CERT: chiudete la falla di ICQ

Il CERT invita milioni di utenti di vecchie versioni di ICQ ad aggiornare immediatamente il programma per difendersi da un bug scoperto di recente


Roma – Il CERT rilancia l’allarme in merito in merito ad una vulnerabilità di ICQ scoperta circa due settimane fa che, secondo gli esperti di sicurezza, rappresenta un serio rischio per gli utenti.

Gli esperti di uno dei principale centri di ricerca governativi americani affermano che sebbene AOL, che possiede ICQ, abbia nel frattempo provveduto a installare sui propri server dei filtri che blocchino messaggi maliziosi diretti a sfruttare la falla, questa soluzione potrebbe non essere sufficiente a risolvere del tutto il problema.

Il CERT ha pertanto invitato caldamente tutti gli utenti di ICQ, che secondo le stime di AOL sarebbero addirittura 120 milioni, a scaricare immediatamente la versione aggiornata del client 2001B Beta v5.18 Build #3659 .

Il CERT si è detto soprattutto preoccupato dal fatto che in rete circolerebbe già un crack in grado di sfruttare questa falla e di consentire ad un assalitore di eseguire codice arbitrario sul sistema vittima.

Il bug affligge tutte le versioni per Windows di ICQ precedenti alla 2001b, rilasciata lo scorso ottobre, e consiste in un buffer overflow che si verifica durante l’elaborazione di una richiesta “Voice Video & Games”, una funzionalità il cui codice, nelle vecchie versioni di ICQ, era contenuto all’interno del programma principale mentre, a partire dalla versione 2001b, è stato spostato in un plug-in esterno.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Ho letto l'articolo! Mai visto nulla del genere...
    Panerai ed il giornalismo fatto con il copia incolla.... sbagliato!:)
  • Anonimo scrive:
    CABARET
    Un'offerta seria di Asp e di sicurezza dei server la offre per esempio una giovane società partecipata da Telecom Italia, la Netesi.
  • Anonimo scrive:
    PANCRAI NON E' PANERAI
    Piccola svista anche vostra eh? La società è di un certo Luca Pancrai non Panerai...Bellini voialtri!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: PANCRAI NON E' PANERAI
      - Scritto da: Mar&mma
      Piccola svista anche vostra eh? La società è
      di un certo Luca Pancrai non Panerai...
      Bellini voialtri!!!!
      L'articolo cita Clarence, e su Clarence si fa' riferimento a Panerai e non Pancrai.http://www.clarence.com/contents/tecnologia/penne/panerai/
      • Anonimo scrive:
        Re: PANCRAI NON E' PANERAI
        1. E' un vecchio errore di battitura. Si tratta invece proprio di Panerai2. Non credo proprio che Clarens possa essere considerata una fonte autorevole (vedi morte di Bill Gates).
        • Anonimo scrive:
          Re: PANCRAI NON E' PANERAI

          2. Non credo proprio che Clarens possa
          essere considerata una fonte autorevole
          (vedi morte di Bill Gates).Vedere anche il forum di PI. Ho personalmente visto con i miei occhi su panorama NEXT quell'articolo. e ho letto quello di Clarence. Il testo è ripotato veramente senza modifiche. La ca@@ate sono tutte "reali", credi.
      • Anonimo scrive:
        Re: PANCRAI NON E' PANERAI
        bhe è compito di chi fa notizia assicurarsi delle fonti.Solo Programmazione.it ha da subito posto il dubbio in modo da non fare disinformazione su un caso di disinformazione! Caso Panerai: oltre alla disinformazione, anche pubblicità occulta? http://www.programmazione.it/index.php?entity=enews&idNews=2646&idArea=1Il caso Panorama Next Online - Hacker: difendi così il tuo pchttp://www.programmazione.it/index.php?entity=enews&idNews=2628&idArea=1
        • Anonimo scrive:
          Re: PANCRAI NON E' PANERAI

          bhe è compito di chi fa notizia assicurarsi
          delle fonti.ciao,ilbarbieredellasera citava la versione cartacea di Milano Finanza, edita da Paolo Panerai, padre di Luca. fonte più certa di questa...è pur vero che su un sito si citava un certo PanCrai e non PanErai. ho telefonato al numero verde di Netesi, trovato sul loro sito. un gentile signore mi ha confermato che loro non hanno nessun PanCrai e che invece hanno un Luca PanErai (dottor Panerai, ha specificato).
        • Anonimo scrive:
          Re: PANCRAI NON E' PANERAI

          Solo Programmazione.it ha da subito posto il
          dubbio in modo da non fare disinformazione
          su un caso di disinformazione!

          Caso Panerai: oltre alla disinformazione,
          anche pubblicità occulta?
          http://www.programmazione.it/index.php?entityciao, purtroppo Programmazione.it non ha fatto la cosa più semplice, e cioè telefonare a netesi, che ha un numero verde che si trova sul loro sito www.netesi.it, e chiedere.io l'ho fatto e il loro gentile sig. Costantino mi ha confermato che tra loro c'è Luca PanErai e che invece non conoscono nessun PanCrai.ho provato a scrivere questa cosa anche sul forum di Programmazione.it, ma purtroppo vogliono una sfilza di dati personali che fa paura che poi passeranno a società di marketing, sicché ho desistito dalla registrazione.magari puoi inserire tu questa informazione?grazie.
    • Anonimo scrive:
      Re: PANCRAI NON E' PANERAI

      Piccola svista anche vostra eh? La società è
      di un certo Luca Pancrai non Panerai...ciao,ho telefonato alla Netesi, mi hanno confermato (sig. Costantino) che si tratta proprio di Luca PanErai e che non conoscono nessun PanCrai.
  • Anonimo scrive:
    panerai: mica da scherzarci su tanto...
    in fondo il buon luca aveva ragione: ci sono in giro virus veramente terribili: un esempio per tutti: quello che ha intaccato il suo cervello.pare che non esista nessun rimedio... nemmeno fdisk/mbr...
  • Anonimo scrive:
    Povera Panorama...
    Se è costretta ad assumere il figlio di Tal dei Tali per fare una versione ipertesto del suo giornale, dev'essere messa proprio bene.Spero lo mandi a fare quello che sa fare, cioè altro.Marco Tronchetto Provolone
    • Anonimo scrive:
      Re: Povera Panorama...
      - Scritto da: MTP
      Se è costretta ad assumere il figlio di Tal
      dei Tali per fare una versione ipertesto del
      suo giornale, dev'essere messa proprio bene.
      Spero lo mandi a fare quello che sa fare,
      cioè altro.

      Marco Tronchetto ProvoloneL'episodio di pessimo giornalismo di Panerai mi fa tornare alla memoria una sera in un noto locale romano dove il membro della giuria di un concorso di bellezza (un ginecologo) fece riferimento al giuramento di Ippocrate. Bene, la giornalista al mio fianco (di un grande quotidiano romano) mi si rivolse con una espressione che ancora ricordo dicendo: "cosa diavolo e' 'sto giuramento di Ippocrate?". Che non sia necessaria l'istruzione per svolgere l'attivita' di giornalista, oppure si tratta solo di raccomandati?
  • Anonimo scrive:
    A Striscia la notizia
    Segnaliamo la cosa a Striscia la notizia ...Visto che sono molto attenti ai giornalisti della rai vediamo se lo sono altrettanto con i giornalisti di casa (mondadori) ...
    • Anonimo scrive:
      Re: A Striscia la notizia
      - Scritto da: Marco
      Segnaliamo la cosa a Striscia la notizia ...
      Visto che sono molto attenti ai giornalisti
      della rai vediamo se lo sono altrettanto con
      i giornalisti di casa (mondadori) ... chissà se qualcuno ha notato la pubblicità gratuita che mediaset fa alla sinistra... Hai mai visto le iene e mai dire domenica?Sembra di guardare trasmissioni di santoro.
      • Anonimo scrive:
        Re: A Striscia la notizia
        Mai visto Fede?avrà più o meno lo stesso numero di ascoltatori delle iene.E poi quelli delle Inene hanno fatto un favore a Fini. Quella dichiarazione-rettifica era necessaria e avrà fatto piacere agli altri paesi europei nel momento in cui un ex-fascista si site ad un tavolo per gettare le fondamenta di una nuova costituzione europea (per altro in compagnia di ex-comunisti)...
        • Anonimo scrive:
          Re: A Striscia la notizia
          - Scritto da: Marco
          Mai visto Fede?
          avrà più o meno lo stesso numero di
          ascoltatori delle iene.
          E poi quelli delle Inene hanno fatto un
          favore a Fini. Quella
          dichiarazione-rettifica era necessaria e
          avrà fatto piacere agli altri paesi europei
          nel momento in cui un ex-fascista si site ad
          un tavolo per gettare le fondamenta di una
          nuova costituzione europea (per altro in
          compagnia di ex-comunisti)...
          Le comiche, spero che vendano anche del buon pop-corn a quelli che desiderassero assistere alle sedute e farsi quattro risate.
        • Anonimo scrive:
          Re: A Striscia la notizia
          - Scritto da: Marco
          Mai visto Fede?
          avrà più o meno lo stesso numero di
          ascoltatori delle iene.ma chi guarda fede sa appunto di guardare un tg dalla parte di berlusconi.Chi guarda le iene e mai dire gol non pensa di solito di guardare trasmissioni a livello centro sociale.
          E poi quelli delle Inene hanno fatto un
          favore a Fini. Quella
          dichiarazione-rettifica era necessaria e
          avrà fatto piacere agli altri paesi europeiconvinto tu, convinti tutti
          nel momento in cui un ex-fascista si site ad
          un tavolo per gettare le fondamenta di una
          nuova costituzione europea (per altro in
          compagnia di ex-comunisti)...appunto...Mi chiedo come mai si facciano tante storie per un ex-fascista e nessuno dica niente per i comunisti.Fino a prova contraria anche il comunismo ha fatto 'qualche' danno eppure nel 2002 si continua a guardare solo la stessa faccia della medaglia.Enrico Lucci e quei 3 coglioni della gialappa's sono dei poveri deficienti rompicoglioni capaci appena di prendere i soldi da mediaset e sparare stronzate sul governo (di destra xkè su quello di sinistra non hanno mai detto niente). E' facile essere comunisti quando qualcuno ti paga le vacanze in egitto per andare a molestare Tati
      • Anonimo scrive:
        Re: A Striscia la notizia
        Non mi pare il caso di fare delle polemiche politiche in questo ambito. Faccio inoltre notare (sperando di non essere frainteso) che tipicamente la satira politica prende di mira il governo e la maggioranza del momento, in quanto espressione, molto spesso, di malcontento della classe dirigente (INDIPENDENTEMENTE dal governo o maggioranza al potere).Saluti
        • Anonimo scrive:
          Re: A Striscia la notizia
          - Scritto da: Bertolinux
          Non mi pare il caso di fare delle polemiche
          politiche in questo ambito. Faccio inoltre
          notare (sperando di non essere frainteso)
          che tipicamente la satira politica prende di
          mira il governo e la maggioranza del
          momento, in quanto espressione, molto
          spesso, di malcontento della classe
          dirigente (INDIPENDENTEMENTE dal governo o
          maggioranza al potere).
          Salutiinfatti mai dire gol e le iene quando era su la sinistra facevano tantissima satira politica...mamma mia quanta....uuuuhhhh
  • Anonimo scrive:
    Gli Hacker sono una setta??
    e Linuz Torvall ha inventato LYnux ?!?!?! Per fare concorrenza a XP ?!?! auhauhauhuah I firewall "bruciano" gli utenti non registrati ?!?!? El eliminano i virus?!??ahuauhauha Caro Luca Panerai.. hai un futuro davanti a te.. continua così.. ahuahua
    • Anonimo scrive:
      Re: Gli Hacker sono una setta??

      ahuauhauha Caro Luca Panerai.. hai un futuro
      davanti a te.. continua così.. il guaio è che ce l'ha davvero. il babbo cià i soldi e fa l'editore (Paolo Panerai, Class e Milano Finanza).Luca Panerai poi, probabilmente grazie ai soldi di papà, è cofondatore della Netesi, di cui parlava nel suo stesso articolo.
  • Anonimo scrive:
    Splendido !!!
    Un comico nato il caro panerai (volutamente minuscolo) ... meriterebbe un posto di giornalista accanto all'Emilio Fido nazionale :)Ha almeno il pregio di avermi fatto iniziare la settimana lavorativa con un sorriso :)
  • Anonimo scrive:
    Articolo ROFTLosissimo!
    Non perdetevi la copia su Clarence.. questo tizio e' un talento del cabaret.. Zelig e' il suo approdo naturale :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Articolo ROFTLosissimo!
      Cosa significa ROFTL?
      • Anonimo scrive:
        Re: Articolo ROFTLosissimo!
        - Scritto da: ciarli
        Cosa significa ROFTL?Rolling On The Floor Laughing..e quell'"articolo" fa davvero quell'effetto, ancor piu' considerando che e' uscito su una rivista "istituzionale"
    • Anonimo scrive:
      Re: Articolo ROFTLosissimo!
      Purtroppo no, non mi viene tanto da ridere, quanto da piangere.L'articolo in questione è stato certamente visionato ed approvato da un redattore capo, prima di essere pubblicato; se addirittura non è stato commissionato.Ciò implica in primo luogo che le opinioni dell'autore rispecchiano in un certo senso quelle della rivista e trattandosi di una rivista inline molto letta il danno creato sarebbe da codice penale (qualsiasi LUG potrebbe querelarlo per diffamazione aggravata).Secondariamente, ma non meno importante, è il fatto che se si consente la pubblicazione di una tale accozzaglia di affermazioni senza fondamento (la Setta di Open World è veramente da film di fantascienza) e di termini talmente sbagliati da sembrare sparati a caso, allora la disinformazione su tutto quelo che è open source e sul mondo dell'informatica in genere sfiora il paradossale.(del resto, si sa, in internet a parte pirati con la benda sul'occhio pronti a carpirti la carta di credito o a formattarti l'hard disk e pedofili in agguato, c'è ben poco)BAH!!!
  • Anonimo scrive:
    Legge sull'editoria
    Le storture di questa leggeemergono in tutta la loro grottescainutilita` di fronte ad episodiocome questo di Luca Panerai,che raccomandato dal padre scrive un articolo tentando di usare il giornale dove scrive per fare pubblicita` "occulta" ad una sua aziendaPino Silvestrepinosilvestreatdespammeddotcom
    • Anonimo scrive:
      Re: Legge sull'editoria
      - Scritto da: Pino Silvestre
      Le storture di questa legge
      emergono in tutta la loro grottesca
      inutilita` di fronte ad episodio
      come questo di Luca Panerai,
      che raccomandato dal padre scrive un
      articolo tentando di usare il giornale dove
      scrive per fare pubblicita` "occulta" ad una
      sua aziendaSono d'accordo con te. Meglio un paolo attivissimo senza patentino di giornalista (magari ce l'ha...) o un panerai con patentino? Se l'ordine fosse una cosa seria cosa succederebbe dopo un articolo in cui un giornalista fa pubblicità a se' stesso?
      • Anonimo scrive:
        Re: Legge sull'editoria
        - Scritto da: tristemente_famoso
        - Scritto da: Pino Silvestre

        Le storture di questa legge

        emergono in tutta la loro grottesca

        inutilita` di fronte ad episodio

        come questo di Luca Panerai,

        che raccomandato dal padre scrive un

        articolo tentando di usare il giornale
        dove

        scrive per fare pubblicita` "occulta" ad
        una

        sua azienda

        Sono d'accordo con te. Meglio un paolo
        attivissimo senza patentino di giornalista
        (magari ce l'ha...) o un panerai con
        patentino? Se l'ordine fosse una cosa seria
        cosa succederebbe dopo un articolo in cui un
        giornalista fa pubblicità a se' stesso?Fosse solo la pubblicita' occulta... il cosidetto "patentino" dovrebbe anche (a detta degli inventori) essere garante su qualita' e competenza dell'autore...
  • Anonimo scrive:
    Vorrei che BiG_Boy capisse le conclusioni
    non so se qualcuno di voi ha mai seguito alcune piccole scaramuccie sul forum a tema libero (http://punto-informatico.it/poc.asp?fid=1) ... ma è accaduto tra ottobre e dicembre 2001 che con il signor Big Boy e altri, si sia scatenata una piccola scaramuccia "quasi" dialettica ... alla fine il tutto si è CHIUSO.Ciò mi ha però dimostrato che nel cybermondo (dato che non si può venire alle mani) si vede molto di ciò che la gente è in realtà: molti, di fronte ad una discussione, alla costruzione, al mettere in dubbio le certezze ... al dialogo, al ragionamento, allo scambio ... SE NE VANNO.al massimo ti dicono "beh, allora tienti la tua idea del X! - me ne frego di te!"...Persino la gente che frequenta questo mondo, quindi, molta di questa gente, dimostra di non riuscire a prendere e dare nulla ad esso.----Trovo quindi quasi più collegati con la realtà tutti coloro i quali usano internet per la musica ... è tutto molto molto tangibile.Si incontrano, si spiegano cose, eseguono operazioni ed alla fine HANNO IN MANO il loro CD.E lo usano a casa, mentre si mangiano una brioche (molto molto reale) oppure ciulano con la morosa (molto reale!).
    • Anonimo scrive:
      Re: non ...
      Non condivido quello che dici.Non ho seguito l' argomento che citi, ma in unaprecedente discussione ho avuto a che fare conpersone che invece di capire cosa volevo dire,mi hanno creato qualche fastidio, inviandomianche dei virus.Non sempre uno riesce a farsi capire, sopratuttose il livello delle informazioni si pone su duepiani diversi. Quindi se non vi è dialogo megliolasciarsi perdere.Per quanto riguarda i file mp3, è si vero checreano comunicazione tra persone, inescando unoscambio di informazioni, ma se l' esempio diinternet è questo meglio chiuderla !!Internet deve essere uno scambio di conoscenzee di informazioni.Da quando conosco e uso internet c'è stato unmiglioramento ed un peggioramento.Il miglioramento è dovuto all' ingresso di nuovisoggetti, ed in particolare a ditte che prima eraquasi impossibile conoscere.Il peggioramento è dovuto al fatto che lo spiritodi partecipazione volontaristico e gratuito chec'era all' inizio è praticamente sparito.Se infatti si guarda in giro e si cerca informazioni tecniche, sono tutte datate.Ciao ciao www.
      • Anonimo scrive:
        ah beh
        - Scritto da: www.
        Non condivido quello che dici.
        Non ho seguito l' argomento che citiquesto però era fondamentale ...:-)ma sentiamo anche la tua, perché no!:-), ma in
        una
        precedente discussione ho avuto a che fare
        con
        persone che invece di capire cosa volevo
        dire,
        mi hanno creato qualche fastidio, inviandomi
        anche dei virus.beh, nemmeno io conosco la tua situazione (e nemmeno se te la sei cercata ... he he he!!!! - scherzo ovviamente!!) ma in un forum testuale non si riesce proprio ad inviarsi i virus ... nel nostro contesto c'era puro dialogo (o perlomeno, si sarebbe potutot avere) ... niente codice :-)
        Non sempre uno riesce a farsi capire,
        sopratutto
        se il livello delle informazioni si pone su
        due
        piani diversi. Quindi se non vi è dialogo
        meglio
        lasciarsi perdere.e non è meglio cercare di farsi capire, cercare di livellare i piani?oppure non iniziare ad esprimere opinioni in un forum pubblico se credi che sia un sito uno-a-molti ...
        Per quanto riguarda i file mp3, è si vero che
        creano comunicazione tra persone, inescando
        uno
        scambio di informazioni, ma se l' esempio di
        internet è questo meglio chiuderla !!ovviamente dissento.Era per dire che sono pochi i casi in cui cyermondo, dialoghi e conoscenze virtuali, spento il pc, restano vivi.un cd masterizzato è qui di fianco a me (ipotesi) mentre me ne vado in gita... la gita è reale, le persone sono reali, i sentimenti che mi da il tutto sono arricchiti da una cosa che ho trovato su internet, magari dialogando con uno sconosciuto che mi ha proposto il suo gruppo!Ovviamente amerei costruire la democrazia usando internet... ma potrebbe essere un grosso errore ... (sicurezza, massa di idioti ... partecipazione ecc ecc).
        Internet deve essere uno scambio di
        conoscenze
        e di informazioni.
        Da quando conosco e uso internet c'è stato un
        miglioramento ed un peggioramento.
        Il miglioramento è dovuto all' ingresso di
        nuovi
        soggetti, ed in particolare a ditte che
        prima era
        quasi impossibile conoscere.io credo che l'articolo di Mantellini si riferisca a qualcosa di meno lavorativo e di più sociale.Credo.non so se ho capito.(e in questo momento mi chiedo anche se l'articolo era di Mantellini!!!! ops!!! mi pare di si... dovrei ricontrollare)
        Il peggioramento è dovuto al fatto che lo
        spirito
        di partecipazione volontaristico e gratuito
        che
        c'era all' inizio è praticamente sparito.sono abbastanza d'accordo.ma credo che si devi su un altro argomento.si, come sempre stiamo dicendo che internet non è quella dei soldi facili, ma della spesa perché esista, più che altro ...
        Se infatti si guarda in giro e si cerca
        informazioni tecniche, sono tutte datate.di che settore parli?scommetto che se trovi il newsgroup giusto, qualcuno ti darà i link che cerchi.
        • Anonimo scrive:
          Re: ah beh
          - Scritto da: rospo
          , ma in

          una

          precedente discussione ho avuto a che fare

          con

          persone che invece di capire cosa volevo

          dire,

          mi hanno creato qualche fastidio,
          inviandomi

          anche dei virus.

          beh, nemmeno io conosco la tua situazione (e
          nemmeno se te la sei cercata ... he he
          he!!!! - scherzo ovviamente!!)
          ma in un forum testuale non si riesce
          proprio ad inviarsi i virus ... nel nostro
          contesto c'era puro dialogo (o perlomeno, si
          sarebbe potutot avere) ... niente codice :-)Non mi hanno mandato un virus in diretta,ma in coincidenza sono sucesse delle cose strane,tra cui una serie di messaggi strani con allegatodei virus

          Non sempre uno riesce a farsi capire,

          sopratutto

          se il livello delle informazioni si pone
          su

          due

          piani diversi. Quindi se non vi è dialogo

          meglio

          lasciarsi perdere.


          e non è meglio cercare di farsi capire,
          cercare di livellare i piani?
          oppure non iniziare ad esprimere opinioni in
          un forum pubblico se credi che sia un sito
          uno-a-molti ...
          Se in un certo argomento hai informazioni diversedal tuo interlocutore è difficile farsi capire.Ci sono argomenti anche storici in cui ciraccontano falsità, e se cerchi di farlo capirea chi crede alle versioni ufficiali.....

          Per quanto riguarda i file mp3, è si vero
          che

          creano comunicazione tra persone,
          inescando

          uno

          scambio di informazioni, ma se l' esempio
          di

          internet è questo meglio chiuderla !!

          ovviamente dissento.
          Era per dire che sono pochi i casi in cui
          cyermondo, dialoghi e conoscenze virtuali,
          spento il pc, restano vivi.
          un cd masterizzato è qui di fianco a me
          (ipotesi) mentre me ne vado in gita... la
          gita è reale, le persone sono reali, i
          sentimenti che mi da il tutto sono
          arricchiti da una cosa che ho trovato su
          internet, magari dialogando con uno
          sconosciuto che mi ha proposto il suo
          gruppo!Continuo a non condividere, troppo complicato perme riuscire a spiegartelo
          Ovviamente amerei costruire la democrazia
          usando internet... ma potrebbe essere un
          grosso errore ... (sicurezza, massa di
          idioti ... partecipazione ecc ecc).Qui condivido perfettamente.

          Internet deve essere uno scambio di

          conoscenze

          e di informazioni.

          Da quando conosco e uso internet c'è
          stato un

          miglioramento ed un peggioramento.

          Il miglioramento è dovuto all' ingresso di

          nuovi

          soggetti, ed in particolare a ditte che

          prima era

          quasi impossibile conoscere.

          io credo che l'articolo di Mantellini si
          riferisca a qualcosa di meno lavorativo e di
          più sociale.
          Credo.
          non so se ho capito.
          (e in questo momento mi chiedo anche se
          l'articolo era di Mantellini!!!! ops!!! mi
          pare di si... dovrei ricontrollare)



          Il peggioramento è dovuto al fatto che lo

          spirito

          di partecipazione volontaristico e
          gratuito

          che

          c'era all' inizio è praticamente sparito.

          sono abbastanza d'accordo.
          ma credo che si devi su un altro argomento.
          si, come sempre stiamo dicendo che internet
          non è quella dei soldi facili, ma della
          spesa perché esista, più che altro ...




          Se infatti si guarda in giro e si cerca

          informazioni tecniche, sono tutte datate.



          di che settore parli?
          scommetto che se trovi il newsgroup giusto,
          qualcuno ti darà i link che cerchi.
          Vedi il prossimo replyCaio ciao www.
      • Anonimo scrive:
        Re: non ...
        Ciao, mi premeva dirti questo (se mai lo leggerai)- Scritto da: www.
        Il peggioramento è dovuto al fatto che lo
        spirito
        di partecipazione volontaristico e gratuito
        che
        c'era all' inizio è praticamente sparito.Non sono assolutamente d'accordo. C'e' ancora, solo che c'e' molta piu' gente che prende senza dare. Come sempre accade quando una cosa diventa fruibilie praticamente da tutti.
        Se infatti si guarda in giro e si cerca
        informazioni tecniche, sono tutte datate.Non e' assolutamente vero. Diciamo piuttosto che una volta le informazioni erano 10, aggiornate all'istante zero. T0 -
        10Per te erano quindi aggiornate.Poi sono diventate 100, le 10 originali che ti interessavano (delle quali 7 aggiornate all'istante T1) erano abbastanza aggiornate.T1 -
        100 (delle quali 10 originali, e tra queste 7 aggiornate)Ora sono 100.000, 2 delle tue 10 sono effettivamente sparite dalla rete perche' non richieste e morte quindi di morte naturale, delle rimanenti 8 solo 5 sono ancora aggiornate all'istante T2, ma ora tutte queste le devi cercare tra altre 100.000 e questo richiede un po' piu' di pazienza, un po' piu' di impegno, un po' piu' di capacita'.T2 -
        100.000 (delle 10 originali, due sparite e tra le restanti solo 5 aggiornate).Questo e' normale e fisiologico.C'e' molta piu' roba a disposizione di una volta (molto e' "rumore", e' vero), e cio' che e' andato effettivamente perso e' pochissimo. Ci vuole impegno.Ciao

        Ciao ciao www.
        • Anonimo scrive:
          Re: non ...
          - Scritto da: Burp!
          Ciao, mi premeva dirti questo (se mai lo
          leggerai)

          - Scritto da: www.


          Il peggioramento è dovuto al fatto che lo

          spirito

          di partecipazione volontaristico e
          gratuito

          che

          c'era all' inizio è praticamente sparito.

          Non sono assolutamente d'accordo. C'e'
          ancora, solo che c'e' molta piu' gente che
          prende senza dare. Come sempre accade quando
          una cosa diventa fruibilie praticamente da
          tutti.Propio per questo motivo certe informazioni chesi trovano, sono solo un certo tipo, più orientatoall'illegalità che al sano interesse comune. Mi riferisco al mondo della ricerca e condivisionedi informazione.

          Se infatti si guarda in giro e si cerca

          informazioni tecniche, sono tutte datate.

          Non e' assolutamente vero. Diciamo piuttosto
          che una volta le informazioni erano 10,
          aggiornate all'istante zero.

          T0 -
          10

          Per te erano quindi aggiornate.

          Poi sono diventate 100, le 10 originali che
          ti interessavano (delle quali 7 aggiornate
          all'istante T1) erano abbastanza aggiornate.

          T1 -
          100 (delle quali 10 originali, e tra
          queste 7 aggiornate)

          Ora sono 100.000, 2 delle tue 10 sono
          effettivamente sparite dalla rete perche'
          non richieste e morte quindi di morte
          naturale, delle rimanenti 8 solo 5 sono
          ancora aggiornate all'istante T2, ma ora
          tutte queste le devi cercare tra altre
          100.000 e questo richiede un po' piu' di
          pazienza, un po' piu' di impegno, un po'
          piu' di capacita'.

          T2 -
          100.000 (delle 10 originali, due
          sparite e tra le restanti solo 5
          aggiornate).

          Questo e' normale e fisiologico.

          C'e' molta piu' roba a disposizione di una
          volta (molto e' "rumore", e' vero), e cio'
          che e' andato effettivamente perso e'
          pochissimo. Ci vuole impegno.

          Ciao

          Forse hai ragione a dire che ci sono molte più informazioni di prima, ma l' informazione che sitrova è diversa nella forma da quella che si trovava prima.Ciao ciao www.
Chiudi i commenti