BrowserID: avanti, c'è posto

Mozilla termina l'adozione della sua nuova infrastruttura di autenticazione sicura e decentralizzata su tutti i propri siti web. Sicurezza e facilità di accesso sono alla portata di chiunque con un indirizzo email
Mozilla termina l'adozione della sua nuova infrastruttura di autenticazione sicura e decentralizzata su tutti i propri siti web. Sicurezza e facilità di accesso sono alla portata di chiunque con un indirizzo email

Nuovo traguardo per BrowserID , la tecnologia ideata da Mozilla per promuovere l’adozione dell’autenticazione online decentralizzata, sicura e veloce per tutti. L’infrastruttura che fa concorrenza a OpenID e servizi similari è stata ora estesa a tutti i siti web gestiti dalla fondazione statunitense e si prepara a estendere il range di servizi supportati.

L’idea centrale alla base di BrowserID è l’eliminazione della necessità di specificare una password per autenticarsi a ogni singolo sito e servizio web: un apposito codice JavaScript da implementare sui suddetti siti si incarica di contattare i server Mozilla per l’autenticazione, e l’utente non dovrà fare altro che specificare l’indirizzo di posta elettronica da collegare al proprio account BrowserID.

Diversamente da OpenID e altri metodi di autenticazione “universale”, dice Mozilla, BrowserID è più sicuro, semplice, trasparente (open source) e rispettoso della privacy degli utenti. L’estensione della tecnologia a tutti i siti Mozilla è un primo, importante traguardo dopo la presentazione della piattaforma nel luglio del 2011.

Per quanto riguarda i piani futuri, la foundation di Firefox e Thunderbird intende accrescere la disponibilità (e di conseguenza l’utilità) pubblica di BrowserID attraverso un programma di consultazioni con i potenziali partner.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

24 01 2012
Link copiato negli appunti