Bando del Ministero solo per utenti Word

L'interessante iniziativa dedicata ad un premio per la Net Art italiana richiede esplicitamente ai partecipanti di inviare documenti prodotti con software Microsoft


Roma – Di grande interesse per tutti gli appassionati di arte digitale e net art è il concorso promosso dal Ministero dei Beni culturali, Direzione generale per l’architettura e l’arte contemporanee e dal MAXXI – Museo nazionale delle arti del XXI secolo, in collaborazione con la Fondazione Rosselli. Si tratta di un concorso che mette in palio un premio di 5mila euro (lordi) che verranno assegnati al progetto giudicato migliore.

Il Premio per l’Arte Digitale 2005 rappresenta dunque una rara occasione per i net-artist italiani, che da sempre trovano grande difficoltà ad individuare la giusta ribalta e che spesso non sono sufficientemente considerati dalle istituzioni artistiche italiane.

“Il concorso – si legge nel bando – è dedicato ad artisti che utilizzano Internet come strumento di espressione creativa. L’opera o il progetto premiato verrà presentato sui siti del MAXXI, della Fondazione Rosselli e di eventuali partner del Premio, scelti a discrezione del MAXXI e della Fondazione Rosselli”.

Aperto a tutti i nati dopo il primo gennaio del 1970, il concorso propone un percorso di partecipazione che sfocerà nella primavera del 2006 con la premiazione del progetto più interessante. Singolare, in questo quadro, la scelta di obbligare i partecipanti all’uso di software proprietario.

Tra i documenti da presentare per la partecipazione, infatti, anche un “CD-Rom contenente: i documenti di cui sopra su files “Microsoft Office Word” versione 2003 o precedenti e eventuali immagini a corredo del progetto e dell’opera su file Jpeg RGB o Tiff RGB con risoluzione a 300dpi”.

Sulla pagina della Fondazione Rosselli dedicata al concorso è comunque disponibile sia il bando che il modulo di partecipazione al concorso, entrambi in formato.doc, una scelta che ha già provocato qualche polemica sulla lista italiana di settore AHA: Activism-Hacking-Artivism .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    L'unico antivirus decente è il NOD
    Ne ho provati sette in 5 anni, e sono tutti delle schifezze immonde. Lenti, non beccano i worm più recenti o i virus più vecchi ma ancora diffusi in italia. Il NOD almeno è fatto in italia e mi becca virus e worm diffusi nel nostro paese, inoltre non ti rallenta tutto come certi altri (leggi Norton antischifo).
    • Di-Gi scrive:
      Re: L'unico antivirus decente è il NOD
      Io ritengo molto valido anche il Kaspersky:- Ha un engine euristico portentoso, ottimo per identificare varianti di virus, e virus/trojan ricompressi- La ditta rilascia aggiornamenti ogni 4 ore- Interfaccia grafica semplice e leggera- Possibilità di usare un extended database, che consente di scovare anche spyware e dialer.
  • Anonimo scrive:
    e McAfee 9 che se la fa con ActiveX !!!!
    Dopo anni che uso con soddisfazione McAfee 7.03 retail, per curiosita' piu' che per necessita', mi scarico la trial di McAfee 9.Premetto che uso come browser firefox su xp sp2, e che non usando explorer, per maggior sicurezza, ho disattivato tutte le operativita' di explorer (script, java, active X).Orbene, mcafee9 NON SI INSTALLA, mi compare il messaggio che mi dice di attivare gli activeX su explorer.Gia' storgo il naso, ma per il setup gli concedo di usare gli activeX, e gli attivo.Dopo l'installazione, prima di fare gli aggiornamenti, vado subito a rimettere in sicurezza explorer.A questo punto, sorpresa (ma non troppo) ,,,,,,, senza activeX NON AGGIORNA !!!!!!Sono curioso, riattivo quel che gli serve e faccio gli aggiornamenti.Riavvio, disabilito tutto, provo ad entrare nei settaggi dalla consolle di McAfee .......... ma senza activeX mi fa vedere meta' finestre, senza pulsanti !!!!!!!Conclusione (finalmente): di un antivirus che per essere installato, aggiornato ed usato, mi chiede di attivare i pericolosissimi Active X, non so proprio cosa farmene.E non so neanche fidarmi di un prodotto che, per quanto blasonato, per funzionare, si appoggia sulla piu' pericolosa delle tecnologie disponibili, grazie alla quale gia' spadroneggiano virus, spyware, dialer .A me non sembra una scelta "intelligente" per un prodotto di sicurezza, ma mi viene un dubbio: forse vogliono che continuiamo ad usare gli activeX perche' cosi' possono garantirsi che continuino ad esserci virus da debellare, che e' il loro pane per vivere !!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Antivirus Sophos a rischio sicurezza!
    Ha-ha , bell'antivirus ! :D
Chiudi i commenti