Biometria, il furto dell'iride

Un gruppo di ricercatori è riuscito a replicare gli schemi di un'iride umana e a usare i dati per farsi riconoscere da un dispositivo di scansione biometrico. Bastano 10 minuti e un paio di centinaia di iterazioni

Roma – Anche i dispositivi biometrici basati sulla scansione dell’iride hanno le loro pecche: il sistema di bio-autenticazione sin qui ritenuto uno dei più sicuri è “caduto” sotto i colpi di Javier Galbally e colleghi, che in una ricerca presentata in occasione della conferenza Black Hat hanno preso di mira questo genere di tecnologia di sicurezza.

Partendo dai metadati (registrati nei database dei bio-autenticatori) sui vari “pattern” e caratteristiche delle singole iridi umane, i ricercatori hanno ideato un algoritmo in grado di testare una iride artificiale fino al raggiungimento dell’obiettivo – vale a dire l’autenticazione attraverso le caratteristiche dell’iride di un particolare soggetto scelto in precedenza.

I ricercatori non hanno mai avuto bisogno di accedere ai dati dell’iride-bersaglio, e sono bastati solo 10 minuti di tentativi (corrispondenti a 100-200 diverse permutazioni dei vari pattern leggibili dal dispositivo) per superare l’autenticazione per mezzo della scansione oculare.

Galbally e colleghi dicono di essere consapevoli del fatto che, anche se questo dovrebbe rappresentare il primo attacco portato con successo contro la scansione dell’iride, i sistemi di riconoscimento commerciali usati ordinariamente contengono meccanismi di difesa aggiuntivi che rendono il successo dell’attacco meno probabile.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Andrea scrive:
    Tinooo
    Usate tinooo.com mi trovo molto bene
  • Fabrizio scrive:
    FLOP
    Un vero e proprio Flop... ricordo che già prima della sua apertura gli diedi fiducia e richiesi l'iscrizione per poterlo utilizzare ... ad oggi non ho mai ricevuto risposta.Poco dopo feci una ricerca e vidi che non erano stati in grado di gestire le poche richieste che avevano. Un FLOP allucinante, incompetenza allo stato puro, perchè se ti permetti di lanciarti a concorrenza di google e neanche hai iniziato il primo round che ne esci già con le brache calate ti si può chiamare solo incompetente oltre che illuso.
  • Marco Barbato scrive:
    Bing non è un competitor
    Bing è il motore di supporto di Volunia. Se mai, Volunia è affiliato a Bing.La bellezza di Volunia sta nel trovarsi *attorno* ai contenuti, ai siti, non per forza *dentro* ad un sito.Questa è comunuqe una novità. E a me piace ed è già stata molto utile in molti ambiti (informatica, giardinaggio, musica).ciao
    • krane scrive:
      Re: Bing non è un competitor
      - Scritto da: Marco Barbato
      Bing è il motore di supporto di Volunia. Se mai,
      Volunia è affiliato a Bing.
      La bellezza di Volunia sta nel trovarsi *attorno*
      ai contenuti, ai siti, non per forza *dentro* ad
      un sito.Niente "dentro" ????Ecco perche non trova i XXXXX...
      Questa è comunuqe una novità. E a me piace ed è
      già stata molto utile in molti ambiti
      (informatica, giardinaggio, musica).
      ciao
  • Deppo scrive:
    EPIC FAIL
    Il search è di Google, perchè perseverare dove anche i fantastiliardi di MS con bing hanno fallito?
  • m3rlino scrive:
    Piano di business non azzeccato
    Leggo che molti sono perplessi, secondo me dobbiamo guardare i fatti e i risultati non sono eclatanti.Inoltre mi sembra che un motore di ricerca "social" che vuole basare il suo sucXXXXX sulla ricerca non faccia una mossa molto astuta a delegare il suo core business (cioè la ricerca) ad un'altra società.Sinceramente poi non vedo che vantaggio dovrei avere a far vedere le mie ricerche ad altri, poi non so forse sono ottuso io...
  • Giampy scrive:
    VOLUNIA o FACE BOOK
    Un ida eccelsa Volunia ma come tutte le cose ideate da proffessori che pensano di sapere come fare e poi... Abbandonano. facebook è stato creato in poco tempo da un paio di studenti e con pochi soldi. Volunia una fantastica idea che alla fine si può definire una chat implementata su BING o GOOGLE. io da power user mi collego varie volte nell'arco della giornatama vedo poca gente collegata e penso che tale progetto abbia grosse limitazioni. Almeno per il momento non è quella marcia in Più di una Chat avanzata e ricerca di siti e quantaltro che si prospettava. ora è diventata una Chat e anche ben lenta e complicata. Mi sembra che a capo di questo Progetto manchi una mente lungimirante uno che veda oltre il WEB cosa che sino ad ora non si vede. Grafica preistorica, una falsa copia di Bing, nulla di nuovo e ancora Beta dopo 6/7 mesi. Qui qualcosa non va ci manca il mago della compilazione o quel esperto che dia la marci ain più. Immaginate Volunia in Mano di APPLE (MAC i cretaori di iTunes, di Ipod i PHONE ecc) Avrebebro anzitutto creato una maschera similare a i tunes un registro per sfogliare gli utenti tipo avenieristico, icone che aprendole ti avrebbero inviato in posti per chattare, e ricercare quello che vuoi. Ma Purtroppo chi ha creato tale opera se basato su WIN e se ne notano le varie limitazioni un minestrone con tanti ingredienti che sa un po di tutto e passa innoservato. Ci speravo in Volunia avevo sentito le varie presentazioni, ma ora mi sono ricreduto tante chiacchere da professori di teoria che di pratica ne masticano veramente poca o non sono riusciti a centrare l'idea. O è solo una macchina per spillare dei fondi europei a fondo perduto come tenate altre realta italiane. Comunque spero di sbagliarmi e di vedere un domani un potente volunia solcare il WEB..... IN BOCCA AL LUPO
    • PuntoH scrive:
      Re: VOLUNIA o FACE BOOK
      Tutti i prodotti citati sono delle beta (anche gmail é una beta).La differenza é che sono beta che funzionano ;)
    • luca scrive:
      Re: VOLUNIA o FACE BOOK
      Ma hai litigato con l'italiano? Capisco la fretta, ma sembra di leggere un commento di uno straniero che non ha una perfetta conoscenza della lingua.
  • Kriev scrive:
    Un progetto
    Mah, non capisco questa ondata di critiche cosi' severe, l'idea non era sicuramente il massimo, soprattutto considerando i livello economico e di know how dei concorrenti (google, bing, facebook). Pero' almeno ci hanno provato, hanno pensato ad una piccola variante sul tema e l'hanno realizzata, qui, in italia, con le difficolta' che conosciamo nel portare avanti progetti nuovi.Non dico che si debba tacere sui difetti e sulle mancanze del progetto e della sua realizzazione, ma non mi sembra nemmeno giusto star seduti in tribuna a ridere del giocatore in difficolta'.
    • krane scrive:
      Re: Un progetto
      - Scritto da: Kriev
      Mah, non capisco questa ondata di critiche cosi'
      severe, l'idea non era sicuramente il massimo,
      soprattutto considerando i livello economico e di
      know how dei concorrenti (google, bing,
      facebook). Pero' almeno ci hanno provato, hanno
      pensato ad una piccola variante sul tema e
      l'hanno realizzata, qui, in italia, con le
      difficolta' che conosciamo nel portare avanti
      progetti nuovi.
      Non dico che si debba tacere sui difetti e sulle
      mancanze del progetto e della sua realizzazione,
      ma non mi sembra nemmeno giusto star seduti in
      tribuna a ridere del giocatore in difficolta'.Se il giocatore in questione si mette in centro al campo e fa puntare su di se i riflettori chiamando a gran voce l'attenzione del pubblico non deve stupirsi se poi la gente ride se la sua esibizione non e' piu' che perfetta.Sai quante startup fallimentari muoiono tutti i giorni senza che nessuno sappia nulla ?
      • avoja scrive:
        Re: Un progetto
        I riflettori erano al 90% per Marchiori (lo si vedeva anche in TV), il genio tornato dall'America, che avrebbe dovuto rivoluzionare tutto col suo motore (in secondo piano rispetto alla sua figura). Poi su Volunia-motore sono arrivate le critiche in rete (grafica troppo anni '80, non trova niente ecc. Ogni tanto mi chiedevo che fine avessero fatto...saranno già falliti? Mi sono accorto che esistevano ancora quando mi hanno inviato una mail dove indicavano l'attivazione del mio account di power user, ma quanto a comunicazione generale non ho visto nessun riflettore. C'è stato un restyling grafico completo e c'è stata l'apertura mondiale a giugno...ma a fare notizia è stata l'uscita di Marchiori (riflettori forse, ma ancora negativi). Da allora ad oggi ancora silenzio quasi totale.Un servizio come quello di Volunia è quasi inutile se non c'è una massa critica d'utenti online, che popoli almeno le chat principali...Quindi servirebbe più comunicazione, non meno. Far sapere i cambiamenti introdotti (oggettivamente, confrontate la grafica attuale con quella dei primi tempi...un altro Pianeta), che stanno facendo adesso, a che punto sono quanto a progetto generale, quanto pensano ancora di rimanere beta...ma soprattutto devono far vedere che senza Marchiori Volunia non è morta. Il video è un buon inizio.
        • avoja scrive:
          Re: Un progetto

          Poi su Volunia-motore sono
          arrivate le critiche in rete (grafica troppo anni
          '80, non trova niente ecc.Qui manca un pezzo :P : "Dopo è calato il silenzio". Ogni tanto mi chiedevo
          che fine avessero fatto..."saranno già falliti?".Il resto dovrebbe essere completo. E' tardi e si vede :P
    • MegaJock scrive:
      Re: Un progetto
      - Scritto da: Kriev
      ma non mi sembra nemmeno giusto star seduti in
      tribuna a ridere del giocatore in
      difficolta'.Giusto non so, ma di sicuro è divertente. Ancora meglio tirare verdure e uova marce. :)
    • Giampy scrive:
      Re: Un progetto
      cavolo gli hanno dato diversi milioni di euro per fare Volunia, a parte il costo dei server che poi si saranno appoggiati a qualche mega server in affitto, i ga 4 tecnici e in 2 anni i ga sforna un topolino che non funziona.QUESTA è la realta.I fatti lo dimostranoQuando Funzionerà allora si potra dire ma ora è visto da 4 gatti
  • BungaBungaF orever scrive:
    Io ti daro' di piùùùùùùùùùùùùù....
    io ti darò di piùùùùùùùùù. Senti Massimo, io ti dichiaro un quaquaraqua' dichiarato con tanto di certificazione e diploma ad capocchiam. Brindiamo tutti con aranciata del discount e orzata senza zucchero al noto Marchiori, perche' nelle sue nuotate al largo, lascia sempre qualche ricordino, magari un algoritmo al purè di fave.Ciao Massimo, se fossi femmina, non ti sposerei.....
  • BillGatesIs Nothing scrive:
    Loser
    You're a loser.... sei un perdente. Caro Massimo, ti scrivo perché stanno cercando qualcuno per il sequel di "Pierino la peste", ovviamente in formato hot. Se hai l'attrezzo giusto, lo puoi fare senza problemi, sperando che tu possa avere sucXXXXX in quell'ambito (considerato che come informatico sei una XXXXX!!!).Metti la testa nel WC e canta "non son degno di teeeeee". Addio, schiappa.
  • Ubunto scrive:
    Comunque...
    non capisco sto disfattismo dilagante fra i commenti, sarà anche questa una caratteristica prettamente italiana, concausa di flop e fallimenti?Per come sembra essersi messa la situazione (utilizzo di Bing per il search), azzarderei supporre che sperino di fare un buon prodotto da vendere a Microsoft, Google, Facebook o qualche altra entità in grado di cacciar fuori i quattrini. Ed essendo una startup non ci sarebbe nulla di cui meravigliarsi.
    • BillGatesIs Nothing scrive:
      Re: Comunque...
      - Scritto da: Ubunto
      non capisco sto disfattismo dilagante fra i
      commenti, sarà anche questa una caratteristica
      prettamente italiana, concausa di flop e
      fallimenti?Per caso hai una videoteca? O ti piace il kebab?
      • Ubunto scrive:
        Re: Comunque...
        - Scritto da: BillGatesIs Nothing
        - Scritto da: Ubunto

        non capisco sto disfattismo dilagante fra i

        commenti, sarà anche questa una caratteristica

        prettamente italiana, concausa di flop e

        fallimenti?

        Per caso hai una videoteca? O ti piace il kebab?Non è che ce l'hai tu la videoteca?
    • Mela avvelenata scrive:
      Re: Comunque...
      - Scritto da: Ubunto
      non capisco sto disfattismo dilagante fra i
      commenti, sarà anche questa una caratteristica
      prettamente italiana, concausa di flop e
      fallimenti?Mica è colpa nostra se Volunia allo stato attuale non decolla, o no?
      Per come sembra essersi messa la situazione
      (utilizzo di Bing per il search), azzarderei
      supporre che sperino di fare un buon prodotto da
      vendere a Microsoft, Google, Facebook o qualche
      altra entità in grado di cacciar fuori i
      quattrini. Ed essendo una startup non ci sarebbe
      nulla di cui
      meravigliarsi.Credo che sia l'unica possibilità per loro, oppure chiudere baracca e fare finta che nulla mai sia accaduto!
      • krane scrive:
        Re: Comunque...
        - Scritto da: Mela avvelenata
        - Scritto da: Ubunto

        non capisco sto disfattismo dilagante

        fra i commenti, sarà anche questa una

        caratteristica

        prettamente italiana, concausa di flop e

        fallimenti?
        Mica è colpa nostra se Volunia allo stato
        attuale non decolla, o no?Ovvio che non decolla: non trova il XXXXX...(anonimo)
    • contribuisc a scrive:
      Re: Comunque...
      - Scritto da: Ubunto
      non capisco sto disfattismo dilagante fra i
      commenti, sarà anche questa una caratteristica
      prettamente italiana, concausa di flop e
      fallimenti?È una caratteristica prettamente italiana perché certe XXXXXte tutte fumo e niente arrosto (con tanto di presentazione per fare "bella figura" per la stampa), poi abbandonate o chiuse perché non funzionanti etc, si fanno solo in Italia. O almeno la frequenza con cui si vedono in Italia non ha corrispondenza in NESSUNA delle nazioni che si definiscono "avanzate".
      • Sgabbio scrive:
        Re: Comunque...
        italia.it con due intro in flash ?Gioventù ribelle ?
        • volgare scrive:
          Re: Comunque...
          - Scritto da: Sgabbio
          italia.it con due intro in flash ?

          Gioventù ribelle ?O come questohttp://www.omniauto.it/foto/10679/inaugurazione-distributore-idrometano-ad-assago"Inaugurato" in fretta e furia quando ancora non funzionava nulla (e francamente non so se sia manco entrato in funzione).O la zona fiera di Rho, "inaugurata" quando non era completata neanche di striscio
  • Dottor Stranamore scrive:
    Re: per ZLoneW

    Quello che avrebbe dovuto fare sei mesi fa: via i privilegi.Veramente tutte le volte che ha cercato di toccarli sono insorte le varie categorie.Il fatto è che siamo in una repubblica parlamentare, quindi se i parlamentari non ti votano i tagli agli sprechi non puoi dare la colpa principalmente a Monti.
    • ABC scrive:
      Re: per ZLoneW

      Il fatto è che siamo in una repubblica
      parlamentare, quindi se i parlamentari non ti
      votano i tagli agli sprechi non puoi dare la
      colpa principalmente a
      Monti.Il fatto è che l'italia è uno Stato che funziona male perché è concepito male di principio.Per la serie "Chi controlla i controllori?" c'è anche: <i
      Chi controlla i parlamentari? </i
      Ecco, nessuno.L'italia non è mai stato uno Stato libero. L'Italia non è mai stata una democrazia, perché l'Italia è difatti una Repubblica. E uno stato Repubblicano non puo' essere libero per definizione, in quanto ci sono dei rappresentati che una volta votati possono fare quello che vogliono senza risponderne a nessuno.Poi in Italia nemmeno si votano i rappresentati in parlamento, ma sono nominati dai partiti (al momento). E una volta eletti il popolo perde ogni controllo sul governo.Ci vorrebbe un presidente della Repubblica e un Parlamento che si fa carico di cambiare la situazione. Trasformando l'italia in uno stato democratico e federale (tipo svizzera), perché l'attuale <i
      repubblica democratica </i
      (mi è sempre piaciuta l'antitesi innata in questa definizione) non funziona per niente bene.Napolitano e Monti? Uno ha nominato l'altro. E il primo è a sua volta un nominato di nominati. Ho già capito da mò che non sono loro due che metteranno a posto l'Italia. Quello che dovrebbero fare è andarsene (così come gli altri parlamentari) e far andare al governo qualcuno che si interessi degli italiani e non delle banche tedesche e americane.
      • Sgabbio scrive:
        Re: per ZLoneW
        - Scritto da: ABC

        Il fatto è che siamo in una repubblica

        parlamentare, quindi se i parlamentari non ti

        votano i tagli agli sprechi non puoi dare la

        colpa principalmente a

        Monti.

        Il fatto è che l'italia è uno Stato che funziona
        male perché è concepito male di
        principio.
        Per la serie "Chi controlla i controllori?" c'è
        anche: <i
        Chi controlla i parlamentari?
        </i
        Ecco,
        nessuno.

        L'italia non è mai stato uno Stato libero.
        L'Italia non è mai stata una democrazia, perché
        l'Italia è difatti una Repubblica. E uno stato
        Repubblicano non puo' essere libero per
        definizione, in quanto ci sono dei rappresentati
        che una volta votati possono fare quello che
        vogliono senza risponderne a
        nessuno.
        Poi in Italia nemmeno si votano i rappresentati
        in parlamento, ma sono nominati dai partiti (al
        momento). E una volta eletti il popolo perde ogni
        controllo sul
        governo.

        Ci vorrebbe un presidente della Repubblica e un
        Parlamento che si fa carico di cambiare la
        situazione. Trasformando l'italia in uno stato
        democratico e federale (tipo svizzera), perché
        l'attuale <i
        repubblica democratica
        </i
        (mi è sempre piaciuta l'antitesi
        innata in questa definizione) non funziona per
        niente
        bene.

        Napolitano e Monti? Uno ha nominato l'altro. E il
        primo è a sua volta un nominato di nominati. Ho
        già capito da mò che non sono loro due che
        metteranno a posto l'Italia. Quello che
        dovrebbero fare è andarsene (così come gli altri
        parlamentari) e far andare al governo qualcuno
        che si interessi degli italiani e non delle
        banche tedesche e
        americane.Ma che noia sto federalismo che non serve a nulla.
      • PuntoH scrive:
        Re: per ZLoneW
        - Scritto da: ABC
        Il fatto è che l'italia è uno Stato che funziona
        male perché è concepito male di
        principio.La costituzione é scritta bene e nell'interesse del popolo. Davvero, merita una bella lettura.Le leggi emanate dal Parlamento, invece...
        Per la serie "Chi controlla i controllori?" c'è
        anche: "Chi controlla i parlamentari?"
        Ecco, nessuno.
        Errore. I controli ci sono eccome, ma... c'é una legge che permette solo ai parlamentari stessi di mandare a giudizio un membro del parlamento stesso (a meno di flagranza di reato penale).
        L'italia non è mai stato uno Stato libero.Ma tu non stai facendo ora quello che ti pare e piace?Se si, allora sei in uno stato libero.Se no, allora vai a fare quel che ti pare e piace, cosa aspetti?
        L'Italia non è mai stata una democrazia, perché
        l'Italia è difatti una Repubblica. E uno stato
        Repubblicano non puo' essere libero per
        definizione, in quanto ci sono dei rappresentati
        che una volta votati possono fare quello che
        vogliono senza risponderne a
        nessuno.Errore. Di nuovo, esiste una costituzione che ben descrive quello che possono fare i parlamentari. Poi, come sopra, esistono le leggi (porcellum, etc...) che - e qui hai ragione - limitano la democrazia intesa come "governo del popolo".Peró ricorda... sei andato anche tu a votare. Se non ci sei andato vuol dire che non ti interessa e quindi cosa stai qui a parlarne?
        Poi in Italia nemmeno si votano i rappresentati
        in parlamento, ma sono nominati dai partiti (al
        momento). E una volta eletti il popolo perde ogni
        controllo sul
        governo.Hai ragione, il Parlamento ha il potere di legiferare.Hai ragione, le listesono blindate.Esistono i referendum. Ma stiamo troppo bene per usarli correttamente.Cosí come esistono le candidature spontaneee, ma devi avere abbastanza firme (reali) e un modo di raccoglierle!
        Ci vorrebbe un presidente della Repubblica e un
        Parlamento che si fa sono 2 soggetti, quindi, "che si facciano"carico di cambiare la
        situazione.Trasformando l'italia in uno stato
        democratico e federale (tipo svizzera), la svizzera é un bell'esempio in cui il governo si avvale spesso in casi in cui non sa come decidere, del consenso popolare, a volte adottando misure considerate poco diplomatiche benché ad alto consenso popolare!perché
        l'attuale <i
        repubblica democratica
        </i
        (mi è sempre piaciuta l'antitesi
        innata in questa definizione) non funziona per
        niente bene.Sono i cittadini che non la fanno funzionare, perché non hanno una coscienza civile... ma subiscono l'influsso (e finiscono per diventare sudditi) di interessi egoistici...

        Napolitano e Monti? Uno ha nominato l'altro. E il
        primo è a sua volta un nominato di nominati. Ho
        già capito da mò che non sono loro due che
        metteranno a posto l'Italia. Quello che
        dovrebbero fare è andarsene (così come gli altri
        parlamentari) e far andare al governo qualcuno
        che si interessi degli italiani e non delle
        banche tedesche e americane.Ma, in fondo Draghi e Monti sono un punto di forza - ora - per non farci chiudere baracca. Si, sono bancari. Se preferisci altro, auguri...
        • Luca Annunziata scrive:
          Re: per ZLoneW
          state andando OT, non capisco cosa c'entri tutto questo con Voluniano, non è un discorso collaterale - siete proprio OT: state parlando di massimi sistemi...;)
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: per ZLoneW
            - Scritto da: Luca Annunziata
            state andando OT, non capisco cosa c'entri tutto
            questo con
            Volunia

            no, non è un discorso collaterale - siete proprio
            OT: state parlando di massimi
            sistemi...

            ;)In america ormai in qualunque articolo, anche sulla pasta scotta, nei commenti c'è qualcuno che attacca Obama. Da noi si fa lo stesso con Monti. Ho sentito che i due si sentono al telefono ogni settimana, probabilmente è per solidarietà.
          • PuntoH scrive:
            Re: per ZLoneW
            In effetti, una scomoda veritá... ma OT.Curiositá, perché non é stato messo il lucchetto?In ogni caso, il punto é - e si nota dalle critiche a Volunia - che ogni idea in Italia deve combattere per vedersi realizzata.Questi ragazzi stanno "combattendo" per il loro sogno, i nostri governanti stanno facendo altrettanto per migliorare l'Italia?
          • ABC scrive:
            Re: per ZLoneW

            sogno, i nostri governanti stanno facendo
            altrettanto per migliorare
            l'Italia?Se la tua risposta è come la mia: NO, su questo siamo d'accordo.Monti è il curatore fallimentare dell'italia, quindi metterà a posto qualche conto a favore di banche & co. prelevando ogni risorsa necessaria dagli italiani. Impoverendo gli italiani, e attingendo a tutto ciò che è pubblico, vendibile e privatizzabile. Quindi tasse e tagli a servizi utili e fuonzionanti (perchè quando si taglia non si colpiscono mai gli sprechi..).L'Italia è già spacciata, sarà un'agonia come in Grecia, ma più lunga perchè ci sono più risorse da spartire prima di lasciare andare il cadavere.Questi di Volunia dovevano andare all'estero per il loro progetto. Magari ricevevano qualche finanziamento tecnologico. Anche a fondo perduto.Qui rischiano di beccarsi da un giorno all'altro una nuova tassa "sui computer." E già ora che per far contenta la SIAE un hard disk in Italia costa almeno 20 Euro in più che in Germania...
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: per ZLoneW
            - Scritto da: PuntoH
            In effetti, una scomoda veritá... ma OT.
            Curiositá, perché non é stato messo il
            lucchetto?
            Era stato messo il lucchetto di là e quindi ho continuato di qua con un thread nuovo, poi di là è stato tolto il lucchetto e hai risposto tu a ZloneW.
  • Joe_Public scrive:
    Marchiori sei un perdente...
    .... ti consiglio un mestiere che ultimamente in Italia ha dato lavoro a parecchia gente (tra l'altro abbiamo rischiato un incidente diplomatico!!!), ovvero il Bunga Bunga....Hai messo in ridicolo l'Italia. Vergognati!!!P.S. Un bel Harakiri per te e passa la paura per noi di vedere un'altra tua pagliacciata :-).
  • Alberto Goldoni scrive:
    volunia: un fallimento annunciato
    ho visto la presentazione...l'idea di per se era buona ma in italia, mancano i soldi, i finanziatori, non a caso il 99,99% di queste cose nascono e si sviluppano in lidi più fertili.Personalmente gli auguro di avere sucXXXXX, ma non ho grosse speranze finchè lavoreranno all'italiana.
    • krane scrive:
      Re: volunia: un fallimento annunciato
      - Scritto da: Alberto Goldoni
      ho visto la presentazione...l'idea di per se era
      buona ma in italia,Ma se era trita e ritrita !
      mancano i soldi, i finanziatori, non a caso il
      99,99% di queste cose nascono e si sviluppano
      in lidi più fertili.E costano molto meno, qui spendiamo i milioni per siti come italia.it.
      Personalmente gli auguro di avere sucXXXXX, ma
      non ho grosse speranze finchè lavoreranno
      all'italiana.E' quello il problema, non i fondi o la fertilita' del terreno.
      • Dottor Stranamore scrive:
        Re: volunia: un fallimento annunciato
        - Scritto da: krane
        E' quello il problema, non i fondi o la
        fertilita' del
        terreno.Il problema sono anche i fondi, con pochi fondi nascono pochi progetti ed essendo pochi ci sono meno probabilità che ne nasca uno buono.Poi contano anche i problemi culturali del nostro paese che ha una mentalità da paese colonizzato. Diciamo che è un insieme di cose.
        • krane scrive:
          Re: volunia: un fallimento annunciato
          - Scritto da: Dottor Stranamore
          - Scritto da: krane

          E' quello il problema, non i fondi o la

          fertilita' del terreno.
          Il problema sono anche i fondi, con pochi fondi
          nascono pochi progetti ed essendo pochi ci sono
          meno probabilità che ne nasca uno buono.
          Poi contano anche i problemi culturali del nostro
          paese che ha una mentalità da paese colonizzato.
          Diciamo che è un insieme di cose.Dillo a quelli di italia.it(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: volunia: un fallimento annunciato
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: Dottor Stranamore

            - Scritto da: krane


            E' quello il problema, non i fondi o la


            fertilita' del terreno.


            Il problema sono anche i fondi, con pochi
            fondi

            nascono pochi progetti ed essendo pochi ci
            sono

            meno probabilità che ne nasca uno buono.

            Poi contano anche i problemi culturali del
            nostro

            paese che ha una mentalità da paese
            colonizzato.

            Diciamo che è un insieme di cose.

            Dillo a quelli di italia.it
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)Parlavo di capitali privati per progetti imprenditoriali. Italia.it è il solito progetto maldestro per la PA che paga pantalone.
  • the_m scrive:
    Nessuna nuova idea, tutto già visto...
    Un articolo abbastanza dettagliato non avrebbe dovuto scordarsi di dire che di tentativi di creare un "web social" ce ne sono già stati tanti negli anni e ben prima di volunia...Mi vengono in mente Flock, Google Sidewiki, RockMeIt e chissà quanti altri ce ne sono stati, nessuno dei quali ha avuto sucXXXXX.In pratica, l'unica funzione "innovativa" di volunia in realtà non ha nulla di innovativo, ed è stato già ampiamente dimostrato dai progetti precedenti che è destinata a fallire :-/ il FAIL più grande comunque l'hanno fatto le decine di testate giornalistiche ultra-nazionaliste che, solo perchè volunia è un progetto italiano, hanno fatto per un anno articoloni a tutta pagina dicendo che volunia avrebbe conquistato il mondo, spazzato via google, che marchiori aveva "inventato google per la seconda volta" (ahaha! ma dove!) ecc... VERGOGNA!!!!
    • UDS scrive:
      Re: Nessuna nuova idea, tutto già visto...
      - Scritto da: the_m
      il FAIL più grande comunque l'hanno fatto le
      decine di testate giornalistiche
      ultra-nazionaliste che, solo perchè volunia è un
      progetto italiano, hanno fatto per un anno
      articoloni a tutta pagina dicendo che volunia
      avrebbe conquistato il mondo, spazzato via
      google, che marchiori aveva "inventato google per
      la seconda volta" (ahaha! ma dove!) ecc...

      VERGOGNA!!!!CLAP CLAP CLAP CLAP!!!
    • Luca Annunziata scrive:
      Re: Nessuna nuova idea, tutto già visto...
      ne avevamo già parlato a suo tempo, quando venne lanciatoil punto è che si tratta di un approccio diverso: prima ero plugin (ICQ), poi applicazioni (flock ecc), ora è una sorta di webapp - in questo senso è un approccio più al passo coi tempi, non fa differenza di piattaforma, funziona e basta
    • ruttolo scrive:
      Re: Nessuna nuova idea, tutto già visto...
      Quoto.Io Volunia l'ho provato (dopo aver aspetato dei mesi che mi abilitassero). Usato un'ora poi basta. Sicuramente ad oggi manca di utenti e le mappe dei siti sono troppo ridotte. A parte questo non so... l'idea non e poi pessima, la realizzazione tecnica lato client e quella che e (anche per i limiti intrinseci delle app JavaScript&Co.). Il motore di ricerca e peggio di Bing... insomma forse they bit more than they can chew.
  • mirko e scrive:
    Italia paese di furbi
    In Italia tutto è mosso non dalla innovazione o dal progresso ma dai soldi, lo scopo è fare soldi, in America lo scopo non sono i soldi ma l'innovazione la voglia di risolvere un problema con una soluzione e i soldi sono solo un mezzo per raggiungere lo scopo, volunia è partita con lo scopo di attirare gli inserzionisti per questo è un progetto destinato al fallimento, esattamente come altri progetti italiani. Gli italiani pensano sempre di copiare gli altri solo per fare soldi, sono molto peggio dei cinesi e dei giapponesi, almeno loro lo fanno per mettersi in competizione. Non è vero che non ci sono idee, le idee nascono solo quando c'è un problema sentito da molti da risolvere, ma se l'unico problema di volunia non è trovare una soluzione a un problema per essere d'aiuto alle persone, ma usare le persone per risolvere i loro di problemi che saranno quasi sicuramente finanziari allora non può che essere al 100% un flop. L'italia è un paese che non vuole guadagnare onestamente, lavorare per guadagnare è sbagliato, bisogna guadagnare per lavorare non il contrario, in Italia ci sono dirigenti che prendono 800000 euro all'anno, perché???Oggi l'Italia è un paese senza servizi, dove pochi si fanno servire da molti, perché???E l'Italia si definisce un paese cristiano, perché??? C'è tanta gente che va in chiesa la mattina e la sera pensa come XXXXXXX quello che è meno furbo di lui, ma pensano veramente di XXXXXXX anche l'ONNIPOTENTE.L'AMERICA di qui io non sono un sostenitore almeno fin quando la vedrò piegata a 90 ai sionisti, è un paese capitalista nel senso che i capitali sono il mezzo per il raggiungimento dello scopo. L'ITALIA è un paese.... Boh!!! lascio ai posteri la definizione di questo paese.Se questo paese riprendesse in mano il benessere dei propri cittadini, se gli imprenditori cominciassero a pensare ai problemi dei loro concittadini invece che ai loro, allora le idee si trovano e la gente e disposta a dare anche una mano, ma non essere fregati. In Italia tutti sono furbi, e gli stupidi sono meno furbi, i quali vengono mangiati dai più furbi.
    • Dottor Stranamore scrive:
      Re: Italia paese di furbi
      - Scritto da: mirko e
      in America lo scopo non sono i soldi maehm non esageriamo, cioè là da loro chi investe alla fine lo fa per i soldi e basta. E' chi crea che diciamo che all'inizio non pensa tanto alla parte finanziaria, ma si concentra sul prodotto e basta. Il merito di chi gli dà i soldi è che lo lascia fare dando tempi abbastanza ampi, mentre da noi questa mentalità non c'è.Per il resto è vero gli italiani copiano e basta. Quante volte sento parlare delle startup italiane e poi che idee hanno? Copiare l'appstore, copiare dropbox, mandare sms, l'applicazione social...Oppure riguardo all'hardware: l'unico tablet italiano, quello dell'Olivetti cos'ha di originale? Software android e tavoletta uguale a tante altre.
    • rover scrive:
      Re: Italia paese di furbi
      Grande sproloquio. Devi pero' migliorare l'italiano.Nel merito:Il sogno americano consiste nel fare soldi. Questo e' unanimemente acclarato.I dirigenti strapagati sono un brevetto americano.Devo continuare?
    • ABC scrive:
      Re: Italia paese di furbi

      E l'Italia si definisce un paese cristiano,
      perché??? C'è tanta gente che va in chiesa la
      mattina e la sera pensa come XXXXXXX quello che è
      meno furbo di lui, L'Italia si definisce un paese <b
      cattolico </b
      , e il cattolicesimo è un sottoderivato del cristianesimo, ma in più ha: la chiesa cattolica, uno stato sovrano che si chiama Vaticano, il papa Re monarca assoluto dello stato, con una banca che si chiama IOR, che si becca l'8x1000, gli oneri di urbanizzazione secondaria, non pagano l'IMU, insegnano la religione cattolica nelle scuole, e chissà quante altre cose.Chi va in chiesa la mattina e la sera pensa come XXXXXXX quello che è meno furbo di lui, non fa altro che andare nella <i
      scuola di tutti i furbi </i
      e applicare l'imparato.
      • rapper00 scrive:
        Re: Italia paese di furbi
        @ nr: ABCil problema dell'Italia sono i ciarlatani come te che non aprono neanche un libro (foss'anche di fumetti) prima di parlare a vanvera...Il lavaggio del cervello anti-cattolico ha raggiunto livelli veramente ridicoli, ogni XXXXXXXX ripete pedissequamente (troppo difficile per te..) le stesse frasi false che gli vengono sublinalmente somministrate attraverso i media.Inutile dire che la Chiesa l'IMU (o ICI a suo tempo) lo paga e caro, tanto che a Roma, Firenze ecc.. é il primo contributore, che le scuole la Chiesa le ha inventate (a parte i licei, idea del fascismo), e cosí via...Questo é la dannazione dell'Italia, gli XXXXXXXXX come ABC (che a D non arriva!!)
    • Mela avvelenata scrive:
      Re: Italia paese di furbi
      - Scritto da: mirko e
      In Italia tutto è mosso non dalla innovazione o
      dal progresso ma dai soldi, lo scopo è fare
      soldi, in America lo scopo non sono i soldi ma
      l'innovazione Sì, sì, l'importante è crederci...
  • mario scrive:
    marchiori e' volunia
    senza marchiori non fanno niente.
  • Sleiv scrive:
    A proposito di progetti italiani..
    Bhè per quanto volunia non stia avendo sucXXXXX come pre-annunciato da moltissime riviste ed articoli sul web, io da buon italiano faccio un applauso a tutti coloro che si sono cimentati in questo progetto. Anche se falliranno (spero per loro di no) almeno ci hanno provato! Però chissà come mai leggo sempre articoli su volunia (che tutti danno per spacciato) e non leggo mai articoli sull'azienda italiana Plunk che si sta ritagliando un posto di sucXXXXX nel mondo hi-tech...Riflettiamo..
    • Mela avvelenata scrive:
      Re: A proposito di progetti italiani..
      Sarà per il nome... :D
      • Bunga Bunga Forever More scrive:
        Re: A proposito di progetti italiani..
        Infatti, potevano chiamarlo "LaMiFava" o "SuperXXXXXla" :-).- Scritto da: Mela avvelenata
        Sarà per il nome... :D
  • Niki scrive:
    Come Hymera, il linux made in italy ...
    Volunia finirà come il progetto Hymera, ve lo ricordate il "linux italiano"? La distro italiana che voleva conquistare il mondo......Gli do un anno di vita a Volunia. Poi lentamente sparirà fino ad essere dimenticata da tutti e ricordata da pochi solo al prossimo megafail made in italy.
    • Serghey Brin scrive:
      Re: Come Hymera, il linux made in italy ...
      - Scritto da: Niki
      Volunia finirà come il progetto Hymera, ve lo
      ricordate il "linux italiano"? La distro italiana
      che voleva conquistare il
      mondo......
      Gli do un anno di vita a Volunia. Poi lentamente
      sparirà fino ad essere dimenticata da tutti e
      ricordata da pochi solo al prossimo megafail made
      in
      italy.rotfl (rotfl)
    • Funz scrive:
      Re: Come Hymera, il linux made in italy ...
      - Scritto da: Niki
      Volunia finirà come il progetto Hymera, ve lo
      ricordate il "linux italiano"? La distro italiana
      che voleva conquistare il
      mondo......Però c'è Sabayon che è viva e vegeta, c'è Dyne:bolic, poi c'è Chakra che ha una buona componente italiana, e un sacco di altre distro che non conosco:http://distrowatch.com/search.php?ostype=All&category=All&origin=Italy&basedon=All¬basedon=None&desktop=All&architecture=All&status=Activeinsomma, non si può proprio dire che manchino le distro, italiane o meno... :)
      • Niki scrive:
        Re: Come Hymera, il linux made in italy ...
        Le distro linux italiane non mancano e non mancano contributi da parte di italiani a progetti open.Tuttavia Hymera puntava a diventare la Red Hat o Canonical italiana... Qualcosa di più di una ennesima distro gratuita.
  • Nome e cognome scrive:
    La privacy?
    Non mi piace l'idea di Volunia, ma è per un problema di privacy.Uso duckduckgo ( https://duckduckgo.com/ ) e ixquick ( http://www.ixquick.com/ ) come motori di ricerca perché non mi piace essere seguito su internet... quindi almeno le multinazionali come Google/Facebook le evito (anche grazie a una buona configurazione di adblock plus).Inoltre questi siti social che vogliono sapere tutto quello che fai... perché così possa essere condiviso non servono a una mazza.Per usarli serve un account registrato, così per partecipare ai commenti delle risorse trovate online vieni sempre e per sempre legato al commento e alla risorsa commentata. E' molto più sicuro usare IRC ed entrare in un canale tematico per chiedere qualcosa; perfino nei server dove l'IP non viene automaticamente nascosto c'è più privacy che su una chat <i
    social </i
    .Perchè il problema non è la "chat", anche a me piace chattare di qualcosa riguardo a un tema che mi interessa, ma non capisco perché devo farlo imbrigliato su un sito web (che sia volunia o facebook o altro) quando posso farlo con un programma fatto a posta per chattare e con più privacy e più features di un iframe. E' ovvio che i log vengono tenuti anche da un server di chat (oltre che dalla chat di un social network) ma almeno il server di chat non ti riesce a schedare così come puo' fare un social network (e pensa a facebook che ha oggetti javascript caricati da tutti i siti web col "mi piace") o come fa un motore di ricerca che registra i link che premi tra i risultati della ricerca così che lui sa cosa vai a guardare.
    • Dottor Stranamore scrive:
      Re: La privacy?
      - Scritto da: Nome e cognome
      Non mi piace l'idea di Volunia, ma è per un
      problema di
      privacy.

      Uso duckduckgo ( https://duckduckgo.com/ ) e
      ixquick ( http://www.ixquick.com/ ) come motori
      di ricerca perché non mi piace essere seguito su
      internet... quindi almeno le multinazionali come
      Google/Facebook le evito (anche grazie a una
      buona configurazione di adblock
      plus).

      Inoltre questi siti social che vogliono sapere
      tutto quello che fai... perché così possa essere
      condiviso non servono a una
      mazza.

      Per usarli serve un account registrato, così per
      partecipare ai commenti delle risorse trovate
      online vieni sempre e per sempre legato al
      commento e alla risorsa commentata. E' molto più
      sicuro usare IRC ed entrare in un canale tematico
      per chiedere qualcosa; perfino nei server dove
      l'IP non viene automaticamente nascosto c'è più
      privacy che su una chat <i
      social
      </i

      .
      Perchè il problema non è la "chat", anche a me
      piace chattare di qualcosa riguardo a un tema che
      mi interessa, ma non capisco perché devo farlo
      imbrigliato su un sito web E' un'idea vecchia, anni fa c'era un plugin di ICQ che permetteva di fare la stessa cosa, cioè di chattare con la gente presente sul sito che visitavi. Ma c'erano anche altri software con funzionalità di questo tipo.Hanno anche fatto una cosa simile per lasciare dei commenti alle pagine visitate (forse era Google? Non ricordo). Cmq tutti dei flop.E poi sì a livello di privacy non è il massimo.
      • Nome e cognome scrive:
        Re: La privacy?
        Non me lo ricordo questo plugin di ICQ. ICQ aveva la funzione manuale di "invio URL" in cui potevi mettere un semplice commento e un URL (magari per poi iniziare una chat sull'argomento), ma non ricordo che avesse qualcosa di automatico che comparisse in netscape o internet explorer (oltre a fiore-bottone di ICQ stesso) con cui discutere della pagina corrente. Certo che il glorioso ICQ dei vecchi tempi, quello per dire, in cui c'era la chat che inviava carattere-per-carattere oltre all'instant messager, era proprio figo :D Più o meno nell'epoca in cui a ICQ hanno tagliato un sacco di funzioni, stavo passando da windows a linux quindi per me ICQ (quello "originale") è sempre stato un gran programma, anche se so' che dopo è stato peggiorato. Peccato.Cmq si, di plugin (e/o toolbar) per lasciare dei commenti alle pagine visitate mi sembra anche a me che ci fossero già stati degli altri. Tutti flop come hai detto.
        • Dottor Stranamore scrive:
          Re: La privacy?
          - Scritto da: Nome e cognome
          Non me lo ricordo questo plugin di ICQ. Allora prima erano nati Gooey e Odigo che facevano questa cosa e li avevo scoperti grazie alla rivista Internet.News. Credo fosse poco prima del 2000. Poi ICQ creò ICQ-surf che era il plugin con questa funzione.I primi due avevano il problema che siccome non li aveva installati molta gente alla fine potevi chattare solo sul sito del programma stesso, perché sugli altri non trovavi nessuno.Con icq-surf invece se andavi su siti con tanti visitatori trovavi utenti online, ma era gente che neanche si ricordava più di averlo installato. Oppure c'erano chattate caotiche e senza senso tra i vari utenti.
    • gino gini scrive:
      Re: La privacy?
      consumi una quantità di XXXXX così alta da essere così preoccupato per la tua privacy?
    • UDS scrive:
      Re: La privacy?
      Se il tuo livello di paranoia è così alto, non usare Internet.E' un controsenso.
    • ZLoneW scrive:
      Re: La privacy?
      - Scritto da: Nome e cognome
      ixquick ( http://www.ixquick.com/ )Non conoscevo, grazie.
  • belin scrive:
    Gli Italiani...
    Non si meritano nulla sanno unicamente criticare, e quando qualcuno fa qualcosa vanno sempre a cercare la magagna tanto qualcosa ai loro occhi esiste sicuramente!.Tenetevi monti,berlusconi perche' riflettono benissimo questo paese! :D
    • Dottor Stranamore scrive:
      Re: Gli Italiani...
      - Scritto da: belin
      Non si meritano nulla sanno unicamente criticare,Ti lamenti di chi critica e al tempo stesso fai una critica a un popolo intero.
      • illegale scrive:
        Re: Gli Italiani...
        - Scritto da: Dottor Stranamore
        - Scritto da: belin

        Non si meritano nulla sanno unicamente
        criticare,

        Ti lamenti di chi critica e al tempo stesso fai
        una critica a un popolo
        intero.In effetti... la coerenza innanzitutto dire. :'(
  • alfu scrive:
    riflettete prima
    vorrei vedere ciascuno di voi cimentarsi con un progetto simile, per quanto deludente sia: non è mica come fare il sito del pasticciere all'angolo eh.E poi oggi è difficile avere un'idea originale: è stato già inventato tutto, ogni servizio è gia disponibile. Nel 99% dei casi si tratta di reinventare la ruota, e Volunia non fa eccezione.
    • Dottor Stranamore scrive:
      Re: riflettete prima
      - Scritto da: alfu
      vorrei vedere ciascuno di voi cimentarsi con un
      progetto simileIo no, non sono così sadico.
    • Mela avvelenata scrive:
      Re: riflettete prima
      - Scritto da: alfu
      vorrei vedere ciascuno di voi cimentarsi con un
      progetto simile, per quanto deludente sia: non è
      mica come fare il sito del pasticciere all'angolo
      eh.non si possono nemmeno fare critiche costruttive?
      E poi oggi è difficile avere un'idea originale: è
      stato già inventato tutto, ogni servizio è gia
      disponibile. Nel 99% dei casi si tratta di
      reinventare la ruota, e Volunia non fa
      eccezione.Sicuramente, ma il settore "search" non ha bisogno di un nuovo attore: al creatore di Volunia gli conveniva proporre il progetto direttamente a Google o Facebook, e vedere se lo assumevano...
    • MegaJock scrive:
      Re: riflettete prima
      - Scritto da: alfu
      vorrei vedere ciascuno di voi cimentarsi con un
      progetto simile, per quanto deludente sia: non è
      mica come fare il sito del pasticciere all'angolo
      eh.Perchè? Dovrei costruire anche un 747 in garage magari?

      E poi oggi è difficile avere un'idea originale: è
      stato già inventato tutto, ogni servizio è gia
      disponibile. Nel 99% dei casi si tratta di
      reinventare la ruota, e Volunia non fa
      eccezione.Balle. Si pensava così anche all'inizio del '900. "È già stato inventato tutto" è la scusa dei pigri e dei mediocri.
  • Passante scrive:
    L'italia e le Startup
    Idea inesistente eseguita ancora peggio.All'estero una startup del genere non avrebbe trovato nemmeno lo spazio sui giornali di settore.Qui in Italia invece si legge qualcosa perfino per uno sternuto del team (vedi articolo sopra).E' cosi' povera la scena italiana?Tirare su la nazione significa anche cambiare mentalita' ed iniziare a dare spazio a chi veramente se lo merita, non ai venditori di fumo.
    • Dottor Stranamore scrive:
      Re: L'italia e le Startup
      - Scritto da: Passante
      E' cosi' povera la scena italiana?
      Là hanno un sacco di aziende che fanno centinaia di milioni di debiti per anni.Da noi Twitter come la facevi? Come spiegavi a una banca la richiesta di un prestito dicendo che avresti speso milioni di dollari per anni senza avere la più pallida idea di come guadagnare?Oppure Youtube, un sito dove tutti possono caricare video. Se lo aprivi da noi venivano i marines in casa e ti facevano secco come se fossi Bin Laden.O itunes, andavi dalle major e dicevi: "Salve vorrei fare un software dove vendere i vostri film e canzoni" "tu italiano vuoi fare questo? Ma sparisci! Ah salve Steve...cosa??? Un software dove vendere musica??? Non ci avevamo mai pensato!! GENIALE"
      • Sgabbio scrive:
        Re: L'italia e le Startup
        Considerando il modo di fare che ci sono in italia, quando provi a fare una piattaforma simile, per uno starnuto di sequestrano tutto e muori, per la lentezza delle giustizia italiana.Oppure se vai avanti, arriva un azienda che campa si schifezze da bimboXXXXXXX che ti compra e poi ti uccide.
        • Dottor Stranamore scrive:
          Re: L'italia e le Startup
          - Scritto da: Sgabbio
          Considerando il modo di fare che ci sono in
          italia, quando provi a fare una piattaforma
          simile, per uno starnuto di sequestrano tutto e
          muori, per la lentezza delle giustizia
          italiana.

          Oppure se vai avanti, arriva un azienda che campa
          si schifezze da bimboXXXXXXX che ti compra e poi
          ti
          uccide.Il problema dell'Italia è stato Cuccia e la mentalità della gente intorno a lui.Per lui Omnitel era una boiata da fare perché c'era la STET.E Mediaset non era sicura come azienda perché se falliva potevi solo sequestrare l'antenna, non come un opificio che ha beni tangibili.Ecco perché Olivetti fece una brutta fine e l'Italia ha solo investito nel mattone e in pochi altri settori. I banchieri ragionavano come degli uomini dell'800.
          • avoja scrive:
            Re: L'italia e le Startup
            Non che i banchieri stranieri solitamente presi ad esempio (americani) siano molto meglio. Hanno ragionato come banchieri degli anni 2000, ma hanno anche creato la crisi finanziaria più pesante della storia... e c'era comunque di mezzo il mattone. Gli spagnoli poi.... dovevano aver fatto chissà quale salto di mentalità negli ultimi 10 anni, invece hanno banche messe peggio delle nostre e..... le conseguenze di una bolla immobiliare....Questo per dire che l'Italia avrà anche tanti problemi, ma non è vero che gli altri siano sempre ed immancabilmente più avanti di noi, anzi... e non è nemmeno vero che un'idea concepita nel 2012 debba essere migliore rispetto ad una più datata. Su certe cose la mentalità del 1933 (Glass-Steagall Act) è ancora superiore a quella di oggi (non a caso nessuna bolla subprime se non dopo l'abolizione di quella legge). (Scusate per l'O.T. :P)
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: L'italia e le Startup
            - Scritto da: avoja
            Questo per dire che l'Italia avrà anche tanti
            problemi, ma non è vero che gli altri siano
            sempre ed immancabilmente più avanti di noiNel fatto di investimenti nell'IT sono più avanti sì. Le nostre banche hanno investito nei titoli di stato, nei titoli azionari dei soliti 3-4 gruppi industriali e tanto tanto nel mattone. Un sacco di palazzoni vuoti che nessuno vuole.Poi che ci siano state bolle speculative non ci piove in USA, ma non era tutto una bolla e là ci sono aziende ricchissime. Anche se pure queste pagano poche tasse perché negli Stati Uniti puoi mettere la sede fiscale nello stato che vuoi. Un po' come da noi che si può mettere in Irlanda o Lussemburgo.
      • Mela avvelenata scrive:
        Re: L'italia e le Startup
        - Scritto da: Dottor Stranamore
        - Scritto da: Passante

        E' cosi' povera la scena italiana?



        Là hanno un sacco di aziende che fanno centinaia
        di milioni di debiti per
        anni.
        Da noi Twitter come la facevi? Come spiegavi a
        una banca la richiesta di un prestito dicendo che
        avresti speso milioni di dollari per anni senza
        avere la più pallida idea di come
        guadagnare?
        Oppure Youtube, un sito dove tutti possono
        caricare video. Se lo aprivi da noi venivano i
        marines in casa e ti facevano secco come se fossi
        Bin
        Laden.
        O itunes, andavi dalle major e dicevi: "Salve
        vorrei fare un software dove vendere i vostri
        film e canzoni" "tu italiano vuoi fare questo? Ma
        sparisci! Ah salve Steve...cosa??? Un software
        dove vendere musica??? Non ci avevamo mai
        pensato!!
        GENIALE"(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Rido per non piangere...qua in Italia le banche non hanno nemmeno idea cosa sia una start up!
    • societainso lutiacchia ppiesclusi vi scrive:
      Re: L'italia e le Startup
      Benvenute nelle startup future dell'agenda digitale .. e (tra qualche mese) del connesso finanziamento pubblico delle idee "innovative" ..P.S. maperché non abbassano le tasse Monti &ccì, invece di regalare soldi a muzzo?
      • Dottor Stranamore scrive:
        Re: L'italia e le Startup
        - Scritto da: societainso lutiacchia ppiesclusi vi
        P.S. maperché non abbassano le tasse Monti &ccì,
        invece di regalare soldi a
        muzzo?E' semplice, perché non possono. Devono pagare i tassi d'interesse sui titoli e non andare in deficit.Cosa volete che faccia Monti in questo momento? Per anni ci sono stati PD e PDL e ora la colpa è di Monti? E' come se un'azienda fallisce e si dà la colpa al curatore fallimentare.Bisognerebbe far pagare le tasse a tutti e poi abbassarle. Se non fossimo in Europa potremmo eliminare l'uso del contante come stanno facendo in Svezia. Non risolverebbe tutti i problemi, però eliminerebbe molta economia in nero. Ovviamente come uno tira fuori questa idea vengono fuori i difensori della privacy, i nemici delle banche ecc...
        • Sgabbio scrive:
          Re: L'italia e le Startup
          Sinceramente abolire il contante è una idiozia....anche i bambini devono farsi un concorrente ? :D
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: L'italia e le Startup
            - Scritto da: Sgabbio
            Sinceramente abolire il contante è una
            idiozia....anche i bambini devono farsi un
            concorrente ?
            :DAllora la Gabanelli è un'idiota e gli svedesi sono idioti e tu sei un genio.Da noi non si può fare perché usiamo l'Euro e siccome la banconota più grande è da 500 euro (Fra l'altro usata solo per riciclare) non si può vietare il contante al di sotto di questa cifra. La Svezia non usa l'euro quindi non ha questo problema.Comunque l'idea è che tassi al 30% il contante al prelievo. Quindi per le piccole spese se vuoi puoi ancora usarlo. E se un elettricista per esempio non ti vuole fare la fattura non è in grado di farti uno sconto conveniente. Quindi se paghi lo stesso con contante lo stato ha comunque preso la sua tassa. Se paghi con uno strumento tracciabile il professionista è meglio che ti faccia la fattura.
          • joceline scrive:
            Re: L'italia e le Startup
            - Scritto da: Dottor Stranamore
            - Scritto da: Sgabbio

            Sinceramente abolire il contante è una

            idiozia....anche i bambini devono farsi un

            concorrente ?

            :D

            Allora la Gabanelli è un'idiota e gli svedesi
            sono idioti e tu sei un
            genio.
            Da noi non si può fare perché usiamo l'Euro e
            siccome la banconota più grande è da 500 euro
            (Fra l'altro usata solo per riciclare) non si può
            vietare il contante al di sotto di questa cifra.
            La Svezia non usa l'euro quindi non ha questo
            problema.

            Comunque l'idea è che tassi al 30% il contante al
            prelievo. Quindi per le piccole spese se vuoi
            puoi ancora usarlo. E se un elettricista per
            esempio non ti vuole fare la fattura non è in
            grado di farti uno sconto conveniente. Quindi se
            paghi lo stesso con contante lo stato ha comunque
            preso la sua tassa. Se paghi con uno strumento
            tracciabile il professionista è meglio che ti
            faccia la
            fattura.si bravo aboliamo i contanti.tutto il potere alle banche e allo stato.con un clik al computer sei finito.e ricorda che sappiamo che hai comprato quel tale libro,sappiamo che hai versato dei soldi per quella causa, sappiamotutto, tutto registrato, tutto analizzato da integerrimi funzionari che fanno sicuramente solo il tuo bene e ti difendono dai cattivi.
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: L'italia e le Startup
            - Scritto da: Sgabbio
            Sinceramente abolire il contante è una
            idiozia....anche i bambini devono farsi un
            concorrente ?
            :DIl commentatore ha cancellato il messaggio perché c'era scritto "Allora la Gabanelli è un idiota, gli svedesi sono idioti e tu sei un genio", ma il moderatore dovrebbe anche capire il senso della frase e non moderare come un robot, perché all'interon del contesto intendeva l'esatto opposto.
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: L'italia e le Startup
            - Scritto da: Dottor Stranamore
            - Scritto da: Sgabbio

            Sinceramente abolire il contante è una

            idiozia....anche i bambini devono farsi un

            concorrente ?

            :D

            Il commentatoreoops il moderatore.Cmq va scrivo qui sperando che il moderatore non cancelli.Quello che avevano proposto era di tassare al 30% il contante. Così per le piccole spese di pochi centesimi non ti cambia la vita. E per il resto usi strumenti tracciabili come il bancomat o la carta di credito per non pagare la tassa. Il libero professionista non potrà proporti lo sconto perché con una tassa del 30% al prelievo del contante non sarà mai conveniente per te e preferirai pagare con la carta, ma se pagherai in contanti in ogni caso lo stato avrà preso i suoi soldi.In Italia non si può fare perché siamo dentro l'Euro e non si può vietare l'uso del contante dai 500 euro in giù, perché ci sono le banconote da 500 euro. La Svezia non usa l'euro e quindi non ha questi problemi.
        • ZLoneW scrive:
          Re: L'italia e le Startup
          - Scritto da: Dottor Stranamore
          Cosa volete che faccia Monti in questo momento?Quello che avrebbe dovuto fare sei mesi fa: via i privilegi.A cominciare dal tetto di 5-6mila Euro massimo alle pensioni retributive, non cumulabili con altro beneficio pensionistico non contributivo o altro incarico o professione.Soldi facili, immediati e copiosi. E soprattutto privi di effetti recessivi.
          Per anni ci sono stati PD e PDL e ora la colpa è
          di Monti?E' o no un'emergenza, quella che Monti è stato chiamato a gestire?
          E' come se un'azienda fallisce e si dà la colpa
          al curatore fallimentare.Se il curatore non fa bene il suo lavoro, la colpa è sua, non delle gestioni precedenti.
          Bisognerebbe far pagare le tasse a tutti e poi
          abbassarle.Assolutamente sacrosanto.
          Se non fossimo in Europa potremmo
          eliminare l'uso del contante come stanno facendo
          in Svezia. Non risolverebbe tutti i problemi,
          però eliminerebbe molta economia in nero.E' utile, ma non è una panacea. Tra l'altro, i costi delle transazioni elettroniche qui sono troppo alti.
          • PuntoH scrive:
            Re: L'italia e le Startup
            - Scritto da: ZLoneW
            - Scritto da: Dottor Stranamore
            Cosa volete che faccia Monti in questo
            momento?

            Quello che avrebbe dovuto fare sei mesi fa: via i
            privilegi.Subito, pero'. Presto che é tardi...

            A cominciare dal tetto di 5-6mila Euro massimo
            alle pensioni retributive, non cumulabili con
            altro beneficio pensionistico non contributivo o
            altro incarico o
            professione.

            Soldi facili, immediati e copiosi. E soprattutto
            privi di effetti
            recessivi.Concordo. Un bel tetto alle pensioni (anche retroattivo).In fondo i soldi li hanno giá fatti in passato. Ora, come é giusto, un bel sacrificio da parte di tutti.Non sarebbe popolare? Chiedetelo al popolo, non ai superpensionati!



            Per anni ci sono stati PD e PDL e ora la
            colpa
            è

            di Monti?

            E' o no un'emergenza, quella che Monti è stato
            chiamato a gestire?Si! E a quanto pare si scontra la sua voglia di fare riforme, con la triste burocrazia del passato che lo impantana nei meandri della casta.



            E' come se un'azienda fallisce e si dà la
            colpa

            al curatore fallimentare.

            Se il curatore non fa bene il suo lavoro, la
            colpa è sua, non delle gestioni
            precedenti.La colpa é di tutti (e quindi di nessuno).Il problema é che il meccanismo é rotto, anche se lubrifichi, i pezzi sono sconnessi. Va cambiato!



            Bisognerebbe far pagare le tasse a tutti e
            poi

            abbassarle.

            Assolutamente sacrosanto.E qui eliminare il contante aiuta. Solo transazioni controllabili.I costi transazione vanno regolamentati dal governo (e che cavolo, governi, no?) e i profitti calcolati non sulla singola transazione ma sul numero.



            Se non fossimo in Europa potremmo

            eliminare l'uso del contante come stanno
            facendo

            in Svezia. Non risolverebbe tutti i problemi,

            però eliminerebbe molta economia in nero.

            E' utile, ma non è una panacea. Tra l'altro, i
            costi delle transazioni elettroniche qui sono
            troppo
            alti.
        • Mela avvelenata scrive:
          Re: L'italia e le Startup
          - Scritto da: Dottor Stranamore
          Se non fossimo in Europa potremmo
          eliminare l'uso del contante come stanno facendo
          in Svezia. Non risolverebbe tutti i problemi,
          però eliminerebbe molta economia in nero.
          Ovviamente come uno tira fuori questa idea
          vengono fuori i difensori della privacy, i nemici
          delle banche
          ecc...Senza contare gli "amici degli anziani"...ah, finchè ci saranno anziani disinformatizzati qua in Italia non verrà mai eliminato il contante, mai!
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: L'italia e le Startup
            - Scritto da: Mela avvelenata
            Senza contare gli "amici degli anziani"...ah,
            finchè ci saranno anziani disinformatizzati qua
            in Italia non verrà mai eliminato il contante,
            mai!Non è che per dare un bancomat bisogna essere informatizzati. Mio padre ha 96 anni e usa il bancomat. C'era prima che si diffondesse Internet. E se non dai altre scelte stai sicuro che si aggiornano, mica muoiono di fame.
          • Mela avvelenata scrive:
            Re: L'italia e le Startup
            - Scritto da: Dottor Stranamore
            - Scritto da: Mela avvelenata

            Senza contare gli "amici degli anziani"...ah,

            finchè ci saranno anziani disinformatizzati
            qua

            in Italia non verrà mai eliminato il
            contante,

            mai!

            Non è che per dare un bancomat bisogna essere
            informatizzati. Mio padre ha 96 anni e usa il
            bancomat. C'era prima che si diffondesse
            Internet. E se non dai altre scelte stai sicuro
            che si aggiornano, mica muoiono di
            fame.Fidati, per uno come tuo padre ce ne sono 100 che non saprebbero da dove cominciare...e non perchè non sono in grado di imparare, è perchè non vogliono, sono refrattari a qualunque "novità"! Addirittura gente che va in pensione, che sul lavoro utilizzava quotidianamente il pc, mi ha confessato che non è intenzionata ad utilizzare più mezzi informatici (eccetto il cellulare), in futuro...
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: L'italia e le Startup
            - Scritto da: Mela avvelenata
            - Scritto da: Dottor Stranamore

            - Scritto da: Mela avvelenata


            Senza contare gli "amici degli
            anziani"...ah,


            finchè ci saranno anziani
            disinformatizzati

            qua


            in Italia non verrà mai eliminato il

            contante,


            mai!



            Non è che per dare un bancomat bisogna essere

            informatizzati. Mio padre ha 96 anni e usa il

            bancomat. C'era prima che si diffondesse

            Internet. E se non dai altre scelte stai
            sicuro

            che si aggiornano, mica muoiono di

            fame.

            Fidati, per uno come tuo padre ce ne sono 100 che
            non saprebbero da dove cominciare...e non perchè
            non sono in grado di imparare, è perchè non
            vogliono, sono refrattari a qualunque "novità"!
            Addirittura gente che va in pensione, che sul
            lavoro utilizzava quotidianamente il pc, mi ha
            confessato che non è intenzionata ad utilizzare
            più mezzi informatici (eccetto il cellulare), in
            futuro...Pensa che mio padre ha iniziato a usare il PC a 89 anni e da allora gioca con i videogiochi quotidianamente.Comunque hanno fatto vedere a Report che ci sono delle soluzioni tramite cellulare molto comode per pagare. C'è un bar a Milano che accetta questo sistema di pagamento dove ti basta appoggiare il cellulare e dare l'ok.In Polonia in tantissimi usano questo metodo per pagare il caffé al bar.
          • Mela avvelenata scrive:
            Re: L'italia e le Startup
            - Scritto da: Dottor Stranamore
            Pensa che mio padre ha iniziato a usare il PC a
            89 anni e da allora gioca con i videogiochi
            quotidianamente.Eh eh, notevole, notevole davvero!
            Comunque hanno fatto vedere a Report che ci sono
            delle soluzioni tramite cellulare molto comode
            per pagare. C'è un bar a Milano che accetta
            questo sistema di pagamento dove ti basta
            appoggiare il cellulare e dare
            l'ok.
            In Polonia in tantissimi usano questo metodo per
            pagare il caffé al
            bar.Anche in Giappone mi pare che ciò fosse possibile già da alcuni anni, anche per pagare il biglietto del treno/metropolitana. Con il proliferare di dispositivi con tecnologia NFC questi sistemi di pagamento saranno sempre più diffusi (nel resto del mondo, perchè in Italia ho i miei dubbi!)http://it.wikipedia.org/wiki/Near_Field_Communication
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: L'italia e le Startup
            - Scritto da: Mela avvelenata
            perchè in Italia ho i miei
            dubbi!)
            Da noi i cellulari però sono molto popolari tanto quanto il nero.
        • MegaJock scrive:
          Re: L'italia e le Startup
          - Scritto da: Dottor Stranamore
          Cosa volete che faccia Monti in questo momento?Darsi fuoco in diretta TV sarebbe un buon inizio.
    • Luca Pinello scrive:
      Re: L'italia e le Startup
      Concordo pienamente, se non conosci le persone giuste qui in Italia hai una visibilita' pari a zero.Vivo da un anno a Boston e la nostra startup: www.lillipuz.com http://itunes.apple.com/it/app/lillipuz/id525323391meta' in Italia e meta' negli USA ha piu' visibilita' negli USA dove non conosciamo nessuno.Ho provato a scrivere a punto informatico diverse volte ma evidentemente non siamo interessanti quanto Volunia...In ogni caso spero che riescano a risollevare il progetto e a lanciarlo nel modo giusto.Luca
  • Stefano scrive:
    Volunia
    Volunia sta diventando sempre più interessante, ottimo lavoro fin qui ;
  • Gian Marco Tedaldi scrive:
    Stiamo scherzando?
    Luca Annunziata, che seguo da tempo, è una sicurezza di cristallinità ma in questo "sbrodolamento" ha perso dei, miei personalissimi, punti.Non vorrà certo far passare il concetto che Volunia sia paragonabile a Bing e, anche solo, possa guardare da lontano Google vero?Su Chrome la finistra che invita ad installare il plugin (di Chrome appunto) si vede per metà, ed è tutto dire.La ricerca di persone è penosa e, per un motore di ricerca "sociale" come si definisce Volunia, le informazioni che elabora sono pari allo 0.Insomma un motore di ricerca mediocre con pochissime utilità e che incrocia i dati in modo nullo.
    • Luca Annunziata scrive:
      Re: Stiamo scherzando?
      hai letto il pezzo, no dico, non si comprendono i limiti della piattaforma? :)a ogni modo, a me il plugin non ha mostrato alcun problema, la rappresentazione grafica era perfetta
      • Gian Marco Tedaldi scrive:
        Re: Stiamo scherzando?
        Certo Luca, si comprendono i limiti della piattaforma, specialmente nella conclusione con il tanto fumo sparso nel web e la poca sostanza del progetto.In buona sostanza ciò che doveva avere di nuovo questa start-up è stato, per ora direi, completamente disatteso.Vista la presentazione e i sei mesi d'attesa mi sarei aspettato un commento già da subito su tutto il progetto e, nell'analisi delle SERP, un occhio di riguardo a ciò che ci si aspettava come dati analizzati e la loro pressoché totale assenza.Insomma non solo Volunia è ad una fase embrionale a 6 mesi dal pomposo lancio pubblico, non solo non aggiunge nulla che già si trova su motori di ricerca minori (senza credere che i competitor diretti siano addirittura del calibro dei 10 milioni di server Google) ma nemmeno centra, a mio avviso, nessuna delle strade percorribili per il raggiungimento di anche solo uno degli obbiettivi proposti.
        • Luca Annunziata scrive:
          Re: Stiamo scherzando?
          indirettamente è stato fatto: par di capire che Volunia presenti i dati "grezzi" di Bing, laddove MSFT invece li elabora (e li condisce con altri servizi)è il risultato dell'accorpamento diretto di un API con una interfaccia che costruisce il layer sociale sopra il searchil risultato è ovviamente molto demo e poco "finito"a suo tempo abbiamo detto su queste pagine di Volunia, oggi ci hanno offerto un video e ci siamo tornati per valutareprobabilmente il giudizio non cambia, resta da capire in che direzione si muoverà la startup: sviluppo o cessione di quanto già sviluppato? difficile ricevere al momento risposte di questo tipo, sarebbero controproducenti
  • Alfio Vuolo scrive:
    Marchiori e per loro non ti dispiace?
    Ho pensato sin dall'inizio che l'idea di Volunia fosse geniale e continuo a pensarlo. La gestione del progetto è stata disastrosa con l'epilogo finale della lettera di Marchiori (lascio Volunia ma sono stato cacciato O_O).... Il video mostra dei ragazzi, finalmente, al centro di un progetto ma senza una guida e con una struttura magnifica
    • Mela avvelenata scrive:
      Re: Marchiori e per loro non ti dispiace?
      - Scritto da: Alfio Vuolo
      Ho pensato sin dall'inizio che l'idea di Volunia
      fosse geniale e continuo a pensarlo. La gestione
      del progetto è stata disastrosa con l'epilogo
      finale della lettera di Marchiori (lascio Volunia
      ma sono stato cacciato O_O)....


      Il video mostra dei ragazzi, finalmente, al
      centro di un progetto ma senza una guida e con
      una struttura
      magnificaTutto molto bello, finchè non accendi il cervello...
  • MegaJock scrive:
    Un video...
    ... Fantastico. Non vediamo l'ora di vedere la presentazione powerpoint.E poi la conferenza stampa in cui si annuncerà l'esternalizzazione delle funzioni di ricerca a Bing e quelle di social networking a Facebook.Infine la classica risposta alle critiche: "Se non avete mai costruito un motore di ricerca, tacete".Non vediamo l'ora dell'annuncio a reti unificate della creazione di un canale twitter per gli aggiornamenti (rigorosamente trimestrali) sull'andamento del progetto.
  • Anonimo scrive:
    E le novità quali sarebbero?
    Nulla che chiunque altro sviluppatore web non è in grado di fare in si e no un mese di lavoro (A voler stare belli larghi)....
    • hhhjjj scrive:
      Re: E le novità quali sarebbero?
      Nulla e' impossibile per chi non lo deve fare...
    • illegale scrive:
      Re: E le novità quali sarebbero?
      - Scritto da: Anonimo
      Nulla che chiunque altro sviluppatore web non è
      in grado di fare in si e no un mese di lavoro (A
      voler stare belli
      larghi)....Sì vabbè una settimana guarda. Secondo te UNA SOLA PERSONA sviluppa 'sta roba in meno di un mese? Ma perché bisogna sempre fare a gare a spararla grossa? Sicuramente non è un granché, ma sicuramente non è neanche il lavoro che una persona sola è in grado di tirar fuori in un mese da zero, cacchio. Se avessi detto 8-10 mesi potrei capire (e per carità, non sto certo dicendo che l'equivalente di 8-10 mesi di forza lavoro di una persona siano un traguardo di cui un sito che vorrebbe essere "importante" possa vantarsi).
    • avoja scrive:
      Re: E le novità quali sarebbero?
      Ho visto sul blog che cercano uno sviluppatore web. Si faccia assumere, che a settembre avremo finalmente SuperVolunia. Sicuramente la prendono se dimostra di poter fare tutto quanto in un mese :P
Chiudi i commenti