Canone Rai: devi pagarlo se non vedi i canali del digitale terrestre?

Canone Rai: devi pagarlo se non vedi i canali del digitale terrestre?

Bisogna comunque pagare il Canone Rai se, per ragioni che non dipendono da noi, non riusciamo a vedere i canali del digitale terrestre?
Bisogna comunque pagare il Canone Rai se, per ragioni che non dipendono da noi, non riusciamo a vedere i canali del digitale terrestre?

Bisogna davvero pagare il Canone Rai se, per motivi e problemi che non dipendono da noi, non riusciamo a vedere nemmeno uno dei canali del digitale terrestre? Una domanda lecita e perfino logica questa che molti cittadini si stanno facendo.

Sì, perché queste sono le ultime vittime di un sistema che funziona a singhiozzo. Infatti, con il recente refarming del digitale terrestre, diverse zone d’Italia e i relativi abitanti si sono ritrovati senza poter più vedere alcuna trasmissione delle emittenti.

Questo perché le strutture atte alla ricezione del segnale, e quindi delle nuove frequenze Sub 700MHz, non sono adeguate. Un problema, quindi, che non riguarda il singolo utente. Magari quest’ultimo, per adeguarsi al DVB-T2, ha pure acquistato un decoder o un televisore compatibile alla nuova tecnologia.

Perciò, se fosse obbligatorio dover pagare il Canone Rai nonostante questo disagio, ci troveremmo di fronte a una situazione alquanto spinosa. La risposta, siamo sicuri, non piacerà ai più perché lede quello che dovrebbe essere un rapporto costo-servizio.

Canone Rai: si paga sempre e comunque

Purtroppo per chi pensava di poter iniziare una battaglia contro le presunte ingiustizie del mondo, il Canone Rai si deve pagare sempre e comunque. Nessuno, se titolare di un’utenza elettrica con apparecchi TV atti alla ricezione del digitale terrestre, anche se non riceve alcun segnale, può permettersi di non pagare l’abbonamento radiotelevisivo italiano.

Giustamente, la logica sembra essere stata messa da parte. Anche perché molti si trovano in questa situazione non per loro volontà o negligenza, ma in quanto le strutture per la trasmissione non sono adeguate. Una falla nel sistema che sta portando al nuovo digitale terrestre, tra l’altro difficile da risolvere perché richiederebbe l’esborso di somme di denaro importanti.

La soluzione che il Governo sta proponendo a questi casi limite è la Smart Card Satellitare Rai. In sostanza, tutti coloro che non riescono a ricevere adeguatamente le trasmissioni del digitale terrestre dovrebbero installare una parabola satellitare, acquistare un decoder compatibile con la tecnologia e far richiesta di questa Card.

Su Amazon si trovano diverse soluzioni interessanti. Ad esempio, trovi il Kit Sat completo di parabola, staffa, Sat Finder, Cavo e spinotti a soli 69,80 euro. Per quanto riguarda il decoder satellitare, invece, trovi il Ricevitore Satellitare Humax tivù sat a soli 109,86 euro.

Quindi, le uniche categorie che possono fare richiesta di esenzione dal Canone Rai sono gli ultrasettantacinquenni con reddito inferiore agli 8.000 euro, chi non possiede un apparecchio con sintonizzatore TV, diplomatici e militari stranieri.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 12 giu 2022
Link copiato negli appunti