Caro cellulare, interviene l'Autorità TLC

Nel 2005 si sono raggiunge vette tariffarie che secondo il Garante non sono giustificate. Notifica inviata a tutti gli operatori mobili


Napoli – Telefonare ai cellulari costa troppo. Probabilmente in molti se ne sono accorti da tempo e ognuno ha adottato le contromisure ritenute opportune: limitazione della durata delle conversazioni, non abusare degli sms, o addirittura astenersene, salvo casi di emergenza.

E dei costi elevati se ne è accorto, o meglio lo ha rilevato, anche il Consiglio dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni che ha unanimemente deciso di avviare un procedimento, con la finalità eventuale di deliberare un provvedimento cautelare per la riduzione delle tariffe, praticate dai gestori di reti fisse e mobili per le chiamate destinate ai telefoni cellulari.

L’Autorità ha infatti dichiarato che dalle rilevazioni effettuate emerge che “lo scostamento tra i prezzi delle chiamate su reti mobili degli operatori nazionali ha raggiunto nel corso del 2005 valori apprezzabilmente differenti dalla media europea e non giustificati da situazioni specifiche”.

Gli operatori interessati dal procedimento, e dall’eventuale provvedimento che dovrà essere emanato entro il 19 luglio, sono tutti gli operatori “mobili”, compreso l’incumbent di rete fissa Telecom Italia , che hanno ricevuto dal Garante la notifica della decisione e hanno cinque giorni di tempo per formulare le loro osservazioni al riguardo.

Dario Bonacina

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    EVVIVAAAAAAAA!!!!! ALLEGRIAAAAAAA!
    EVVAiiiiiiiiiiiiiiiii !!!!!!!!!!BRUMMMMMM BRUMMMMMMAbito a Chieti che è provincia e la mia zona non è coperta dall'ADSL perche dipendo da una centrale UCR che non potrà mai supportare l'ADSL solo se cambiata totalmente cosa che telekom non vuole fare perche i conti non la soddisfano!!!!!! e già dove abito è l'Africa del nord!!!!Per ora dato che la centrale UCR da cui dipendo supporta solo 8 linee ISDN e guarda caso si è liberato da poco un numero di telefono ISDN ora posso andare in internet con Alice SAT anche se mi costa un pozzo di soldi e ricevere telefonate allo stesso tempo........Vediamo un pò se arriva prima l'ADSL terrestre o il WiMAX...... sto a vedere!!!!
    • Anonimo scrive:
      LA VERITA' SUL WIMAX IN ABRUZZO
      Credete in quanto ventilato? WiMax si ma per chi?In abruzzo c'è un progetto che vede coinvolte anche le compagnie telefoniche e secondo voi che autogol farebbero? Il progetto se volete sapere la verità prevede l'interconnessione solo fra le pubbliche amministrazioni uffici comunali con uffici provinciali con uffici regionali ecc....lgli unici che stanno lavorando sul territorio e portare la banda larga a tutti tramite wifi è la www.zerocould.com contattatateli come ho fatto io.ciao a tutti alberto:|
    • Faus74 scrive:
      Re: EVVIVAAAAAAAA!!!!! ALLEGRIAAAAAAA!
      - Scritto da: Anonimo
      Abito a Chieti che è provincia e la mia zona non
      è coperta dall'ADSL perche....Ti aspetto sul sito dell'Anti Digital Divide,mi raccomando :)
  • Anonimo scrive:
    Come partecipare alla sperimentazione?
    Come partecipare alla sperimentazione?
    • Anonimo scrive:
      Re: Come partecipare alla sperimentazione?
      La sperimentazione è accessibile agli operatori TLC.Ne parla il sito della Fondazione Ugo Bordoni:http://wimax.fub.it/html_pages/sperimentazione.htm
    • Anonimo scrive:
      Re: Come partecipare alla sperimentazione?
      sarei interessato anche io visto che sono nella provincia di arezzo e non ho l'adslraffaello
      • Anonimo scrive:
        Re: Come partecipare alla sperimentazion
        - Scritto da: Anonimo
        sarei interessato anche io visto che sono nella
        provincia di arezzo e non ho l'adsl

        raffaellodevi prima vincere un mondiale motogp, poi ti portano l'adsl anche a te
  • Anonimo scrive:
    La liberalizzazione dove sarebbe?
    Mettiamo caso che io monti unantennone wimax per dare banda larga nel mioquartiere, poi pero lo devo collegare a qualche centralina adsl perche la gente navighi, di per se un antennone wimax spedisce e riceve segnali wireless,bene se poi telecom non mi fa allacciare (presumo alle solite centraline adsl ) che me ne faccio?in altre parole, dove sta la liberalizzazione ?tanto alla fine dipendiamo da Telcom ..o no
    • Anonimo scrive:
      Re: La liberalizzazione dove sarebbe?
      Beato te che puoi permetterti di installarti un antennone WiMax...Io ritenevo (ma ne sono ancora convinto) che costasse migliaia e migliaia e migliaia di euri, e che ripetesse il segnale ricevuto via radio da qualche centrale (Telecom o chissà chi) dotata di un mega-bocchettone di enorme capacità...
      • Anonimo scrive:
        Re: La liberalizzazione dove sarebbe?
        ma scusate eh... a quel che so, in Francia offrono già collegamento wimax, al costo di 39 euro mensili.
        • Anonimo scrive:
          Re: La liberalizzazione dove sarebbe?
          No, capiamoci un attimo.L'antennone lo mette una società TLC (o una sua "incaricata") e fa un investimento sperando di avere un ritorno, perche' in quella zona prevede di raccogliere un po' di abbonati.Poi, a casa, uno mette una scheda WiMax sul suo pc, con la sua bella antennina, paga al provider il suo bel canone mensile (39 euro può andare bene) e, se funziona bene, si collega con banda larga in modo wireless.Che in Francia esista già (come in Svezia e in Spagna) lo sappiamo.
          • Anonimo scrive:
            Re: La liberalizzazione dove sarebbe?
            ma questa antenna/ripetitore non ha un raggio di 40-50km????supponiamo ne mettano uno ogni 30 km in linea d'aria riusciranno a consentire banda disponibile x tutti in quell'arco di area???certo con una 20 di antenne coprono un'intera regione quasi quasi come la lombardia!certo 39 euro al mese però non c'è canone telecom e la banda dovrebbe essere di almeno 1.2mb se non proprio di 4mb!sarebbe anche la morte delle connessioni gprs/umts che offrono tim,wind,vodafone e 3! a quel prezzo non c'è concorrenza x i gestori di telefonia mobile!
          • Anonimo scrive:
            Re: La liberalizzazione dove sarebbe?
            - Scritto da: Anonimo
            sarebbe anche la morte delle connessioni
            gprs/umts che offrono tim,wind,vodafone e 3! a
            quel prezzo non c'è concorrenza x i gestori di
            telefonia mobile!ecco bravo...secondo te xkè ancora il governo nn ha avviato un progetto di copertura nazionale come sta succedendo negli altri stati ?? xkè altrimenti si troverebbe sul piede di guerra tutti gli operatori mobili ke hanno pagato fior d miliardi xle licenze umts (ke come ben sappiamo l'umts è meno potente del wi-max)
          • Anonimo scrive:
            Re: La liberalizzazione dove sarebbe?
            bhe.... se no come facevano TIM, Vodafone, Wind e 3 a fare le loro offerte ladrate?
          • Anonimo scrive:
            Re: La liberalizzazione dove sarebbe?
            io raga vi possso dire che fino ad un mese fa ,dato che per 100 metri non sono coperto dall'adsl ed un mio amico nel colle accanto era coperto,mi sono fatto una wi-fi :due antenne,due access point modificati per raggiungere 8km ,anche se avevamo bisogno di 3 km al max...e devo dire che il servizio è affidabilissimo e che non ti accorgi di essere in lan ,è perfetto......ancora prima di pensare questa, mi sono fatto un cellulare edge da cui ora vi sto mandando questo mess,ed è stata la fregatura piu pesa che ho preso dopo il satellitare..prorpio uno schifo devo caricarlo di programmi per poter navigare forte,o meglio decentemente come ti promettono;nei giochi anche se dovrei viaggiare a 200kbps lagga power anche in quelli ove basterebbe un 26.6kbps, chiami l'assistenza e ogni giorno si inventano una new cavolata per farti stare zitto..mi fanno una rabbia...cmq per telekom o altri operatori costa molto meno mettere un antenna che pagare ore e ore di mano d'opera per passare fibre ottiche che del resto in se per se non costano poco...Sicuramente agli inizzi i costi saranno non molto contenuti e secondo me non vale il disscorso che in francia costa 39?...in italia fino al gennaio di questo anno non avevamo dei costi molto bassi per adsl e fibre ottiche , anzi eravamo i piu cari,negli altri stati avevano connessioni da 7Mbps e oltre ed in piu con costi inferiori a i nostri piu economici....e non di qualche euro meno......Sarà una pura conincidenza ma nel dicembre dell'anno scorso (non mi ric data precisa) c'e stato un servizio delle IENE in cui sono andati dalla telekom a porgli questo fatto e loro promisero che per anno nuovo avrebbero fatto alcuni sconti e precisarono entro febbraio...Se qualcuno si ricorda è scoppiato allora il bum dei super sconti...altrimenti la base costava 75?, al massimo l'estate scorsa ci regalarono sempre allo stesso prezzo piu banda che giustamente 300 faceva schifo eravamo la vergogna della CEE...Per finirla non so se sapete che in Olanda la isdn (vi parlo di un fatto di circa 5 anni fa) il 90% della popolazione ne era in possesso? ,e se la comprava al negozio nel suo pacchettino e andava a casa a montarlo in pochi minuti....Ora, come facevano con noi???ce lo montava un operatore al costo di 200.000lire ,lasciamo perdere i mesi che ci volevano perchè venissero^^con costi spropositati...Io lo spero molto che l'anonimo abbia ragione che i costi saranno contenuti..ma visto che vogliono raggiungere ove non arriva l'adsl non penso ce la diano a prezzo stracciato per un po ci spennano finche possono...grazie delle vostre attenzioni ,scusatemi se sono stato lungociao ciao raffaello
          • Anonimo scrive:
            Re: La liberalizzazione dove sarebbe?
            - Scritto da: Anonimo
            io raga vi possso dire che fino ad un mese fa
            ,dato che per 100 metri non sono coperto
            dall'adsl ed un mio amico nel colle accanto era
            coperto,mi sono fatto una wi-fi :due antenne,due
            access point modificati per raggiungere 8km
            ,anche se avevamo bisogno di 3 km al max...e devo
            dire che il servizio è affidabilissimo e che non
            ti accorgi di essere in lan ,è
            perfetto......Si, spiegalo alla polizia postale....
    • Anonimo scrive:
      Re: La liberalizzazione dove sarebbe?
      SI PUO' COLLEGARE L'ANTENNONE VIA SATELLITE, E' UN SISTEMA BREV. DA SOC. ITALIANA COSI' SI SALTA IL PROBLEMA TELECOM E COMPAGNI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: La liberalizzazione dove sarebbe?
      - Scritto da: Anonimo
      Mettiamo caso che io monti unantennone wimax per
      dare banda larga nel mioquartiere, poi pero lo
      devo collegare a qualche centralina adsl perche
      la gente navighi, di per se un antennone wimax
      spedisce e riceve segnali wireless,
      bene se poi telecom non mi fa allacciare (presumo
      alle solite centraline adsl ) che me ne faccio?
      in altre parole, dove sta la liberalizzazione ?
      tanto alla fine dipendiamo da Telcom ..o noDipendi da chi ti dà la banda (e ti permette di rivenderla). Es. se ti metti una HDSL Flat (arrivano dovunque ma sono costose), hai 2Mbit che puoi gestirti come vuoi. Il problema è:Se ho un access point che mi copre diciamo un cerchio con raggio 15 Km (teniamoci bassi) a 60 Mbit, lo dovrò collegare a qualcosa da 60 Mbit che mi costa una fucilata (anche 60 ADSL Alice non sono uno scherzo). Seconda cosa, la banda non è mai quella nominale, a pieno carico scende fino al 50% che viene divisa fra gli utenti attivi contemporaneamente. Quindi, se ho 100 utenti in quella zona di cui 30 stanno navigando, ogniuno di loro avrà si e nò 1Mbit. Ora, se 100 utenti mi danno 10 ? al mese, con i miei 1000 ? mensili mi ammortizzo le attrezzature (circa 7000 ?) e sopratutto mi pago i 30 Mbit di banda?Direi di no. Fatto in casa si torna ai bei tempi dei collegamenti da 28.8, dove i provider contavano 1 modem ogni 8 abbonati.....
      • Anonimo scrive:
        Re: La liberalizzazione dove sarebbe?
        PS: E' ovvio che anche con 40 ? mese, prendendo una 20 di ADSL (che attualmente non sono rivendibili) da 20 ? potrei pagarmi le attrezzature, ma mi servono router costosi che non costano 2 lire. Alla fine se sono bravo mi avvicino al pareggio, ma stò facendo pagare 40 ? a 100 persone fornendo un servizio che in caso di più di 40 utenti collegati finisce per andare come le peggiori ADSL.E se quei 40 utenti si mettono a fare il p2p? Crolla tutto....
        • Anonimo scrive:
          Re: La liberalizzazione dove sarebbe?
          io non penso che funzioni come dite...dovrebbe essere un antenna per tutti come il cellulare e chi vuole si attacca...
  • Anonimo scrive:
    Siemens la sa lunga...
    Mettete insieme questa notizia conquella della produzione di telefoni cordlesscon Skype per la casa sempre da partedi Siemens, e non potrà venirvi che qualchesospetto:http://mobileblog.it/post/siemens-e-skype-insieme-per-il-voip-domesticoIo dico che Skype e Siemens faranno lescarpe a tutti i fornitori di telefonia europeinei prossimi anni.
    • Anonimo scrive:
      Re: Siemens la sa lunga...
      - Scritto da: Anonimo
      Io dico che Skype e Siemens faranno le
      scarpe a tutti i fornitori di telefonia europei
      nei prossimi anni.Anche a me è venuto il sospetto e in parte andrà così (o comunque con chi si avvarrà di simili tecnologie).Però tieni presente che il VoIP si sta estendendo alla telefonia cellulare (dove Siemens è un po' carente, anzi ormai assente).E poi mi sembra strano che Alvarion e Siemens rimangano da sole.Io dico che tra un po' spunterà qualcuno dall'oriente (Huawei, per esempio)...
    • Anonimo scrive:
      Dall'autore
      Fa piacere che i lettori di PI sappiano mettere insieme le notizie e trarne delle conclusioni perspicaci.Comunque ne avevamo parlato anche noi ;) :http://punto-informatico.it/p.asp?i=50378D.B.
    • crostino scrive:
      Re: Siemens la sa lunga...
      - Scritto da: Anonimo
      [...]
      Io dico che Skype e Siemens faranno le
      scarpe a tutti i fornitori di telefonia europei
      nei prossimi anni.Se Skype e Siemens busseranno alla porta di casa mia con queste tecnologie, li accogliero' volentieri :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Siemens la sa lunga...

      Io dico che Skype e Siemens faranno le
      scarpe a tutti i fornitori di telefonia europei
      nei prossimi anni.Ci penseranno i nostri politici a fermarli per favorire Telecom.
  • Ics-pi scrive:
    La liguria
    Nienteeeeeeeeeeeeeeeeeeeee ma pork!!! :@ :@ :@
    • Anonimo scrive:
      Re: La liguria
      - Scritto da: Ics-pi
      Nienteeeeeeeeeeeeeeeeeeeee ma pork!!! :@ :@ :@Pensa che anni anni fa una zona della liguria è stata completamente coperta in fibra ottica.Mi pare che poi tutte le case della zona siano state acqusitate da degli inglesi.
      • Ics-pi scrive:
        Re: La liguria
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Ics-pi

        Nienteeeeeeeeeeeeeeeeeeeee ma pork!!! :@ :@
        :@

        Pensa che anni anni fa una zona della liguria è
        stata completamente coperta in fibra ottica.
        Mi pare che poi tutte le case della zona siano
        state acqusitate da degli inglesi.Che zona era?
Chiudi i commenti