Brokep: ricomincio da Kvittar

Una figura storica della Baia dei Pirati si reinventa e crea una startup che digitalizza gli scontrini

Roma – The Pirate Bay sembrerebbe non essere più affare di Peter Sunde già da un bel pezzo. Dopo aver abbandonato il ruolo di portavoce del trio che per anni ha mandato avanti il più famoso tracker di BitTorrent, Brokep si è rimesso in gioco mettendo in piedi Kvittar , una startup il cui business ruoterà intorno alle ricevute digitali .

Lo spot che campeggia sulla home page del sito elenca tra le varie motivazioni che dovrebbero spingere ad utilizzare un servizio simile anche la salvaguardia dell’ambiente: meno scontrini significano meno alberi abbattuti per produrre carta.

Eppure Kvittar non sembra ambire a rimpiazzare le ricevute cartacee : gli utenti dovrebbero collegare la propria carta di credito ad un account ad hoc, per ritrovarsi le ricevute digitalizzate online e fare i propri conti di fine mese.

Una volta attivato il servizio dovrebbe costare all’utente 5 euro all’anno per la versione base, una cifra che raddoppierebbe in caso si dovesse optare per un account business.

Giorgio Pontico

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • James Kirk scrive:
    Ma chi masterizza Blue Ray?
    Fermo restando che qualcuno a cui serve salvare dei file su formato ottico ci sarà sempre, ormai masterizzare non conviene più.Gli Hard Disk hanno maggiori vantaggi:1) Costano meno: siamo a 0,07 €/GB contro 0,12 €/GB (in media) per e già da 1 Tb costa addirittura meno un NAS con due dischi in RAID 1.2) Sono nettamente più veloci3) Per certi versi sono più sicuri... insomma salvo alcuni usi professionali vedrei solo la contraffazione dei film in HD (quella a fini di lucro) come mercato per questi supporti.
  • Paperoliber o scrive:
    Chi lo supporta...
    Se non sbaglio neanche il nuovo Seven di Microzoft supporta ancora il protocollo 3.0 e non si sa neanche se lo farà con la prima service che uscirà, quindi un bell'oggettino da tenere sullo scrivania... Magari usare un'interfaccia SATA avevano gli stessi risultati ma usabili !!!!Paperolibero
    • LuNa scrive:
      Re: Chi lo supporta...
      Ci sarà tutto il supporto di cui hai bisogno. Linux lo supporta già ed è stato il primo SO, o meglio detto il primo Kernel a supportare questo nuovo standard.Secondo te, un produttore è così idiota da tirare fuori una periferica che non puoi usare, o che puoi usare solo come una 'comune' USB 2.0 ?Vendono anche gli SSD sata 3.0, e se non sbaglio, c'e' solo una scheda madre di asus al momento ad avere questo tipo di controller integrato (ma mi sbaglio sicuro perchè ormai ne esisteranno sicuramente diverse altre)Il supporto verrà esteso molto presto a Windows 7, Windows Vista, e financo Windows XP visto che è il sistema operativo desktop più diffuso in assoluto al mondo ed è ancora supportato (mi pare fino al 2012 ma non ne sono sicuro) dalla casa di Redmond. Così per Mac OS X 10.6 e 10.5 (anche lui ancora supportato) e per VattelapescaOS.
  • LuNa scrive:
    costo elevato
    certo che questi oggetti costano ancora tantissimo. 300 euro sono tanti (il costo di un pc intero di fascia bassa)per il resto, non ne nego la grande utilità.quando il prezzo sarà più ragionevole sarò lieto di procurarmene uno.
    • Ryo scrive:
      Re: costo elevato
      - Scritto da: LuNa
      certo che questi oggetti costano ancora
      tantissimo. 300 euro sono tanti (il costo di un
      pc intero di fascia
      bassa)
      per il resto, non ne nego la grande utilità.
      quando il prezzo sarà più ragionevole sarò lieto
      di procurarmene
      uno.Beh, anche i primi masterizzatori dvd arrivavano ad un milione (500 euro)..come quelli cd (ricordo il pioneer 2x a un milione e mezzo delle vecchie lire..) normale che sia così
      • LuNa scrive:
        Re: costo elevato
        non so se è normale, diciamo che a livello commerciale lo è.
      • lroby scrive:
        Re: costo elevato
        - Scritto da: Ryo
        Beh, anche i primi masterizzatori dvd arrivavano
        ad un milione (500 euro)..come quelli cd (ricordo
        il pioneer 2x a un milione e mezzo delle vecchie
        lire..) normale che sia
        cosìil mio primo masterizzatore è stato uno Yamaha 2X, SCSI, pagato qualcosa come 1.900.000 Lire.Erano usciti da circa un annetto (infatti i primi 1X costavano 3.000.000 di vecchie lire appena usciti)
      • Be&O scrive:
        Re: costo elevato
        Yamaha CDR400 Esterno SCSI 1.500.000 Lire (4x CD)Plextor 1210S Interno 750.000 Lire (12x CD) Plextor Premium 90 (52x CD)Pioneer DVR-106 199 (4x DVD)Plextor 716A 79 (16x DVD)Diciamo che è nella norma, ma che in teoria gli abbassamenti dei prezzi su quello che riguarda il blue-ray siamo rimasti un poco in dietro, visto chesi è raggiunto già i 12x mi aspetterei prezzi sui 150 e almeno 4 i supporti.
    • Luke1 scrive:
      Re: costo elevato
      Ma lo volevi gratis?? 300 euro per un masterizzatore di Bluray esterno così veloce e che sfrutta una tecnologia nuovissima come la USB 3.0 mi sembrano assolutamente ragionevoli, infatti credo che quando arriverà in Italia costerà anche di più. Basti pensare che i masterizzatori interni costano ancora 200 euro.
Chiudi i commenti