia programmi creandone di nuovi peggiori....
      ma la cosa peggiore è che sono CONVINTI che
      il loro operare sia giusto e che i loro
      SANTONI in stile dello stallato siano la
      VERITA' ASSOLUTAqui torniamo alla grammatica, "santoni in stile dello stallato" cosa significa ? forse stai parlando di Stallman ? ma quello è un'altro discorso....
      purtroppo è vero che non corre una così
      grande differenza tra un haker ed un drogato
      o tra un pirata ed un ladruncolo che entra
      nel girocome non ne esiste tra te e un sasso....
      l'unico modo per arginare questa piaga è
      quello di incrementare le pene e dichiarare
      tutto il loro operato SOPRATTUTTO IL CODICE
      VIRALE CHE PRODUCONO fuori legge ed
      impedirli il possesso di qualunque
      dispositivo informatico qualora vengano
      beccati la prima voltaancora ??? in cina c'è la pena di morte, in italia è più remunerativo e meno rischioso un furto in banca, vogliamo inserire la pena di morte anche in italia per queste cose ?
      Saluti a tutti i non haker
      Tanti auguri di venire beccati e giustamente
      incarcerati ai pirati haker
      il solito superMCSE, strenuo difensore della
      libertà e della giustiziano comment a questo ....
      • Anonimo scrive:
        Re: Sopprimere i pirati haker
        - Scritto da: Duun No Lughn
        Quando leggo certe cose finalmente mi rendo
        conto del perchè il mondo sta andando sempre
        più a scatafascio....Hahahaha, in effetti devo ammettere che di gente come quelloce n'è anche troppa purtroppo.Io me lo immagino così, il classico utente windows installatodal negoziante che gli ha venduto il computer, che non lo saprebbeneanche reinstallare.Però si permette di esprimere pesanti commenti..I veri disadattati sono quelli che scrivono quelle cose e che poi purtroppole mettono in pratica (vedi i ragazzi indagati per aver fatto un sito con qualche parolaccia ed essersi dichiarati "anarchici").
        • Anonimo scrive:
          Re: Sopprimere i pirati haker
          - Scritto da: JohnnyTH


          Hahahaha, in effetti devo ammettere che di
          gente come quello
          ce n'è anche troppa purtroppo.
          Io me lo immagino così, il classico utente
          windows installato
          dal negoziante che gli ha venduto il
          computer, che non lo saprebbe
          neanche reinstallare.
          Però si permette di esprimere pesanti
          commenti..Ragazzi, il commento iniziale non era nient'altro che una provocazione. È lampante, dai.
      • Anonimo scrive:
        Re: Sopprimere i pirati haker
        ciao,volevo darti un consiglio: quando vedi un post di MCSE, non perderci troppo tempo, perché MCSE è uno che si diverte a sparare frasi provocatorie per ricevere risposte incazzate. è il tipo che più fa incazzare la gente e più è contento.in una parola: MCSE non è altro che un TROLL. qualunque cosa tu risponda, non servirà a nulla se non a dargli soddisfazione personale.ciao ciaogodz
    • Anonimo scrive:
      Re: Sopprimere i pirati haker
      Panerai ! ti abbiamo riconosciuto ! almeno firmati con il tuo nome ! ;) ROTFL
    • Anonimo scrive:
      Re: Sopprimere i pirati haker
      Vergognati! La tua disinformazione è pari solo alla tua arroganza caro lamer certificato
      • Anonimo scrive:
        Re: Sopprimere i pirati haker
        - Scritto da: HACK IT!
        Vergognati! La tua disinformazione è pari
        solo alla tua arroganza caro lamer
        certificatono, poverino... perché elevarlo al grado di lamer? qui ormai lo conoscono tutti come uno fra i più grandi troll del pianeta!ciaogodz
    • Anonimo scrive:
      Re: Sopprimere i pirati haker
      x i novellini tra voi ke hanno abboccato, mi sembra utile copiaincollare un testo del buon papaleo.* Il trollIl troll e' in senso proprio un messaggio studiato per attirare delle risposte predicibili o dei litigi (flame). Il termine deriva dal modo di dire "trollare (lanciare l'amo) per i niubbi", il trolling e' in origine un tipo di pesca sportiva. Il troll ben fatto induce i novellini stessi (niubbi o newbies) e chi cerca il litigio (flamers) a rispondere alla provocazione rendendosi ancora piu' evidentemente tali, mentre sottilmente fa capire ad i piu' esperti e saggi di essere un esca. In questo senso, per non creare ambiguita', si parla anche di troll-bait cioe' di esca per il trolling.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sopprimere i pirati haker
      trolltrolltroll trolltroll troll trolltroll troll troll troll troll troll troll troll troll troll troll troll troll troll troll troll troll troll troll troll TROLL troll TROLL troll TROLL troll TROLL troll TROLL troll TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL troll troll troll troll troll troll troll troll troll troll troll troll troll troll troll troll troll troll troll troll troll troll troll troll troll troll troll troll troll troll troll troll troll troll troll TROLL troll TROLL troll TROLL troll TROLL troll TROLL troll TROLL troll TROLL troll TROLL troll TROLL troll TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL TROLL in una parola, (troll)^nciaogodz
    • Anonimo scrive:
      Re: Solo una domanda...
      Scusa se sono indiscreto ma...da quale pusher ti rifornisci???N.B. ....e si scrive hacker!!! 'gnurant!!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Solo una domanda...
        - Scritto da: mr_setter
        Scusa se sono indiscreto ma...
        da quale pusher ti rifornisci???

        N.B. ....e si scrive hacker!!!
        'gnurant!!!!ei!non mi dirai che qui siete tutti un covo di pirati haker ???|||||Va parte gli schezi, non male ... avete abbocato in 6 !!!ma se scrivevo hacker, non mettevo un po' di errori di grammatica ed omettevo la punteggiatura, mi spieghi come facevo ad innervosire "al massimo" chi leggeva il post ?Un conto è leggere qualcuno che esprime le sue opinioni utilizzando una tecnica poco attaccabile, un'altro è fornire proprio ogni pretesto per esserlo.Del resto, vista l'ignoranza della stampa ufficiale, non credo che ci possano essere commenti da fare ad una notizia del genere.(Se ci fate caso il mio post è oltremodo esagerato, anche se sicuramente potete trovare in giro gente che la pensa veramente così)Beh, lo scherzo è bello quando dura poco e qui sono un paio di settimane che sto trolleggiando ... quindi direi che è l'ora di smetterla.Ciao & saluti a tutti!il finto MCSE
    • Anonimo scrive:
      Re: Sopprimere i pirati haker
      - Scritto da: MCSE
      finalmente qualcuno che ci vede chiaro !!!
      infatti, cosa sono questi sedicenti pirati
      haker ?[cut]Senti, ma credi veramente di essere divertente?
    • Anonimo scrive:
      myRe: Sopprimere i pirati haker
      Dovrebbero sopprimere gente come te e come quella che ha scritto l'articolo sul Corriere che non sanno veramente nemmeno lontanamente cosa sia un hacker. Ma state zitti almeno, invece di sparare ca22ate... vergogna. E se percaso ti fossi divertito a farlo apposta: ti senti simpatico? Sei ridicolo
    • Anonimo scrive:
      Re: Sopprimere i pirati haker
      - Scritto da: MCSE
      finalmente qualcuno che ci vede chiaro !!!
      infatti, cosa sono questi sedicenti pirati
      haker ?

      i pirati haker oltre ad essere persone
      disadattate che operano oltre i limiti
      dell'illegalità sono un VERO PERICOLO per
      l'economia e la sicurezza di tutti

      queste iniquie persone che hanno un loro
      codice morale piuttosto dubbio tendono a far
      arrivare IN UN MODO O NELL'ALTRO dati e
      progammi che altrimenti sarebbero a
      pagamento ad altri in modo gratuito
      lo fanno perche sono solo dei poveri falliti
      in cerca di approvazione dagli altri ed
      incoraggiati da altri che li usano in modo
      spregiudicato per i propri interessi anche
      quest'ultimi spesso non proprio cristallini

      nel fare questo commettono VERI E PROPRI
      CRIMINI infischiandosene della proprietà
      intellettuale altrui e degli sforzi fatti
      dagli altri
      direi dei VERI E PROPRI REATI VERSO
      L'UMANITA'

      scrivono virus e programmi che servono a
      scopi fraudolenti o mirati a creare repliche
      di programmi famosi al fine di truffare
      l'utente finale con prodotti inferiori
      compiendo di fatto PLAGIO

      ma la cosa peggiore è che sono CONVINTI che
      il loro operare sia giusto e che i loro
      SANTONI in stile dello stallato siano la
      VERITA' ASSOLUTA

      purtroppo è vero che non corre una così
      grande differenza tra un haker ed un drogato
      o tra un pirata ed un ladruncolo che entra
      nel giro

      l'unico modo per arginare questa piaga è
      quello di incrementare le pene e dichiarare
      tutto il loro operato SOPRATTUTTO IL CODICE
      VIRALE CHE PRODUCONO fuori legge ed
      impedirli il possesso di qualunque
      dispositivo informatico qualora vengano
      beccati la prima volta

      Saluti a tutti i non haker
      Tanti auguri di venire beccati e giustamente
      incarcerati ai pirati haker
      il solito superMCSE, strenuo difensore della
      libertà e della giustiziaVedo che l' ingnoranza è di casa! Vergognati, come fai a scrivere simili corbellerie?
  • Anonimo scrive:
    VIVA LE STR*N*ATE........
    HIHI BELLISSIMO QUESTO ARTICOLO DEVO DIRE DI UNA COMPLETEZZA ASSURDA.CHISSA COMè CHE ALLA FINE SI INCOLPANO SEMPRE I GIOCHI E GLI HACKERS COME SE FOSSERO DEMONI... E MI FERMO QUA PER NON OFFENDERE GLI AUTORI DI TALI ARTICOLI.MA QUESTA è PROPRIO DIVERTENTE COME QUELLA VOLTA CHE ERA USCITA LA NOTIZIA DELLA FALLA SU MORPHEUS CHE DICEVA CHE AVEVA UN BUCO INDOVINATE UN PO CHE ERA SUCCESSO... BE PER CHI NON LO SAPESSE VE LO DICO IO BENE IN PRATICA INDOVINATE UN PO è SALTATA FURI STA COSA E LORO SUBITO NE HANNO PARLATO (SECONDO ME PURE MOLTO GIOIOSI PER LA NOTIZIA). DICENDO CHE IL P2P SOLO QUESTE COSE POSSONO FERMARLO PERO CHISSA COME QUANDO DA PARTE DI MORPHEUS è ARRIVATA LA RETIFICA DI QUESTA FAMOSA FALLA NON HANNO DETTO NULLA... LASCIO IMMAGINARE A VOI...(IL PROGRAMMA DI CUOI PARLO è SPECIALIZZATO IN NUOVE TECNOLOGIE ED è IN ONDA SU UNA DELLE MAGGIORI RETI ITALIANE NON DICO DI + PER NON AVERE ROGNE NON SI SA MAI... HEHE)
  • Anonimo scrive:
    mi associo...
    Mi associo a tutte le opinioni di quelli che si sono rotti i CO#@@[#NI.Secondo me tutti i lavoratori del ramo informatico, o semplicemente smanettoni, si sono ampiamente rotti dell'ignoranza dei giornalisti che diffondo false informazioni.
  • Anonimo scrive:
    viva la disinformazione!!!!
    siamo alle solite! non capisco perche' si voglia scrivere a ogni costo,cazzate, su argomenti che si ignorano.Tralascio gli allarmismi dello scrittore sul feticismo del fantomatico HACKER descritto come un maniaco, o chissa'cosa...e poi il qualunquismo sulla sicurezza!!!!complimenti a tutti i giornalisti ignoranti!!!
  • Anonimo scrive:
    Un altro errore del Corsera
    Questa settimana il Corriere si è anche lanciato nella recensione dell'iPod da 5GB mettendo tra i punti di debolezza la scarsa capacità dell'hd, proprio uno-due giorni dopo che era stato presentato ufficialmente il nuovo iPod da 10GB. Eppure il lavoro di questi giornalisti è facile: iscriversi a una decina di newsletter dai vari paesi nel mondo e... tradurle! Mah!
    • Anonimo scrive:
      Re: Un altro errore del Corsera

      dopo che era stato presentato ufficialmente
      il nuovo iPod da 10GB. Eppure il lavoro di
      questi giornalisti è facile: iscriversi a
      una decina di newsletter dai vari paesi nel
      mondo e... tradurle! Mah!La stampa cartacea e' sempre un po' piu' indietro rispetto alle notizie internet!Creare e gestire un giornale, non e' come buttare giu' un po' di bytes in formato elettronico e diffonderli ! Ci sono dei tempi tecnici!Insomma, vedrai che entro breve tempo anche questa notizia verra' pubblicata sul cartaceo...diciamo tra 4-5 anni :D
  • Anonimo scrive:
    definizioni
    visto che ci si lancia in definizioni ne avrei una anche io...A slang term for a computer enthusiast, i.e., a person who enjoys learning programming languages and computer systems and can often be considered an expert on the subject(s). Among professional programmers, depending on how it used, the term can be either complimentary or derogatory, although it is developing an increasingly derogatory connotation. The pejorative sense of hacker is becoming more prominent largely because the popular press has coopted the term to refer to individuals who gain unauthorized access to computer systems for the purpose of stealing and corrupting data. Hackers, themselves, maintain that the proper term for such individuals is cracker.hacker era usato per identificare gli studenti di informatica delle universita' americane che, al tempo delle schede perforate, lasciavano i propri lavori su un tavolo, a disposizione di tutti, e gli altri studenti potevano solo guardarli oppure cercare di migliorarli (primo esempio di gpl eheh).Per cui il termine nasce con una connotazione altamente positiva (to hack... affettare sminuzzare... un prolema per capirlo...)Col tempo il termine ha assunto un significato peggiorativo.. credo sia (aime') ormai un processo irreversibile.(basti pensare che il termine calcistico "contropiede" usato da anni e anni e' stato sostituito da "ripartenza"... sigh)MI APPELLO ALL'ACCADEMIA DELLA CRUSCA!
    • Anonimo scrive:
      Re: definizioni
      - Scritto da: Nasdaq
      visto che ci si lancia in definizioni ne
      avrei una anche io...
      A slang term for a computer enthusiast,
      i.e., a person who enjoys learning
      programming languages and computer systems
      and can often be considered an expert on the
      subject(s). Among professional programmers,
      depending on how it used, the term can be
      either complimentary or derogatory, although
      it is developing an increasingly derogatory
      connotation. The pejorative sense of hacker
      is becoming more prominent largely because
      the popular press has coopted the term to
      refer to individuals who gain unauthorized
      access to computer systems for the purpose
      of stealing and corrupting data. Hackers,
      themselves, maintain that the proper term
      for such individuals is cracker.Giustissimo...
      hacker era usato per identificare gli
      studenti di informatica delle universita'
      americane che, al tempo delle schede
      perforate, lasciavano i propri lavori su un
      tavolo, a disposizione di tutti, e gli altri
      studenti potevano solo guardarli oppure
      cercare di migliorarli (primo esempio di gpl
      eheh).
      Per cui il termine nasce con una
      connotazione altamente positiva (to hack...
      affettare sminuzzare... un prolema per
      capirlo...)Vero, ma in parte.Anch'io pensavo che gli albori del termine fossero quelli che tu descrivi. Ma da un libro di un autore italiano, avvocato specializzato su fatti legali informatici di cui non ricordo il nome, ho appreso che le origini del termine sono ancora più datate. Anni 50! Hackers erano considerati gli studenti del MIT appassionati di trenini elettrici. I migliori ovviamente. Strano ma vero. Infatti come tu dici, il verbo "to hack" in inglese significa "tagliuzzare, spezzare, rompere". Infatti loro, gli studenti con tale passione, facevano a gara a chi era più bravo nel costruire piste. E per farlo adoperavano strumenti quali forbici, pinze ed altro. Escogitavano sitemi per far andare più veloci i trenini e così via. Chi di loro batteva un record aveva il diritto di essere considerato "L'hacker", ovvero "Il tagliuzzatore", se proprio vogliamo dirlo in italiano.Poi, più tardi, con l'avvento dei primi computer nelle università (quelli che come dici tu, sputavano schede bucate), l'ingegno di alcuni di loro (perchè non dobbiamo dimenticare che è tutta questione di "ingegno") si riversò su questa "novità".Il resto lo hai detto già tu. Mi spiace solo di non poter mettere le referenze del libro (perchè non le ricordo) chè è veramente interessante ed esplicativo del concetto di "hacker".Saluto te e tutti quelli che leggono.
      • Anonimo scrive:
        Re: definizioni (referenze del libro)
        Credo sia questo quello a cui alludevi:LEVY, Hackers, Gli eroi della rivoluzione informatica, Ed. Shake, Milano, 1996.Lo consiglio vivamente a tutti!
        • Anonimo scrive:
          Re: definizioni (referenze del libro)
          - Scritto da: Frk
          Credo sia questo quello a cui alludevi:

          LEVY, Hackers, Gli eroi della rivoluzione
          informatica, Ed. Shake, Milano, 1996.

          Lo consiglio vivamente a tutti!Forse hai letto male il mio post.Io avevo detto: "...un libro di un autore italiano, avvocato specializzato su fatti legali informatici...".Levy non è italiano. È, mi pare, americano. Resta il fatto che lì, da quello che so (anche se non ho letto il libro), viene descritta ancora meglio la nascita della definizione "hacker" visto che è raccontata da uno che, forse, l'ha vissuta in prima persona.Comunque ho reperito i dati del libro a cui mi riferivo: "Hacker e computer crime" di Gianluca Pomante, Edizioni Simone.Spero possa essere utile a quanti, con una lettura davvero breve ma significativa, vogliano apprendere un po' di più sulla storia degli hackers.Come sempre, ciao a tutti.
  • Anonimo scrive:
    Scommesse sul nome dell'articlista....
    .... io un'idea di chi ha scritto queste baggianate ce l'avrei......
    • Anonimo scrive:
      Re: Scommesse sul nome dell'articlista....

      .... io un'idea di chi ha scritto queste
      baggianate ce l'avrei......Sara' per caso lo stesso tipo che ha dimostrato al mondo la esistenza della setta di hackers Open World, dove la loro guida era Torvall, il creatore di Lynux? :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Scommesse sul nome dell'articlista....
      Prospero Pirotti, ad esempio...
    • Anonimo scrive:
      Re: Scommesse sul nome dell'articlista....
      - Scritto da: l
      .... io un'idea di chi ha scritto queste
      baggianate ce l'avrei......Hanno riabilitato il Panerai !!!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Chaiamate Attivissimo
    che faccia giustizia su questi articoli!
    • Anonimo scrive:
      Re: Chaiamate Attivissimo
      Ho visto il bat-segnale....Non ti preoccupare, dammi un attimo di tempo per infilarmi il bat-costume e scrivo la bat-risposta al bar-vetriolo.Volevo starmene zitto, ma visto che insisti....Ciao da Paolo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Chaiamate Attivissimo
        - Scritto da: Paolo Attivissimo
        Volevo starmene zitto, ma visto che
        insisti....

        Ciao da Paolo.evvai Paolo, sei un grande! ;-)Ciao
  • Anonimo scrive:
    ph3ar my 1337 c0d1ng ski11z !!! (LOL)
    E i che pensavo che "Cuore" facesse ridere! :)Viva il giornalista medio !a proposito qualcuno ha l'indirizzo di un buon traduttore "normale"-"l33t" ? :)
    • Anonimo scrive:
      Re: ph3ar my 1337 c0d1ng ski11z !!! (LOL)
      http://www.geocities.com/mnstr_2000/translate.htmltH15 re4LLY ruLEz ! w+pH !!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: ph3ar my 1337 c0d1ng ski11z !!! (LOL)
      http://www.ryanross.net/leet/l33t_v12.zipgia mi figuro i titoli "addirittura gli acher utilizzano un linguaggio segreto incomprensibile per passarsi messaggi indecifrabili con i piu insulsi crimini dalla pedofilia al terrorismo "
  • Anonimo scrive:
    proposta di legge
    Secondo me dovrebbero fare una legge che obbliga a mettere la firma all'articolo scritto, e in caso l'articolo sia profondamente errato come questo, si pubblichi sullo stesso giornale un articolo di scuse e rettifica.
  • Anonimo scrive:
    magari...
    ...è stato scritto da panerai, non avrà messo la sua firma per non farsi riconoscere... :-)
  • Anonimo scrive:
    due parole
    che puttanata ;-P
  • Anonimo scrive:
    no coment
    ennesima dimostrazione di finto giornalismo!
  • Anonimo scrive:
    proposta seria
    per farsi perdonare, il Corriere della Sera dovrebbe regalare le copie del giornale.
    • Anonimo scrive:
      Re: proposta seria
      a che pro'?con 'ste stronz**e tu lo leggeresti?;))
      • Anonimo scrive:
        Re: proposta seria
        - Scritto da: me
        a che pro'?
        con 'ste stronz**e tu lo leggeresti?

        ;))Beh diventa un giornale umoristico! Sai che tirature? Certo! In testa all'autore dell'articolo! :-)Saluti
        • Anonimo scrive:
          Re: proposta seria
          Per giunta se provate a scrivere al giornale (e qua gli servirebbe un "hacker" per debbuggargli il sistema) esce: Internal Server ErrorThe server encountered an internal error or misconfiguration and was unable to complete your request.Please contact the server administrator, corriere.webmaster@rcs-web.it and inform them of the time the error occurred, and anything you might have done that may have caused the error.More information about this error may be available in the server error log.AHAHAHAH :)) ma se non sanno nemmeno configurare un sito del ca**o figuratevi se sanno cosa e' un hacker. L'articolista avesse almeno letto "spaghetti hacker" per farsi un'idea di massima :))Ciao a tutti, Pasquale
      • Anonimo scrive:
        Re: proposta seria

        a che pro'?le faccio leggere a un bambino depresso che dice "io non saro' mai capace a fare niente". Gli fai leggere articoli come questo e il bambino dira' :"cacchio, se uno cosi' scrive sul corriere della sera, io divento ingegnere aereonautico!" ;-)
  • Anonimo scrive:
    BUAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH
    Caspita raga ne dovete pubblicare di più di queste storie, ci rendono felice la giornata. E' provato scientificamente che ridere fa bene, quindi aiutateci a ridere di più. Pubblicate più articoli come questo. In un mondo dove c'è solo da piangere...
    • Anonimo scrive:
      Re: BUAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH
      Miiiiiii mi hai anticipato: volevo mettere io questo titolo :))) Al contrario pero non avrei allegato alcun commento: le risate sarebbero bastateBHUAAHAHAHAHAHAHAHHAH
  • Anonimo scrive:
    imparate la differenza tra hacker e cracker
    All'articolista del Corrierehacker: colui che viola i sistemi informatici per mettere alla prova le proprie capacità senza arrecare danno o "rubare" informazioni importanticracker: colui che viola i sistemi informatici per trarne profitto personaleQuindi prima di scrivere certe baggianate, vi prego documentatevi meglio altrimenti rischiate di fare delle figuracce tipo quelle dei worms (vermi del computer) o degli easter eggs nei programmi.
    • Anonimo scrive:
      Re: imparate la differenza tra hacker e cracker
      Castu non te la prendere, si vede subito che il giornalista che ha scritto l'articolo è un poverino :)Ancora più poverini sono i lettori del giornale che con la loro completa ignoranza credono a quelle stro***te
    • Anonimo scrive:
      Re: imparate la differenza tra hacker e cracker
      - Scritto da: castu
      All'articolista del Corriere
      hacker: colui che viola i sistemi
      informatici per mettere alla prova le
      proprie capacità senza arrecare danno o
      "rubare" informazioni importanti
      cracker: colui che viola i sistemi
      informatici per trarne profitto personale
      Quindi prima di scrivere certe baggianate,
      vi prego documentatevi meglio altrimenti
      rischiate di fare delle figuracce tipo
      quelle dei worms (vermi del computer) o
      degli easter eggs nei programmi.Per la cronaca l'hai appena detta anche tu una castroneria con la tua definizioni di hacker e craker...PIRLA
      • Anonimo scrive:
        Re: imparate la differenza tra hacker e cracker
        - Scritto da: morgan
        - Scritto da: castu

        cracker: colui che viola i sistemi

        informatici per trarne profitto personale

        Quindi prima di scrivere certe baggianate,

        vi prego documentatevi meglio altrimenti

        rischiate di fare delle figuracce tipo

        quelle dei worms (vermi del computer) o

        degli easter eggs nei programmi.
        Per la cronaca l'hai appena detta anche tu
        una castroneria con la tua definizioni di
        hacker e craker...PIRLAHacker = Colui che studia i sistemi e lo fa per acquisire conoscenze sui sistemi (e non informazioni da rivendere)Cracker = Si occupano di software :) protezioni, ecc.. ma sempre per la voglia di acquisire informazioni.Poi ci sono anche Hackers e Crackers che "rubano", ma in tutte le societa' ci sono le pecore nere ;)Bye, Pasquale
    • Anonimo scrive:
      Re: imparate la differenza tra hacker e cracker
      - Scritto da: castu
      All'articolista del Corriere
      hacker: colui che viola i sistemi
      informatici per mettere alla prova le
      proprie capacità senza arrecare danno o
      "rubare" informazioni importanti
      cracker: colui che viola i sistemi
      informatici per trarne profitto personale
      Quindi prima di scrivere certe baggianate,
      vi prego documentatevi meglio altrimenti
      rischiate di fare delle figuracce tipo
      quelle dei worms (vermi del computer) o
      degli easter eggs nei programmi.1- Con le ca**ate sparate in quell'articolo credi davvero che l'articolista verrà a leggere i nostri commenti?2- "prima di scrivere certe baggianate, ti prego documentati meglio, altrimenti rischi di fare delle figuracce" sparando definizioni *assolutamente sbagliate* di cracker e hacker (e poi che cavolo c'entrano i work e gli EE?Saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: imparate la differenza tra hacker e cracker
      I cracker si mangiano gli hacker no :)))
    • Anonimo scrive:
      Re: imparate la differenza tra hacker e cracker
      Anche nelle tue definizioni ci sono inesattezze.Hacker: chi studia a fondo l'informatica. Quando questo termine è nato non aveva niente di negativo.Cracker: chi cerca di rompere (crack) le protezioni. ci sono cracker che bucano server, come cracker che rompono le protezioni dei programmi, come cracker che cercano di estrapolare password.
    • Anonimo scrive:
      Re: imparate la differenza tra hacker e cracker
      - Scritto da: castu
      All'articolista del Corriere
      hacker: colui che viola i sistemi
      informatici per mettere alla prova le
      proprie capacità senza arrecare danno o
      "rubare" informazioni importanti
      cracker: colui che viola i sistemi
      informatici per trarne profitto personale
      Quindi prima di scrivere certe baggianate,
      vi prego documentatevi meglio altrimenti
      rischiate di fare delle figuracce tipo
      quelle dei worms (vermi del computer) o
      degli easter eggs nei programmi.A tutti i "commentatori" che non sapessero:http://www.tuxedo.org/~esr/jargon/Così, almeno, capirete cosa vogliano dire Hacker, Cracker etc.Senza rancore... ;O)
      • Anonimo scrive:
        Re: imparate la differenza tra hacker e cracker
        SONO LE 9:50 del mattino incomincio ad aver famequasi quasi esco dall'uffico e vado al bar qui di fronte.son indeciso se prendere i LOACHER o dei CRACKERSaiutatemiiiiiiiii!!!!!!!1
        • Anonimo scrive:
          Re: imparate la differenza tra hacker e cracker
          L'Hacker ed il Cracker sono molto simili tra loro.....ma la cosa che li contraddistingue non è cosa fanno, ma la loro filosofia di vita...Comunque io che non sono del campo non so se ho detto fesserie oppure delle cose giuste....Di sicuro so che l'articolo conteneva solamente grandi cazzate....Diretto all'autore dell'articolo:Come forse avrai letto (o forse no..) avrai capito che un offesa del genere, destinata al mondo hacker, vorrà delle scuse.....Io penso che devi proprio delle scuse a molti....Tutti ora si aspettano le tue scuse...cosa aspetti???
    • Anonimo scrive:
      Re: imparate la differenza tra hacker e cracker
      acher e cracher sono ambedue rompicogli%ni perdigiorno: a lavorare!
    • Anonimo scrive:
      Re: imparate la differenza tra hacker e cracker
      dai ragazzi ho cercato di esprimerlo in termini semplici non è che non mi sono documentato. Comunque fatto sta che la storia di fondo è il fatto che i giornalisti usando il termine "hacker" prendono dentro anche altre categorie che non hanno niente a che fare con i veri hackers tipo crackers, lamers, phreakers, etc...ed erano le 1 di notte quando l'ho scritto quindi permettetemi un po' di sonno... ;)))
      • Anonimo scrive:
        Re: imparate la differenza tra hacker e cracker
        - Scritto da: castu
        dai ragazzi ho cercato di esprimerlo in
        termini semplici non è che non mi sono
        documentato. Comunque fatto sta che la
        storia di fondo è il fatto che i giornalisti
        usando il termine "hacker" prendono dentro
        anche altre categorie che non hanno niente a
        che fare con i veri hackers tipo crackers,
        lamers, phreakers, etc...
        ed erano le 1 di notte quando l'ho scritto
        quindi permettetemi un po' di sonno... ;)))Beh, magari la prossima volta aspetta la mattina seguente... ;o)
  • Anonimo scrive:
    penna e calamaio
    ho lavorato presso delle agenzie che utilizzavano i computer con lo stesso scopo che questo signore ha scritto questo articolo, e posso affermare che nessuno di questi geni riesce a operare su un pc con una preparazione appena media; quindi desumo che l'articolista abbia preso la tematica da un film di fantapolitica che ha visto di recenti, magari con gli attributi stretti nel cassetto dal proprio capo.ritonate a scrivere, con i mezzi un pò più antiquati vi riuscirà meglio...magari senza il corettore di ms word
  • Anonimo scrive:
    corriere delle c****te
    e non è una novità... :)
    • Anonimo scrive:
      Re: corriere delle c****te
      ve la ricordate quella di veronesi sugli easter "edges" (sigh!) nei programmi...????
      • Anonimo scrive:
        Re: corriere delle c****te
        - Scritto da: anonimo
        ve la ricordate quella di veronesi sugli
        easter "edges" (sigh!) nei programmi...????forse si era sbagliato con le "sister sledge" 8-)
Chiudi i commenti