Canone RAI per i video-cellulari?

I turisti in transito in Italia devono fare i conti con la severissima legge italiana. ADUC è andata a chiedere a RAI, Agenzia delle Entrate e ad altri soggetti... competenti in che modo e quanto debbano pagare i visitatori dall'estero

Roma – ADUC gira il coltello nella piaga del Canone RAI scoprendo che, secondo l’attuale normativa (una legge del 1938 aggiornata a più riprese), anche i turisti in visita devono pagare l’inviso balzello.

Nella normativa, infatti, sono citati esplicitamente “i turisti e i viaggiatori residenti all’estero che vengono a soggiornare temporaneamente nel territorio dello Stato, portando seco un apparecchio portatile, od un apparecchio sistemato su autovettura”. Per loro in agguato c’è la licenza di temporanea importazione .

Dato che la legge prevede che si paghi il Canone RAI sugli apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle radioaudizioni , ADUC ha ripreso la propria celebre inchiesta per chiedere alla stessa RAI e ai soggetti istituzionali interessati cosa, come e quanto debba pagare il turista che giunga in Italia con videofonini, PC o apparecchi televisivi, magari in auto.

“Il servizio Rispondi Rai – spiega ADUC – ha fornito risposte contraddittorie: per alcuni operatori, il turista con tv sull’auto o con videofonino in arrivo all’aeroporto deve pagare il canone per l’intero anno in cui è effettuata la visita, anche se breve. Per altri, i turisti stranieri non devono pagare nulla. Per altri, se il canone è già pagato da coloro che ospitano il turista (amici, albergo, etc.) non sarà necessario pagare, altrimenti sì. Infine, un operatore ci ha chiesto di chiamare domani mattina .”

Un telefono in macchina, un concept degli anni 50 ADUC non si è accontentata, ha anche chiamato l’Agenzia delle Entrate, l’Ufficio del direttore dell’Agenzia delle Dogane, il direttore dell’Area gestione tributi e rapporto con gli utenti. “Ci è stato chiesto – spiega l’Associazione dei consumatori e degli utenti – di richiamare lunedì mattina”. Non ha invece risposto nessuno all’ufficio doganale periferico di Pontechiasso (Como), che si occupa tutti i giorni di turisti stranieri, mentre il medesimo ufficio a Roma Fiumicino non ha saputo rispondere alla domanda .

Tutto questo, naturalmente, non stupisce. Come noto ADUC ha già minacciato il ricorso allo sciopero della fame perché si definisca in modo definitivo e inequivocabile chi e cosa e perché debba pagare il Canone RAI, una definizione che varia di ufficio in ufficio, che non viene offerta dalla legge né dalla lettere di richiesta di pagamento del canone che vengono sparate quotidianamente in tutta Italia da anni.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Categorico scrive:
    Grilloti
    L'esistenza stessa di Grillini implica necessariamente che per evitare ambiguità i seguaci di Grillo vanno definiti "grilloti" (idea) :D :D :D
  • Giovanni Dall'Orto scrive:
    Please, prima di parlare documentatevi
    Leggo con orrore commenti che dicono un sacco di scempiaggini. "E allora, i turisti che si fotografano davanti ai monumenti"? "E allora" possono farsi tutte le foto che vogliono, a patto però che non le pubblichino, se l'opera è protetta da copyright, dato che la legge riguarda il diritto di pubblicazione. E se leggete bene la notizia il problema è wikiCommons, cioè il sito che PUBBLICA le foto per Wikipedia. Se non le pubblicasse, non ci sarebbero problemi. Ma siccome le pubblica... ci sono."E allora, chi si filma davanti al Colosseo?". E allora, la legge riguarda le opere di architetti morti da meno di 70 anni. Qualcuno spieghi a chi posta certi commenti che il Colosseo ha qualche mese di età in piu' che 70 anni... Il problema a Roma è per chi fotografa l'Auditorium di Renzo Piano, non per chi fotografa il Colosseo... non ancora, per lo meno."Wikipedia fa bene/fa male a muoversi". Wikipedia non si è mossa affatto, come suo solito. Come wikipediano da anni vi assicuro che Wikipedia è una banda di smanettoni appassionati dell'ultima moda del software, geniale in questo campo, ma del tutto incapace di qualsiasi pensiero o progetto politico (e perfino culturale) collettivo, vittima com'è di un iper-individualismo sfrenato di stampo americano. Chi si è mosso è stato, in proprio, un gruppo di wikipediani, fra cui me, stanco dei problemi che creava la situazione, e l'on. Franco Grillini.Le leggi sono cose serie, se creano problemi vanno cambiate. Scalmanarsi e cercare modi di aggirarle non serve. Cambiare le leggi è un diritto dei cittadini. Fare politica è un diritto dei cittadini. Quando ero giovane io si diceva addirittura che fare politica era un dovere, dei cittadini... Da qui l'iniziativa, che di certo, da sola, non risolverà il problema: è il parlamento a fare le leggi, non il ministro Rutelli. Quindi questo è solo un segnale di allarme.Giovanni Dall'Orto
    • Sky scrive:
      Re: Please, prima di parlare documentatevi
      Non si scaldi, Dall'Orto, è che qui si critica Wikipedia ma si frigge un sacco di aria: di P.I. conviene leggere ne notizie ma tralasciare i commenti dato che, in (quasi) ogni caso, lasciano il tempo che trovano (nella migliore delle ipotesi: nella peggiore fan venire il mal di fegato, e non è il caso).Avete fatto bene a muovervi, IMHO: "fare è sempre meglio che parlare".
    • galessandroni scrive:
      Re: Please, prima di parlare documentatevi
      - Scritto da: Giovanni Dall'Orto
      Leggo con orrore commenti che dicono un sacco di
      scempiaggini.

      [...] il Colosseo ha qualche
      mese di età in piu' che 70 anni... Il problema a
      Roma è per chi fotografa l'Auditorium di Renzo
      Piano, non per chi fotografa il Colosseo... non
      ancora, per lo
      meno.
      [...]Infatti è di questo che si parlava nell'articolo diffusamente: la scure dell'autocensura non cade sulla fontana di Trevi, ma sugli artisti meno noti.
  • Wikipedia RuleZ scrive:
    Wikipedia ha fatto bene !!!
    Se io fossi il Gestore di Wikipedia, dopo le denunce arrivate avrei, eliminato direttamente l'esistenzadell'ITALIA dall'enciclopedia, non mi sarei fermatoalle sole foto.Ci rendiamo conto a che livelli siamo arrivati, situtela tutto quello che, chi ha soldi fa, ma ilcittadino viene sempre preso sul deretano e non sifa niente per esso, e come niente intendo lo zeroassoluto, se Wikipedia, fosse stata della De Agostininon ci sarebbero stati problemi, ma essendo fattadal popolo, bisogna rompergli i "Maroni".Allora ben venga la censura dell'ITALIA dal restodel Mondo, fossi Google ci piazzerei una pezzanera e ci scriverei "Solo con Tessera Premium".
    • Sgabbio scrive:
      Re: Wikipedia ha fatto bene !!!
      Va bhe.... ma Wikipedia italia è già conciata male di suo, questa gli da un'altra ulteriore mazzata.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 01 ottobre 2007 16.12-----------------------------------------------------------
    • Lupo scrive:
      Re: Wikipedia ha fatto bene !!!

      assoluto, se Wikipedia, fosse stata della De
      Agostini
      non ci sarebbero stati problemiParagonare wikipedia alla De Agostini è un insulto bello e buono alla De Agostini!Quel che scrivono su De Agostini e controllato, con fonti sicure ed affidabili.Su wikipedia ognuno scrive quel cappero che gli pare, spesso con informazioni di parte se non sbagliate (in particolare su quello italiano).Assolutamente inaffidabile.
  • FPhoto scrive:
    Vogliono soldi da tutte le parti
    Solite assurdità legislative: ritengo che fare una foto dalla finestra di casa mia sia un mio diritto e se in tale foto rientra il Pirellone non vedo perché debba pagare royalties, non ho scelto io di mettere lì quella costruzione (e ripeto che è una COSTRUZIONE, non un'opera d'arte dal momento che il fine era di vendere/affittare uffici al suo interno) gli architetti hanno preso già -molti- soldi per costruire un edificio, non per fare una scultura da esporre in un museo (luogo chiuso).Per lo stesso motivo anche se uscendo dalla stazione centrale di Milano decido di fare una foto a 360° dev'essere un mio diritto farlo. Sono in un luogo pubblico e sto semplicemente documentando ciò che chiunque può vedere o forse devo tenere anche lo sguardo basso per non pagare royalties, sperando che le piastrelle siano state posate da più di 70 anni?Più che tentare di rubare soldi a chi fotografa da luoghi pubblici mi preoccuperei di chi ruba fisicamente negli stessi luoghi pubblici (il piazzale della stazione di Milano torna utile come esempio).
  • diboo scrive:
    ce l'abbiamo il promo, blease
    basta andare su youtube e guardarsi il Ministro Rutelli che invita i turisti a visitare l'Italia.Blease, gome in Italy
  • paoloholzl scrive:
    Una legge cretina che nessuno rispetta
    Se fossi nelle iene comincerei a fare il giro di tutti i turisti che si fotografano davanti ad un monumento fingendo di fare delle multe.Bene ha fatto Wikipedia a sollevare il problema.Per salvaguardare piccoli interessi di bottega ci facciamo ridere dietro e mentre gli altri pubblicizzano al massimo quel poco che hanno, noi mettiamo il bastone fra le ruote a chi vuole far conoscere il nostro immenso patrimonio.Bravo Grillini!
    • Sciacallo scrive:
      Re: Una legge cretina che nessuno rispetta
      - Scritto da: paoloholzl
      Se fossi nelle iene comincerei a fare il giro di
      tutti i turisti che si fotografano davanti ad un
      monumento fingendo di fare delle
      multe.Dio che tristezza che le iene vengano nominate come punitori e moralizzatori pubblici...
      • naa scrive:
        Re: Una legge cretina che nessuno rispetta
        Poteva nominare Grillo, e non l'ha fatto... un po' di incoraggiamento, su :)
      • Sgabbio scrive:
        Re: Una legge cretina che nessuno rispetta
        a me sembra che alle iene fanno vero giornalismo rispetto hai TG nazionali....
        • TheDICE scrive:
          Re: Una legge cretina che nessuno rispetta
          - Scritto da: Sgabbio
          a me sembra che alle iene fanno vero giornalismo
          rispetto hai TG
          nazionali....Spero che "hai" sia stato un errore di battitura, nonostante la "h", non sia ne vicina alla "a", e alla "o". :D
        • Olmo scrive:
          Re: Una legge cretina che nessuno rispetta
          - Scritto da: Sgabbio
          a me sembra che alle iene fanno vero giornalismo
          rispetto hai TG
          nazionali....Guarda Report se vuoi vedere vero giornalismo di inchiesta che non si fermi al "guarda che schifo" ma cerchi di approfondire un po'..http://www.report.rai.it
  • Stufo scrive:
    wikipedia.it ora censura se stessa
    no, no qui stiamo sbagliando le cose. wikipedia, quella italiana, è ostaggio di un'ottantina di admin, burocrati e checkuser che bramano e anelano a far opera di pedestre censura di voci italiane redatte correttamente, npov, wikificate.tanto è il desiderio di trasformarsi in censori, che ora si auto-censurano. ogni scusa è buona. prima era è auto-promozione, poi era "non è enciclopedico" (che considerato il livello di cultura degli admin, fa ridere), l'altro ieri era "introduciamo i crediti per scremare qugli utenti che non fanno parte del club di admin+burosauri", ieri è "no, aumentiamo i crediti necessari per partecipare alla vita democratica di wp ad almeno 400 crediti" salvo poi pentirsene e portarli a 500; oggi è "vogliamo evitare strampalate, ipotetiche quanto ridicole richieste di danni" cancellando le fotografie.ragazzi, tranquilli, wikipedia italiana non fa altro che sconfessare il proprio slogan, che a questo punto è mero marketing.cosa dovremmo fare? darle il giusto peso: wikipedia soprattutto quella italiana, finchè si bea di questi admin di wikimedia italia, vale quel che vale.basta tenerlo sempre a mente.
    • Anonimo scrive:
      Re: wikipedia.it ora censura se stessa
      Tu sei uno a cui devono aver cancellato qualche cavolata e si è arrabbiato, vero?
      • wikipedia it scrive:
        Re: wikipedia.it ora censura se stessa
        io sono rimasto sorpreso quando hanno tolto il mio nome (faccio il dj a livello internazionale) perchè era auto promozione.... interessante perchè se mi cerco su wiki.de ci sono su wiki.nl ci sono, wiki.com pure....e non ho cercato negli altri... però in italia mi auto promuovo...mah un po di auto-promozione (ovvero una bio aggiornata) non ha mai ammazzato nessuno...ciao
        • wikipedia it scrive:
          Re: wikipedia.it ora censura se stessa
          dimenticavo pero:gli admin comunque lavorano gratis e di questo bisogna renderne atto. bravi, ma non perfetti..ciao!
          • Fabrizio Mondo scrive:
            Re: wikipedia.it ora censura se stessa
            Scusa perchè non ci dici chi sei?Cosi magari la pagina te la ricreo io che sono nel progetto musica elettronica.
          • Sgabbio scrive:
            Re: wikipedia.it ora censura se stessa
            forse non vuole aproffitare della cosa per farsi pubblicità (cosa molto nobile se è quello che ho notato), però a tirato fuori appunto un problema tipico del wiki italiano: Ovvero la stupidità e l'eccesso di burocrazia che gli admin hanno messo in luogo. Ad esempio potrei parlarvi di come ignorano tutte le ragioni ben documentate delle persone che mettono le critiche di studio aperto nella sua omonima pagina su wikipedia, mente un ragazzino amico degli admin ha messo vita, morte e miracoli sui pokemon......
      • Sgabbio scrive:
        Re: wikipedia.it ora censura se stessa
        Non hai mai visto la gestione di wikipedia italia allora...
        • Lupo scrive:
          Re: wikipedia.it ora censura se stessa
          - Scritto da: Sgabbio
          Non hai mai visto la gestione di wikipedia italia
          allora...Non l'ha vista.Attività di censura immediata se si scrive qualcosa che va contro le idee dei censori.E non importa che si scriva qualcosa di vero e di oggettivo (magari con tanto di riferimenti normativi ufficiali).Arriva il censore e cancella pure i riferimenti.Wikipedia per quanto mi riguarda può chiudere.Evito accuratamente di finirci dentro dai link di google.
  • Paolo scrive:
    "paesi più evoluti"
    Beh, non esageriamo... in Francia è vietato fotografare la torre eiffel di notte (http://www.boingboing.net/2005/02/02/copyrighting-the-eif.html), a Chicago è vietato fotografare il Millennium Park (http://onthecommons.org/node/499).
    • la verità scrive:
      Re: "paesi più evoluti"
      - Scritto da: Paolo
      Beh, non esageriamo... in Francia è vietato
      fotografare la torre eiffel di notte
      (http://www.boingboing.net/2005/02/02/copyrightingOk entrambe le notizie che hai dato sono false: o non sai l'inglese o sei un coglione, prova a rileggere e magari sarai più fortunato.
    • Be&O scrive:
      Re: "paesi più evoluti"
      ....emm in I-Talia è vietato respirarearia sana perfino, solo aria con Nanoparticelle, quella pura te la da soloUruru Sarara in Pay per Respira.
  • hey joe scrive:
    non limiterei a wikipedia e didattica
    il diritto di panorama dovrebbe essere semplicemente: "sei su suolo pubblico, si vede: si può fotografare ed usare la foto"così sarebbe una innovazione e un progresso vero.
  • hey joe scrive:
    ma che tolti e tolti
    ce ne sono ancora centinaiasul sito del mio comune, ad esempio, sono ancora tutte li, eppure le opere sono di un architetto ancora in vita, altro che morto da 70 anni...:)quindi non hanno rimosso granché
    • Trist'ano Isotti scrive:
      Re: ma che tolti e tolti
      - Scritto da: hey joe
      ce ne sono ancora centinaia
      sul sito del mio comune, ad esempio, sono ancora
      tutte li, eppure le opere sono di un architetto
      ancora in vita, altro che morto da 70
      anni...

      :)

      quindi non hanno rimosso granchéeccone un esempio:http://it.wikipedia.org/wiki/Mario_Botta
  • R.M.S. scrive:
    Fregarsene!
    Che Wikipedia pubblichi le opere fregandosene del copyright!Divulgare il sapere.... divulgare l'arte....Non divulgare restrizioni e limiti.Wikipedia libera!
    • Cell scrive:
      Re: Fregarsene!
      - Scritto da: R.M.S.
      Che Wikipedia pubblichi le opere fregandosene del
      copyright!
      Divulgare il sapere.... divulgare l'arte....
      Non divulgare restrizioni e limiti.
      Wikipedia libera!Tanto, se gli autori vengono denunciati, mica ci rimetti tu!Ciao
      • Giacomo C scrive:
        Re: Fregarsene!
        A parte le ripercussioni legali sugli utenti (che potrebbero esserci). Ma l'anno scorso hanno chiuso un progetto correlato a Wikipedia (fr.wikiquote.org) per problemi di copyright. Wikipedia sta iniziando a diventare scomoda ed antipatica (e il tono di molti dei commenti all'articolo lo dimostrano): e non è il caso di dare possibilità ad altri di essere denunciabile e chiusa...
        • Cell scrive:
          Re: Fregarsene!
          - Scritto da: Giacomo C
          A parte le ripercussioni legali sugli utenti (che
          potrebbero esserci). Ma l'anno scorso hanno
          chiuso un progetto correlato a Wikipedia
          (fr.wikiquote.org) per problemi di copyright.
          Wikipedia sta iniziando a diventare scomoda ed
          antipatica (e il tono di molti dei commenti
          all'articolo lo dimostrano): e non è il caso di
          dare possibilità ad altri di essere denunciabile
          e
          chiusa...Concordo, ma tieni presente che aprire un sito anche correlato a wikipedia ma pieno di citazioni implica sempre uno "scopiazzamento". A copiare un pò di qua e un pò di là si diventa sempre antipatici, se non si aggiunge niente di proprio, e soprattutto se non si rispettano/pagano i copyright.Ciao
    • Lillo scrive:
      Re: Fregarsene!
      Com'era la battuta di quel comico?Ah sì: "Son tutti bulicci col culo degli altri!"
  • jkx scrive:
    E Google Earth e Virtual Earth ???
    Non è forse lecito poter fare fotografie di cose che sono visibili dalla strada?E Google Earth e Virtual Earth? Allora anche esse violano a il diritto d'autore! O hanno pagato per mettere le foto satellitari e a "volo di uccello" di tutte le opere archiitettoniche esistenti contemporanee?E come si comporterà google quando attiverà in italia il servizio Street View?Mah per me son tutte cazzate e mi scade pesantemente wikipedia che abbiia assecondato senza batter ciglio alle richieste dei pirati della conoscenza (i detentori del diritto d'autore).Se delle foto scattate da una strada possono violare il diritto d'autore, allora anche le foto satellitari lo fanno.Basta con questi soprusi. Cazzo.jkx
    • Andrea scrive:
      Re: E Google Earth e Virtual Earth ???
      E' mica colpa di wikipedia, se la legge ha un buco enorme come una casa!!!e ti do ragione su google earth... vedremo.Intanto wikipedia si è premunita, essendo uno dei siti italiani più visitati, da possibili denuncie di testine di C*** che potrebbero sfruttare il "buco" per farci sopra pure dei soldi.E' colpa di chi si protegge se la legge Italana non stà al passo con i tempi... con i tempi degli ultimi 50 anni???:DSaluti
    • Lux scrive:
      Re: E Google Earth e Virtual Earth ???

      E come si comporterà google quando attiverà in
      italia il servizio Street
      View?Negli usa sui può, in Italia no.Quindi quel servizio non è estensibile all'Italia.
      • frk scrive:
        Re: E Google Earth e Virtual Earth ???

        Negli usa sui può, in Italia no.
        Quindi quel servizio non è estensibile all'Italia.Però sul sito di Pagine Gialle c'è già!!!C'è una sorta di street view dove si vedono tutti i monumenti... forse hanno pagato i diritti?E in tutti i film dove si vede.. chessò.. il Colosseo? Hanno pagato anche loro i diritti al Comune di Roma?
        • Lupo scrive:
          Re: E Google Earth e Virtual Earth ???

          E in tutti i film dove si vede.. chessò.. il
          Colosseo? Hanno pagato anche loro i diritti al
          Comune di
          Roma?Non so a Roma, ma coi film di Torino il comune c'è sempre di mezzo.Ed è meglio così, fanno pubblicità!
    • andy61 scrive:
      Re: E Google Earth e Virtual Earth ???
      Interessante l'osservazione su StreetView, Google Earth, etc.La grande differenza tra la foto scattata da te per strada e quella pubblicata su Wikipedia, è che tu non sei rintracciabile (a meno che non venga colto in flagranza di reato), mentre chiunque pubblichi su Wikipedia è rintracciabile e perseguibile, sia oggi che tra anni.L'altra grande differenza è che se tu vai personalmente a Roma a presentare le tue rimostranze (per quanto valide siano), non arrivi ad essere ascoltato neppure dall'omino che carica gli orologi a cucú, mentre se un'organizzazione della visibilità di Wikipedia, o Google, mette le istituzioni di fronte ad una situazione di grave imbarazzo, vedrai che qualcosa dovrebbe succedere.L'azione di Wikipedia ha quindi una doppia valenza: da una parte, prevenire ritorsioni legali contro chi ha in buona fede pubblicato ciò che tutti possono vedere, e dall'altra quella di portare all'attenzione pubblica e dei nostri politici 'bradipidi' una situazione che necessita l'attenzione della politica.Andy
      • jkx scrive:
        Re: E Google Earth e Virtual Earth ???
        - Scritto da: andy61...
        ...mentre se un'organizzazione
        della visibilità di Wikipedia, o Google, mette le
        istituzioni di fronte ad una situazione di grave
        imbarazzo, vedrai che qualcosa dovrebbe
        succedere.

        L'azione di Wikipedia ha quindi una doppia
        valenza: da una parte, prevenire ritorsioni
        legali contro chi ha in buona fede pubblicato ciò
        che tutti possono vedere, e dall'altra quella di
        portare all'attenzione pubblica e dei nostri
        politici 'bradipidi' una situazione che necessita
        l'attenzione della
        politica.

        AndyGrazie, bell'osservazione!jkx
    • Wikipedia RuleZ scrive:
      Re: E Google Earth e Virtual Earth ???
      Wikipedia, non può difendersi, devono essere gli statiad essere coerenti e difendere quello che è bene dell'Umanità, se l'italia delle banane non lo fa di certowiki non può spendere in avvocati.
  • nome k nome scrive:
    discorsi a metà
    "La gratuità di Wikipedia, e l'enorme valore socio-culturale della diffusione di fotografie che riguardano opere d'arte moderne e contemporanee, meritano una deroga al diritto d'autore che preveda, per la loro diffusione a scopo didattico, la totale libertà, sostengono dunque i due parlamentari."Con le deroghe ci si può solo pulire il culo.Almeno da quanto è scritto sembra che solo wikipedia potrebbe usufruire di tale privilegio.Anche se comunque Grillini avesse voluto intendere "TUTTI i siti a scopo didattico" si è dimenticato che se un sito didattico contenesse advertising potrebbe eventualmente essere denunciato per averlo fatto a scopo di lucro.E po..basta discorsi.. fatti.
    • livio.morina scrive:
      Re: discorsi a metà
      "Almeno da quanto è scritto sembra che solo wikipedia potrebbe usufruire di tale privilegio."Possa? Potesse?
  • HostFat scrive:
    Libertà
    Come qualcuno ha già fatto notare, la libertà ora non è più cosa ovvia, deve esserci una legge che la conceda :)Nell'incertezza... sappiate che non l'avete ;)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 01 ottobre 2007 00.36-----------------------------------------------------------
    • The_GEZ scrive:
      Re: Libertà
      Ciao HostFat !
      Come qualcuno ha già fatto notare, la libertà ora
      non è più cosa ovvia, deve esserci una legge che
      la conceda
      :)
      Nell'incertezza... sappiate che non l'avete ;)Mi hai anticipato, è esattamente quello che volevo scrivere io.Leggendo gli articoli su PI (ma non solo) ero arrivato a pensare che le norme sul copyright dicessero che non era consentito pubblicare le foto di opere d' arte esposte al pubblico ... ma poi qui si legge : Come noto la legge italiana sul diritto d'autore non prevede esplicitamente la panorama freedom, la possibilità di fotografare monumenti e opere pubbliche in libertà, come avviene invece nei paesi più evoluti. E qui a pensare ... bè ma se non dice nulla è OVVIO che è consentito sia fotografarle sia pubblicare le fotografie ... e poi mi leggo l' articolo e resto basito ...Ma in un paese, non EVOLUTO come cita l' articolo, ma semplicemente NORMALE o se volete CIVILE non dovrebbe vigere il sacrosanto principio che "è tutto lecito tranne quello che è vietato" ... no noi siamo in Italia dove tutto è "il meglio" e quindi è "tutto vietato tranne quello che, bontà di qualcuno, è consentito".Che pena.
      • Andrea Polci scrive:
        Re: Libertà
        - Scritto da: The_GEZ
        Ciao HostFat !
        Come noto la legge italiana sul diritto
        d'autore non prevede esplicitamente la panorama
        freedom, la possibilità di fotografare monumenti
        e opere pubbliche in libertà, come avviene invece
        nei paesi più
        evoluti.

        E qui a pensare ... bè ma se non dice nulla è
        OVVIO che è consentito sia fotografarle sia
        pubblicare le fotografie ... e poi mi leggo l'
        articolo e resto basitoNon è che la legge italiana non dice nulla, altrimenti ovvio che uno potrebbe fare quel che vuole. Il problema è che la legge stabilisce in generale che è vietato fotografare opere coperte dal diritto d'autore.Poi la legge deve prevedere delle eccezioni a questa regola, ma il problema è che non lo fa (o almeno non per il caso dei monumenti).
        • Lillo scrive:
          Re: Libertà
          Sì sì è l'ennesima prova di che politici inetti, deficienti e approssimativi ci hanno governato negli ultimi 50 anni. E di come in tutte le leggi che hanno promulgato fino ad oggi ci siano falle di interpretazione ed applicazione.
  • codroipo scrive:
    I servers di wikipedia risiedono in USA
    Non capisco che attinenza abbia la legge italiana, a proposito.Non capisco neanche perché certe immagini siano state rimosse, quindi.
    • kotaro scrive:
      Re: I servers di wikipedia risiedono in USA
      - Scritto da: codroipo
      Non capisco che attinenza abbia la legge
      italiana, a
      proposito.

      Non capisco neanche perché certe immagini siano
      state rimosse,
      quindi.PI e' piena di notizie a riguardo, dove stia materialmente il server non ha molta importanza, chi commette il reato e' italiano e sta in Italia, tanto basta per poter essere denunciati.
      • codroipo scrive:
        Re: I servers di wikipedia risiedono in USA
        - Scritto da: kotaro
        - Scritto da: codroipo

        Non capisco che attinenza abbia la legge

        italiana, a

        proposito.



        Non capisco neanche perché certe immagini siano

        state rimosse,

        quindi.

        PI e' piena di notizie a riguardo, dove stia
        materialmente il server non ha molta importanza,
        chi commette il reato e' italiano e sta in
        Italia, tanto basta per poter essere
        denunciati.e non basta uploadare da un anonymizer proxy?
        • Nome e cognome scrive:
          Re: I servers di wikipedia risiedono in USA
          - Scritto da: codroipo
          e non basta uploadare da un anonymizer proxy?Il problema non è chiedersi se ci siano soluzioni tecniche per non essere beccati, ma che sia illegale fare foto panoramiche in Italia.Wikipedia nella parte denominata IT probabilmente vuole rispettare una linea di condotta in linea con le leggi italiane visto che chi inserisce le notizie là sopra in genere risiede in Italia.
          • codroipo scrive:
            Re: I servers di wikipedia risiedono in USA
            - Scritto da: Nome e cognome
            - Scritto da: codroipo

            e non basta uploadare da un anonymizer proxy?

            Il problema non è chiedersi se ci siano soluzioni
            tecniche per non essere beccati, ma che sia
            illegale fare foto panoramiche in
            Italia.non sono d'accordo.sono due problemi differenti.
            Wikipedia nella parte denominata IT probabilmente
            vuole rispettare una linea di condotta in linea
            con le leggi italiane visto che chi inserisce le
            notizie là sopra in genere risiede in
            Italia.wikipedia può rispettare anche il rastafarianesimo, il punto è cosa DEVE rispettare.Che poi non ci sia libertà di panorama in italia E' UN PROBLEMA, ma un altro problema. Se già non si ha il coraggio di utilizzare a proprio favore le leggi già esistenti e che ci tutelano, per quale motivo bisognerebbe avere il coraggio di utilizzare le nuove che chiediamo?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 01 ottobre 2007 10.39-----------------------------------------------------------
        • gerry scrive:
          Re: I servers di wikipedia risiedono in USA
          - Scritto da: codroipo
          e non basta uploadare da un anonymizer proxy?I moderatori sono responsabili se non le tolgono.Dovresti anonimizzare tutto.
          • codroipo scrive:
            Re: I servers di wikipedia risiedono in USA
            - Scritto da: gerry
            - Scritto da: codroipo


            e non basta uploadare da un anonymizer proxy?

            I moderatori sono responsabili se non le tolgono.i moderatori come fanno ad essere responsabili di un non reato nei servers d'origine?
            Dovresti anonimizzare tutto.dovrebbero essere meno cacasotto.
          • T.A. scrive:
            Re: I servers di wikipedia risiedono in USA

            i moderatori come fanno ad essere responsabili di
            un non reato nei servers d'origine?Se sono italiani, devono rispettare la legge italiana.Dove risiede il server non è importante, lo è dove viene commesso il reato - il reato è l'upload.
        • Giovanni Dall'Orto scrive:
          Re: I servers di wikipedia risiedono in USA
          Sono un contributore fisso di Wikicommons ed uno di coloro che hanno preso l'iniziativa della richiesta di interrogazione parlamentare. Per caricare foto su WikiCommons occorre specificare chi sia l'autore, e a che titolo la foto caricata sia nel pubblico dominio. Nel caso di foto recenti il titolo è che chi carica l'immagine ne detiene il copyright e dona il permesso di utilizzo. Ed ovviamente fa fede, per polemiche eventuali, l'IP number. Quindi foto caricate anonimante e senza indicazione dell'autore su "WikiCommons" vengono cancellate di routine: niente nome = niente donazione valida.Se si vogliono fare certi giochini si possonmo fare su altri siti di file sharing ma non su Commons, tenendo conto cmq del fatto che ogni upload è sottoposto alla dichiarazione da parte di chi lo fa che si tratta di materiale libero da diritti, o i cui diritti sono posseduti. Dichiarazione fatta sotto la propria resaponsabilità. In caso di contestazioni, anche sugli altri siti, ad esempio Flickr, sono cazzi di fa l'upload...Giovanni Dall'Orto
          • sovietbear scrive:
            Re: I servers di wikipedia risiedono in USA
            OT ciao sei giovanni d'allorto il giornalista autore di "coppie diverse"?
      • Be&O scrive:
        Re: I servers di wikipedia risiedono in USA
        Inoltre ricorda che a Wind danno 27.000 di multaa te comune mortale ne danno soli 8.5Milioni di .Quindi il gioco non vale la candela, meglio boicottare, l'italia e pensare dove Emigrareperchè questo è il futuro dell'italia, emigrare !!!
    • Gatto incazzato scrive:
      Re: I servers di wikipedia risiedono in USA
      - Scritto da: codroipo
      Non capisco che attinenza abbia la legge
      italiana, a
      proposito.Quindi se io mi copio un software americano e sto in Italia non potrei essere perseguibile, perché il mio computer sta in Italia?O se rubo un portafogli in Austria poi fuggo in Giappone non sarei perseguibile?
      • codroipo scrive:
        Re: I servers di wikipedia risiedono in USA
        - Scritto da: Gatto incazzato
        - Scritto da: codroipo

        Non capisco che attinenza abbia la legge

        italiana, a

        proposito.

        Quindi se io mi copio un software americano e sto
        in Italia non potrei essere perseguibile, perché
        il mio computer sta in
        Italia?
        se in italia non ci fosse il copyright, è così.non è poi tanto diverso da ciò che accade.Puoi infrangere un brevetto sw in italia, in america sarebbe reato.
        O se rubo un portafogli in Austria poi fuggo in
        Giappone non sarei
        perseguibile?il concetto è lo stesso, è facile da capire.
      • Silvio scrive:
        Re: I servers di wikipedia risiedono in USA
        Si, ma se fuggi in Afganistan od in Iran diventi un eroe nazionale! ghgh
      • Lorenzozz scrive:
        Re: I servers di wikipedia risiedono in USA
        - Scritto da: Gatto incazzato
        - Scritto da: codroipo

        Non capisco che attinenza abbia la legge

        italiana, a proposito.
        Quindi se io mi copio un software americano e sto
        in Italia non potrei essere perseguibile, perché
        il mio computer sta in Italia?
        O se rubo un portafogli in Austria poi fuggo in
        Giappone non sarei perseguibile?Dipende dagli accordi tra i paesi.Per esempio il Giappone non ammette l'estradizione di propri cittadini e non riconosce il processo in contumacia, per cui se un giapponese ruba portafogli in Austria, L'Austria non lo comunicano al Giappone, lo condannano in contumacia e lo vogliono mettere in gattabuia, il Giappone non lo consegna agli austriaci.Simili questioni sono quindi molto articolate (di che paese sei cittadino? Dove hai compiuto il crimine? In che paese sei adesso? Quello che hai fatto e' considerato crimine nel paese dove ti trovi? C'e' un accordo tra le autorita' di polizia dei paesi coinvolti?) e vanno vanno viste caso per caso.
        • tomlnx scrive:
          Re: I servers di wikipedia risiedono in USA
          Facciamo un pò di chiarezza da "Istituzioni di diritto privato" di Vincenzo Roppo"L'efficacia delle norme giuridiche è limitata al territorio sul quale si esercita la competenza dell'autorità da cui proviene la fonte che produce le norme stesse [...] Ad es., se qualcuno danneggia la proprietà di un italiano situata in Germania, laresponsabilità del danneggiante è regolata non dalla legge italiana, bensì da quella tedesca; e il giudice italiano chiamato a decidere la lite, la deciderà in base alle norme del diritto tedesco.[...] Per particolari materie, tuttavia, le ordinarie norme di diritto internazionale privato sono completate e integrate da altre norme, situate altrove: ad es. in convenzioni internazionali [...]L applicazione delle norme di diritto internazionale privato può fare sì che il giudice italiano debba decidere la controversia portata alsuo giudizio non in base alle norme italiane, ma secondo le norme di un altro ordinamento. Questo possibile risultato incontra però un limite: le norme straniere non possono mai avere applicazione in Italia quando risultano contrarie a [...] quei principi così essenziali per la nostra civiltà, da far considerere intollerabili qualsiasi loro violazione [...] Così, se anche la norma di diritto internazionale privato portasse a concludere che i rapporti fradue coniugi di diversa cittadinanza sono disciplinati dalla legge dellArabia saudita, questa non potrebbe comunque essere applicata dal giudice italiano nella parte in cui ammette la poligamia."
        • Anonimo #999 scrive:
          Re: I servers di wikipedia risiedono in USA
          Vedi il caso di Roman Polanski...
    • soulista scrive:
      Re: I servers di wikipedia risiedono in USA
      - Scritto da: codroipo
      Non capisco che attinenza abbia la legge
      italiana, a
      proposito.

      Non capisco neanche perché certe immagini siano
      state rimosse,
      quindi.Penso che comunque quella di wikipedia sia stata una mossa simbolica per sottolineare la pazzoide normativa italiana sul diritto d'autore...
Chiudi i commenti