Cassandra Crossing/ Che il VoIP mangi la privacy

di Marco A. Calamari - Gli utenti dei più diffusi sistemi di telefonia via Internet sono ad un bivio. Ecco perché scegliere la strada giusta, quella del VoIP a tutti i costi, per ogni chiamata e in ogni modo


Roma – L’autunno di quest’anno ha visto l’inizio dell’esplosione commerciale della telefonia in Rete, in una parola del VoIP. Si tratta di un fenomeno da tempo annunciato e previsto, tecnologicamente possibile da anni ma impedito dalla scarsa diffusione della banda larga e dalla frammentazione dell’offerta che, diretta principalmente all’utenza aziendale, era caratterizzata da una serie di nicchie commerciali poco interoperabili.

Poi la massa critica di persone connesse in banda larga è stata raggiunta e Skype, il primo player che ha (correttamente a mio avviso) individuato nell’utenza privata il fattore critico per la diffusione del VoIP e ci ha investito sopra, ha fatto cappotto e vinto la prima partita. Ora comincerà il gioco grosso, e senza esclusione di colpi, tra telco e dot.com, in cui gli utenti potrebbero essere, almeno a breve e medio termine, i veri vincitori. Il prezzo pagato da Ebay per comprare Skype fornisce un’idea della posta in gioco.

Ora, per coloro che non lo sapessero già, il VoIP è un terreno importante in cui le preoccupazioni per la privacy sono alte e perfettamente giustificate. Ma oggi è opportuno considerare solo la situazione contingente, a breve termine. Usare Skype? Usare alternative? Stare lontano dal VoIP come dalla peste?

All’ultima domanda la risposta è senz’altro no; a parte il risparmio possibile, rifiutare oggi la telefonia IP sarebbe come aver rifiutato l’avvento di Internet quando esistevano le BBS e FidoNet. Il VoIP è una tecnologia essenziale perchè, oltre a fornire all’utente servizi nuovi ed a permettere forti economie, spezza uno dei più duraturi oligopoli dell’era moderna, quello delle telco che, da Meucci in poi, hanno superato brillantemente un secolo di tentativi di ristrutturazione antimonopolistica e sono arrivate tranquillamente nel terzo millennio.
Il VoIP rappresenta per loro un vero “Mezzogiorno di fuoco”, in cui loro rappresentano il cattivo ed il VoIP l’eroe.

Da questo punto di vista la risposta è semplice; è opportuno massimizzare l’uso privato del VoIP a scapito della telefonia fissa e mobile per facilitare il dissolvimento di un oligopolio, e non solo per risparmiare soldi. Il risparmio è infatti la conseguenza di uno scenario commerciale dei servizi in fonia non più “bloccato” come è stato fino al 2004.

Rimane da decidere se sia meglio usare Skype od alternative, a costo di qualche sacrificio, in termini di efficacia ma soprattutto di privacy.

Bene, Skype è un programma proprietario, a codice chiuso, con protocolli segreti e nessuno documentazione tecnica disponibile, con l’eccezione di una API client che permette a sviluppatori indipendenti ed autorizzati, di sviluppare applicazioni ed estensioni che utilizzino il network Skype. E’ un programma multipiattaforma, eccezionalmente facile da installare e da usare, con una qualità sonora insuperata, capacità di call-in e call-out vendute a prezzi molto appetibili tramite un sito di e-commerce eccezionalmente user-friendly e semplice.

Le scarse informazioni tecniche fornite all’utente finale, e verificabili con qualunque analizzatore di protocollo, assicurano solamente l’uso esteso della crittografia forte in modo da tutelare la privacy della comunicazione nei confronti di terzi. Nulla è detto su quello che Skype fa, puo’ fare e non puo’ fare delle informazioni personali che gestisce.

L’accordo di licenza che viene accettato usando il software è più vago e minaccioso (ma non di molto) rispetto ad altri analoghi programmi proprietari, sistemi operativi e media player in testa.

E’ peraltro evidente a chiunque lo usi che la rete Skype memorizza estesamente i dati personali, visto che, ad esempio, profilo e contatti personali sono immediatamente disponibili su qualunque pc appena inseriti nome utente e password.

La risposta “accademica” è, per quanto detto, che siamo in presenza di una vera nemesi della privacy, e che è bene stare lontano il più possibile da Skype, in attesa di un software documentato, a sorgente aperto, con licenza rispettosa della privacy. Le alternative attuali a Skype come Skypho, Parla.it etc. non sono sostanzialmente diverse. I programmi liberi ed a sorgente aperto sono per ora (e qui si scatenerà certo una polemica) solo meritevoli di osservazione o test.
Infatti un servizio VoIP per essere veramente utile qui ed ora richiede la possibilità di chiamare la rete fissa e mobile, cosa che un progetto di sviluppo di software non puo’ fare, richiedendo una infrastruttura commerciale, soldi e partner che consentano call-out ed il call-in.
Anche il problema del software chiuso e degli algoritmi non documentati sembra decisivo.

Bene, la mia opinione invece è che dal punto di vista della privacy, qui ed ora, sia opportuno e consigliabile per la maggior parte degli utenti utilizzare Skype, e farlo il più massicciamente possibile. E passo a motivare i perchè.

La maggioranza delle persone utilizza, obbligata dalla necessità, la telefonia fissa e cellulare; questo metodo di comunicazione è noto per non offrire nessuna garanzia di privacy, e per essere anzi sempre più finalizzato tecnicamente a consentire facili, economiche e generalizzate intercettazioni. Da questo punto di vista, qui ed ora, è molto peggio di Skype, dove l’intercettazione se non altro è una possibilità, invece di una certezza.

Anche il software chiuso e gli algoritmi segreti sono un grande deterrente all’utilizzo di Skype. La maggioranza degli utenti usa pero’ normalmente sistemi operativi proprietari a sorgente chiuso unitamente ad applicazioni ugualmente a sorgente chiuso e con algoritmi poco o punto documentati, il tutto spesso pagandolo a caro prezzo.
Chi si trova in questa infelice situazione non ha niente da perdere ad utilizzare Skype od altre applicazioni analoghe, in particolare facendolo con intelligenza e capacità critica.

Ecco perché, qui ed ora ed in attesa che la situazione evolva, penso che utilizzare Skype al posto della telefonia tradizionale sia cosa opportuna, buona e giusta, anche (purtroppo) dal punto di vista della privacy, così indifendibile, indifesa e attaccata nella telefonia fissa e mobile. Questa considerazione è valida solamente a breve termine, visto che le cose probabilmente cambieranno velocemente.

Un’accortezza, che vale per Skype come per qualunque altra applicazione o servizio che richieda o necessiti di informazioni personali, è quella di fornirne il meno possibile, quindi usare profilo ed agenda contatti ridotte al minimo. Ed ovviamente stare molto, molto attenti alle evoluzioni, tecnologiche, legislative e commerciali del VoIP e della telefonia tradizionale.

Marco A. Calamari

I precedenti interventi di M.A.C. sono disponibili qui

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Skype webcam
    vorrei sapere da quando si può scaricare il programma per la videoconferenza e funziona come skype normale?
    • Anonimo scrive:
      Re: Skype webcam
      - Scritto da: Anonimo
      vorrei sapere da quando si può scaricare il
      programma per la videoconferenza e funziona come
      skype normale?è disponibile la versione beta della prossima versione di skype, la 2, che integra le funzioni di webcam.Io la sto usando senza problemi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Skype webcam
      no devi scaricare la nuova versione .........forse
  • Anonimo scrive:
    OpenWengo
    Da quando Skype è passato ad Ebay, con tutte le polemiche connesse, ho cercato vari software VOIP sostitutivi.Tra quelli provati i migliori sono stati Ineen, Gizmo Project, OpenWengo.Ineen è molto completo e potente ma di difficile configurazione per utenti poco esperti. Inoltre non è riuscito a passare il mio NAT.GizmoProject è praticamente uguale a Skype e si configura da solo. Però è closed source, e con le nuove leggi americane sulle backdoor... mi fido pocoInfine OpenWengo. E' il migliore tra quelli provati. L'ultima versione include anche la videochiamata. E' semplice da installare, configurare e usare. E' OpenSource ed è supportato da Neuf Telecom (un gestore francese di telefonia). Iscrivendosi ti danno anche 3 euro di traffico da spendere come vuoi.Lo trovate su www.openwengo.com
    • Anonimo scrive:
      Re: OpenWengo
      Sul sito dice che è basato su SIP, quindi non è ancora all'altezza di Skype. Ne conosci qualcuno basato su IAX?http://www.voip-info.org/wiki/view/IAX+versus+SIP
    • Anonimo scrive:
      Re: OpenWengo
      scusa ma openwengo è gratuito? videochiami spendo zero euro? Ciao
  • Anonimo scrive:
    Ineen
    Avete mai provato ineen? Videochiamata con quattro persone contemporaneamente.SkypeX4
    • TomSawyer scrive:
      Re: Ineen
      - Scritto da: Anonimo
      Avete mai provato ineen? Videochiamata con
      quattro persone contemporaneamente.
      SkypeX4al solito il problema (se poi è un problema) è che usa lo standard SIP e dunque attraverso proxy, firewall e scimmie urlatrici è una martellata su c0g|10n1 da far andare... sarà propietario, ma Skype passa attraverso tutto....
  • Anonimo scrive:
    Se solo Skype mandasse messaggi offline
    Se fosse possibile mandare messaggi anche a persone scollegate... cestinerei definitivamente ICQ e MSN (anche se ormai MSN lo usano tutti, purtroppo). Al momento però è possibile mandare messaggi a gente non online solo finchè si tiene il proprio Skype acceso. Se il contatto si collega, Skype gli manda il messaggino. Altrimenti tocca aspettare il prossimo collegamento.È pur vero che Skype non nasce come instant-messaging... Ma visto che ha una chat, il video, l'audio... mancherebbe davvero poco poco!
    • arlon scrive:
      Re: Se solo Skype mandasse messaggi offl
      sono d'accordo, io ormai lo uso come un programma di IM: è semplice, pratico (puoi chiamare anche numeri "reali") e ora non ha più nemmeno il pesante limite dell'assenza di una conversazione video.. cosa chiedere di più?.. beh, se facessero costare meno le chiamate verso i cellulari...
    • Anonimo scrive:
      Re: Se solo Skype mandasse messaggi offl
      mi sembra una ottima idea, scrivilo al team di sviluppo di skype! sono molto attenti alle richieste degli utenti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Se solo Skype mandasse messaggi offl
      - Scritto da: Anonimo
      Se fosse possibile mandare messaggi anche a
      persone scollegate... Ma io li mando, e li ricevono (anche se si collegano dopo ore). :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Se solo Skype mandasse messaggi offl
      - Scritto da: Anonimo
      Se fosse possibile mandare messaggi anche a
      persone scollegate... cestinerei definitivamente
      ICQ e MSN (anche se ormai MSN lo usano tutti,
      purtroppo). Al momento però è possibile mandare
      messaggi a gente non online solo finchè si tiene
      il proprio Skype acceso. Se il contatto si
      collega, Skype gli manda il messaggino.
      Altrimenti tocca aspettare il prossimo
      collegamento.

      È pur vero che Skype non nasce come
      instant-messaging... Ma visto che ha una chat, il
      video, l'audio... mancherebbe davvero poco poco!Instant Messaging per inviare messaggi......offline?? :| Scusate ma per l'invio di messaggi asincroni ("offline") non è meglio usare la cara vecchia email?Sarà che io i vari client IM li apro solo all'occorrenza, in pratica quasi mai, a parte skype per telefonare con Skype Out l'altro che ho lo apro una volta al mese, mentre la posta la controllo costantemente (la uso anche per lavoro).Ez
      • Anonimo scrive:
        Re: Se solo Skype mandasse messaggi offl

        Scusate ma per l'invio di messaggi asincroni
        ("offline") non è meglio usare la cara vecchia
        email?Mah no, è un canale diverso. Io per dire ICQ lo accendo appena accendo il PC. Mandare un msg agli amici della contact list è una cosa di qualche secondo, mandare mail sarebbe diverso :).Sui forum du Skype lo chiedono da un pezzo ma richiede un server "di smistamento" quindi niente.
    • AnyFile scrive:
      Re: Se solo Skype mandasse messaggi offl
      - Scritto da: Anonimo
      Se fosse possibile mandare messaggi anche a
      persone scollegate... cestinerei definitivamente
      ICQ e MSN (anche se ormai MSN lo usano tutti,
      purtroppo). Al momento però è possibile mandare
      messaggi a gente non online solo finchè si tiene
      il proprio Skype acceso. Se il contatto si
      collega, Skype gli manda il messaggino.
      Altrimenti tocca aspettare il prossimo
      collegamento.
      ma se chiudi Skype chi dovrebbe inviare il messaggio?Non ho capito se quello che proponi tu e' che sia possibile chiudere la maggior parte del programma e lasciare aperto un mini_programma che si occupa di questo oppure che questo compito se lo deve accollare un altro computer/server
      • Anonimo scrive:
        Re: Se solo Skype mandasse messaggi offl
        Skype funziona con il concetto del peer to peer.....non del server centralizzato....
      • Anonimo scrive:
        Re: Se solo Skype mandasse messaggi offl

        ma se chiudi Skype chi dovrebbe inviare il
        messaggio?Apri skype, mandi 4 messaggi di "invito a una festa" a 4 amici su Skype, che però al momeno sono offline. Po chiudi tutto e vai a nanna. Domani mattina chi si colelga riceve il msg su Skype. Cioè esattamente quello che fa ICQ, per dire. E di cui non potrei fare a meno ormai! :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Se solo Skype mandasse messaggi offl
      lo fa Yahuuuuu messenger per esempio.....
  • Anonimo scrive:
    Edit Contatti
    Dopo N. versione ancora non hanno inserito la possibilità di modificare un contatto !!!Devi cancellarlo e reinserirlo, che strano...Forse ci vuole un genio informatico per elaborare una funzione così complessa, o c'è sotto qualcosa ???
    • Anonimo scrive:
      Re: Edit Contatti
      - Scritto da: Anonimo
      Dopo N. versione ancora non hanno inserito la
      possibilità di modificare un contatto !!!
      Devi cancellarlo e reinserirlo, che strano...
      Forse ci vuole un genio informatico per elaborare
      una funzione così complessa, o c'è sotto qualcosa
      ???c'è sotto che il contatto, inteso proprio come label corrispondente ad una persona da chiamare, è meglio che sia reperibile in uno dei supernodi della rete p2p.
    • Anonimo scrive:
      Re: Edit Contatti
      la mia non vuole essere una presa di posizione pro o contro skype, però la funzione che vuoi tu si trova qui:1) click destro sul contatto2) opzione Rinomina... dal menu contestualeecco fatto.il contatto ha il nuovo nome che gli dai tu.
      • Anonimo scrive:
        Re: Edit Contatti
        Forse pensate di parle col bambino stupido...Per edit in gergo informatico s'intende modificare le informazioni del contatto, quindi anche numero di telefono !!!Non è complicato, su pensaci....
        • Anonimo scrive:
          Re: Edit Contatti
          - Scritto da: Anonimo
          Forse pensate di parle col bambino stupido...
          Per edit in gergo informatico s'intende
          modificare le informazioni del contatto, quindi
          anche numero di telefono !!!

          Non è complicato, su pensaci....Impara ad esprimerti prima di lamentarti.
  • Anonimo scrive:
    Re: Voglio il numero Skype di questa qui
    bah pensavo meglio.
    • Anonimo scrive:
      Re: Voglio il numero Skype di questa qui
      - Scritto da: Anonimo
      bah pensavo meglio.almeno mi sembra onesta, non promette ciò che non può dare... a differenza dei pezzi di gnocca che promettono e non danno
  • Anonimo scrive:
    l'unica vera novità che sto attendendo..
    ..da skype, è la possibilità di avere SkypeIn anche con i numeri di telefono italiani!!! Sarebbe fantastico per tutte le volte in cui capita di passare qualche mese all'estero.. la gente dall'italia (priva di adsl... o da un cellulare per strada..) chiamerebbe finalmente un numero nazionale (e sempre lo stesso!) anche se sono dall'altra parte del mondo... altro che videoconferenza... quello lo fanno già quasi tutti!!! Ma chissà che problemi buracratici ci sono per fare una cosa del genere anche in italia... sob :'(
    • Anonimo scrive:
      Re: l'unica vera novità che sto attenden
      Sai se si puo' fare quell'accrocchio stando in italia con numeri americani, irlandesi e britannici?
      • Anonimo scrive:
        Re: l'unica vera novità che sto attenden
        sì, lo so... ma non è quello che mi serve di più!Mi sarebbe utile avere il numero italiano per permettere a tutte le persone che mi conoscono e che non possono (anche solo perchè non sono davanti al pc) collegarsi con skype, di telefonarmi "a casa", spendendo come una chiamata nazionale anche se sono in un altro stato... il numero inglese mi sarebbe utile per farmi chiamare dai miei amici in Uk ma con loro mi sono sempre arrangiato diversamente (sms, skype entrambi..) Comunque, sia chiaro... anche senza il numero italiano che mi segue ovunque vado, riesco a vivere dignitosamente! 8)
        • Anonimo scrive:
          Re: l'unica vera novità che sto attenden
          Usa SIP invece di skype.Il numero gratis italiano lo prendi qui:www.messagenet.it
          • Anonimo scrive:
            Re: l'unica vera novità che sto attenden
            Che e' SIP? scusa l'ignoranza...
          • TomSawyer scrive:
            Re: l'unica vera novità che sto attenden
            - Scritto da: Anonimo
            Che e' SIP? scusa l'ignoranza...eh quella che c'era prima di chiamarsi telecom italiahei scherzo!! p.s. vai su wikipedia!
    • Anonimo scrive:
      Re: l'unica vera novità che sto attenden
      - Scritto da: Anonimo
      ..da skype, è la possibilità di avere SkypeIn
      anche con i numeri di telefono italiani!!! hehe ti piacerebbe... pensa con un tutto incluso alla wind da casa tua potresti chiamare un numero geografico nazionale di chicchesia collegato ad un PC a new york o dove vuoi tu con a bordo skype a costo zero.Beh! tecnicamente è fattibile legalmente.... qualche problemino lo crea.
      • Anonimo scrive:
        Re: l'unica vera novità che sto attenden
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        ..da skype, è la possibilità di avere SkypeIn

        anche con i numeri di telefono italiani!!!

        hehe ti piacerebbe... pensa con un tutto incluso
        alla wind da casa tua potresti chiamare un numero
        geografico nazionale di chicchesia collegato ad
        un PC a new york o dove vuoi tu con a bordo skype
        a costo zero.

        Beh! tecnicamente è fattibile legalmente....
        qualche problemino lo crea.
        Non conosco bene la legislazione italiana, comunque non vedo il problema considerato che questa funzionalità (si chiama SkypeIn) è disponibile:SkypeIn numbers are currently available in the US, UK, France, Hong Kong, Denmark, Finland, Sweden, Poland, Germany, Switzerland and EstoniaFrancamente non vedo perchè in futuro non si possa fare anche in Italia.Ho un amico che, avendo la moglie inglese, ha preso un numero SkypeIn Ingkese, così i parenti della moglie possono chiamare con una chiamata/tariffa locale. (contento lui.... ;) )Ez
  • Anonimo scrive:
    Skype ormai è il miglior VoIP
    Se ne parlava anche su Punto Informatico ieri:http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1216504&tid=1216504&p=1&r=PI
    • Anonimo scrive:
      Re: Skype ormai è il miglior VoIP
      gia:http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1216622&tid=1216504&p=1&r=PI#1216622te lo puoi tenere stretto skype, senza veri standard la tecnologia moderna come la conosciamo neanche esisterebbe; supportare cose come skype e' una scelta autodistruttiva
      • Anonimo scrive:
        Re: Skype ormai è il miglior VoIP

        te lo puoi tenere stretto skype, senza veri
        standard la tecnologia moderna come la conosciamo
        neanche esisterebbe; supportare cose come skype
        e' una scelta autodistruttivaHa parlato Negroponte! Ma vai a letto!Lo STANDARD lo conquisti sul campo, non lo trovi nelle elucubrazioni fumose di un gruppo di brufolosi ragazzotti mezzi cantinari.
        • Anonimo scrive:
          Re: Skype ormai è il miglior VoIP
          - Scritto da: Anonimo

          te lo puoi tenere stretto skype, senza veri

          standard la tecnologia moderna come la
          conosciamo

          neanche esisterebbe; supportare cose come skype

          e' una scelta autodistruttiva

          Ha parlato Negroponte! Ma vai a letto!
          Lo STANDARD lo conquisti sul campo, non lo trovi
          nelle elucubrazioni fumose di un gruppo di
          brufolosi ragazzotti mezzi cantinari.temo tu non sappia cosa sia veramente uno standard o cosa comporti l'assenza di questo; tuttala tecnologia che usi quotidianamente si basa su veri standard non proprietari, pensa se il gsm fosse proprietario e tu dovessi usare un cellulare differente a seconda del operatore scelto e se questi operatori non potessero comunicare tra loro, pensa se non ci fosse uno standard inerente le gomme della tua automobile, ecc..Scegliere di supportare tecnologie chiave per il futuro, come il voip, che fanno uso di protocolli proprietari e' ovviamente una scelta autodistruttiva e chi non lo capisce non ha la benche' minima idea di cosa si sta parlando. Tu parli di brufolosi ragazzini cantinari, io parlo di un sistema su cui si basa buona parte della tecnologia moderna (che senza i standard, quelli veri, non sarebbe come e' oggi); mi sa che tra i due, il ragazzino cantinaro che non vede oltre il suo naso, non sono io ;-)
          • Anonimo scrive:
            Re: Skype ormai è il miglior VoIP
            s/proprietario/chiuso/
          • Anonimo scrive:
            Re: Skype ormai è il miglior VoIP
            Lo Skype l'hanno fatto gli stessi di Kazaa, quel programmino che inizialmente innoquo, progressivamente è diventato uno dei più grossi spyware della rete. La cosa mi fa un po' pensare...
          • Anonimo scrive:
            Re: Skype ormai è il miglior VoIP
            mha, piu' che un problema di privacy (che comunque non e' una cosa da prender sottogamba) a me lascia di sale l'abbracciare dei protocolli chiusi per un sistema cosi' importante, per fare un esempio sarebbe come usare specifiche chiuse per una cosa come il dvd, ogni costruttore avrebbe la sua implementazione incompatibile sia per i lettori ottici che per i supporti ottici, quindi in vendita avresti N supporti ottici differenti (uno per costruttore) per il medesimo contenuto e altrettanti lettori diversi, il tutto assolutamente incompatibile da un costruttore all'altro; uno scenario da incubo,soprattutto nella prospettiva che uno dei costruttori possa assumere una posizione di monopolio (l'incompatibilita' totate con gli altri costruttori gli permetterebbe di fare quello che vuole nei confronti del cliente finale).Gli standard (quelli veri) hanno permesso un reale progresso tecnologico nell'ultimo secolo,rinunciare ad essi sarebbe da pazzi, pensateci quando usate skype.
          • partygiano scrive:
            Re: Skype ormai è il miglior VoIP
            stavo valutando queste vostre considerazioni..... ma allora anche il formato PDF non essendo uno standard (ma standard "de facto") sarebbe da evitare?eppure molte soluzioni o.s. (vedi OOffice) ne promuovono l' utilizzo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Skype ormai è il miglior VoIP
            - Scritto da: partygiano
            stavo valutando queste vostre considerazioni.....
            ma allora anche il formato PDF non essendo uno
            standard (ma standard "de facto") sarebbe da
            evitare?
            eppure molte soluzioni o.s. (vedi OOffice) ne
            promuovono l' utilizzo.pdf e' proprietario ma aperto, il problema non e' se un protocollo o un formato o una qualsiasi specifica sia proprietaria o meno (anche se alcuni talebani si pongono il problema) ma se e' aperto o no; l'importante e' che sia aperto e quindi reimplementabile a volonta', per garantire interoperabilita', poi se e' proprietario o meno chissenefrega
          • Alessandrox scrive:
            Re: Skype ormai è il miglior VoIP
            - Scritto da: Anonimo
            pdf e' proprietario ma aperto, il problema non e'
            se un protocollo o un formato o una qualsiasi
            specifica sia proprietaria o meno (anche se
            alcuni talebani si pongono il problema) ma se e'
            aperto o no; l'importante e' che sia aperto e
            quindi reimplementabile a volonta', per garantire
            interoperabilita', poi se e' proprietario o meno
            chissenefregaE coltivarsi una possibile alternativa in caso di chiusura....
Chiudi i commenti