Chicago installa le cam acustiche

Non solo registrano quanto avviene sulle strade ma ora possono orientare il proprio occhio là dove vengono esplosi colpi di pistola. Già diminuiti i crimini violenti

Chicago – La più importante città dell’Illinois, una metropoli da sempre alle prese con una criminalità spesso assai violenta, sta avviando la “fase 2” del proprio progetto di sorveglianza basato sulle nuove tecnologie di controllo delle strade e delle piazze. Agli occhi delle proprie telecamere si sono ora aggiunte le orecchie.

Forte dei risultati della prima fase, nella quale si attribuisce all’installazione della rete di telecamere il calo consistente negli omicidi in città, l’amministrazione comunale sta mettendo alla prova le nuove “cam intelligenti”. Si tratta di dispositivi che non solo controllano di routine l’area nella quale sono collocati ma che sono anche in grado di orientare il proprio occhio sulla base del rumore causato da uno o più spari di armi da fuoco. La chiave di tutto questo è un sistemino noto come “SENTRI”, ovvero “Smart Sensor Enabled Neural Threat Recognition and Identification system”.

In sostanza, il sistema di rilevazione sonora è in grado di individuare l’origine dello sparo e dunque di orientare la cam che, contestualmente, “avverte” la polizia con un allarme al 911 (omologo dell’italiano 113). Al momento la città di Chicago ha già installato 30 di queste nuove cam ma, stando a quanto fin qui espresso dalle autorità cittadine, si tratta solo di un primo passo.

La cam... intelligente Comprensibile la soddisfazione dei dirigenti della Safety Dynamics , i produttori del sistema di “gunshot detection”. “Invece di avere solo degli occhi – ha dichiarato il CEO dell’azienda, Byran Baker – sia ha il vantaggio di avere sia occhi che orecchie”.

Che il “giochino” della telesorveglianza intelligente piaccia ai sindaci americani, che intendono dimostrare agli elettori il proprio impegno per la sicurezza, è testimoniato dal fatto che anche a San Francisco si sta appresetando a dotarsi delle nuove cam “sonore”.

L’uso delle cam di sorveglianza, alcune delle quali prodotte anche da colossi come Sony , ha già convinto New Orleans ma sono sempre di più le città nel mondo occidentale a dotarsi di questo genere di strumenti. Da Londra, appena colpita dai sanguinosi attentati terroristici, a città difficili come Tijuana, in Messico, Safety Dinamics annuncia richieste e ordinativi.

I risultati di questi apparati, misurati esclusivamente in termini di riduzione della criminalità , per ora sembrano dare ragione a chi promuove e sostiene l’esigenza di città sotto controllo visivo e, ora, acustico.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Altra proposta... Sondino nel sedere...
    Entra ed esce, ti fa il biglietto e nemmeno te ne accorgi... come per la carta di credito :D :D
  • Anonimo scrive:
    Idea da migliorare
    Sulla carta d'imbarco c'e' scritto il numero del posto che mi hanno assegnato, di solito una lettera e un numero a due cifre.Essendo il viaggio assolutamente privo di cartaceo, significa che mi dovrei imparare il numero a memoria?
    • Anonimo scrive:
      Re: Idea da migliorare
      già mi vedo le litigate tra smemorati:- "Guardi che questo posto è il mio"- "No, guardi che è il mio"- "Me lo dimostri"- "Guardi il dito!"
      • Anonimo scrive:
        Re: Idea da migliorare
        Ma che vi sembra un problema questo??? :|Sarà il male di avere un bigliettino con il numero del posto assegnato! Magari una cavolo di macchinetta che gli dai il dito e ti stampa un biglietto che vale per il volo!Tutto qui...
  • Anonimo scrive:
    Ma se negli USA...
    ...hanno abbandonato un sistema molto simile qualche settimana fa perchè generava troppo falsi positivi??.. mah!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma se negli USA...
      - Scritto da: Anonimo
      ...hanno abbandonato un sistema molto simile
      qualche settimana fa perchè generava troppo falsi
      positivi??.. mah!Vero, ma usare il cervello costa!
  • Anonimo scrive:
    una scansione dalla testa ai piedi!!
    Visto come sta buttando,proporrei una scansione dalla testa ai piedi.tacco scarpa compreso!!!!Sopprattutto negli aereoporti italiani,che di provole di striscia ne han prese parecchie
    • Anonimo scrive:
      Re: una scansione dalla testa ai piedi!!
      Se mi fregano il passaporto me ne accorgo al controllo successivo (perche' non ce l'ho piu'), vado al posto di polizia, loro rintracciano il numero del passaporto in pochi secondi, dopodiche' lo segnalano come rubato. E a me ne fanno uno nuovo, un documento provvisorio subito e un altro nel giro di un paio di settimane. Se mi fregano le impronte digitali io non me ne accorgo, la polizia non se ne accorge, e devo soltanto sperare che alla fine della fiera, oltre al fatto che qualche farabutto usa le mie impronte digitali per le sue attivita' poco pulite, non sia ***IO*** ad avere guai giudiziari.
      • Anonimo scrive:
        Re: una scansione dalla testa ai piedi!!

        Se mi fregano le impronte digitali io non me ne
        accorgo, la polizia non se ne accorge, e devo
        soltanto sperare che alla fine della fiera, oltre
        al fatto che qualche farabutto usa le mie
        impronte digitali per le sue attivita' poco
        pulite, non sia ***IO*** ad avere guai
        giudiziari."Se mi fregano le impronte digitali? :s"Dovrebbero fregarti anche la faccia e quantomeno l'altezza (vada per il peso)...
        • Anonimo scrive:
          Re: una scansione dalla testa ai piedi!!
          ci sono casi di impronte false funzionanti (gelatina nei lettori capacitivi e silicone negli altri) prelevate da oggetti toccatiinoltre qualche anno fa un tizio per prova ha girato l'europa con una foto del cocker sul passaporto senza problemi (un agente a cui lo fece notare gli rispose che lui aveva capelli lunghi castano chiaro e ondulati e si era confuso)ora direi che a meno che uno non sia un giocatore di basket o un nano, un anoressico o un obeso uno con la sua statura e corporatura lo trova abbastanza facilmente- Scritto da: Anonimo



          Se mi fregano le impronte digitali io non me ne

          accorgo, la polizia non se ne accorge, e devo

          soltanto sperare che alla fine della fiera,
          oltre

          al fatto che qualche farabutto usa le mie

          impronte digitali per le sue attivita' poco

          pulite, non sia ***IO*** ad avere guai

          giudiziari.

          "Se mi fregano le impronte digitali? :s"

          Dovrebbero fregarti anche la faccia e quantomeno
          l'altezza (vada per il peso)...
Chiudi i commenti