ChatGPT: ecco perché OpenAI ha fermato la navigazione con Bing

ChatGPT: OpenAI ha fermato la navigazione con Bing

OpenAI ha deciso di disabilitare la funzionalità Browse with Bing integrata in ChatGPT Plus: questo il motivo dello stop improvviso.
ChatGPT: OpenAI ha fermato la navigazione con Bing
OpenAI ha deciso di disabilitare la funzionalità Browse with Bing integrata in ChatGPT Plus: questo il motivo dello stop improvviso.

Una delle funzionalità più avanzate tra quelle fino a oggi offerte da ChatGPT, battezzata Browse with Bing, consente all’intelligenza artificiale del chatbot di accedere a Internet e di ottenere informazioni aggiornate in tempo reale, attraverso il motore di ricerca del partner Microsoft, per poi tenerne conto nel formulare le risposte da restituire infine all’utente. Introdotta il nel mese di maggio con una fase beta riservata in esclusiva agli abbonati Plus, risulta ora disabilitata. Per quale motivo ne è stato deciso lo stop?

Perché OpenAI ha fermato la navigazione con Bing di ChatGPT?

La ragione è da ricercare nei suoi potenziali abusi. Nel dettaglio, l’integrazione tra i due servizi consentirebbe di aggirare le protezioni adottate dagli editori e dai creator, accedendo così a contenuti altrimenti raggiungibili solo in seguito alla sottoscrizione di un abbonamento premium. Vale, ad esempio, per gli articoli pubblicati dai quotidiani online e per le altre risorse a pagamento. Da qui, la decisione presa da OpenAI. Riportiamo di seguito in forma tradotta quanto si legge sulle pagine del supporto ufficiale.

A partire dal 3 luglio 2023, abbiamo disabilitato la funzionalità beta Naviga con Bing per un eccesso di cautela, mentre lavoriamo per risolvere il problema per agire correttamente nei confronti dei proprietari dei contenuti. Siamo impegnati per riabilitare la beta nel minor tempo possibile e apprezziamo la vostra comprensione!

La funzionalità di ChatGPT in questione, dunque, violerebbe i paywall. Una pratica evidentemente non gradita a chi, su quel materiale (articoli o altro), fonda il proprio modello di business.

Abbiamo appreso che la beta della navigazione di ChatGPT può occasionalmente visualizzare alcuni contenuti con modalità che non vogliamo. Ad esempio, se un utente chiede in modo specifico il testo completo di un URL, potrebbe inavvertitamente soddisfare la richiesta.

Ecco il messaggio mostrato a chi prova a utilizzare la funzionalità e si trova a dover fare i conti con il suo stop improvviso: Abbiamo disabilitato temporaneamente la funzionalità Browse with Bing.

OpenAI ha disabilitato la funzionalità Browser with Bing di ChatGPT Plus

Non è dato a sapere se e quando la funzionalità del chatbot sarà nuovamente abilitata. Come già scritto, è stata fin dall’inizio un esclusiva degli abbonati Plus, così come il supporto ai plugin per il modello GPT-4.

Fonte: OpenAI
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 4 lug 2023
Link copiato negli appunti