Bankpass: una sfida per i pagamenti on line?

Di Pietro Morelli - Come funziona il nuovo sistema messo a punto da ABI e e-Committee? Quale sicurezza garantisce? Quali negozi ne fanno parte? Ecco un approfondimento completo del servizio con cui si spera di dare nuovo slancio all'e-comm


Roma – Trascorsi alcuni mesi dalla sua presentazione ufficiale (maggio 2002), comincia a far parlare di sé in maniera incisiva Bankpass Web: la nuova soluzione per i pagamenti on-line sicuri promossa dall’Associazione Bancaria Italiana (ABI) e realizzata dal Comitato di Coordinamento delle infrastrutture per l’e-banking (e-Committee) insieme alle banche italiane.

Schematicamente i soggetti coinvolti in Bankpass Web sono i seguenti:

e-Committee: ente titolare del marchio, concede la licenza d’uso di BANKPASS Web a più Payment Service Provider (PSP);

Payment Service Provider (PSP): curano la produzione e la gestione del servizio verso i consumatori, in qualità di PSP consumatore, e verso gli esercenti, in qualità di PSP esercente;

Front-End Processor (FEP): esercente e consumatore, sempre certificati dall’e-Committee, ai quali ogni PSP può delegare la realizzazione e gestione dell’infrastruttura necessaria all’erogazione del servizio verso il mercato degli esercenti e dei consumatori.

Non va trascurata pertanto, nell’intero processo, la partecipazione sia dei Servizi Interbancari sia di SSB (Società per i Servizi Bancari) che svolge il ruolo di Front End Processor (FEP) che, su delega del Payment Service Provider (PSP), realizza e gestisce l’intera infrastruttura tecnologica e le connessioni con i circuiti autorizzativi nazionali ed internazionali, gli issuer, gli acquirer e le banche distributrici.


La grande innovazione rappresentata da Bankpass Web consiste nella possibilità di effettuare acquisti on-line senza digitare i dati relativi alla propria carta di credito e, di conseguenza, senza correre il rischio che questi finiscano in mani di persone senza scrupoli.

Infatti, recandosi presso una delle Banche che hanno aderito al progetto Bankpass (al momento le banche convenzionate sono 12, consultabili sul sito http://www.bankpass.it ) è possibile sottoscrivere il contratto Bankpass e divenire titolari di un portafoglio virtuale o wallet.

Una volta sottoscritto tale contratto (vanno indicati i dati relativi alla propria carta di credito e/o, novità intrinseca alla soluzione, i dati relativi al proprio pagoBancomat) vengono consegnati al sottoscrittore:

Codice di Riconoscimento Univoco (CRU) che consentirà, al sistema bancario interrogato, di riconoscere il titolare dello stesso in totale certezza e sicurezza;

Nome utente (User Id), inviato via e-mail;

Password temporanea inviata tramite posta (da sostituire, al primo utilizzo, con una password scelta dal sottoscrittore e modificabile, in seguito, in qualsiasi momento).

Va detto, per quanto attiene al pagoBancomat, che può essere utilizzato via Internet solo se il sottoscrittore ha un conto aperto presso una delle banche aderenti all’iniziativa Bankpass.

Collegandosi al sito del Payment Service Provider (PSP) indicato dalla banca presso cui si è sottoscritto il contratto Bankpass Web si può attivare il proprio portafoglio virtuale (wallet) inserendo User Id, Password e CRU assegnati ed accedendo, in tal modo, alla propria area privata dove è possibile compiere le seguenti operazioni:

modificare la password ed i propri dati anagrafici;

sospendere e riattivare gli strumenti di pagamento (carta di credito e/o pagoBancomat) inseriti nel wallet;

consultare l’elenco delle ultime operazioni.


Gli acquisti on-line su siti convenzionati
Riconoscere i siti degli esercenti convenzionati è semplice in quanto espongono il marchio “Bankpass Web”; una volta compiute tutte le operazioni propedeutiche all’acquisto, al momento del pagamento ci sarà uno spazio dedicato agli utenti di Bankpass Web, nel quale indicare il codice ABI o il nome della propria banca ed essere, in tal modo, reindirizzati alla pagina d’ingresso al proprio wallet (dove è visualizzata una maschera in cui inserire i propri User Id e Password).

All’interno del wallet è possibile indicare quale strumento di pagamento utilizzare, tra quelli disponibili indicati nel proprio portafoglio, ottenere il riepilogo dell’ordine, inserire un breve promemoria relativo all’acquisto e visualizzare l’indirizzo e-mail al quale ricevere la notifica dell’esito della transazione.

In tal modo, l’intera operazione di acquisto on-line si compie senza che l’utente debba mai inserire dati relativi alla propria carta di credito ma solo i propri User Id e Password.

Gli acquisti on-line su siti non convenzionati
L’escamotage escogitato per effettuare acquisti su siti non convenzionati ritengo rappresenti un accorgimento innovativo che ha in sé un che di geniale.

Infatti, in caso di acquisti da compiere su siti di esercenti, italiani ed internazionali, non aderenti all’iniziativa è possibile, al momento del pagamento, non inserire i dati della propria carta di credito bensì dei dati temporanei forniti da un “PAN (Personal Account Number) Virtuale” raggiungibile attraverso il proprio wallet.

Il PAN Virtuale, infatti, “genera” un codice numerico con data di scadenza (compresi i codici di controllo CVV2 o CVC2) che funziona come una carta di credito “usa e getta”, valida per una singola transazione di importo specificato e che l’utente potrà utilizzare al posto dei dati della propria carta di credito.

Di conseguenza, ogni volta che si vorrà effettuare una nuova transazione presso un sito non aderente all’iniziativa Bankpass Web andrà creato un nuovo PAN Virtuale.


Gli esercenti aderenti all’iniziativa al momento sono ancora pochi (20) ma i vantaggi per essi sono innegabili: avere un back office efficiente per gestire con sicurezza i pagamenti on line controllando lo stato dell’ordine in ogni momento della transazione, senza contare che è inoltre possibile che i pagamenti avvengano anche con il pagoBancomat, carta di pagamento che in Italia conta 22 milioni di possessori.

Di fatto, anche i PSP di consumatori ed esercenti aderenti sono ancora pochi (2) come pure i FEP (4) e le stesse banche aderenti (appena una dozzina) tuttavia se l’iniziativa prenderà piede potrà davvero rappresentare una svolta nei pagamenti on-line ed essere la killer application per l’utilizzo delle carte di credito sulla Rete.

Certo, molto dipenderà sia dall’adesione all’iniziativa da parte degli esercenti sia dalle politiche che le banche stesse adotteranno in relazione ai canoni che decideranno di far pagare ai sottoscrittori per usufruire di questo innovativo servizio.

Da ultimo, non va dimenticato che a breve si potrà usufruire delle potenzialità del servizio Bankpass anche attraverso i telefoni cellulari tramite Bankpass Mobile.

Pietro Morelli – 12/10/2002
IT Business Analyst
Key Partners – Consulenti di direzione

di seguito una legenda dei termini tecnici utilizzati


Acquirer: istituzione finanziaria che ha convenzionato l’esercente per l’accettazione di una determinata carta di pagamento. L’acquirer, gestendo la transazione commerciale in tutte le sue fasi, dalla richiesta alla negoziazione, svolge la funzione di tramite tra il negozio e l’emittente dello strumento di pagamento

Codice ABI: numero che identifica un istituto di credito all’interno del Sistema Bancario Italiano

Comitato di Coordinamento delle infrastrutture per l’e-banking (e-Committee): si propone lo studio, la progettazione, la realizzazione e la gestione di sistemi diretti alla prestazione di servizi, anche di pagamento e trasferimenti di denaro, da parte delle banche, attraverso reti telematiche di trasmissione dati e dei relativi marchi distintivi.Le banche aderenti, al 30 settembre 2002, sono 233. Vedi http://www.e-committee.it

Front End Processor (FEP): soggetto certificato dall’e-Committee, delegato dal Payment Service Provider (PSP) consumatore o esercente, tramite apposito contratto di servizio, alla realizzazione e gestione dell’infrastruttura necessaria all’erogazione del Servizio BANKPASS Web

Issuer: Istituzione finanziaria che emette carte di pagamento ai consumatori.

Merchant: negoziante (esercente) che propone on line i suoi prodotti attraverso negozi virtuali.

PAN (Personal Account Number) Virtuale: numero di carta di credito “virtuale”, da utilizzare al posto del vero numero della carta di credito per pagare in piena sicurezza anche presso esercenti non aderenti.Il PAN virtuale, creato insieme alla data di scadenza e al codice di controllo (cvv2/cvc2), è valido solo per un singolo acquisto di importo specificato. L’utente deve quindi crearlo ogni volta che deve pagare presso un sito non aderente.

PSP (Payment Service Provider): soggetto licenziatario del Marchio BANKPASS Web che cura la produzione ed erogazione del servizio verso il mercato dei consumatori (PSP Consumatore) e degli esercenti (PSP esercente) – e, nel caso in cui tale soggetto sia una Banca, anche la relativa commercializzazione – servendosi di proprie strutture o, attraverso un contratto di servizio, di società specializzate. Il PSP consumatore/esercente può infatti delegare ad un Front End Processor (FEP) consumatore/esercente la realizzazione e gestione dell’infrastruttura necessaria all’erogazione del Servizio verso il mercato dei consumatori/esercenti

Wallet: letteralmente significa “portafoglio”. In riferimento al servizio BANKPASS web, il termine “Wallet” identifica la componente infrastrutturale software che opera in modo analogo ad un portafoglio fisico: gestisce infatti le informazioni relative alle carte di pagamento e permette al titolare di effettuare acquisti su rete internet.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Non cambieranno idea...?????
    Dopo tutta questa pubblicità non gli verrà in mente di cambiare idea e aprire le porte a chissà quanti saranno stati solleticati dalpensiero di avere un gioco proibito.Secondo me stanno già facendo conti su quantogli puo' entrare...
  • Anonimo scrive:
    Violenza si e sesso no? Che mondo di merda!
    mi fa schifo l'umanità che non si fa problemi con la violenza ed è invece talmente repressa da RIUSCIRE a mettere il veto sul sesso, la cosa più normale e desiderata dagli esseri umani.
    • Anonimo scrive:
      Re: Violenza si e sesso no? Che mondo di merda!
      Il fatto è che si pone il veto sul sesso non in quanto tale o per pregiudizio o come parola reietta, ecc. ecc. chi piu' ne avrebbe piu' ne metta.... ma per il fatto che con il sesso si prova piacere, ed è questo che non va per la religione, per questo i nostri progenitori furono cacciati dall'EDEN e per questo viene avversato, se se ne provasse un dolore indicibile, allora andrebbe benissimo il sesso. Qua sta tutto..... l'equivoco..................
  • Anonimo scrive:
    musica-
    film-
    fumetti-
    gdr -
    videogame
    un tempo c'è stato il rock and roll che era la musica del diavoloPoi i film disecucativi e sconcipoi fumetti e cartoni giapponesi: violenti, sconci, crudeli...I giochi di ruolo poi, erano un sotterfugio per adescare giovani e inserirli nelle sette satanicheOggi i videogame, che incitano alla violenza e alla pornografia...Morale: ogni novità, per quanto piccola, viene vista dai 'soliti' dalle limitate risorse intellettive come potenzialmente pericolosa (che fatica apprendere...). Non preoccupiamoci più di tanto: sarà il tempo a dare l'ennesima patosta a questi poveracci :)
    • Anonimo scrive:
      Re: musica-
      film-
      fumetti-
      gdr -
      videogame
      sarà il tempo a
      dare l'ennesima patosta a questi poveracci
      :)Patosta... una nuova perversione immagino...Cmq non sono d'accordo... non penso che in una società giusta tutto debba essere consentito.C'è un limite alla libertà di ognuno che sta nella libertà degli altri, nel caso in particolare di non trovarsi delle immagini sconce nel videogame. Certo potevano produrlo lo stesso mettendo un bollino rosso... ma forse sapendo di venderne pochi hanno pensato fosse più semplice non farne niente
      • Anonimo scrive:
        Re: musica-
        film-
        fumetti-
        gdr -
        videogame
        - Scritto da: ATM
        sarà il tempo a

        dare l'ennesima patosta a questi poveracci

        :)

        Patosta... una nuova perversione immagino...La patosta è come l'aeroplono ;)
        C'è un limite alla libertà di ognuno che sta
        nella libertà degli altri, nel caso in
        particolare di non trovarsi delle immagini
        sconce nel videogame. e la libertà, da maggiorenne consapevole, di comprarmi un videogame _leggermente_ oseé?
        Certo potevano
        produrlo lo stesso mettendo un bollino
        rosso... ma forse sapendo di venderne pochi
        hanno pensato fosse più semplice non farne
        nienteNon mi sembra proprio che la campagna pubblicitaria sia basata sulla disinformazione...il problema è il seguente:il videogame è considerato (ancora) un mercato minore... prevedere un eccesso di specializzazione nella vendita è, evidentemente, eccessivamente costoso. spiego: se vado in videoteca (anche catene a livello nazionale), trovo i film divisi per 'piattaforma' (vhs e dvd) e per 'genere', mentre i videogame sono, nella migliore delle ipotesi, divisi solo per piattaforma... perchè l'incompetenza regna sovrana, e, evidentemente, è troppo difficile o costoso ottenere una suddivisione dei games in generi di massima.molto meglio buttarli nel calderone e lasciare che la gente vada alla ceca.il problema quindi, non è etico ne morale, ma prettamente organizzativo. A conferma di questa mia teoria, prova, se hai tempo e voglia, a passare un po' di tempo in una qualunque videoteca di catena (tipo bl*ckb*st*r) e a contare quanti titoli oseé, leggermente spinti, volgari o ai limiti della morale sono categorizzati come 'drammatico', 'commedia' o chissà cos'altro... la morale interessa solo quando c'è di mezzo il biz, triste ma vero...
      • Anonimo scrive:
        Re: musica-
        film-
        fumetti-
        gdr -
        videogame

        C'è un limite alla libertà di ognuno che sta
        nella libertà degli altri, nel caso in
        particolare di non trovarsi delle immagini
        sconce nel videogame. Certo potevano
        produrlo lo stesso mettendo un bollino
        rosso... ma forse sapendo di venderne pochi
        hanno pensato fosse più semplice non farne
        nientequale sarebbe la liberta' violata?la tua liberta' e' quella di non comprare il gioco!sei liberissimo di non farlo se non ti piacenon commercializzandolo, allora si che violi la liberta' di chi vuole giocarci...e, detto fra noi, non credo che questo gioco sia un gran che'..se sono costretti a metterci le tettone...in tony hawk non c'e' una allusoine che sia una, eppure il gioco e' stupendo...al vero videogiocatore certe cazzate non ineteressano..come in tekken 4 il personaggio "figa dell'anno" christie montero... penso sia il meno usato nella storia dei picchiaduro..ciao
  • Anonimo scrive:
    Videogames, latrati e buon giornalismo
    Scusate ma se non lo distribuiscono sarà affar loro, no? Mica si tratta di un diritto fondamentale... è solo un videogame come tanti...piuttosto complimenti a PI per l'obbiettività...- "Non intendiamo commercializzare un qualsiasi software - ha abbaiato il portavoce di Wal-Mart Tom Williams - che presenti volgarità o nudità. Noi non lo faremo". Dire che questo Tom Williams abbaia non è dargli del cane? Chi ha scritto questa cosa è:A) di parte, non oggettivo e quindi un pessimo giornalista.B) un maleducato.Complimenti vivissimi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Videogames, latrati e buon giornalismo

      Dire che questo Tom Williams abbaia non è
      dargli del cane? No, e' un'espressione che si usa comunemente per indicare una certa attitudine dimostrata con quella dichiarazione.
      Chi ha scritto questa cosa
      è:
      A) di parte, non oggettivo e quindi un
      pessimo giornalista.
      B) un maleducato.Complimenti a te per le tue certezze ;)Ciao!Alberigo
    • Anonimo scrive:
      Re: Videogames, latrati e buon giornalismo

      Scusate ma se non lo distribuiscono sarà
      affar loro, no? Mica si tratta di un diritto
      fondamentale... è solo un videogame come
      tanti...
      piuttosto complimenti a PI per
      l'obbiettività...
      - "Non intendiamo commercializzare un
      qualsiasi software - ha abbaiato il
      portavoce di Wal-Mart Tom Williams - che
      presenti volgarità o nudità. Noi non lo
      faremo".

      Dire che questo Tom Williams abbaia non è
      dargli del cane? Chi ha scritto questa cosa
      è:
      A) di parte, non oggettivo e quindi un
      pessimo giornalista.
      B) un maleducato.

      Complimenti vivissimi.wallmart puo' decidere di distribuire quello che vuole, ci mancherebbe.Pero' io posso dire che e' bigottismo inutile...sei mai entrato dentro wallmart?io in Florida, a fianco ai canestri da basket (quelli che si mettono in giardino), ho trovato l'armadietto con i fucili a pompa....ciao
  • Anonimo scrive:
    mah...
    Solo per il fatto di contenere donne nude il gioco viene considerato pornografico?Allora è pornografico anche Studio Aperto, Sabato Vip, Panorama, L'espresso.......
    • Anonimo scrive:
      Re: mah...
      - Scritto da: matteooooo

      Solo per il fatto di contenere donne nude il
      gioco viene considerato pornografico?

      Allora è pornografico anche Studio Aperto,
      Sabato Vip, Panorama, L'espresso.......ma siiiiiiisono tutti dei pervertiti di morte.La violenza si accetta, certo, teste mozzate, braccia, gambe sangue, pallottole che fracassano il cranio, cadaveri ... tutto questo si può vedere.Un pompino non si può vedere.Due che trombano non si possono vedere (con annessi e connessi, mica due che si agitano e fanno aaaaah aaaaaah) ...no, quello non si deve.Che stronzate!!!!!Mi fa schifo un mondo di pervertiti necrofili che permettono che la violenza sia tollerata e il sesso, che è solo bello, "osceno" o d'amore che sia, no, quello non si vuole vedere.Eppure siamo tutti usciti da una vagina e ogni maschietto ci vuol tornare per divertimento e se va tutto bene anche per amore.Cos'è brutto questo?I ragazzini (adolescenti) non sono certo schifati e se sono schifati non guardano.Quello che non funziona è la VIOLENZA e non il sesso.Violentare una ragazza è VIOLENZA.Fare sesso con una ragazza che ha voglia di farne è sesso. Fine.Che mondo orribile stiamo costruendo, andando DAVVERO contro la natura, che ci ha dato un impulso costruttivo fondamentale, associando ad un atto faticoso come la riproduzione, il divertimento di scopare!!!
  • Anonimo scrive:
    Grande Luca Schiavoni
    Con queste gif ti superi ogni giorno...:)Ormai leggo punto informatico soltanto per le tue gif
    • Anonimo scrive:
      Re: Grande Luca Schiavoni
      - Scritto da: divertito
      Con queste gif ti superi ogni giorno...
      :)
      Ormai leggo punto informatico soltanto per
      le tue gif;)beh spero non solo per quelle, ci sono anche.. degli articoli da leggere mi pare !! ;)ciao!LucaS
  • Anonimo scrive:
    Complimenti
    Complimenti allo staff di PI per la stupenda icona associata all'articolo.Popi-popi
    • Anonimo scrive:
      Re: Complimenti
      - Scritto da: pipo
      Complimenti allo staff di PI per la stupenda
      icona associata all'articolo.

      Popi-popiIL grande lucas :-)he he ^_______^
  • Anonimo scrive:
    Come se fosse il primo...
    Forse i bigotti si sono scordati di Geisha e Duke Nukem per dire i primi due che mi vengono in mente...Allora almeno ebbero il buon senso di tacere.
  • Anonimo scrive:
    Perbenismo_utile.
    Personalmente no me frega na mazza della sorte di questo videogioco. Però voglio scendere nello squallido anch'io e tirare di mezzo i bambini per fare del moralismo. Personalmente direi a mio figlio:"Vedi bambino, la violenza è una cosa brutta, quindi la tua aggressività sfogala davanti a un bel 'sparatutto' e nella vita reale fai il bravo e non prendere a ceffoni i tuoi compagnucci di scuola. Il sesso invece è una cosa bella e non tirarti le pippe davanti allo schermo ma trovati una bella amichetta e voletevi bene."amen;-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Perbenismo_utile.
      Palle!E lo spirito di emulazione dove lo metti? Sai perché si inizia a fumare? Per spirito di emulazione! Sai perché quei due liguri hanno ammazzatto mamma e fratellino? Per spirito di emulazione! Sai perché c'è uno in america che ammazza a casaccio con una mira invidiabile? Per spirito di emulazione!Hai mai provato, dopo una bella partita con GT3 sul PS2 magari sul megascreen del mio amico al bar, a metterti subito al volante? Io si, e mi sento elettrizzato, mi devo controllare!Sei un chiaccherone!Comunque, cordialità.
      • Anonimo scrive:
        Re: Perbenismo_utile.

        Hai mai provato, dopo una bella partita con
        GT3 sul PS2 magari sul megascreen del mio
        amico al bar, a metterti subito al volante?
        Io si, e mi sento elettrizzato, mi devo
        controllare!E allora?Se sei così limitato da non distinguere un gioco dalla realta' è meglio che non guardi più neanche la televisione...
        • Anonimo scrive:
          Re: Perbenismo_utile.
          Sei un grande... però la prossima volta accendi il cervello!
          • Anonimo scrive:
            Re: Perbenismo_utile.
            - Scritto da: Piciupas!
            Sei un grande... però la prossima volta
            accendi il cervello!Se un adulto non riesce a distinguere un videogioco dalla realtà deve avere qualche problema...Va bene un ragazzino ma un adulto....
          • Anonimo scrive:
            Re: Perbenismo_utile.
            Beh! Ma non li vedi i telegiornali?Ciao.
          • Anonimo scrive:
            Re: Perbenismo_utile.
            - Scritto da: Piciupas!
            Beh! Ma non li vedi i telegiornali?
            Ciao.Li vedo e certamente le persone che commettono nefandezze come quelle non sono normali...Il videogioco non ha nessun effetto secondo me su persone normali... su persone con problemi può essere pericoloso..
          • Anonimo scrive:
            Re: Perbenismo_utile.

            Il videogioco non ha nessun effetto secondo
            me su persone normali... su persone con
            problemi può essere pericoloso..Qualunque cosa può essere pericolosa nelle mani di persone con problemi.Gli psicolabili trovano ovunque fonte di ispirazione: se non sono i videogame saranno i film, i libri, i telegiornali, gli amici.Il fatto è questo: curiamo i malati e lasciamo la libertà di agire a chi possiede un sano arbitrio... il fatto che pochi imbecilli diano fuoco alle automobili fuori dagli stadi non impedisce che le partite si svolgano, mi pare....
        • Anonimo scrive:
          Re: Perbenismo_utile.
          Non e' vero! Si parla di riflessi quasi incondizionati. Se ti dico che non ti faro' male, e ti batto le mani visino agli occhi, tu li chiudi lo stesso, per un riflesso incondizionato. Io credo di sapere distinguere un videogioco dalla realta', ma ti giuro che dopo parecchi giorni di Carmageddon, una mattina ho rischiato di stirare delle persone in macchina. E' stato piu' forte di me, ho SCARTATO PER INVESTIRLI.Fortunatamente si sono scansati. Io non credo di essere squilibrato. Do la colpa ad un riflesso incondizionato fuori dalla mia volonta', causato dall'abitudine di investire 70-80 persone tutte le sere in uno schermo.Ovviamente dopo lo spiacevole episodio, ho disinstallato Carmageddon.
          • Anonimo scrive:
            Re: Perbenismo_utile
            Scusa la franchezza, ma secondo me non è poi così normale che basti fare delle cose in un videogioco, fosse anche per tutte le sere, e poi non riuscire a distinguere la realtà!......Magari sei tu che hai qualche piccolo problema... non sottovalutarlo!Gioca di meno e esci di più.
          • Anonimo scrive:
            Re: Perbenismo_utile.
            - Scritto da: Demis
            Non e' vero! Si parla di riflessi quasi
            incondizionati. Se ti dico che non ti faro'
            male, e ti batto le mani visino agli occhi,
            tu li chiudi lo stesso, per un riflesso
            incondizionato. Io credo di sapere
            distinguere un videogioco dalla realta', ma
            ti giuro che dopo parecchi giorni di
            Carmageddon, una mattina ho rischiato di
            stirare delle persone in macchina. E' stato
            piu' forte di me, ho SCARTATO PER
            INVESTIRLI.
            Fortunatamente si sono scansati. Io non
            credo di essere squilibrato. Do la colpa adA me sembra che tu SIA squilibrato. Quando giocavo a Doom non prendevo mica la motosega di mio nonno per tagliare a pezzi la gente!
          • Anonimo scrive:
            Re: Perbenismo_utile.
            - Scritto da: duh!


            - Scritto da: Demis

            Non e' vero! Si parla di riflessi quasi

            incondizionati. Se ti dico che non ti
            faro'

            male, e ti batto le mani visino agli
            occhi,

            tu li chiudi lo stesso, per un riflesso

            incondizionato. Io credo di sapere

            distinguere un videogioco dalla realta',
            ma

            ti giuro che dopo parecchi giorni di

            Carmageddon, una mattina ho rischiato di

            stirare delle persone in macchina. E'
            stato

            piu' forte di me, ho SCARTATO PER

            INVESTIRLI.

            Fortunatamente si sono scansati. Io non

            credo di essere squilibrato. Do la colpa
            ad

            A me sembra che tu SIA squilibrato. Quando
            giocavo a Doom non prendevo mica la motosega
            di mio nonno per tagliare a pezzi la gente!Daccordo, ma DOOM rispetto a karmageddon e' dicisamente piu' fantastico e quindi non ti capitea' mai di trovarti davanti un'alieno, mentre magari un povero pedone mentre vai in macchina si!Io personalmente ho giocato con entrambi i vidoegiochi ma, devo dire che mentre DOOM non mi impressionava poi cosI' tanto nonostante l'abbondante presenza di "sangue digitale"; karmageddon, al contratio mi faceva quasi venire un certo scrupolo di coscienza nonostante sapessi che era solo un gioco e che per giunta non guidassi nemmeno l'auto!
          • Anonimo scrive:
            Re: Perbenismo_utile (ha ragione Demis)
            tra tutte le voci di noi gioco-dipendenti si alza la mia che dice:HAI RAGIONE DEMIS!
            Ovviamente dopo lo spiacevole episodio, ho
            disinstallato Carmageddon.per installare qualche spara-tutto, immagino.vabbè, che dobbiamo fare la sera, guardare la TV?
      • Anonimo scrive:
        Re: Perbenismo_utile.
        una precisionazione: Novi Ligure è in provincia di Alessandria, in Piemonte
      • Anonimo scrive:
        Re: Perbenismo_utile.
        - Scritto da: erTony
        Hai mai provato, dopo una bella partita con
        GT3 sul PS2 magari sul megascreen del mio
        amico al bar, a metterti subito al volante?
        Io si, e mi sento elettrizzato, mi devo
        controllare!Non vorrei mai incontrarti per strada!Fatti visitare da uno bravo!Ma come fai ad avere la patente: le tue sono affermazioni che farebbero guadagnare a mio figlio dodicenne uno schiaffone? Non puoi avere diciotto anni!
        • Anonimo scrive:
          Re: Perbenismo_utile.
          Giuro!HO 35 ANNI.SONO IN 4 CLASSE DI MERITO.NON HO MAI CAUSATO INCIDENTI.Se mi credi, è così.Ma le SW-House sanno bene quali sono le debolezze umane, investono molti soldi anche sugli studi psicologici di un prodotto oltre che sulla parte prettamente tecnica.
          • Anonimo scrive:
            Re: Perbenismo_utile.

            Ma le SW-House sanno bene quali sono le
            debolezze umane, investono molti soldi anche
            sugli studi psicologici di un prodotto oltre
            che sulla parte prettamente tecnica.Qui mi pare che siamo in piena paranoia con un pizzico di mania di persecuzione mi pare... secondo te le SWH hanno interesse a fare in modo che la gente dia di matto?ah, già dimenticavo che i videogame sono un progetto segreto di Al-Quaida per rincitrullire i giovani infedeli dell'occidente corrotto :D :D :Dun po' di realismo please...ma del resto cosa ci si può aspettare da uno che richia di ammazzare la gente perchè ha giocato a Carmageddon...non oso pensare a cosa potresti fare dopo una serata di Allegro Chirurgo... =D =D =D
          • Anonimo scrive:
            Re: Perbenismo_utile.
            io sono 10 anni che sparo al poligono con la pistola....3 giorni a settimana.se ti assomigliavo solo un pochino...azz.....sai che carneficina?? :o))Bye.....
          • Anonimo scrive:
            Re: Perbenismo_utile (ot)
            - Scritto da: Kunta Kinte®
            io sono 10 anni che sparo al poligono con la
            pistola....3 giorni a settimana.non è che la cosa mi tranquillizzi molto...caro Kunta Kinte (r).Non sai che sparare al poligono fa male alla salute?- problemi all'udito per le detonazioni;- problemi ai polmoni per i fumi.Consiglio di fare passeggiate nel verde 3 giorni a settimana.:-PP
      • Anonimo scrive:
        Re: Perbenismo_utile.

        Hai mai provato, dopo una bella partita con
        GT3 sul PS2 magari sul megascreen del mio
        amico al bar, a metterti subito al volante?Magari dopo aver bevuto un paio di goccetti :-)))
      • Anonimo scrive:
        Re: Perbenismo_utile.

        Hai mai provato, dopo una bella partita con
        GT3 sul PS2 magari sul megascreen del mio
        amico al bar, a metterti subito al volante?
        Io si, e mi sento elettrizzato, mi devo
        controllare!ahahahahhami chiedo cosa avresti fatto se come hobby sparassi in un poligono :)))
      • Anonimo scrive:
        Re: Perbenismo_utile.

        E lo spirito di emulazione dove lo metti?
        Sai perché si inizia a fumare? Per spirito
        di emulazione! Sai perché quei due liguri
        hanno ammazzatto mamma e fratellino? preferisco che mio figlio giochi a un videogame con le tettone piuttosto che butti i soldi in sigarette.E poi in questo caso lo spirito di emulazione a cosa potrebbe portarlo?ad andare in BMX in reggiseno e autoreggenti?
      • Anonimo scrive:
        Re: Perbenismo_utile.
        - Scritto da: erTony
        Palle!
        E lo spirito di emulazione dove lo metti?
        Sai perché si inizia a fumare? Per spirito
        di emulazione! Sai perché quei due liguri
        hanno ammazzatto mamma e fratellino? Per
        spirito di emulazione! Sai perché c'è uno in
        america che ammazza a casaccio con una mira
        invidiabile? Per spirito di emulazione!..........Sai perché il mio 3250 funziona da AS400 in Windows? Perché ho un'emulazione!E perchè posso giocare a 1943 sul pc anceh se girava nei coin up in salagiochi degli anni 80? Perché c'è un'emulazione!:-DROTFL!!!!!!facevi troppo wishlist per non prenderti per il culo!:-)SAluti e divertimento a te
  • Anonimo scrive:
    penoso
    ecco l'unica cosa sconcia del gioco siccome come gioco è PENOSO cercano di venderlo come pornazzo maperpiacere
    • Anonimo scrive:
      Re: penoso
      Penoso perchè?l'hai provato?o semplicemente non ti interessa il mondo della bmx?se cosi' fosse, evita di dare giudizi su cose che non capisci.
      • Anonimo scrive:
        Re: penoso
        non ne so nulla del gioco se non l'immaginina sull'articoloperò cosa c'entra il sesso, il nudo con la BMX? mi sa tanto anche a me di trovata per vendere (e mi ricorda tanto i vari strip poker con grafiche da VIC20 che però vendono perchè ci sono tanti pixel rosa...)- Scritto da: Vertigo
        Penoso perchè?
        l'hai provato?
        o semplicemente non ti interessa il mondo
        della bmx?
        se cosi' fosse, evita di dare giudizi su
        cose che non capisci.
        • Anonimo scrive:
          Re: penoso

          però cosa c'entra il sesso, il nudo con la
          BMX? se hai una parabola, prova a dare un'occhiata a una prova di coppa di un campionato mondiale bmx, dual, downhill... altro che il vecchio e grigio ciclismo su strada, li' anche il rosa regna sovrano :-)
          • Anonimo scrive:
            Re: penoso
            ah si? io ero rimasto al BMX fatto da ragazzini vestiti come motocrossisti, con tanto di casco e pettorina...sto diventando vecchio....
          • Anonimo scrive:
            Re: penoso

            ah si? io ero rimasto al BMX fatto da
            ragazzini vestiti come motocrossisti, con
            tanto di casco e pettorina
            ...sto diventando vecchio....dipende.la bmx race è ancora cosi', si rischia comunque l'osso del collo, mentre nel flatland e nel freestyle l'abbigliamento è piu' leggero (anche se si rischia lo stesso).ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: penoso

        Penoso perchè?
        l'hai provato?
        o semplicemente non ti interessa il mondo
        della bmx?
        se cosi' fosse, evita di dare giudizi su
        cose che non capisci.ma ti pare che se mi piace un gioco di BMX sto a guardare le tettone?secondo te giochi come ampend o tony hawk vendono perche' sono fatti bene o perche' c'e' la figona digitale ad attirarti?ti pare che mentre faccio un trick da 100 fantastiliardi di punti sto a pensare alle mutandine bagnate? :De poi io mi bagno quando vedo i filmati di rodney mullen :DDDDDedaiiiiiiciao
  • Anonimo scrive:
    Ammazza ma non toccarti
    Vanno bene i giochini in cui sradichi una colonna vertebrale o fai saltare la gente... non vanno bene i giochini in cui vedi le tette.Nota: è permesso fare ciò che è vietato (ammazzare, distruggere, ...) ma è vietato ciò che si fa abitualmente (guardare le tette, pensare al sesso, bagnarsi -appunto- le mutande in certe situazioni).Posso capire che non sia un titolo super-educativo ma... cosa diremo ai nostri figli? "Non te lo prendo perchè è pieno di tette e donne nude. Piuttosto, vai a sfracellarti con qualche simulatore di motociclette oppure "fragga" qualche amico online".Aaaah si!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ammazza ma non toccarti

      Posso capire che non sia un titolo
      super-educativo ma... cosa diremo ai nostri
      figli? "Non te lo prendo perchè è pieno di
      tette e donne nude. Piuttosto, vai a
      sfracellarti con qualche simulatore di
      motociclette oppure "fragga" qualche amico
      online".fa piu figo mostrare le cicatrici no ?????a parte che a guardare il sito ufficiale non mi sembra tutto sto pronazzo...anzi...non capisco proprio perche ci si scandalizza cosi...
      • Anonimo scrive:
        Re: Ammazza ma non toccarti
        C'è una screenshot con una tipa in topless che fa una piroetta con una bici. Hanno pure censurato le poppe con una strisciolina nera. Magari poi nel gioco si ingroppano come cinghiali, chissà (non sarebbe male...).
      • Anonimo scrive:
        Re: Ammazza ma non toccarti
        - Scritto da: blah
        a parte che a guardare il sito ufficiale non
        mi sembra tutto sto pronazzo...anzi...non
        capisco proprio perche ci si scandalizza
        cosi...Pubblicità??Mica è gente scema questa eh ... lo fanno apposta a far apparire le cose in tutti i modi tranne come sono in realtà ;)
        • Anonimo scrive:
          Re: Ammazza ma non toccarti
          E dove lo mettiamo il nuovo super mario che si ingroppa yoshi??? :-)- Scritto da: Wirelezz
          - Scritto da: blah

          a parte che a guardare il sito ufficiale
          non

          mi sembra tutto sto pronazzo...anzi...non

          capisco proprio perche ci si scandalizza

          cosi...

          Pubblicità??
          Mica è gente scema questa eh ... lo fanno
          apposta a far apparire le cose in tutti i
          modi tranne come sono in realtà ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ammazza ma non toccarti
      AH concordo!!"ehi pinuccio invece di vedere due tette gioco con hitman2 e sgozza qualcuno che è più educativo"heheh
    • Anonimo scrive:
      Re: Ammazza ma non toccarti
      non la devi vedere sotto questo punto di vista.Il ghioc può essere facilmente acquistato da ragazzi molto piccoli che si troverebbero a vedere il sesso prima che i tempi siano quelli giusti.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ammazza ma non toccarti
        A 17 anni?
      • Anonimo scrive:
        Re: Ammazza ma non toccarti
        - Scritto da: dis
        Il ghioc può essere facilmente acquistato da
        ragazzi molto piccoli che si troverebbero a
        vedere il sesso prima che i tempi siano
        quelli giusti.Scusa ma quando dici: "i tempi non siano quelli giusti" cosa intendi?Un gioco in media anche negli USA non costa sotto i 40/50$ e tu credi che un ragazzo sui 13/14 anni abbia in tasca tutti quei soldi e li vada a spendere per un gioco di BMX ?...con le donne con le tette di fuori...quando avra' sicuramente gli amici + grandi che vanno in giro con i "giornaletti" ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Ammazza ma non toccarti

        non la devi vedere sotto questo punto di
        vista.
        Il ghioc può essere facilmente acquistato da
        ragazzi molto piccoli che si troverebbero a
        vedere il sesso prima che i tempi siano
        quelli giusti.cone i 50 euro del gioco, vado in edicola, magari per comprare TGM, e trovo tutto il sesso che voglio mooooooltooooooo prima del tempo, a costi decisamente piu' abbordabili :))))
    • Anonimo scrive:
      Re: Ammazza ma non toccarti
      - Scritto da: Perbenismo_inutile
      Vanno bene i giochini in cui sradichi una
      colonna vertebrale o fai saltare la gente...
      non vanno bene i giochini in cui vedi le
      tette.

      Nota: è permesso fare ciò che è vietato
      (ammazzare, distruggere, ...) ma è vietato
      ciò che si fa abitualmente (guardare le
      tette, pensare al sesso, bagnarsi -appunto-
      le mutande in certe situazioni).

      Posso capire che non sia un titolo
      super-educativo ma... cosa diremo ai nostri
      figli? "Non te lo prendo perchè è pieno di
      tette e donne nude. Piuttosto, vai a
      sfracellarti con qualche simulatore di
      motociclette oppure "fragga" qualche amico
      online".

      Aaaah si!Sei MITICO!volevo dire quasi la stessa cosa e aggiungo che forse e' anche per questo che in fatto di violenza la nostra carissima civilta' occidentale ha proprio toccato il fondo!Provate, per esempio a farvi un giro A PIEDI per Roma (magari verso le 10 di sera) in un vialone ad alto scorrimento; oppure fatevi un bel viaggetto mattutino su una metro affollata altro che FREESTYLE!Come diceva un tale che ora non ricordo:" SIAMO ARRIVATI ALLA FRUTTA!"
    • Anonimo scrive:
      Re: Ammazza ma non toccarti
      - Scritto da: Perbenismo_inutile
      Vanno bene i giochini in cui sradichi una
      colonna vertebrale o fai saltare la gente...
      non vanno bene i giochini in cui vedi le
      tette.

      Nota: è permesso fare ciò che è vietato
      (ammazzare, distruggere, ...) ma è vietato
      ciò che si fa abitualmente (guardare le
      tette, pensare al sesso, bagnarsi -appunto-
      le mutande in certe situazioni).

      Posso capire che non sia un titolo
      super-educativo ma... cosa diremo ai nostri
      figli? "Non te lo prendo perchè è pieno di
      tette e donne nude. Piuttosto, vai a
      sfracellarti con qualche simulatore di
      motociclette oppure "fragga" qualche amico
      online".
      100% d'accordo.QUELLA è persione: fottere è normale, la libido è costruzioneinvece no, DISTRUGGERE ... perfetto, quello è permesso.Fottessero tutti un po' di più e il mondo sarebbe un paradiso, senza donnette isteriche acide e ometti accidiosi, stupidi, impauriti e servi.
Chiudi i commenti