Cassandra Crossing/ Colpa d'Autore

di Marco Calamari - Un breve appassionante intervento sui forum di PI riporta al centro le profonde motivazioni per cui la privacy del cittadino va distrutta, per cui la comunicazione cifrata è un pericolo. Da leggere e rileggere

Roma – La settimana scorsa sul forum della rubrica è apparso un messaggio (ovviamente anonimo, nella nostra migliore tradizione) intitolato Stato di emergenza e privacy che mi ha colpito in maniera profonda. Vorrei averlo scritto io.

Molti però non leggono i forum (e forse fanno bene) e per questo ho deciso di riportare qui questa piccola gemma.

“L’emergenza è una cultura di guerra che riduce i fenomeni criminali a fenomeni esclusivamente polizieschi e giudiziari, cancellandone cause e radici culturali, sociali, storiche e le relative implicazioni politiche.
L’emergenza è una cultura eversiva perché sovverte lo stato di diritto.
Dello stato di diritto scompare già la prima regola, secondo la quale chi fa le regole e chi le applica sono soggetti – persone ed organi – diversi.
E siccome il nemico è il male assoluto, il fine della sua distruzione è il bene assoluto, l’emergenza è una giustizia e una politica al di fuori dello spazio e del tempo, non più relativa, ma riflesso di una verità assoluta.
L’onere della prova s’inverte: non spetta a chi accusa ma a chi si difende.
L’ipotesi della responsabilità diventa un teorema che cerca dimostrazione, però, se non la trova, il teorema diventa dogma, cioè prova di se stesso.

“Colpa di autore” la chiamavano un tempo: il risultato dell’equazione è dato, a prescindere dai suoi termini. La prova non precede più l’accusa, ma la segue. Il sospetto diventa indizio e l’indizio diventa prova.

Il campo dei sospetti non è in alcun modo definibile e delimitabile. Si restringe e si allarga indefinitamente, secondo gli atteggiamenti mentali, gli stati d’animo, i sentimenti, le emozioni, perfino le disposizioni contingenti di chi li formula, essendo ciascuna persona diversa da ciascun’altra ed anche da se stessa in momenti diversi. Se un soggetto è un criminale, si può sospettare che il parente, l’amico, sia un criminale e sulla base del sospetto, secondo la necessità propria dello stato di emergenza di poter perseguire ogni sospetto, costruire un teorema accusatorio da dimostrare necessariamente, raccogliendo gli indizi necessari alla dimostrazione.

Ma un teorema basato sul sospetto diventa dimostrazione, prova di se stesso.
Un nome, una parentela, una carica, qualunque cosa uno faccia o non faccia, dica o non dica, tutto e il contrario di tutto, può essere un sospetto.
Per questo nello stato di emergenza non è più tollerata la privacy. La privacy ostacola la costruzione del teorema accusatorio.
Come difenderti se qualunque discolpa balbetti l’accusa è un’altra e un’altra ancora, ci sarà pure una colpa, una piccola colpa, sepolta da qualche parte dentro di te, sebbene non ti ricordi. Anche se non ricordi, ci sono molti, troppi indizi raccolti.
Il fatto stesso che cercavi di ostacolare la raccolta degli indizi a tuo carico cifrando la tua connessione a internet, il fatto che cifravi i tuoi dati… L’autore del crimine non puoi essere che tu.

Colpa d’autore appunto.
A questo porterà la fine della privacy.”

Ringraziando l’autore, inserisco un piccolo contributo; per chi volesse approfondire, ecco un link ad un articolo accademico sulla “Colpa d’autore”.

Un timore pero’ mi assale. Chi conosce la storia della serie Ai confini della realtà sa che ci fu il caso di un episodio ( An Occurrence at Owl Creek Bridge ) comprato e non realizzato interamente; quell’episodio fu, purtroppo, l’ultimo episodio prodotto. Speriamo non succeda anche per questa nostra serie…

Marco Calamari

Tutte le release di Cassandra Crossing sono disponibili a questo indirizzo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • MandarX scrive:
    ma in sostanza chi l'ha denunciato?
    come da oggetto
  • Anonimo scrive:
    5 anni di carcere!!!
    Ma sono cosi severe le leggi russe?Se prendi l'autobus senza biglietto ti danno almeno un anno di galera?Questo povero professore a solo installato to copie di software mica mangiato studenti!Meno male che esiste ancora qualcuno con il buon senso...
    • ishitawa scrive:
      Re: 5 anni di carcere!!!
      quoto in pienoe purtroppo anche le leggi italiane danno "al limite" il carcere per la "pirateria sw"ora, escludendo chi ne fa commercio, come ho già detto altre volte: ok a multe (illecito CIVILE: paghi e tutto ok) ma NO a illecito PENALE: non hai rubato (nel senso di sottratto bene ad altri) non hai minacciato l'incolumità di nessuno !!
    • Anonimo scrive:
      Re: 5 anni di carcere!!!
      - Scritto da:
      Ma sono cosi severe le leggi russe?
      Se prendi l'autobus senza biglietto ti danno
      almeno un anno di
      galera?
      Questo povero professore a solo installato to
      copie di software mica mangiato
      studenti!
      Meno male che esiste ancora qualcuno con il buon
      senso...Mi sa che non hai letto la relativa legge italiana...Dal sito BSA:Proprio per quanto attiene la tutela dei programmi per elaboratore, l'art. 171-bis sanziona penalmente coloro che violano la legge con la reclusione da 6 mesi a 3 anni e la multa da lire 5 milioni a 30 milioni di vecchie lire. Inoltre la legge prevede a favore del titolare dei diritti azioni civili più incisive e una sanzione amministrativa pecuniaria per chi acquista software non originale.Notare che la nuova normativa considera lo 'scopo di lucro' non strettamente necessario negli atti di pirateria...
    • Anonimo scrive:
      Re: 5 anni di carcere!!!
      - Scritto da:
      Ma sono cosi severe le leggi russe?
      Se prendi l'autobus senza biglietto ti danno
      almeno un anno di
      galera?
      Questo povero professore a solo installato to
      copie di software mica mangiato
      studenti!
      Meno male che esiste ancora qualcuno con il buon
      senso...e la professoressa che rischia 40 anni per non aver avuto prontezza di riflessi, o per non aver saputo usare il computer, o per aver fatto vedere, INVOLONTARIAMENTE, due che fanno sesso a bambini che è previsto vedano solo scene di guerra al telegiornale?Anche gli americani non scherzano.Almeno lì Putin ha detto che era ridicolo un simile processo. Bush invece userebbe la notizia per attaccare qualche altro paese, se potesse. Paese, ovviamente, ricco di petrolio.Chissà perchè vogliono portare sta benedetta democrazia solo lì, e lo vogliono così tanto da costringerli democraticamente a suon di bombe
  • gian_di scrive:
    Attendo sviluppi
    1) Piagnistei da casa Redmond2) Aggiornamento della lista Bush degli stati canaglia
    • MandarX scrive:
      Re: Attendo sviluppi
      - Scritto da: gian_di
      Aggiornamento della lista Bush degli stati
      canagliaLOLcomunque perche l'insegnante invece di usare microsoft piratato non usava openoffice?
      • gian_di scrive:
        Re: Attendo sviluppi
        - Scritto da: MandarX
        - Scritto da: gian_di

        Aggiornamento della lista Bush degli stati

        canaglia

        LOL

        comunque perche l'insegnante invece di usare
        microsoft piratato non usava
        openoffice?Questa è l'altra faccia della medaglia: tutti vogliono usare Microsoft, nessuno vuole pagarlo. Quando parli di OpenOffice o altro ti guardano storto, ti danno del fanatico, ecc. ecc.Poi ogni tanto ne beccano uno, allora giù a piangere e chiedere comprensione "io non lo sapevo bla bla bla".
        • Sgabbio scrive:
          Re: Attendo sviluppi
          ma la cosa buffa è che il tizo a comprato il pc con tanto di licenza per win, il problema è che gli hanno rifilato una copia pirata, lui mica lo poteva sapere.
      • Alessandrox scrive:
        Re: Attendo sviluppi
        - Scritto da: MandarX
        - Scritto da: gian_di

        Aggiornamento della lista Bush degli stati

        canaglia

        LOL

        comunque perche l'insegnante invece di usare
        microsoft piratato non usava
        openoffice?magari visto che ha comprato il PC sw compreso lui pensava che fosse tutto licenziato...
  • Anonimo scrive:
    Putin però non dovrebbe parlare tanto
    Perchè si sa come si comporta lui con chi danneggia i suoi interessi
    • teddybear scrive:
      Re: Putin però non dovrebbe parlare tant
      - Scritto da:
      Perchè si sa come si comporta lui con chi
      danneggia i suoi
      interessiParole di mia moglie che .... "non è italiana" ;)Preferisco 1.000 volte uno viscido e immanicato come Putin che uno "poco onesto" come Bush.Quando le ho chiesto cosa pensano "di la" del nostro ex-presidente del consiglio... ehm... scusate, non voglio farmi censurare il messaggio dai moderatori di P.I.
      • Anonimo scrive:
        Re: Putin però non dovrebbe parlare tant
        e sì quello che abbiamo ora e' decisamente piu' sveglio.Mio dio dove andremo a finire . . . . :(
        • Alessandrox scrive:
          Re: Putin però non dovrebbe parlare tant
          - Scritto da:
          e sì quello che abbiamo ora e' decisamente piu'
          sveglio.

          Mio dio dove andremo a finire . . . . :(Ohhh non offendete il Mahathma Prodi!
          • Anonimo scrive:
            Re: Putin però non dovrebbe parlare tant
            - Scritto da: Alessandrox

            - Scritto da:

            e sì quello che abbiamo ora e' decisamente piu'

            sveglio.



            Mio dio dove andremo a finire . . . . :(

            Ohhh non offendete il Mahathma Prodi!http://www.krancic.it/Politic2007/Politic_197.htm
    • Anonimo scrive:
      Re: Putin però non dovrebbe parlare tanto
      - Scritto da:
      Perchè si sa come si comporta lui con chi
      danneggia i suoi interessiTanto nei giornali occidentali non si scrive altro su Putin. Sarebbe questa la vostra democrazia? I governi occidentali preferirebbero che un ubriacone simile a Elzin continuasse a governare la Russia, così potrebbero fare quello che gli pare con le nostre materie prime , arricchendo tra l'altro i pezzi di merda come Hodorkovskiy che non pagava le tasse, tanto stimato all'occidente però.Ma MENO MALE questi tempi sono passati e adesso c'è Putin , non dico sia un angelo ma dopo l'epoca sovietica ci voleva subito una persona così, peccato che dal 1991 al 2000 il paese è stato governato da un ubriacone come Elzin e su certi aspetti siamo rimasti indietro, proprio come lo volevano gli occidentali.
  • Wakko Warner scrive:
    Ottimo.
    Questa è una gran buona notizia... vorrei però che non si perdesse la memoria di ciò che è successo... ossia che la Microsoft era disposta a condannare un insegnante ad anni di Siberia per i suoi luridi interessi.Vorrei a questo punto che gli insegnanti italiani riflettessero sul fatto che domani potrebbe capitare tranquillamente a loro... è quello che succede quando si permette ai soldi e al profitto di sostituirsi alla ragione e al buon senso.Se gli insegnanti italiani avessero le p*lle come minimo, per solidarietà (oltre che per evitare di diventare vittime di questa multinazionale essi stessi magari un giorno nemmeno tanto lontano), di spingere per abbandonare i software proprietari nelle scuole. In molte scuole lo si è già fatto... voi che aspettate? Pensate che la Microsoft nel vostro caso farebbe un'eccezione?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ottimo.
      - Scritto da: Wakko Warner
      Questa è una gran buona notizia... vorrei però
      che non si perdesse la memoria di ciò che è
      successo... ossia che la Microsoft era disposta a
      condannare un insegnante ad anni di Siberia per i
      suoi luridi
      interessi. "Come si ricorderà, a sostenere Posonov, e a dare risonanza alla denuncia contro il docente, era stato nei giorni scorsi l'ex leader sovietico e premio Nobel per la pace Mikhail Gorbachev che, in una lettera indirizzata a Bill Gates, aveva chiesto l'intervento del chairman Microsoft per porre fine al procedimento. Microsoft, da parte sua, aveva spiegato di non aver denunciato l'uomo e sosteneva di non poter intervenire, trattandosi di una questione interamente gestita dalle autorità russe." Wakko, stavolta l'hai fatta fuori dal vaso.....
      • Anonimo scrive:
        Re: Ottimo.

        Wakko, stavolta l'hai fatta fuori dal vaso.....Scrivendo "stavolta" sembra quasi che sia un'eccezione.Un lettore occasionale potrebbe bersela.644590
    • Anonimo scrive:
      Re: Ottimo.
      Ma la denucia da chi è partita...?
      • Anonimo scrive:
        Re: Ottimo.
        a seguito di un controllo delle autorita' Russe all'interno della scuola e' stato rilevato che le licenze non erano ufficiali e quindi e' partita la denuncia
    • Santos-Dumont scrive:
      Re: Ottimo.
      - Scritto da: Wakko Warner
      Questa è una gran buona notizia... vorrei però
      che non si perdesse la memoria di ciò che è
      successo... ossia che la Microsoft era disposta a
      condannare un insegnante ad anni di Siberia per i
      suoi luridi
      interessi.

      Vorrei a questo punto che gli insegnanti italiani
      riflettessero sul fatto che domani potrebbe
      capitare tranquillamente a loro... è quello che
      succede quando si permette ai soldi e al profitto
      di sostituirsi alla ragione e al buon
      senso.

      Se gli insegnanti italiani avessero le p*lle come
      minimo, per solidarietà (oltre che per evitare di
      diventare vittime di questa multinazionale essi
      stessi magari un giorno nemmeno tanto lontano),
      di spingere per abbandonare i software
      proprietari nelle scuole. In molte scuole lo si è
      già fatto... voi che aspettate? Pensate che la
      Microsoft nel vostro caso farebbe
      un'eccezione?Wakko, da un lato quasi auspico che qualche innocente (io lo considero tale, un insegnante che non ha certo fini di lucro) ci vada di mezzo anche in Italia e abbia ampia risonanza sui media e tra i colleghi. Sarà la volta buona che questi non si limiteranno a chiedere, ma ESIGERANNO che sui computer di scuola sia presente solo software GPL (o chiederanno in alternativa a qualcun altro, tipo il preside, di rendersi totalmente responsabile per iscritto dell'uso illegale di software a pagamento.Purtroppo per anni la MS (e in questo è senz'altro colpevole come pure altre case produttrici di software, voglio vedere chi mi dimostra il contrario) ha letteralmente incoraggiato la pirateria dotando i propri software di sistemi di protezione e aggiornamento ridicoli . Secondo me tanta gente che usa sistemi MS a sbafo ci avrebbe ripensato da un bel po' se le protezioni fossero efficaci quel tanto che basta da vanificare sistemi semplici di crack e/o di generazione di chiavi di attivazione.
  • Anonimo scrive:
    Giusto si!
    E voglio credere che la magistratura russa abbia agito così riconoscendo che il bene della cultura viene prima del profitto della multinazionale.
  • Anonimo scrive:
    Giusto!
    Semmai devono prendersela con il rivenditore che installa copie taroccate - aldilà del fatto che in Russia la pirateria è pratica comune.Mica possono essere tutti smanettoni! Se ti installano l'impianto elettrico non a norma, e ti rilasciano il certificato, se la devono prendere con l'elettricista, mica con te!!
    • Angelone scrive:
      Re: Giusto!
      Mi chiedo chi sia stato quell'uomo di merda che ha denunciato il povero cristo in questione...
      • Alucard scrive:
        Re: Giusto!
        - Scritto da: Angelone
        Mi chiedo chi sia stato quell'uomo di merda che
        ha denunciato il povero cristo in
        questione...Qualche spacciatore di windows :
    • Anonimo scrive:
      Re: Giusto!

      aldilà del fatto che
      in Russia la pirateria è pratica
      comune.parla di quello cha sai, parla di casa tua e del tuo paesino, per favore
Chiudi i commenti