Brevetto Excel, Microsoft perde il ricorso

BigM perde il ricorso contro la sentenza di colpevolezza per violazione di un brevetto d'un programmatore di origine guatemalteca. Che però non ottiene i maxidanni che sperava

Washington (USA) – Una Corte d’Appello federale ha confermato la colpevolezza di Microsoft in un celebre caso di violazione di brevetto , sancita in primo grado in California. L’azienda fondata da Bill Gates dovrà quindi rimborsare Carlos Armando Amado, proprietario di una tecnologia utilizzata in Office per violazione delle norme sui brevetti software.

I portavoce di Microsoft non hanno commentato il risultato della diatriba. Recentemente, i creatori di Office avevano rilasciato una patch per rendere legittimo il pacchetto di produttività aziendale ed eliminare le porzioni di codice incriminate.

I legali di Amado, programmatore di origine guatemalteca, sono soddisfatti ma hanno fatto sapere che il caso è ancora aperto : se da una parte Microsoft ha perso il ricorso, dall’altra anche Amado ha incassato una sconfitta. I giudici infatti hanno respinto le richieste di Amado, che pretende un risarcimento di circa 65 milioni di dollari

“Continuiamo a sperare che i giudici possano affidare al Sig. Amado un corrispettivo in denaro abbastanza cospicuo”, hanno detto i legali del programmatore, “così da coprire tutte le spese ed i danni conseguenti alla violazione commessa da Microsoft”. La tecnologia al centro della battaglia legale è un sistema per il trasferimento dati tra database e foglio di calcolo, sviluppata da Amado già nel 1990. Il programmatore guatemalteco è ormai impegnato da tempo in questa causa legale.

Microsoft, fino a questo momento, si è sempre difesa sostenendo di avere iniziato lo sviluppo della tecnologia reclamata da Amado “sin dal 1989”. La decisione finale sul caso potrebbe arrivare dalla Corte Suprema degli Stati Uniti, nel caso che Microsoft decida di respingere ogni ipotesi di accordo con i legali di Amado e che i massimi giudici accettino di esaminare il caso.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    non era in olanda che...
    sono legali droghe e prostituzione, e poi si lamentano per quattro canzonette?
  • Anonimo scrive:
    MANIFESTO x il canone sulla connessione!
    Il copyright è morto. Era chiaro dal momento in cui il primo bit fu trasferito da un mainframe all'altro.Era solo questione di tempo prima che la naturale evoluzione, ovvero il pagamento di un canone, sostituisse l'anacronistico prezzo sulla copia, che oggi ha meno senso delle carrozze a cavalli.Qualcuno dice che il canone uguale per tutti è ingiusto perché i cantanti più bravi verranno pagati allo stesso modo di quelli che non ascolta nessuno.Beh, è falso! La rivoluzione di internet ha portato anche la possibilità di monitorare la diffusione di un file sulle reti p2p, e quindi di pagare i cantanti in proporzione a quante persone scaricano i loro pezzi.Di fatto la situazione per i cantanti non cambierà per nulla, verranno sempre pagati in proporzione al successo del loro pezzo.E chi sostiene che il conteggio dei download possa essere falsato da download fasulli messi in opera solo per far salire lo share, non tiene conto di un semplice fatto: la stima dei download verrebbe fatta su un campione controllato, come con l'audience, dove volontariamente le persone rinunciano all'anonimato e comunicano la propria identità. Il funzionamento quindi sarebbe identico a quello dell'auditel.Quindi diciamola la verità: quelli che non vogliono che questo accada sono le terze parti, le compagnie discografiche e cinematografiche, che non potranno più rubare soldi agli autori e intascarsi il 70% dei guadagni.In sostanza, SONO OBSOLETE E LO SANNO.
  • SkZ scrive:
    Considerazioni
    ma se parlando con una persona le dico ove si spaccia droga, commetto un reato? In pratica fornire un link o dire ove si possono trovare prostitute e/o spacciatori come azione "fraudolenta" si equivalgono, ono?
    • Anonimo scrive:
      Re: Considerazioni
      Giusto, mai poi ipotizziamo che te dica alla massaia dove comprare il detersivo e nel supermercato vendessero droga: hai indirizzato la vecchia a comprarla ?Se da domani tutti i motori del p2p indicizzasseroMia_Tesi_di_Laurea.txt da 700MBFoto_delle_vacanze.zip da 4.3GBe avanti così, cosa vorrebbero a quel punto le major, siae e co. ?Che si renda illegale il concetto stesso di link, distruggendo internet ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Considerazioni
        - Scritto da:
        Se da domani tutti i motori del p2p indicizzassero

        Mia_Tesi_di_Laurea.txt da 700MB
        Foto_delle_vacanze.zip da 4.3GB

        e avanti così, cosa vorrebbero a quel punto le
        major, siae e co.
        ?

        Che si renda illegale il concetto stesso di link,
        distruggendo internet
        ?l'HASH md4 o SHA1 non cambia mica ... vero?quindi magari basta vedere con che filename sono presenti quei HASHes in rete ....Prima o poi troverai quello originale fedelmente rinominato
        • Anonimo scrive:
          Re: Considerazioni
          Hai presente quanto ci vuole a non far corrispondere un hash ? Qualche byte scambiato... tagli via un sec da un divx e questo ha tutto un altro hash. Buona caccia
  • pierob scrive:
    boicottare chi produce
    BOICOTTARE BOICOTTARE CHI PRODUCE CD, DVD, ECC. FINO A QUANDO NON CI SARANNO ACCORDI EQUI TRA LE PARTI E NON A SOLO VANTAGGIO DEI PRODUTTORI.BASTA 6 MESI PER METTERLE IN GINOCCHIO VISTO L'ORGANIZZAZIONE INDUSTRIALE E COMMERCIALE ATTUALE CHE SI ATTESTA SU I PROFITTI RILEVATI TRIMESTRALMENTE PER ATTIRARE CAPITALI E INVESTITORI.BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 19 giugno 2006 14.10-----------------------------------------------------------
    • borg_troll scrive:
      Re: boicottare chi produce
      Boicotta finché vuoi.Sarai il solo. Anche se non lo fossi, tu e la (forse) cinquantina di persone che riuscirai a mettere assieme non farà neanche il solletico alle major.Per ognuno come te ci sono 100 ragazzini che senza l'ultimo CD di Christina Aguilera semplicemente non sopravvivono.Smetti pure di comprare: 6 mesi da adesso non sarà cambiato nulla. Credi ancora alla favola dell'individuo che da solo cambia la storia?
  • Anonimo scrive:
    Conflitto di interessi?
    Ovviamente, il fatto che uno dei tre giudici che ha emesso questa storica sentenza faccia parte del Consiglio di Amministrazione di una società che, guardacaso, ha la stessa sede legale della BREIN che ha presentato la denuncia, non inficia per nulla la sentenza...:-)http://www.slyck.com/forums/viewtopic.php?t=23372#311094 (in inglese)
  • Anonimo scrive:
    Chiudete Ebay!!!
    Se é illegale un link ad un file pirata figuriamoci un servizio di lucro su miliardi di materiale contraffatto venduto ogni anno. La pirateria informatica su Ebay fanno in fretta a stroncarla, invece l'abbigliamento non paga le tangenti come dovrebbe... buffoni!Basta co ste leggi sciocche!!!!
  • Anonimo scrive:
    va bene, ma...
    cara major, devi dirmi tu se il contenuto file è pirata...io linko un filename...se hai tempo da perdere, verifichi, comunichi, e io lo tolgo dalla listanon credo sia io a dover entrare nel merito del contenuto di un file...
    • Anonimo scrive:
      Re: va bene, ma...
      Infatti con sentenze come questa dimostrano solamente ignoranza. Finchè non si scarica il contenuto indicato dal link non si può assolutamente dire se questo è illegale o meno.
  • Anonimo scrive:
    www.google.nl
    a rischio?
  • Anonimo scrive:
    Cosa e' successo veramente!!
    C'e' una lunga discussione in proposito che vale la pena di leggere per sapere cosa realmente e' successo e qual'e' la portata di questa sentenza;Il link purtroppo e' inglese quindi non tutti possono leggerlohttp://www.slyck.com/forums/viewtopic.php?t=23372Spicca in particolare questa parte,leggetela e poi traetene le conclusioni:Alla faccia del conflitto di interessi!!!One tiny little detail is that one of the three judges that ruled in this case, happens to be a board member of a society for the protection of intellectual property.Let's take a look at an extract from the Dutch chamber of commerce of this society:(last names anonymised, birth dates and home addresses removed)Quote:____________________________________________________________________________Rechtspersoon:Rechtsvorm :Vereniging met volledige rechtsbevoegdheid(statuten in notariële akte) (koninklijkeerkenning)Statutaire naam :Vereniging voor AuteursrechtVerkorte naam :Ver.voor AuteursrechtStatutaire zetel :AmsterdamAdres :Siriusdreef 22 - 28, 2132WT HoofddorpCorrespondentieadres :Postbus 3080, 2130KB HoofddorpTelefoonnummer :023-7997999Akte van oprichting :20-01-1971Akte laatste statuten-wijziging :16-02-1984Bestuurder(s): (Board members)Naam :C**** *******, HermanNaam :van L*****, NicolaasNaam :S****, Jacobus HendrikNaam :van O****, Richard Cornelis KarelNaam :S********, Paul Reinier CornelisNaam :Mout-Bouwman, Eleonora Alide
    • Anonimo scrive:
      Eh?
      A quello che e' successo veramente non aggiunge nulla. Certo e' pura dietrologia:
      one of the three judges that ruled in this
      case, happens to be a board member of a society
      for the protection of intellectual property.E allora? Anche in Olanda i giudici come in Italia sono assegnati per pratica d'ufficio mica per altro. E poi vuol dire solo che e' un esperto.Ridicoli.
      • Anonimo scrive:
        Re: Eh?

        E allora? Anche in Olanda i giudici come in
        Italia sono assegnati per pratica d'ufficio mica
        per altro. E poi vuol dire solo che e' un
        esperto.Ti sfugge un particolare.In una causa contro la caccia un giudice che fa parte del direttivo dell'Associazione Cacciatori da un lato sarà un "esperto" ma dall'altro non mi sembra molto "indipedente".
        • Anonimo scrive:
          Re: Eh? (j0e-ized)
          - Scritto da:
          Ti sfugge un particolare.
          In una causa contro la caccia un giudice che fa
          parte del direttivo dell'Associazione Cacciatori
          da un lato sarà un "esperto" ma dall'altro non
          mi sembra molto "indipendente".Il conflitto d'interesse è più che evidente.Non siamo diavoli, ma nemmeno santi.j0e
      • Anonimo scrive:
        Re: Eh?
        Da quando in qua si assegna d'ufficio un giudice che e' anche parte lsa nel processo?Ci scommetto il pisello che se di assegnazione di ufficio si tratta e' pilotata.
  • Maiale scrive:
    Donkey server
    I donkey server sono olandesi, mi sa che chiuderanno pure loro a breve.
    • Anonimo scrive:
      Re: Donkey server
      Me lo sono appena chiesto anche io. Non solo per i Donkey Server... ci sono una sfilza di server olandesi, quasi tutti (escludendo quelli u.s.a.)
    • Anonimo scrive:
      Re: Donkey server
      l'hai notato dall'ip?
    • Anonimo scrive:
      Re: Donkey server
      ma le motivazioni della sentenza non si possono applicare al metodo di funzionamento di un server per ed2k;La stessa vicenda di Razorback2 ha fatto leva su una denuncia incompatibilile con il funzionamento di razorback2 solo che i tempi per il processo sono lunghi.Queste operazioni in genere sono mirate a far mettere offline tali siti piu' che altro per l'effetto mediatico che si ottiene, basti vedere la vicenda bittorrent.E poi nel caso olandese c'e' l'anomalia, ovvero uno dei giudici che hanno effettuato la condanna e' nahce membro di una societa' che appartiene alla Brein; qui ci sono tutti i numeri per dimostrare che e' una sentenza pilotata.
Chiudi i commenti