Atom sposa Vista su un UMPC palmare

Atom sposa Vista su un UMPC palmare

Sharp e Willcom hanno sviluppato congiuntamente quello che definiscono il più piccolo hand held basato sul nuovo processore Atom di Intel. Più compatto della stragrande maggioranza di MID e UMPC, il device fa girare Windows Vista
Sharp e Willcom hanno sviluppato congiuntamente quello che definiscono il più piccolo hand held basato sul nuovo processore Atom di Intel. Più compatto della stragrande maggioranza di MID e UMPC, il device fa girare Windows Vista

Tokyo – L’infante processore Atom di Intel non ha ancora i requisti necessari per salire a bordo dei dispositivi mobili più piccoli, come i telefoni cellulari, ma le sue dimensioni francobollo gli permettono comunque di trovare posto su computer hand held davvero molto compatti. Ne è un esempio il nuovo MID (Mobile Internet Device) D4 della giapponese Willcom , progettato da quest’ultima in stretta collaborazione con Sharp (che lo produce per conto della partner col nome formale di WSO16H).

Willcom D4 Le due aziende giapponesi affermano che Willcom D4 è il dispositivo Atom-based più compatto e leggero sul mercato : le sue dimensioni sono di 18,8 x 8,4 x 25,9 millimetri, mentre il suo peso è di 470 grammi. Il D4 è anche uno dei primi MID ad offrire, grazie ad un modulo opzionale W-SIM e un auricolare Bluetooth, funzionalità di telefonia cellulare : queste si appoggiano alla rete mobile giapponese Personal Handy-phone System ( PHS ), di cui Willcom è un operatore.

Il D4 adotta un design simile ad altri MID e UMPC sul mercato, con il display che può essere fatto scivolare verso l’esterno, in senso orizzontale, a scoprire una tastiera QWERTY da 64 tasti . Lo schermo touchscreen ha una diagonale di 5 pollici , una risoluzione di 1024 x 600 punti, il supporto a 262mila colori e un sistema di retroilluminazione a LED. Sotto la scocca si cela una CPU Atom a 1,33 GHz , 1 GB di RAM DDR2-533, un hard disk da 1,8 pollici e 40 GB di capacità, moduli WiFi 802.11b/g e Bluetooth. Le interfacce con l’esterno sono costituite da una porta USB, uno slot Micro SD, uno slot W-SIM (per la rete cellulare PHS) e un ingresso microfono.

La presenza di una generosa quantità di RAM e spazio disco suggerisce fin da subito che il sistema operativo installato sull’hand held di Sharp e Willcom è Windows, e per la precisione Vista Home . Per il momento non sembrano esserci piani per vendere versioni Linux-based del D4, ma Engadget fa notare come Willcom figuri tra le aziende che stanno sperimentando la piattaforma open source Android : questo potrebbe aprire la possibilità, in futuro, ad un D4 (o un suo derivato) con Linux a bordo.

Il Willcom D4 debutterà sul mercato giapponese il prossimo giugno al prezzo di 128.600 yen, pari a circa 800 euro . L’azienda, che in madre patria detiene circa il 4% del mercato dei telefoni cellulari, prevede di vendere dalle 50 alle 100mila unità D4 all’anno.

Le specifiche tecniche del Willcom D4 sono riportate in calce a questa pagina (tradotta dal giapponese). Di seguito un video promozionale che mostra alcune caratteristiche del dispositivo.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 16 apr 2008
Link copiato negli appunti