Caro cellulare, interviene l'Autorità TLC

Nel 2005 si sono raggiunge vette tariffarie che secondo il Garante non sono giustificate. Notifica inviata a tutti gli operatori mobili
Nel 2005 si sono raggiunge vette tariffarie che secondo il Garante non sono giustificate. Notifica inviata a tutti gli operatori mobili


Napoli – Telefonare ai cellulari costa troppo. Probabilmente in molti se ne sono accorti da tempo e ognuno ha adottato le contromisure ritenute opportune: limitazione della durata delle conversazioni, non abusare degli sms, o addirittura astenersene, salvo casi di emergenza.

E dei costi elevati se ne è accorto, o meglio lo ha rilevato, anche il Consiglio dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni che ha unanimemente deciso di avviare un procedimento, con la finalità eventuale di deliberare un provvedimento cautelare per la riduzione delle tariffe, praticate dai gestori di reti fisse e mobili per le chiamate destinate ai telefoni cellulari.

L’Autorità ha infatti dichiarato che dalle rilevazioni effettuate emerge che “lo scostamento tra i prezzi delle chiamate su reti mobili degli operatori nazionali ha raggiunto nel corso del 2005 valori apprezzabilmente differenti dalla media europea e non giustificati da situazioni specifiche”.

Gli operatori interessati dal procedimento, e dall’eventuale provvedimento che dovrà essere emanato entro il 19 luglio, sono tutti gli operatori “mobili”, compreso l’incumbent di rete fissa Telecom Italia , che hanno ricevuto dal Garante la notifica della decisione e hanno cinque giorni di tempo per formulare le loro osservazioni al riguardo.

Dario Bonacina

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

23 06 2005
Link copiato negli appunti