CES 2020: Assistente Google, 500 milioni di utenti

Il gruppo di Mountain View ha scelto la fiera di Las Vegas per celebrare i traguardi raggiunti dalla sua IA e per annunciare alcuni sviluppi futuri.
Il gruppo di Mountain View ha scelto la fiera di Las Vegas per celebrare i traguardi raggiunti dalla sua IA e per annunciare alcuni sviluppi futuri.

Disponibile in 90 paesi di tutto il mondo su una grande varietà di dispositivi (dai telefoni agli smart speaker, dalle TV alle automobili), l’intelligenza artificiale dell’Assistente Google celebra il traguardo dei 500 milioni di utenti raggiunti proprio nei giorni del CES 2020. E quale occasione migliore rispetto alla fiera di Las Vegas per annunciare le sue prossime evoluzioni?

Mezzo miliardo di utenti per l’Assistente Google

La kermesse è stata scelta da bigG per anticipare l’arrivo di novità che riguardano una più profonda integrazione con l’universo smart home e miglioramenti per quanto riguarda la tecnologia di sintesi vocale: in un futuro non troppo lontano l’IA parlerà in modo più naturale e sarà in grado, tra le altre cose, di leggere interi articoli e pagine Web senza interruzione, così come di effettuarne la traduzione, basterà pronunciare un comando come “Ok Google, traducilo” oppure “Hei Google, leggi questa pagina”. Sarà possibile farlo in un primo momento in 42 lingue diverse, immaginiamo dunque anche in italiano. Più avanti sarà introdotto anche il supporto alle email. Nel video qui sotto un’anteprima della feature.

Altre novità in arrivo riguardano il supporto all’interazione con i televisori spenti (a partire da quelli dei brand Hisense e TCL), il supporto alle chiamate rapide prelevando i contatti dallo smartphone e alla stesura degli appunti tramite smart display (“Ok Google, prendi un appunto”), nuove opzioni per la tutela della privacy (“Hei Google, quello non era per te”) e le cosiddette Scheduled Actions (Azioni Programmate) per pianificare il funzionamento dei dispositivi presenti in casa in modo evoluto rispetto a quanto avviene oggi con le routine.

Fonte: Google
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti