BlueStacks, app Android per Windows

Disponibile la versione alpha del software di virtualizzazione che fa girare le applicazioni mobile Android in ambiente Windows

Roma – Si torna a parlare di BlueStacks, ambiziosa tecnologia che punta a far girare sulle piattaforme Microsoft le app mobile di Google. La start-up al lavoro sul progetto ha appena rilasciato una versione alpha del player per Windows.

Il lettore di applicazioni consente di visualizzare giochi e programmi concepiti per Android su PC desktop, laptop e tablet mossi dai sistemi operativi Microsoft. L’opzione per la visualizzazione a schermo intero, che forza verso l’alto la risoluzione mobile, è già attiva. I pulsanti “fisici” tipici dei Googlefonini finiscono nella parte superiore del display.

Il runtime scritto per l’architettura x86 supporta tastiere, mouse e touchpad, come fa l’emulatore PC ufficiale dedicato ai test degli sviluppatori Google. È anche possibile utilizzare la webcam installata sull’OS Microsoft dall’interno di una app di chat video androide.

Contemporaneamente BlueStacks ha rilasciato anche “Cloud Connect”, interessante client che consente di appoggiarsi alla nuvola per tenere sempre sincronizzate le applicazioni presenti sul terminale mobile Android con quelle scaricate sul PC Windows.

Roberto Pulito

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • the_speck scrive:
    C'e' anche chi ha risposto?
    Come da oggetto. Disobbedienza civile? O utonti cerebrolesi? :)
  • giuseppe bg scrive:
    Costo troppo alto
    Se i giochi costassero al massimo 5 euro , non ci sarebbe motivo utile per condividere.Sopprattuto per i giochi moderni ,che in 3 giorni li finisci.Però sappiamo tutti che è più facile arrestare un 12enne perchè cercava di scaricare il gioco del re leone,piuttosto che utilizzare un pò di buon senso.
  • Metal_neo scrive:
    Rendere la pirateria sconveniente
    Le softwarehouse devo adattarsi per rendere le copie pirata sconvenienti. Continuano ad introdurre metodi di protezione che infastidiscono solamente i legittimi proprietari dei giochi. I prezzi sono esagerati e sproporzionati (giochi scadenti a 60 come altri capolavori).È un po' come farsi il pane a casa. I panifici guadagnano meno ma sicuramente li trovi un pane decisamente più buono e di qualità.
    • Sgabbio scrive:
      Re: Rendere la pirateria sconveniente
      Bhe, prima di tutto non devono disincentivare l'acquisto. Se uno sa i mille paletti che deve subire quando acquista un gioco su pc, perde la voglia.
      • prova123 scrive:
        Re: Rendere la pirateria sconveniente
        Il primo fra tutto che odio dal profondo è la connessione internet permanente per giocare in single player ... da completi dementi. In questi casi acquisto il gioco originale perche mi piace averlo originale, ma solo dopo che ho scaricato il crack.
  • formichiere scrive:
    non ci fermeranno mai
    perche' dovrei pagare per una copia che posso trovare gratis, se questi non riescono a vendere e' giusto che la loro naturale evoluzione professionale sia l'estinzione, dobbiamo combattere condividendo il piu' possibile il materiale protetto per diffondere la cultura, non ci fermeranno mai, se questi fanno giochi di scarsa qualita' non meritano di essere pagati, dovrebbero puntare su altro (tipo delle rappresentazioni dal vivo del gioco, magari con attori o marionette)manca altro?
    • Magenta scrive:
      Re: non ci fermeranno mai
      - Scritto da: formichiere
      dovrebbero puntare su altro (tipo delle
      rappresentazioni dal vivo del gioco, magari con
      attori o marionette)Ma sei serio sulle rappresentazioni dal vivo?Tu pagheresti per queste cose, rispondi onestamente.Se devi pagare un valore aggiunto non e' forse meglio pagare per un bel paccone di livelli aggiuntivi oppure armi e personaggi personalizzati piuttosto che per vedere quattro giullari che saltano?
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: non ci fermeranno mai
        contenuto non disponibile
      • panda rossa scrive:
        Re: non ci fermeranno mai
        - Scritto da: Magenta
        Se devi pagare un valore aggiunto non e' forse
        meglio pagare per un bel paccone di livelli
        aggiuntivi oppure armi e personaggi
        personalizzati piuttosto che per vedere quattro
        giullari che
        saltano?Se il game e' moddabile, dagli un anno e la rete si riempie di livelli, armi personaggi e scenari fatti dai fans, tutto gratis!Se il game invece non e' moddabile, allora fa schifo.
      • panda rossa scrive:
        Re: non ci fermeranno mai
        - Scritto da: Hedgefox
        - Scritto da: Magenta



        Ma sei serio sulle rappresentazioni dal vivo?

        Tu pagheresti per queste cose, rispondi

        onestamente.

        Io lo farei :)Questa per esempio e' un capolavoro.[yt]G0LtUX_6IXY[/yt]
        • sbrotfl scrive:
          Re: non ci fermeranno mai
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: Hedgefox

          - Scritto da: Magenta





          Ma sei serio sulle rappresentazioni dal
          vivo?


          Tu pagheresti per queste cose, rispondi


          onestamente.



          Io lo farei :)

          Questa per esempio e' un capolavoro.
          [yt]G0LtUX_6IXY[/yt]LOLGeniale
    • Vim scrive:
      Re: non ci fermeranno mai
      - Scritto da: formichiere
      perche' dovrei pagare per una copia che posso
      trovare gratis, se questi non riescono a vendere
      e' giusto che la loro naturale evoluzione
      professionale sia l'estinzione, dobbiamo
      combattere condividendo il piu' possibile il
      materiale protetto per diffondere la cultura, non
      ci fermeranno mai, se questi fanno giochi di
      scarsa qualita' non meritano di essere pagati,
      dovrebbero puntare su altro (tipo delle
      rappresentazioni dal vivo del gioco, magari con
      attori o
      marionette)

      manca altro?Non sono d'accordoIo sarei favorevole ad una cosa più equa e cioè aver i videogiochi ad un prezzo più abbordabile. Non è possibile dover spendere 60 euro per un gioco appena uscito. Non sono neanche d'accordo sul fatto che per questo debba esser scaricato. Se un gioco mi piace lo compro, anche perchè mi piace averlo originale ma la cosa che mi secca è dover tirare fuori secchiate di soldi per rimanere nella legalità. Oltre al fatto che devo per forza scegliere un gioco anche se ne vorrei acquistare 3(facendo quindi perdere ipotetici guadagni alle case che producono gli altri due giochi)...Se costassero 30 euro invece che 60 secondo me venderebbero di più oltre che limiterebbero la pirateria
      • Jacopo Monegato scrive:
        Re: non ci fermeranno mai
        ricordiamo i "grandi" giochi a 5 euro su steam... il primo giorno dopo un'ora o due avevano esaurito i seriali disponibili. Non ho il link sottomano ma di sicuro qualcuno se lo ricorda
      • prova123 scrive:
        Re: non ci fermeranno mai
        C'è stato un momento di barlume della ragione in cui i giochi costavano 19.90 Euri ... a fare strada era stata la Fx ...
      • Nicola Ramoso scrive:
        Re: non ci fermeranno mai
        è quello che dico io da secoli..
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: non ci fermeranno mai
      - Scritto da: formichiere
      perche' dovrei pagare per una copia che posso
      trovare gratis, se questi non riescono a vendere
      e' giusto che la loro naturale evoluzione
      professionale sia l'estinzione, dobbiamo
      combattere condividendo il piu' possibile il
      materiale protetto per diffondere la cultura, non
      ci fermeranno mai, se questi fanno giochi di
      scarsa qualita' non meritano di essere pagati,
      dovrebbero puntare su altro Vero
      (tipo delle
      rappresentazioni dal vivo del gioco, magari con
      attori o
      marionette)No: tipo le arcade machine, o tipo il gioco online.
      • Bigia scrive:
        Re: non ci fermeranno mai
        Mame, questo sconosciuto...
        • Sgabbio scrive:
          Re: non ci fermeranno mai
          Il mame non emula ancora tutto l'uscibile coin op, ci sono un sacco di piattaforme non ancora emulate o volutamente non emulate.
          • prova123 scrive:
            Re: non ci fermeranno mai
            Ma di coinup per Mame, FBA, Nebula e Neods (nds) ce ne sono tanti da far ribaltare anche un bulimico di arcade ... solo per citare quelli che mi sono venuti in mente nei primi 10 secondi... nel 1997 era tutto grasso che colava averne una decina con audio e scanlines ...
          • Sgabbio scrive:
            Re: non ci fermeranno mai
            Bhe si, adesso il mame emula un fottio di cose, certi emulatori come il nebula esistono anche grazie al meme.Vabbè che il nebula era nato come solo emu delle cps2.. :D
          • prova123 scrive:
            Re: non ci fermeranno mai
            Sono d'accordo. Il mio riferimento era solo per indicare il numero di giochi "disponibili" e la "necessità" di avere l'ultimo arcade emulato.
          • prova123 scrive:
            Re: non ci fermeranno mai
            Tanto per fare il nostalgico :'( anche lo Zinc completo non è male (Playstation da bar...)
          • prova123 scrive:
            Re: non ci fermeranno mai
            Vabbè anche il daphne ... :D
          • prova123 scrive:
            Re: non ci fermeranno mai
            anche tutti gli handheld games ... enigma machine ... purple machine ... edsac .... bastaaaaaaa chiamate l'exorcista!! (rotfl)
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: non ci fermeranno mai
            Li avevo, gli emulatori per handheld (gig tiger e simili); per realizzare tali emulatori, generalmente, si accendeva il videogioco tenendo premuto il tasto di reset (in questo modo il display a cristalli liquidi andava in tilt, e illuminava tutte le figure possibili), e poi si metteva il videogioco in uno scanner. In questo modo si otteneva la schermata principale, e poi si realizzavano diverse "maschere" software per simulare l'accensione e lo spegnimento dei cristalli liquidi.
          • prova123 scrive:
            Re: non ci fermeranno mai
            1 handheld game 1 gioco ... ma a ben 2 livelli di difficoltà :D ... altro che R4 ... un solo gioco, giocato fino alla nausea ... :'( ... e non costavano neanche poco. Ma dopo le diverse versioni di "pong" da televisione (per chi l'aveva) e gli "space invaders" da bar avere la possibilità di giocare ad un gioco elettronico seduto sulla tazza del bagno di casa era il massimo che ognuno di noi potesse immaginare.:'(
          • prova123 scrive:
            Re: non ci fermeranno mai
            dopo la lettura del Postal Market ... (rotfl)
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: non ci fermeranno mai
          E quanto ci vuole prima che da un coin up venga ricavato il gioco per mame? Se produci nuovi coin up, prima che arrivi la versione per mame un po' di soldi li puoi anche fare... anche perchè ci sono molte meno opportunità di craccare un coin up, rispetto a una console.
          • Sgabbio scrive:
            Re: non ci fermeranno mai
            Poi se metti che lo stesso mame, certe volte rilascia volutamente in ritardo certe emulazioni (CPS3)....Comunque la CAVE è stata l'unica software house che aveva chiesto al mame team di non far emulare alcune piattafore per tot tempo.
Chiudi i commenti