Beats, Apple acquisisce a suon di musica

Acquisito il produttore di accessori audio, insieme al suo servizio di streaming Beats Music. Che per ora coesisterà in parallelo all'offerta di Apple
Acquisito il produttore di accessori audio, insieme al suo servizio di streaming Beats Music. Che per ora coesisterà in parallelo all'offerta di Apple

Apple ha annunciato l’ acquisizione per un totale di 3 miliardi di dollari di Beats, produttore di cuffie che trovano già spazio sugli scaffali di Apple Store, e dell’omonima piattaforma di streaming musicale.

Prima anticipata e poi data per saltata , l’operazione si è chiusa ora ufficialmente e porterà alla conclusione delle operazioni entro la fine del prossimo trimestre finanziario.

A non far parte dell’affare, invece, Ammunition, azienda di design che finora si occupava di progettare le cuffie e gli speaker prodotti da Beats e che ora ha annunciato la conclusione della collaborazione.

“La musica è una parte così importante delle nostre vite e ha un posto speciale nel cuore di Apple”, ha detto Tim Cook. Anche le voci sui possibili problemi generati dalle figure sopra le righe dei fondatori di Beat, Jimmy Iovine e il cantante hip hop Dr. Dre, sembrano ora del tutto fuorvianti: “Sono pionieri della musica, artisti ed imprenditori”, ha detto il CEO di Apple.

Certo, resta da vedere come il loro stile possa (se sarà previsto) integrarsi con gli ingegneri di Cupertino: Tim Cook ha riferito che saranno dipendenti Apple al 100 per cento.

Per quanto attiene l’integrazione di Beats, per il momento sembra che il servizio di streaming Beats Music sarà gestito in parallelo con la sua offerta iTunes . Si tratterà, insomma, di offrire un servizio alternativo in attesa di capire come il mercato della musica online si trasformerà.

Per ora l’app iOS del servizio di streaming di Beats, che è ancora disponibile anche per Android e Windows Phone e sembra destinata a rimanere, ha esteso il periodo di prova di altri 14 giorni ed ha abbassato il costo dell’abbonamento annuale da 119,88 dollari a 99,99 (mentre il costo mensile è rimasto di 9,99 dollari).

Dal 2015, inoltre, potrebbero sorgere problemi per HP derivanti dall’operazione: Beats offre tra il 15 ed il 20 per cento della musica ospitata sui dispositivi venduti da HP e l’accordo che li lega scadrà, appunto, il prossimo anno.

Claudio Tamburrino

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti