Belgio, problemi col voto elettronico via DOS

Il sistema per il conteggio dei voti alle ultime elezioni va in tilt a causa di un bug nel software, problema poi risolto ma che evidenzia la necessità del Belgio di gestire meglio la sicurezza della propria infrastruttura hi-tech

Roma – Contrattempi hi-tech (ma anche retro-tech ) in Belgio durante l’ultima tornata di elezioni europee, federali e regionali, con il Ministro dell’Interno costretto a interrompere il conteggio dei voti a causa del bug in un software utilizzato sui sistemi di voto elettronico presenti in 20 dei 209 distretti del paese.

Nei succitati distretti le macchine di e-voting sono PC x86 provenienti dalla preistoria dell’informatica, basate sul sistema operativo MS-DOS e dotati nientemeno che di 1 Megabyte di memoria RAM oltre a un floppy drive da 3,5″, due porte seriali e una porta parallela.

Il problema, a quanto pare, non riguarda i PC usati per il voto e nemmeno il software per il voto (caricato da un apposito floppy disk inserito nel sistema) quanto piuttosto il programma usato dalle autorità locali per contare i voti espressi dai cittadini.

All’atto del conteggio il baco ha generato risultati “incoerenti”, ha spiegato il governo belga, e a quel punto il conteggio è stato immediatamente interrotto per evitare di falsare le elezioni. A nulla è valsa quindi la certificazione fornita da PriceWaterhouseCoopers sul corretto funzionamento del software.

Alla fine il problema è stato risolto e il conteggio ha potuto procedere fino alla fine. Sia come sia, il caso belga evidenzia ancora una volta i problemi che puntualmente si verificano in quei paesi in cui si fa uso del voto elettronico , mentre per quanto riguarda i problemi specifici dello stato nordeuropeo le autorità governative sono alla ricerca di un esperto di cyber-sicurezza per fronteggiare a dovere il gran numero di attacchi subiti in questi anni.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • GIGIA scrive:
    qualsiasi quindi anche una reflex
    QUALSIASI DISPOSITIVO ELETTRONICO significa anche una bella reflex digitale oppure un bel banco ottico con dorso digitale :Dfantastico!! :D
  • rico scrive:
    foto nei musei USA
    Cinque anni fa ho girato i musei di new york con un blocchetto di sconti, il "city pass".Immaginate la meraviglia quando ho scoperto che le foto erano LIBERE (senza flash) in tutti i musei, ed era sempre compresa nel biglietto (10-15$) l'audioguida in sei lingue, anche l'italiano.Risultato: i visitatori sono sempre in aumento, al contrario di quelli italiani.
  • ass ole scrive:
    Questo è l'anno di linux
    dati incontrovertibili
  • ... scrive:
    siae
    ma quella XXXXXccia subumana di fanceschini paladino dei parassiti perché respira ancora? in un mondo normale dovrebbe già essere cibo per vermi da un bel pezzo...
  • bubba scrive:
    uddio, per un attimo avevo creduto
    uddio, per un attimo avevo creduto che avessero messo intelligentemente mano a quelle scemenze sesquipedali che vanno sotto il nome di "liberta' di panorama". E invece niente. O meglio, poco, molto poco. Una modifichina striminzita, con limiti insensati e inapplicabili (tipo 'non poter essere ulteriormente riprodotte dallutente se non, eventualmente, a bassa risoluzione digitale' ). A quando l'entrata nell'illuminismo? :P
    • panda rossa scrive:
      Re: uddio, per un attimo avevo creduto
      - Scritto da: bubba
      A quando l'entrata nell'illuminismo? :PSubito dopo la peste nera.
      • bubba scrive:
        Re: uddio, per un attimo avevo creduto
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: bubba


        A quando l'entrata nell'illuminismo? :P

        Subito dopo la peste nera.pensavo ci fossimo da anni nella peste nera.... quanto deve durare ancora? :)o intendevi una peste nera che colpisce solo i portaborse delle major? :P
        • tucumcari scrive:
          Re: uddio, per un attimo avevo creduto
          - Scritto da: bubba
          - Scritto da: panda rossa

          - Scritto da: bubba




          A quando l'entrata nell'illuminismo? :P



          Subito dopo la peste nera.
          pensavo ci fossimo da anni nella peste nera....
          quanto deve durare ancora?
          :)

          o intendevi una peste nera che colpisce solo i
          portaborse delle major?
          :PQuella non è la peste nera si chiama...... kebab. :D
    • Leguleio scrive:
      Re: uddio, per un attimo avevo creduto

      uddio, per un attimo avevo creduto che avessero
      messo intelligentemente mano a quelle scemenze
      sesquipedali che vanno sotto il nome di "liberta'
      di panorama". E invece niente. Tu vuoi troppo!Poi rimani deluso.
      • bubba scrive:
        Re: uddio, per un attimo avevo creduto
        - Scritto da: Leguleio

        uddio, per un attimo avevo creduto che
        avessero

        messo intelligentemente mano a quelle
        scemenze

        sesquipedali che vanno sotto il nome di
        "liberta'

        di panorama". E invece niente.

        Tu vuoi troppo!
        Poi rimani deluso..... eh ma santa pace.. non capisco cosa ci vuole a rilevare un banalissimo dato di realta'. E prendere atto che normative arzigogolate da politburo sono anacronistiche (e, piu' importante, sostanzialmente INAPPLICABILI ). Non e' MOLTO piu' semplice stabilire che "le foto & filmati che fai TU ad opere artistiche edifici e monumenti, sono TUE e ci fai quel che vuoi, secondo i dettami del diritto d'autore"?. Possiamo sindacare un pochino su cosa intendiamo per 'opere artistiche' cosi' da evitare che uno consideri 'opera artistica' una graphic novel del 2012 e si metta a venderne il cbz :)) ma e' ridicolo immaginare che uno si debba preoccupare se puo' o meno fotografare il tal quadro del pinturicchio, la tal pagina miniata, la tal chiesa (dentro e/o fuori) o la statua del dito medio, secondo un dettato delirante, che nemmeno i giuristi sanno declinare per bene (si veda la battaglia di "WikiLovesMonuments" e il delirio sulle foto degradate). E che ovviamente quasi nessuno conosce e tantomeno rispetta.Concordo anche che esista qualche eccezione per prevenire 'abusi sul brand' (cfr: pubblicitario che abusa della torre di pisa, XXXXXgrafo che usa il colosseo come set :D ecc)... ma la base e' che il film-foto che faccio io, e' mio.
        • Leguleio scrive:
          Re: uddio, per un attimo avevo creduto



          uddio, per un attimo avevo creduto che

          avessero


          messo intelligentemente mano a quelle

          scemenze


          sesquipedali che vanno sotto il nome di

          "liberta'


          di panorama". E invece niente.



          Tu vuoi troppo!

          Poi rimani deluso.
          .... eh ma santa pace.. non capisco cosa ci vuole
          a rilevare un banalissimo dato di realta'. E
          prendere atto che normative arzigogolate da
          politburo sono anacronistiche (e, piu'
          importante, sostanzialmente INAPPLICABILI ).Ma no, sono applicabili.
          Non e' MOLTO piu' semplice stabilire che "le foto
          & filmati che fai TU ad opere artistiche edifici
          e monumenti, sono TUE e ci fai quel che vuoi,
          secondo i dettami del diritto d'autore"?.Ma con le opere all'aperto è così. Le complicazioni arrivano solo quando entra in gioco il fine di lucro. Per le opere esposte all'interno dei musei è un po' diverso, ma di base basta un'autorizzazione, sempre che non vi sia fine di lucro. Del resto non è che per il fatto che entri in uno stadio di calcio pagando regolare biglietto hai il diritto di trasmettere la partita in <I
          streaming </I
          .
          Possiamo sindacare un pochino su cosa intendiamo
          per 'opere artistiche' cosi' da evitare che uno
          consideri 'opera artistica' una graphic novel del
          2012 e si metta a venderne il cbz :)) ma e'
          ridicolo immaginare che uno si debba preoccupare
          se puo' o meno fotografare il tal quadro del
          pinturicchio, la tal pagina miniata, la tal
          chiesa (dentro e/o fuori) o la statua del dito
          medio, Questa allusione la capiscono in pochi.Si tratta di una scultura di Maurizio Cattelan dal nome "L.O.V.E", posizionata a Piazza degli Affari, a Milano, di fronte alla sede della Borsa. Alcuni sostengono sia un messaggio subliminale.
          secondo un dettato delirante, che nemmeno
          i giuristi sanno declinare per bene (si veda la
          battaglia di "WikiLovesMonuments" e il delirio
          sulle foto degradate). Ma no, le foto di monumenti moderni si possono mettere per intero, sempre che non vi sia il fine di lucro:http://it.wikipedia.org/wiki/Auditorium_Parco_della_Musicahttp://it.wikipedia.org/wiki/Gi%C3%B2_Pomodorohttp://it.wikipedia.org/wiki/FuksasRipeto, diverso è il caso all'interno di musei e di aree assimilate. Ma quella secondo me non è nemmeno "libertà di panorama". È un'altra cosa.
  • MESCAL. scrive:
    fotografare liberamente in musei/chiese
    Ma sara' vero o c'e' sotto la fregatura? Per esempio l'estate scorsa mi ricordo che a Venezia era impossibile e vietatissimo scattare foto dentro tutte le chiese (tranne quella di San Giovanni mi sembra) perche' si sono venduti pure l'aria che respiri dentro le chiese. Dopo questo decreto sara' possibile? E se i custodi ti rompono le p6ll3 perche' fotografi che fai, gli citi il decreto?
    • Izio01 scrive:
      Re: fotografare liberamente in musei/chiese
      - Scritto da: MESCAL.
      Ma sara' vero o c'e' sotto la fregatura?
      Per esempio l'estate scorsa mi ricordo che a
      Venezia era impossibile e vietatissimo scattare
      foto dentro tutte le chiese (tranne quella di San
      Giovanni mi sembra) perche' si sono venduti pure
      l'aria che respiri dentro le chiese. Dopo questo
      decreto sara' possibile? E se i custodi ti
      rompono le p6ll3 perche' fotografi che fai, gli
      citi il decreto?Veramente l'articolo dice che il decreto parla di musei, non di chiese. Il tuo dubbio potrebbe valere per i piccoli (o grandi) musei privati, non so se si applichi anche ad essi.
    • tucumcari scrive:
      Re: fotografare liberamente in musei/chiese
      - Scritto da: MESCAL.
      Ma sara' vero o c'e' sotto la fregatura?
      Per esempio l'estate scorsa mi ricordo che a
      Venezia era impossibile e vietatissimo scattare
      foto dentro tutte le chiese (tranne quella di San
      Giovanni mi sembra) perche' si sono venduti pure
      l'aria che respiri dentro le chiese. Dopo questo
      decreto sara' possibile? E se i custodi ti
      rompono le p6ll3 perche' fotografi che fai, gli
      citi il
      decreto?Non so a Venezia ma un paio di immancabili giapponesi si fotografavano caravaggio a san giovanni dei francesi giusto la settimana scorsa.Forse Franceschini non poi così conosciuto in giappone.
    • Eugenio Guastatori scrive:
      Re: fotografare liberamente in musei/chiese
      Le chiese sono abasciate di un altro stato.
      • Leguleio scrive:
        Re: fotografare liberamente in musei/chiese

        Le chiese sono abasciate di un altro stato.Ambasciate proprio no.Alcune chiese godono dell'extraterritorialità, e quindi polizia e carabinieri non vi possono entrare. Ma sono una minoranza. Ecco l'elenco:http://www.vatican.va/news_services/press/documentazione/documents/sp_ss_scv/informazione_generale/extraterritoriale_it.html
        • Funz scrive:
          Re: fotografare liberamente in musei/chiese
          - Scritto da: Leguleio

          Le chiese sono abasciate di un altro stato.


          Ambasciate proprio no.
          Alcune chiese godono dell'extraterritorialità, e
          quindi polizia e carabinieri non vi possono
          entrare. Ma sono una minoranza. Ecco
          l'elenco:

          http://www.vatican.va/news_services/press/documentDovremmo fare come in Francia, dove le chiese sono proprietà dello Stato.Visto che già paghiamo sontuosamente la loro conservazione.Potremmo lasciargli giusto S. Pietro fino a metà del colonnato, solo perché sta in un altro Paese...
  • dottorik scrive:
    Tutto fumo e… niente cultura!
    Ancora una volta, con la "liberalizzazione" delle foto dentro i musei, si è deciso di attuare una pseudo manovra d'urgenza fondamentalmente per rimanere solo sulla scia delle Invasioni Digitali tanto trendy.La vera emergenza non sta nella possibilità di far fare qualche foto al museo al turista della domenica, ma nell'approntare azioni serie di sviluppo e rilancio della cultura: non solo il merchandising genera profitto! Ritengo, anzi, che questa "liberalizzazione" porterà solo svantaggi in termini di deterioramento delle opere a causa di coloro che non rispetteranno i limiti di flash e simili e maggior lavoro di vigilanza per quei tanti musei già sotto organico.La vera innovazione positiva sarebbe stata partire dall'introduzione del fair-use e di politiche fiscali che incentivino la produzione culturale anche con l'intervento di fondi privati, in modo da andare oltre la vendita di segnalibri e tazzine.
    • panda rossa scrive:
      Re: Tutto fumo e… niente cultura!
      - Scritto da: dottorik
      Ritengo, anzi, che
      questa "liberalizzazione" porterà solo svantaggi
      in termini di deterioramento delle opere a causa
      di coloro che non rispetteranno i limiti di flash
      e simili e maggior lavoro di vigilanza per quei
      tanti musei già sotto
      organico.No, perche'?Il flash si vede.Un qualunque custode si rende conto se viene usato impunemente un flash e puo' emettere sanzioni esattamente come prima.Solo che mentre prima c'era divieto di foto, oggi c'e' solo divieto di flash.E' una cosa giusta: la legge prende atto di non essere in grado di star dietro al progresso e abbandona molto dignitosamente la partita.Quei quattro parassiti che approfittavano di una posizione di privilegio ottenendo un immeritato reddito dal divieto di foto, si attaccano e dovranno mettersi a lavorare sul serio.
      • Leguleio scrive:
        Re: Tutto fumo e… niente cultura!

        Quei quattro parassiti che approfittavano di una
        posizione di privilegio ottenendo un immeritato
        reddito dal divieto di foto, si attaccano e
        dovranno mettersi a lavorare sul
        serio.Guarda che anche lì non cambia nulla. L'articolo di PI è chiaro: " <I
        Gli scatti, poi, potranno essere utilizzati per finalità di studio e per ricerca, ma in nessun caso a scopo di lucro: l'Italia è - insieme alla Francia - uno di pochi paesi che ha una normativa peculiare che riconosce una sorta di diritto d'autore legato al proprio patrimonio artistico... </I
        " Chi già faceva cataloghi di opere d'arte, continuerà a farli. Chi intende cominciare adesso, dovrà accordarsi col museo, e presumibilmente pagare. E chi metterà le foto del museo sul proprio sito con pubblicità rischia di essere oscurato a cura dell'AgCom.
        • panda rossa scrive:
          Re: Tutto fumo e… niente cultura!
          - Scritto da: Leguleio

          Quei quattro parassiti che approfittavano di
          una

          posizione di privilegio ottenendo un
          immeritato

          reddito dal divieto di foto, si attaccano e

          dovranno mettersi a lavorare sul

          serio.

          Guarda che anche lì non cambia nulla. L'articolo
          di PI è chiaro: " <I
          Gli scatti, poi,
          potranno essere utilizzati per finalità di studio
          e per ricerca, ma in nessun caso a scopo di
          lucro: l'Italia è - insieme alla Francia - uno di
          pochi paesi che ha una normativa peculiare che
          riconosce una sorta di diritto d'autore legato al
          proprio patrimonio artistico... </I
          "


          Chi già faceva cataloghi di opere d'arte,
          continuerà a farli. Chi intende cominciare
          adesso, dovrà accordarsi col museo, e
          presumibilmente pagare. E chi metterà le foto del
          museo sul proprio sito con pubblicità rischia di
          essere oscurato a cura
          dell'AgCom.No, tu non capisci proprio il concetto.Intanto la legge sancisce per iscritto che non esiste piu' alcun diritto di esclusiva.Io vado e mi faccio le foto, e tu zitto e rosika.Poi le foto le posso immettere in un cloud mettendole a disposizione di chiunque che le puo' prendere AGGRATIS senza incorrere nelle ire del fotografo rosikone.Una volta nel cloud, le foto possono essere linkate ed embeddate in qualunque sito, compreso questo.[img]http://www.lanazione.it/firenze/cultura/2013/08/09/932373/images/2086610-gioconda.jpg[/img]Non e' piu' il fotografo che richiedera' la rimozione della foto, ma un apatico dipendente governativo del museo, che agira' solo su sollecitazione e senza alcuna convinzione.Quando mai dovesse arrivare l'ingiunzione, si sostituisce la foto con un'altra.[img]http://www.gazzettadifirenze.it/wp-content/uploads/2012/09/Gioconda-Leonardo.jpg[/img]E cosi' via...Alla fine, come il buon Wiston insegnava, si togliera' il cartello e buonanotte.
          • ruppolo scrive:
            Re: Tutto fumo e… niente cultura!
            - Scritto da: panda rossa
            No, tu non capisci proprio il concetto.Il concetto del parassita?
            Intanto la legge sancisce per iscritto che non
            esiste piu' alcun diritto di
            esclusiva.
            Io vado e mi faccio le foto, e tu zitto e rosika.Oh guarda, sembra che il "nobile" scopo alla fine sia far rosikare gli altri...
            Poi le foto le posso immettere in un cloud
            mettendole a disposizione di chiunqueEcco l'errore, mettere a disposizione degli altri le cose degli altri, senza il loro permesso.
            che le puo'
            prendere AGGRATIS senza incorrere nelle ire del
            fotografo
            rosikone.Anche in questa frase notiamo l'egoismo ("AGGRATIS") e il piacere nel gabbare il prossimo ("le ire del fotografo rosikone").
            Una volta nel cloud, le foto possono essere
            linkate ed embeddate in qualunque sito, compreso
            questo.
            [img]http://www.lanazione.it/firenze/cultura/2013/Certo, nel concetto del diritto acquisito a scapito degli altri.
            Non e' piu' il fotografo che richiedera' la
            rimozione della foto, ma un apatico dipendente
            governativo del museo, che agira' solo su
            sollecitazione e senza alcuna
            convinzione.E naturalmente la presunzione di sapere cosa pensano gli altri.
            Quando mai dovesse arrivare l'ingiunzione, si
            sostituisce la foto con
            un'altra.
            [img]http://www.gazzettadifirenze.it/wp-content/up
            E cosi' via...L'esempio dell'ingegno utilizzato per XXXXXXX il prossimo.
            Alla fine, come il buon Wiston insegnava, si
            togliera' il cartello e
            buonanotte.Buonanotte nel capiente abisso.
          • panda rossa scrive:
            Re: Tutto fumo e… niente cultura!
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: panda rossa

            No, tu non capisci proprio il concetto.

            Il concetto del parassita?Esatto. Colui che in un tempo remoto e' riuscito a ritagliarsi una legge su misura per difendere il proprio immeritato privilegio per poter cosi' erogare un servizio in regime di monopolio di casta.

            Intanto la legge sancisce per iscritto che
            non

            esiste piu' alcun diritto di

            esclusiva.

            Io vado e mi faccio le foto, e tu zitto e
            rosika.

            Oh guarda, sembra che il "nobile" scopo alla fine
            sia far rosikare gli
            altri...No, il far rosikare gli altri, in particolare i rosikoni del forum di PI, e' solo un piacevolissimo effetto collaterale, che non guasta.

            Poi le foto le posso immettere in un cloud

            mettendole a disposizione di chiunque

            Ecco l'errore, mettere a disposizione degli altri
            le cose degli altri, senza il loro
            permesso.La foto e' mia, l'ho scattata io, e secondo i piu' classici dettami del cristianesimo e del cattolicesimo, io la condivido col mio prossimo.Qualcosa in contario?

            che le puo'

            prendere AGGRATIS senza incorrere nelle ire
            del

            fotografo

            rosikone.

            Anche in questa frase notiamo l'egoismo
            ("AGGRATIS") e il piacere nel gabbare il prossimo
            ("le ire del fotografo
            rosikone").Bravo. Ottima lettura.Ma comunque non si tratta di gabbare il prossimo, ma di ottenere giusta rivalsa dopo anni di angherie.

            Una volta nel cloud, le foto possono essere

            linkate ed embeddate in qualunque sito,
            compreso

            questo.


            [img]http://www.lanazione.it/firenze/cultura/2013/

            Certo, nel concetto del diritto acquisito a
            scapito degli altri.Chi sarebbe penalizzato da cio'?

            Non e' piu' il fotografo che richiedera' la

            rimozione della foto, ma un apatico
            dipendente

            governativo del museo, che agira' solo su

            sollecitazione e senza alcuna

            convinzione.

            E naturalmente la presunzione di sapere cosa
            pensano gli altri.Io so quello che dico: ho conoscenti che sono dipendenti pubblici e so perfettamente come lavorano.

            Quando mai dovesse arrivare l'ingiunzione, si

            sostituisce la foto con

            un'altra.


            [img]http://www.gazzettadifirenze.it/wp-content/up

            E cosi' via...

            L'esempio dell'ingegno utilizzato per XXXXXXX il
            prossimo.Non si frega proprio nessuno.Chi sarebbe la vittima della fregatura?

            Alla fine, come il buon Wiston insegnava, si

            togliera' il cartello e

            buonanotte.

            Buonanotte nel capiente abisso.Il capiente abisso esiste solo per chi ci crede.Per quanto mi riguarda, io lo uso come una latrina alla turca, se proprio devo averci a che fare.
          • cicciobello scrive:
            Re: Tutto fumo e… niente cultura!

            La foto e' mia, l'ho scattata io, e secondo i
            piu' classici dettami del cristianesimo e del
            cattolicesimo, io la condivido col mio
            prossimo.Ti ricordo che ruppolo è protestante.
          • Fulmy(nato) scrive:
            Re: Tutto fumo e… niente cultura!
            - Scritto da: panda rossa
            La foto e' mia, l'ho scattata io, e secondo i
            piu' classici dettami del cristianesimo e del
            cattolicesimo, io la condivido col mio
            prossimo.
            Qualcosa in contario?se riesci a scattare una foto decente alla Gioconda, accomodati.
          • panda rossa scrive:
            Re: Tutto fumo e… niente cultura!
            - Scritto da: Fulmy(nato)
            - Scritto da: panda rossa


            La foto e' mia, l'ho scattata io, e secondo i

            piu' classici dettami del cristianesimo e del

            cattolicesimo, io la condivido col mio

            prossimo.

            Qualcosa in contario?

            se riesci a scattare una foto decente alla
            Gioconda,
            accomodati.Le due che ho postato le ho fatte io.
          • Funz scrive:
            Re: Tutto fumo e… niente cultura!
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: panda rossa

            No, tu non capisci proprio il concetto.

            Il concetto del parassita?Stiamo parlando di Cultura patrimonio dell'Umanità. Dovrebbe essere liberamente riproducbile, utilizzabile e rielaborabile senza nessuna limitazione.I veri criminali sono quelli che hanno permesso che la Cultura venisse mercificata e rinchiusa dietro le sbarre di vincoli e diritti di proprietà.E' ora di dire chiaro e forte che un quadro dentro un museo pubblico E' DI TUTTI.
  • ruppolo scrive:
    Procedura d'infrazione?
    Bene, che si proceda a oltranza nella procedura di infrazione, invitando anche gli altri paesi a fare altrettanto. Fin quando chi di dovere si ricordi che i governi sono istituiti per il bene del popolo, non per dare contro al popolo.
    • krane scrive:
      Re: Procedura d'infrazione?
      - Scritto da: ruppolo
      Bene, che si proceda a oltranza nella procedura
      di infrazione, invitando anche gli altri paesi a
      fare altrettanto. Fin quando chi di dovere si
      ricordi che i governi sono istituiti per il bene
      del popolo, non per dare contro al popolo.E chi caccia i soldi per l'infrazione se non il popolo ?Stai in pratica proponendo di punire il popolo per le colpe dei governanti che la passano liscia, molto italiano...
      • ... scrive:
        Re: Procedura d'infrazione?
        - Scritto da: krane
        - Scritto da: ruppolo

        Bene, che si proceda a oltranza nella
        procedura

        di infrazione, invitando anche gli altri
        paesi
        a

        fare altrettanto. Fin quando chi di dovere si

        ricordi che i governi sono istituiti per il
        bene

        del popolo, non per dare contro al popolo.

        E chi caccia i soldi per l'infrazione se non il
        popolo
        ?

        Stai in pratica proponendo di punire il popolo
        per le colpe dei governanti che la passano
        liscia, molto
        italiano...e tu sei molto XXXXX
      • ruppolo scrive:
        Re: Procedura d'infrazione?
        - Scritto da: krane
        - Scritto da: ruppolo

        Bene, che si proceda a oltranza nella
        procedura

        di infrazione, invitando anche gli altri
        paesi
        a

        fare altrettanto. Fin quando chi di dovere si

        ricordi che i governi sono istituiti per il
        bene

        del popolo, non per dare contro al popolo.

        E chi caccia i soldi per l'infrazione se non il
        popolo
        ?Esatto, il popolo caccia i soldi.
        Stai in pratica proponendo di punire il popolo
        per le colpe dei governanti che la passano
        liscia, molto
        italiano...Molto giusto: Il popolo a suo tempo ha rifiutato Dio come governante, ha preferito eleggersi un Re (oggi presidente, partito, rappresentante, eccetera), quindi il popolo si tiene ora tali governanti, nel bene e nel male.Il cacciare i soldi è una forma pacifica di "lotta".-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 28 maggio 2014 13.02-----------------------------------------------------------
        • Zio Pepe scrive:
          Re: Procedura d'infrazione?
          - Scritto da: ruppolo
          Molto giusto: Il popolo a suo tempo ha rifiutato
          Dio come governante, ha preferito eleggersi un ReMa che stai a di' ?
          • panda rossa scrive:
            Re: Procedura d'infrazione?
            - Scritto da: Zio Pepe
            - Scritto da: ruppolo


            Molto giusto: Il popolo a suo tempo ha
            rifiutato

            Dio come governante, ha preferito eleggersi
            un
            Re

            Ma che stai a di' ?Non preoccuparti, e' la solita freneticazione che emette dopo mangiato.
          • krane scrive:
            Re: Procedura d'infrazione?
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Zio Pepe

            Ma che stai a di' ?
            Non preoccuparti, e' la solita freneticazione
            che emette dopo mangiato.Ehhh la vecchiaia si fa sentire povero ruppy.
    • pippo75 scrive:
      Re: Procedura d'infrazione?
      - Scritto da: ruppolo
      Bene, che si proceda a oltranza nella procedura
      di infrazione, invitando anche gli altri paesi a
      fare altrettanto. Fin quando chi di dovere si
      ricordi che i governi sono istituiti per il bene
      del popolo, non per dare contro al
      popolo.concordo, devono essere per il bene del popolo. Leggo sotto, che nelle chiese è vietato il flash, se lo vedo oggi chiedo al mio parroco cosa ne pensa. Nel frattempo se vuole le foto, il flash lo devo usare.
      • ruppolo scrive:
        Re: Procedura d'infrazione?
        - Scritto da: pippo75
        - Scritto da: ruppolo

        Bene, che si proceda a oltranza nella
        procedura

        di infrazione, invitando anche gli altri
        paesi
        a

        fare altrettanto. Fin quando chi di dovere si

        ricordi che i governi sono istituiti per il
        bene

        del popolo, non per dare contro al

        popolo.

        concordo, devono essere per il bene del popolo.

        Leggo sotto, che nelle chiese è vietato il flash,
        se lo vedo oggi chiedo al mio parroco cosa ne
        pensa.


        Nel frattempo se vuole le foto, il flash lo devo
        usare.Credo che con l'attuale livello di sensibilità delle fotocamere il flash sia del tutto inutile.
        • Struppolo scrive:
          Re: Procedura d'infrazione?
          Altro commento che dimostra che come al solito di fotografia non ne capisci una cippa !!!!
          • panda rossa scrive:
            Re: Procedura d'infrazione?
            - Scritto da: Struppolo
            Altro commento che dimostra che come al solito di
            fotografia non ne capisci una cippa
            !!!!Stai rispondendo a uno che sostiene che nessuna Nikon Reflex con ottiche da 500 euro, su cavalletto, sia in grado di fare foto migliori di quelle di un iphone tenuto in mano, braccio alzato, sopra la testa.
        • Fulmy(nato) scrive:
          Re: Procedura d'infrazione?
          - Scritto da: ruppolo
          Credo che con l'attuale livello di sensibilità
          delle fotocamere il flash sia del tutto
          inutile.Credi male!
        • cicciobello scrive:
          Re: Procedura d'infrazione?

          Credo che con l'attuale livello di sensibilità
          delle fotocamere il flash sia del tutto
          inutile.Se ti piace l'effetto neve sulle foto, sì, il flash è inutile.
        • pippo75 scrive:
          Re: Procedura d'infrazione?


          Credo che con l'attuale livello di sensibilità
          delle fotocamere il flash sia del tutto
          inutile.il problema è quando devi fare le foto alle persone, senza flash riesci ma ottieni i volti scuri. Il flash brucia qualcosa ma schiarisce i soggetti ( meglio se non diretto ).
    • fred scrive:
      Re: Procedura d'infrazione?
      Su questi argomenti ho la memoria lunga e non e' che abbia un gran giudizio su questo ministro; non e' la prima volta che si trova a fare un incarico simile e non aveva certamente brillato.Ricordo la frase famosa in cui disse che i politici dettavano le linee e toccava ai tecnici trovare le soluzioni, ma non trovo il link.....Poi ricordaevi che e' a favora dell'innalzamento dell'equo compenso nonostante le indagini commissionate danno contro.
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: Procedura d'infrazione?
        contenuto non disponibile
        • Leguleio scrive:
          Re: Procedura d'infrazione?

          ma è ancora del partito che ha appena preso la
          maggioranza
          bulgara?Sìhttp://www.camera.it/leg17/29?tipoAttivita=&tipoVisAtt=&tipoPersona=&shadow_deputato=300246&idLegislatura=17
        • Funz scrive:
          Re: Procedura d'infrazione?
          - Scritto da: unaDuraLezione
          ma è ancora del partito che ha appena preso la
          maggioranza
          bulgara?La maggioranza bulgara tipicamente è quando uno supera il 90% dei voti, non certo quando prendi il 40% del 60% scarso degli aventi diritto...
      • fred scrive:
        Re: Procedura d'infrazione?
        Decreto firmato, ora tutte le tasse che paghiamo a Siae incrementano;Che delusione questo ministro.
    • Funz scrive:
      Re: Procedura d'infrazione?
      - Scritto da: ruppolo
      Bene, che si proceda a oltranza nella procedura
      di infrazione, invitando anche gli altri paesi a
      fare altrettanto. Fin quando chi di dovere si
      ricordi che i governi sono istituiti per il bene
      del popolo, non per dare contro al
      popolo.Ruppolo grillino (rotfl)Forse non te ne sei accorto, ma alle Europee ha vinto il partito con la posizione più prona (per non dire piegata a 90°) rispetto alle richieste della UE.Ma tu continua pure a dormire...
  • Leguleio scrive:
    Infrazione
    " come spiega il Ministro della Cultura Dario Franceschini, che aveva promesso di impegnarsi su questo fronte, l'eventuale abbassamento dell'IVA sugli ebook al 10 per cento (o addirittura al 4 per cento come i libri cartacei) avrebbe significato finire "automaticamente in procedura d'infrazione" da parte di Bruxelles, la stessa che stanno affrontando Francia e Lussemburgo ."Alle recenti elezioni europee in Francia ha vinto un partito antieuropeo, ci sarà un nesso?!?
    • ... scrive:
      Re: Infrazione
      - Scritto da: Leguleio
      " come spiega il Ministro della Cultura Dario
      Franceschini, che aveva promesso di impegnarsi su
      questo fronte, l'eventuale abbassamento dell'IVA
      sugli ebook al 10 per cento (o addirittura al 4
      per cento come i libri cartacei) avrebbe
      significato finire "automaticamente in procedura
      d'infrazione" da parte di Bruxelles, la stessa
      che stanno affrontando Francia e
      Lussemburgo ."

      Alle recenti elezioni europee in Francia ha vinto
      un partito antieuropeo, ci sarà un
      nesso?!?in molti preferirranno abbassare a ZERO l'iva, e gia' che ci sono abbasseranno a ZERO anche il "costo di acquisto" dell'ebookcon buona pace di Franceschini e degli Editori amici suoi.
      • ruppolo scrive:
        Re: Infrazione
        - Scritto da: ...
        in molti preferirranno abbassare a ZERO l'iva, e
        gia' che ci sono abbasseranno a ZERO anche il
        "costo di acquisto"
        dell'ebook
        con buona pace di Franceschini e degli Editori
        amici
        suoi.Gli stolti sono abbondanti.
      • Izio01 scrive:
        Re: Infrazione
        - Scritto da: ...
        - Scritto da: Leguleio

        " <I
        come spiega il Ministro della Cultura Dario

        Franceschini, che aveva promesso di impegnarsi
        su

        questo fronte, l'eventuale abbassamento dell'IVA

        sugli ebook al 10 per cento (o addirittura al 4

        per cento come i libri cartacei) avrebbe

        significato finire "automaticamente in procedura

        d'infrazione" da parte di Bruxelles, la stessa

        che stanno affrontando Francia e

        Lussemburgo </I
        ."



        Alle recenti elezioni europee in Francia ha
        vinto

        un partito antieuropeo, ci sarà un

        nesso?!?

        in molti preferirranno abbassare a ZERO l'iva, e
        gia' che ci sono abbasseranno a ZERO anche il
        "costo di acquisto" dell'ebook
        con buona pace di Franceschini e degli Editori
        amici suoi.Limitatamente a questo caso, cosa c'entrano gli editori?A me risulta che tot IVA incassano, tot IVA girano paro paro allo stato, non traggono alcun guadagno da un'aliquota più alta.
        • Leguleio scrive:
          Re: Infrazione


          in molti preferirranno abbassare a ZERO
          l'iva,
          e

          gia' che ci sono abbasseranno a ZERO anche il

          "costo di acquisto" dell'ebook

          con buona pace di Franceschini e degli
          Editori

          amici suoi.

          Limitatamente a questo caso, cosa c'entrano gli
          editori?
          A me risulta che tot IVA incassano, tot IVA
          girano paro paro allo stato, non traggono alcun
          guadagno da un'aliquota più
          alta.Qualsiasi commerciante ha un piccolo vantaggio dalla vendita con l'Iva rispetto ad una senza, anche se il rovescio della medaglia è una contabilità più complicata: i soldi dell'Iva sono suoi fino a che non arriva la data in cui va pagata all'erario, tipicamente quattro volte l'anno. Sono dei soldi "in prestito" senza bisogno della banca.
          • Nome e cognom scrive:
            Re: Infrazione
            Sicuramente mi sbaglio, ma chiamarlo "vantaggio" quando si paga in anticipo sul presento dell'anno prima.... Mah..
          • Leguleio scrive:
            Re: Infrazione

            Sicuramente mi sbaglio, ma chiamarlo "vantaggio"
            quando si paga in anticipo sul presento dell'anno
            prima....
            Mah..Approfondisci, perché non capisco l'allusione.
Chiudi i commenti