Big Brother ora è a pagamento

CBS ottiene da RealNetworks il sistemone per costringere gli ipnotizzati da real-tv a spendere qualche dollaro in più
CBS ottiene da RealNetworks il sistemone per costringere gli ipnotizzati da real-tv a spendere qualche dollaro in più


New York (USA) – Il successo travolgente di “Big Brother”, la versione americana de “Il Grande Fratello”, dovrebbe e potrebbe ripetersi con “Big Brother 2”, e il network televisivo americano ha tutta l’intenzione di sfruttare la cosa fino in fondo, tanto da voler chiedere sottoscrizioni e pagamenti agli utenti internet.

A quanto pare, la CBS ha stretto un accordo con RealNetworks, che fornisce le tecnologie di streaming, per consentire l’accesso alle parti più piccanti delle riprese solo a quegli utenti che pagano 19,95 dollari. Con quella cifra, gli instancabili della real-tv possono guardare tutto quello che viene ripreso da “dietro le quinte”.

Per i voyeur meno appassionati, invece, CBS continuerà a mandare versioni del Big Brother in streaming editato ma solo nel weekend, in modo tale da assicurarsi una grande quantità di clic su tutte le proprie pagine per le 12 settimane durante le quali andrà in onda l’esibizionismo dei partecipanti alla nuova serie dello show.

La “diretta”, invece, è a disposizione soltanto di coloro che pagano almeno il “Gold Pass”, ovvero 9,95 dollari al mese oppure, come già detto, a chi sborsa poco meno di 20 dollari. Il tutto viene propagandato da CBS come un modo per impedire l’accesso alle parti più morbose dello show da parte dei minori.

Sul successo dell’iniziativa al momento sono pochi a dubitare, in quanto CBS potrebbe contare su un vastissimo pubblico pronto a mettere mano al portafoglio. Per saperne di più, qui il sito di Big Brother 2 .

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

09 07 2001
Link copiato negli appunti