CD meno cari grazie al P2P

Così qualcuno legge l'annuncio di Universal Music che spinge verso il basso i prezzi dei nuovi CD in arrivo da etichette come Decca o Deutsche Grammophon. Per fermare il calo delle vendite


New York (USA) – I CD distribuiti dalle etichette che fanno capo a Universal Music scenderanno di prezzo nelle prossime ore, da 19 o 17 dollari a 13 dollari per CD musicale. Una decisione che riguarda numerose celebri etichette, come Decca o Deutsche Grammophon ma anche Philips e altre. Una decisione, soprattutto, con cui Universal risponde all’inesorabile progressivo calo delle vendite.

Mettere in relazione download di musica da internet, con il peer-to-peer in testa, e ribasso dei prezzi dei CD non è arbitrario. In queste settimane importanti analisti come Forrester hanno profetizzato la morte dei CD entro pochi anni proprio a causa dell’aumento esponenziale del download via internet, compreso naturalmente quello illegale.

“Gli appassionati di musica – si legge in una nota di Universal – beneficeranno delle riduzioni di prezzo che abbiamo annunciato. Il nostro nuovo modello consentirà ai rivenditori americani di offrire musica ad un prezzo molto più interessante se paragonato ad altri prodotti di intrattenimento. Riteniamo che questo approccio riporterà gli appassionati nei negozi”. Ritocchi sono stati pensati anche per le musicassette.

Secondo Forrester, che proprio ieri ha confermato dati che già avevano suscitato scalpore, il 20 per cento degli americani scarica musica da internet e molti di loro comprano molta meno musica. La tendenza è inesorabile : secondo gli analisti, entro il 2008 il numero di CD venduti sarà sceso di almeno il 33 per cento rispetto a quanto registrato negli “anni d’oro”, in particolare nel 1999.

Secondo gli analisti, inoltre, nei prossimi mesi ed anni emergeranno molti nuovi sistemi di distribuzione legale che competeranno con quelli che hanno iniziato a farsi vedere sul mercato. Produttori e discografici, infatti, hanno cominciato a capire, secondo Forrester, che servono nuovi canali di distribuzione. Anche se rimane, vastissima e sfuggente, la concorrenza della condivisione globale di file gratuiti di qualsiasi genere attraverso internet.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    In galera l'intera Microsoft
    Per me dovrebbero andarci loro in galera per la merda che vendono
  • pippo75 scrive:
    Re: 15 anni?

    La Mercedes è stata sme**ata pubblicamente
    per la vicenda del'alce e i progettisti
    della classe-A saranno stati crocifissi in
    sale mensa, nessuno si e' sognato di dare la
    colpa all'alce. Perchè a redmond non accade
    nulla di simile?
    Non sarebbe una bruttta cosa, pero'.Quando devi installare un pezzo del motore vai dal meccanico, questo usa prodotti certificati per quel modello di autovetura e che viene installato con delle chiavi apposta (mi hanno detto che ogni modello ha un tipo diverso di chiavi).Per installare queste parti meccaniche deve fare attenzione che non modifichi niente d'altro.Quando installi un programma controlli- Che tutti i requisiti siano soddisfatti- Che sia certificato per il tuo HW (non solo processore, ma anche schede ed altre cose varie)- Che non crei problemi con l'altro software installato- L'installazione la fai tu, un tecnico o un tecnico certificato dalla ditta che produce il computer.- Appena installato fai il controllo di effettivo funzionamento (collaudo)
  • Anonimo scrive:
    Re: 15 anni?

    facciamo conto che l'auto in questione abbia
    un difetto, noto anche ai bambini di 5 anni,
    che fa si che se uno apre lo sportellino del
    serbatoio la macchina esplode quando supera
    i 90 Km/h

    tu (esempio, ma potrebbe essere anche
    Tizio), sapendolo comri lo stesso quella
    macchina, che oltretutto costa 100 volte
    un'altra macchina piu' potente e senza quel
    difetto
    passa il bambino di 5 anni del quale
    accennavamo 4 righe fa che essendo un noto
    deficiente apre lo sportellino per vedere il
    botto
    tu arrivi sali in macchina senza controllare
    che lo sportellino sia chiuso, parti,
    acceleri e salti in aria

    in questo caso abbiamo 3 sogetti coinvolti:
    - tu (o Tizio) che hai:
    - comprato una macchina notoriamente
    pericolosa
    - non hai verificato di essere al sicuro
    prima di partire (nel nostro caso
    corrisponderebbe al "non hai verificatro di
    aver installato tutte le patch prima di
    connetterti alla rete")
    - il deficiente di 5 anni, che ha sfruttato
    la vulnerabilita' per fare danni (ed e'
    giusto che non lo si consideri innocente a
    priori)
    - il produttore dell'auto; se si trattasse
    di un auto, non gli si sarebbe mai
    consentito di metterla in vendita, perche'
    nessuno addebita nulla ad un produttore di
    software pericoloso per l'utilizzatore e
    dannoso per il prossimo (la macchina
    esplodendo ha rotto anche i vetri di casa
    mia e i worm diffondendosi hanno consumato
    anche la banda e la CPU dei miei
    mailserver)?
    La Mercedes è stata sme**ata pubblicamente
    per la vicenda del'alce e i progettisti
    della classe-A saranno stati crocifissi in
    sale mensa, nessuno si e' sognato di dare la
    colpa all'alce. Perchè a redmond non accade
    nulla di simile?
    Secondo me ci sono due cose da precisare:1) windows da solo non fa morire nessuno, fa funzionare (bene o male) un pc/server. Se questo pc/server viene messo a controllare, per esempio, un reattore nucleare la responsabilità passa al responsabile del progetto che dovrà garantire un testing molto accurato, sistema di fault-tollerance, clustering, motirare costantemente e via dicendo. O forse qualcuno pensa che basta inserire i cd della mandrake su un pentium2 e tutto funzionerà per sempre?E poi non è la stessa cosa per l'hardware? la maxtor ti ripaga di tutto il lavoro perso se si rompe un disco?2) La VOLONTA' di fare danno. Windows è già sicuro dalle operazioni di "bambini di 5 anni", non serve molto, basta profilare un utente con restrizioni ed una password discreta.Qua invece si parla di gente (molto brava per giunta) che ha trovato o sfruttato un bug per fare danni e lo ha fatto di proposito. Quindi è come parlare di una qualsiasi macchina (Mercedes o Fiat non importa) che per strada va bene ma hanno trovato un modo complesso di sabotarla per farla esplodere ai 90km/h: vai sotto, leva la calotta, svita i 4 perni, taglia il filo ecc. ecc., ho capito che potevano saldare tutto ma arrivare a dire che se rimango colpito da questo "scherzo" è colpa della macchina mi sembra eccessivo.Questo non deve far cessare l'impegno da parte MS di sviluppare software sempre più sicuro, d'altra parte io considero colpevole chi scrive il virus e non la piattaforma sulla quale gira.
  • Anonimo scrive:
    il virus ha funzionato.
    In quanto il suo intento piu' che intasare i pc era quello di far mettere in galera a vita i piu' sprovveduti tra gli smanettoni.Se entri in un negozio e spari al cassiere non puoi difenderti dicendo che stavi solo provando una nuova pistola. :-|Mi dispiace per questi ragazzi, ma forse il mito degli "hackers" gli ha un po dato alla testa e gli ha trasformati in vandali informatici piu' che miti da film.
    • Anonimo scrive:
      Re: il virus ha funzionato.
      - Scritto da: Anonimo
      In quanto il suo intento piu' che intasare i
      pc era quello di far mettere in galera a
      vita i piu' sprovveduti tra gli smanettoni.

      Se entri in un negozio e spari al cassiere
      non puoi difenderti dicendo che stavi solo
      provando una nuova pistola. :-|

      Mi dispiace per questi ragazzi, ma forse il
      mito degli "hackers" gli ha un po dato alla
      testa e gli ha trasformati in vandali
      informatici piu' che miti da film.
      eh si gli hackers ma kazzo c'entrano gli hackers se sai leggere l'inglese ma dubito se la tua conoscenza della lingua anglofona è pari alla tua conoscenza del pchttp://info.astrian.net/jargonbuona lettura
  • Anonimo scrive:
    Preso? forse che no!
    secondo quanto pubblicato da Wired (http://www.wired.com/news/politics/0,1283,60294,00.html) non è detto che sia stato arrestato...Cose rumene...
  • Anonimo scrive:
    Come avevate detto ?
    "va in galera solo quel povero ciccione e tutti gli altri stanno belli a casa davanti al pc lui paga per tuttii siiii"think again.
  • Anonimo scrive:
    15 anni?
    e agli stupratori che gli facciamo li torturiamo per una decina d'anni e poi li sbudelliamo o scortichiamo vivi?
    • Anonimo scrive:
      Re: 15 anni?
      - Scritto da: Anonimo
      e agli stupratori che gli facciamo li
      torturiamo per una decina d'anni e poi li
      sbudelliamo o scortichiamo vivi?se si potesse decidere con una votazione, io voto a favore!
    • Anonimo scrive:
      Re: 15 anni?
      - Scritto da: Anonimo
      e agli stupratori che gli facciamo li
      torturiamo per una decina d'anni e poi li
      sbudelliamo o scortichiamo vivi?No, agli stupratori diamo 20 anni, ai virus writer 15 anni.A me sembra più che giusto. Chi tenta di rovinare il lavoro altrui, creando DANNI (anche solo in fatto di tempo, per dover cancellare tutte le e-mail arrivate), merita 15 anni di galera, se non di più.
      • Anonimo scrive:
        Re: 15 anni?
        E a chi ha creato il sw bacato che oltretutto abbiamo pagato? A loro? Se compri un'auto e ti schianti perche' perdi una ruota denunci la casa costruttrice.
        • Anonimo scrive:
          Re: 15 anni?
          - Scritto da: Anonimo
          E a chi ha creato il sw bacato che
          oltretutto abbiamo pagato? A loro? Se compri
          un'auto e ti schianti perche' perdi una
          ruota denunci la casa costruttrice.Tu sei quello di ieri che non hacapito una mazza, scusa se te lo dico...e l'esempio della macchina è fuori luogo, fattelo spiegare da un altro però che ho già perso troppo tempo
          • Anonimo scrive:
            Re: 15 anni?
            - Scritto da: Anonimo

            Tu sei quello di ieri che non hacapito una
            mazza, scusa se te lo dico...Difficile... ieri ero al mare
            e l'esempio della macchina è fuori luogo,
            fattelo spiegare da un altro però che ho già
            perso troppo tempoO forse non sei in grado di farlo, o ti spaventa avvicinarti ad una realta' nuova e sconosciuta?Guarda che nessuno ti biasimerebbe per questo... non sei nel mondo MS. Da "noi" se hai un problema trovi anche qualcuno che ti aiuta a risolverlo senza aspettare il service pack o la versione aggiornata. Certo dovresti ricominciare tutto da 0... quindi da "amministratore MS" diventeresti lo sguattero di Linux, pero' avresti finalmente la possibilita' di apprendere quello che c'e' dietro un "avanti avanti avanti".Ma penso che sia inutile continuare, non capiresti. Io te lo posso dire pero'... tu non mi sembri nella condizione di farlo.
          • Anonimo scrive:
            Re: 15 anni?

            Difficile... ieri ero al mareScusa, la fine di questo post mi ricorda tanto il tuo ragionamento:http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=426417
            O forse non sei in grado di farlo, o ti
            spaventa avvicinarti ad una realta' nuova e
            sconosciuta?Una cosa è la sicurezza personale, un'altra quella dei dati. Chi costruisce la macchina non è mica responsabile se te la rubano, oppure tu li vai a denunciare perchè hanno le serrature troppo facili da aprire? Ovviamente quando cambierai macchina cercherai quella che ti darà maggiori garanzie e magari a minor costo: così vale anche per l'informatica, ti puoi sentire più libero e sicuro con una macchina linux o più produttivo con una MS, sta alle aziende ed alle comunità cercare di attirare a sè più utenza possibile.
            Guarda che nessuno ti biasimerebbe per
            questo... non sei nel mondo MS. Da "noi" se
            hai un problema trovi anche qualcuno che ti
            aiuta a risolverlo senza aspettare il
            service pack o la versione aggiornata. Da "voi" si pensa che sistemista=programmatore, da "voi" si pensa che di fronte a 100 clienti si modifichi e si ricompila software in 100 modi diversi e credete che questo porterà 100 nuove assunzioni quando invece le piccole aziende (90 su 100) continueranno a comprarsi software MS perchè già pronto all'uso.
            Certo
            dovresti ricominciare tutto da 0... quindi
            da "amministratore MS" diventeresti lo
            sguattero di Linux, pero' avresti finalmente
            la possibilita' di apprendere quello che
            c'e' dietro un "avanti avanti avanti".Da studiare e approfondire ce n'è per tutti i SO, linux ti COSTRINGE a farlo (tu stesso parli di "sguattero") e questo non è un bene sopratutto se non sei un operatore del settore. La tua citazione ad "avanti avanti avanti" del resto fa capire che ti fermavi anche tu ai wizard, come tanti del resto.
            Ma penso che sia inutile continuare, non
            capiresti. Io te lo posso dire pero'... tu
            non mi sembri nella condizione di farlo.Io credo che questi forum siano lo sfogo di tanti repressi, anche il mio ok, il fatto comunque è che non mi interessa dimostrare di essere superiore a te o di aver scelto il SO migliore o la periferica più bella o il processore più potente o il cellulare con più campo ecc ecc,io dico solo che il paragone bug : sicurezza della macchina non stà in piediPS io uso linux e mi piace molto, cerco solo di essere obbiettivo.
          • Anonimo scrive:
            Re: 15 anni?
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            E a chi ha creato il sw bacato che

            oltretutto abbiamo pagato? A loro? Se
            compri

            un'auto e ti schianti perche' perdi una

            ruota denunci la casa costruttrice.

            Tu sei quello di ieri che non hacapito una
            mazza, scusa se te lo dico...ah, tu devi essere quello che criticava il paragone col muro..bentrovato, ma stavolta hai malmenato l'anonimo sbagliato :)
            e l'esempio della macchina è fuori luogo,e' un po' impreciso, come il mio del muro, su questo hai ragione, ma il concetto di fondo rimane validofacciamo conto che l'auto in questione abbia un difetto, noto anche ai bambini di 5 anni, che fa si che se uno apre lo sportellino del serbatoio la macchina esplode quando supera i 90 Km/htu (esempio, ma potrebbe essere anche Tizio), sapendolo comri lo stesso quella macchina, che oltretutto costa 100 volte un'altra macchina piu' potente e senza quel difettopassa il bambino di 5 anni del quale accennavamo 4 righe fa che essendo un noto deficiente apre lo sportellino per vedere il bottotu arrivi sali in macchina senza controllare che lo sportellino sia chiuso, parti, acceleri e salti in ariain questo caso abbiamo 3 sogetti coinvolti:- tu (o Tizio) che hai: - comprato una macchina notoriamente pericolosa - non hai verificato di essere al sicuro prima di partire (nel nostro caso corrisponderebbe al "non hai verificatro di aver installato tutte le patch prima di connetterti alla rete")- il deficiente di 5 anni, che ha sfruttato la vulnerabilita' per fare danni (ed e' giusto che non lo si consideri innocente a priori)- il produttore dell'auto; se si trattasse di un auto, non gli si sarebbe mai consentito di metterla in vendita, perche' nessuno addebita nulla ad un produttore di software pericoloso per l'utilizzatore e dannoso per il prossimo (la macchina esplodendo ha rotto anche i vetri di casa mia e i worm diffondendosi hanno consumato anche la banda e la CPU dei miei mailserver)?La Mercedes è stata sme**ata pubblicamente per la vicenda del'alce e i progettisti della classe-A saranno stati crocifissi in sale mensa, nessuno si e' sognato di dare la colpa all'alce. Perchè a redmond non accade nulla di simile?
      • Anonimo scrive:
        Re: 15 anni?
        fai pace con il tuo cervello, e poi rileggi quello che hai scritto.
  • Elwood_ scrive:
    Secondo me quello del blaster....
    Non lo beccheranno maiQuesti non sono i veri autori del virus blaster, hanno fatto un copia e incolla è hanno trasformato un virus ciò che era un ExploitMolte dei all' lupo all'lupo di questo minaccioso worm in realtà erano dovuti ad un exploit che sfruttava come il cyberkit e altri programmi simili qualche baco di xp e delle sue versioni.Quanti di voi hanno poi scoperto che dopo l'RPC e avendo scansionato più volte il vostro OS non c'era nulla, a me è capitato andando ad aiutare alcuni amici,In realta la microsoft la chiamava security patch, poi è diventata la patch di blaster...Ma che strano... un virus che si ferma con una patch... e di cui l'antivirus non trova tracceQui il vero autore è ancora in giro... e certo non è ne il rumeno o il tizio che hanno arrestato in america...Quelli sono i furbi del copia e incolla e io credo che cercando in rete qualcosa si trovi di questo exploitE chissà se poi questo tizio... sia davvero nelle mire della polizia oppure è un piano per far apparire tutto come un modo per far credere alla gente che tutto venga da ragazzini che fanno i virus...Dubbiosamente Elwood
    • Anonimo scrive:
      Re: Secondo me quello del blaster....
      Concordo pienamente!!!:-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Secondo me quello del blaster....
      Molte dei all' lupo all'lupo di questo
      minaccioso worm in realtà erano dovuti ad un
      exploit all'lupo????? ma come cavolo scrivi????al lupo!!!! non puoi mettere un apostrofo prima di una consonante!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Secondo me quello del blaster....
      occhio alla differenza tra worm e virus
      • Anonimo scrive:
        Re: Secondo me quello del blaster....
        a me lo rilevava l'antivirus... la cui funzione non è solo quella di rilevare virus, ma anke worm e cookie pericolosi...forse domani prendono l'autore della variante Z.. non ancora diffusa su internet :D..e sicuramente l'autore del worm originale lo prendono 2 volte... :|e se lo prendono? quanto anni di carcere gli danno? 15 x tutte le varianti fatte da altri? arriva a 100 :Dinvece di mandarli in carcere c sarebbero tanti lavoretti da fare... pulire le strade, i fiumi, i vekkietti... faendo così risparmiare soldi ai contribuenti di quel paese
        • Anonimo scrive:
          Re: Secondo me quello del blaster....
          - Scritto da: Anonimo
          a me lo rilevava l'antivirus... la cui
          funzione non è solo quella di rilevare
          virus, ma anke worm e cookie pericolosi...

          forse domani prendono l'autore della
          variante Z.. non ancora diffusa su internet
          :Dte sei stato infettato ma c'e una marea di persone che non e' stata infettata, ma qualcuno usava una specie di exploit probabilmente con l'aiuto del cyberkit 2.2 tentava di buttare giù la gente, poi è venuta la sua variante....Quello che ha sfruttato il baco in xp non è un cretino... anziMa quelli che ne hanno fatto le variazioni e le hanno trasformate in virus... sono poi i furbacchioni che pagheranno per questo tizio che ti ripeto, non troveranno mai...e ad essere più paranoico ti dico pure che secondo me... sanno pure chi è ma non gli conviene arrestarlo
  • Anonimo scrive:
    ma lavorava per la RAV?
    COME SOPRA...
  • Anonimo scrive:
    una volta non era così...
    Una volta per fare azioni di hack/crack/virus si usavano nick DIVERSI da quello usato normalmente, altrimenti ci si scopriva troppo.Cioè, è ovvio che se uno in un deface scrive "defaced by Mariolino79", e poi va in una chat pubblica chiamandosi "Mariolino79" e inizia a parlare vagamente di informatica, è più facile che lo becchino.Cmq si vede che i tempi sono cambiati...vabbè......poi però bisogna anche vedere se PI ha scritto tutte cose giuste, magari non è vero che c'era il suo nick all'interno del Blaster, ed è solo una voce che gira.
    • Anonimo scrive:
      Re: una volta non era così...
      In una news che ho letto ieri dichiaravano che il tizio aveva messo il suo nick, e riferimenti a dei professori della sua uni.
Chiudi i commenti