Bimbi in forma con un lucchetto elettronico

Non serve blindare il frigorifero, non serve alzare la voce. La razionalizzazione coatta dei media a schermo migliora la vita

Roma – Dipendenza dagli schermi e obesità infantile: basta un timer per invertire la tendenza. Secondo una recente ricerca, se i genitori dimezzassero la disponibilità di computer e TV potrebbero arginare il problema che affligge i figli. A farlo per loro, un lucchetto digitale.

Dalla ricerca è emerso che già la semplice riduzione alla metà del tempo normalmente impiegato in TV e computer nel giro di un paio di anni può ridurre l’ indice di massa corporea , portandolo a livelli non preoccupanti.

L'apparecchio TV Allowance L’attività di ricerca, svolta dal Leonard Epstein dell’ Università di Buffalo , si è avvalsa di TV Allowance , uno speciale timer prodotto da Mindmaster, in grado di interagire con TV e computer. Per usufruire di tali apparecchi, il bambino-utente deve inserire un codice personale che dà diritto a un quid di tempo massimo. Una volta superata la soglia temporale, il dispositivo rende inservibili gli schermi.

I genitori – pur consapevoli della necessità di razionare gli svaghi sedentari dei figli – si trovano spesso a cedere alle richieste dei ragazzi nel momento le raccomandazioni sfociano in conflitti. La soluzione individuata “riduce tutte quelle battaglie. I genitori debbono prendere un’unica decisione, al resto pensa l’apparecchio”, dice il professore, i cui lavori sono stati inseriti nelle pubblicazioni Archives of Pediatric & Adolescent Medicine .

Le ricerche in questo settore si moltiplicano ma condividono il fatto di citare alcuni fattori che contribuiscono ad alimentare l’obesità giovanile, quali la dipendenza creata nei ragazzi dalla TV e dai videogiochi , l’abitudine alla vita sedentaria e il condizionamento della pubblicità che spesso li porta a nutrirsi in modo inadeguato o sproporzionato, il più delle volte inconsapevolmente. C’è, inoltre, la dipendenza da Internet , fattore invero complesso ma comunque rilevante nel distogliere i ragazzi da una vita sana.

Randal Levenson, presidente di Mindmaster e inventore di TV Allowance, dice di aver creato l’apparecchio nel 1994 come metodo di controllo sul tempo trascorso davanti alla TV dai suoi bambini. E ha funzionato bene, ora come allora: “I voti (scolastici, ndR) salgono e i bambini crescono meglio se si riduce la somministrazione di TV”, spiega Levenson. “Non sono contro la televisione, sono contro la troppa TV”.

Marco Valerio Principato

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti