Cifratura di Windows, rischi in vista?

Il generatore di numeri casuali di Windows sarebbe decifrabile. Lo sostengono all'Università di Haifa alcuni ricercatori secondo cui certi dati sarebbero a rischio

Mount Carmel, Haifa – Un gruppo di ricercatori del Dipartimento di Informatica dell’ Università di Haifa , diretto dal dott. Benny Pinkas, ha individuato nel sistema operativo Windows 2000 di Microsoft una nuova vulnerabilità afferente alla sfera della sicurezza. Sarebbero interessati password, email, numeri di carte di credito e, in generale, ogni tipo di corrispondenza originata o giunta su un computer gestito da Windows 2000.

Chiunque sfrutti questo bug può accedere a tali informazioni sui computer altrui”, ha detto a Linuxelectrons il dott. Pinkas. Diverse vulnerabilità sono state scoperte negli anni, ricorda la testata. Ma l’ultima, scoperta dal dott. Pinkas e dai laureandi Zvi Gutterman e Leo Dorrendorf, consente ai cracker di accedere a informazioni inviate da un computer anche se cifrate e anche se non più residenti su quello stesso computer.

Il gruppo di ricerca ha individuato la debolezza nel sistema di generazione dei numeri casuali di Windows. Si tratta di un programma di importanza vitale per la cifratura di file, della posta e per la cifratura SSL , utilizzata dal protocollo https e adottata da tutti i browser. Decifrando il modello con cui il generatore di numeri casuali lavora, il gruppo è riuscito ad elaborare sia le chiavi già generate sia quelle di futura produzione, rendendo così possibile la decodifica delle comunicazioni e dei dati cifrati.

“Non vi è alcun dubbio che craccare un computer usando il nostro metodo richieda una pianificazione ben articolata. D’altra parte, anche sfruttare brecce più semplici lo richiede e credo che tutto questo debba preoccupare sia le grandi aziende che i singoli, ove trattino informazioni sensibili, con la consapevolezza che la riservatezza di tali informazioni è a rischio”, ha spiegato il dott. Pinkas.

Il Microsoft Security Response Team è stato avvertito della scoperta, benché il gruppo abbia indagato solo su Windows 2000. Non è da escludersi, secondo il team, che anche le versioni più recenti di Windows, quali XP e Vista, impieghino sistemi di generazione di numeri casuali non troppo diversi e, pertanto, potrebbero essere ugualmente a rischio.

I ricercatori sembrano dunque convinti che Microsoft debba migliorare il metodo con cui codifica le informazioni ed auspica la pubblicazione del codice sorgente dei relativi programmi, così come di altri segmenti di codice connessi con la sfera della sicurezza. Ciò consentirebbe anche ad esperti esterni all’azienda di valutarne l’efficacia.

I risultati dello studio sono pubblicati nel trattato Cryptanalysis of the Windows Random Number Generator (Criptoanalisi del generatore di numeri casuali di Windows), presentato alla ACM Conference on Computer and Communications Security , tenutasi ad Alexandria (Virginia, USA) dal 29 ottobre al 2 novembre 2007.

Marco Valerio Principato

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • bitor scrive:
    Re: Fuga dall'europa
    Certo che se volevi dare serietà al tuo commento potevi almeno evitare di annoverare telecom tra le vittime.Dare dei marxisti a chi invece cerca di creare maggiore concorrenza è da ignoranti.Se l'azione della commissione scoraggiasse le aziende dominanti a venire in Europa sarebbe solo una buona cosa. Il mercato non resta sicuramente scoperto e finalmente avranno spazio anche i piccoli-medi player che con una vera concorrenza porteranno benefici ai consumatori europei.
    • blumbong scrive:
      Re: Fuga dall'europa
      - Scritto da: bitor
      Certo che se volevi dare serietà al tuo commento
      potevi almeno evitare di annoverare telecom tra
      le
      vittime.
      Dare dei marxisti a chi invece cerca di creare
      maggiore concorrenza è da
      ignoranti.
      Se l'azione della commissione scoraggiasse le
      aziende dominanti a venire in Europa sarebbe solo
      una buona cosa. Il mercato non resta sicuramente
      scoperto e finalmente avranno spazio anche i
      piccoli-medi player che con una vera concorrenza
      porteranno benefici ai consumatori
      europei.intanto il PIL scende davvero in tutta europa e le aziende scappano, grandi e mediequelle piccole non hanno le capacità di fuggire alle persecuzioni giuridiche e fiscali, a limite si rifugiano a san marino
  • anonimo scrive:
    Re: Fuga dall'europa
    Il RIC (Russia, India e Cina) oltre che a casa propria investe un po' anche in Europa fa conto tu. Comunque Google mi sembra sia quotata in USA, non vorrei sbagliarmi.Sui problemi dell'UE, dipende da stato a stato, in alcuni è un bene, come Francia e Polonia.
  • Funz scrive:
    Adblock+ e Noscript
    Con questi due niente arriva sul mio PC da doubleclick, adwords e rompipalle simili, e niente viene inviato dal mio PC verso siti come google-analytics ed altri spioni.Vantaggi:- niente più fastidiose pubblicità lampeggianti. - Niente più informazioni sulle mie abitudini di navigazione inviati a mia insaputa a chissà chi. - Navigazione più veloce grazie al mancato traffico generato dalle porcherie di cui sopra.Sarebbe bello averli pure nel mondo reale.
    • Paolino scrive:
      Re: Adblock+ e Noscript
      - Scritto da: Funz
      Con questi due niente arriva sul mio PC da
      doubleclick, adwords e rompipalle simili, e
      niente viene inviato dal mio PC verso siti come
      google-analytics ed altri
      spioni.

      Vantaggi:
      - niente più fastidiose pubblicità lampeggianti.
      - Niente più informazioni sulle mie abitudini di
      navigazione inviati a mia insaputa a chissà chi.

      - Navigazione più veloce grazie al mancato
      traffico generato dalle porcherie di cui
      sopra.

      Sarebbe bello averli pure nel mondo reale.Svantaggi:niente contenuti gratis, se tutti li usassero.In pratica, sei uno scroccone! :-)Se tutti facessero come te, fine dei contenuti gratuiti per tutti.Per colpa di qualcuno... alla fine ci rimettono tutti... (e quei qualcuno si credono pure furbi e si lamenteranno per primi se/quando i contenuti gratuiti non ci saranno piu'...)
      • bitor scrive:
        Re: Adblock+ e Noscript
        i contenuti infarciti di pubblicità NON sono gratis.semplicemente ti ritrovi le spese di pubblicità spalmate sui prodotti che compri. Sinceramente preferisco pagare per un contenuto alla tassazione indiretta della pubblicità su tutti i prodotti.
        • FinalCut scrive:
          Re: Adblock+ e Noscript
          - Scritto da: bitor
          i contenuti infarciti di pubblicità NON sono
          gratis.
          semplicemente ti ritrovi le spese di pubblicità
          spalmate sui prodotti che compri. Sinceramente
          preferisco pagare per un contenuto alla
          tassazione indiretta della pubblicità su tutti i
          prodotti."preferisco pagare per un contenuto"posso sapere quali contenuti hai pagato di recente sulla rete? l'italiano medio non paga usa il P2P ed i crack.Nel mondo del porno (vero indice della salute della rete) i dialer sono una piaga tutta italiana nata come alternativa alla carta di credito che nessuno utilizzava.Detto questo io ieri ho acquistato 10 canzoni DRM-Free su iTunes e ne ho scaricate altre 3 dal p2p perché su iTunes c'era solo la versione locked.(linux)(apple)
        • Paolino scrive:
          Re: Adblock+ e Noscript
          - Scritto da: bitor
          i contenuti infarciti di pubblicità NON sono
          gratis.Ai ragione. Riformulo: "non a pagamento" invece di gratis.
          semplicemente ti ritrovi le spese di pubblicità
          spalmate sui prodotti che compri. Sinceramente
          preferisco pagare per un contenuto alla
          tassazione indiretta della pubblicità su tutti i
          prodotti.E allora perche' leggi PI, "non a pagamento" con pubblicita' :-DEvviva l'ipocrisia :-D
      • Fiorello e Mike scrive:
        Re: Adblock+ e Noscript

        Se tutti facessero come te, fine dei contenuti
        gratuiti per
        tutti.
        Per colpa di qualcuno... alla fine ci rimettono
        tutti... (e quei qualcuno si credono pure furbi e
        si lamenteranno per primi se/quando i contenuti
        gratuiti non ci saranno
        piu'...)Il ragionamento non fila molto: se tutti bloccassero i banner finirebbero i contenuti gratis? Può anche darsi, ma sarebbe colpa di tutti, non di qualcuno.Per altro non vedo l'ora che quel giorno arrivi. Pagherei volentieri tutti i servizzi internet che utilizzo se questo mi permettesse di evitare di pagare le spese pubblicitarie che inevitabilmente fanno lievitare il prezzo di qualsiasi cosa.Per fare un esempio: immagina che se esistesse un equivalente di adblock e noscript per le TV e tutti lo adottassero. Nessuna azienda investirebbe più in pubblicità televisiva, miliardi risparmiati che potrebbero essere investiti, per esempio, nell'abbassamento del prezzo dei prodotti, in ricerca e sviluppo, in sponsorizzazioni di eventi fondazioni e quant'altro...In secondo luogo non essedoci più finanziamenti per produrre programmi televisivi che favoriscano l'insorgere precoce di demenza senile, la gente per rincoglionirsi dovrebbe sborsare dei soldi, il che, vista la bassa propensione dell'italiano medio a pagare qualcosa, favorirebbe inevitabilmente un innalzamento del Q.I. nella popolazione.Cosa vuoi di più dalla vita?
        • Paolino scrive:
          Re: Adblock+ e Noscript
          - Scritto da: Fiorello e Mike

          Se tutti facessero come te, fine dei contenuti

          gratuiti per

          tutti.

          Per colpa di qualcuno... alla fine ci rimettono

          tutti... (e quei qualcuno si credono pure furbi
          e

          si lamenteranno per primi se/quando i contenuti

          gratuiti non ci saranno

          piu'...)

          Il ragionamento non fila molto: se tutti
          bloccassero i banner finirebbero i contenuti
          gratis? Può anche darsi, ma sarebbe colpa di
          tutti, non di
          qualcuno.Mi riferivo ai furbi di prima botta :-)Cmq ok

          Per altro non vedo l'ora che quel giorno arrivi.
          Pagherei volentieri tutti i servizzi internet che
          utilizzo se questo mi permettesse di evitare di
          pagare le spese pubblicitarie che inevitabilmente
          fanno lievitare il prezzo di qualsiasi
          cosa.Basta scegliere prodotti non pubblicizzati...
          Per fare un esempio: immagina che se esistesse un
          equivalente di adblock e noscript per le TV e
          tutti lo adottassero. Nessuna azienda
          investirebbe più in pubblicità televisiva,
          miliardi risparmiati che potrebbero essere
          investiti, per esempio, nell'abbassamento del
          prezzo dei prodotti, in ricerca e sviluppo, in
          sponsorizzazioni di eventi fondazioni e
          quant'altro...Ripeto, basta scegliere prodotti non pubblicizzati.E i marchi pubblicizzati hanno spesso una loro "sottomarca" non pubblicizzata ma dagli stessi contenuti.Costa meno perche' non ci sono costi pubblicitari.Compra quelle e il mondo che vuoi lo hai gia'
      • rotfl scrive:
        Re: Adblock+ e Noscript
        - Scritto da: Paolino
        Svantaggi:
        niente contenuti gratis, se tutti li usassero.
        In pratica, sei uno scroccone! :-)

        Se tutti facessero come te, fine dei contenuti
        gratuiti per
        tuttiMa per favore. Uso Internet dal 1995 e fino al 2000 la pubblicita' era quasi inesistente, eppure i contenuti c'erano eccome. Ma forse a te interessano i contenuti-spazzatura che vengono forniti nei siti infarciti di pubblicita'.
        • Fiorello e Mike scrive:
          Re: Adblock+ e Noscript
          Basti pensare a Wikipedia, una delle risorse più utili, importanti, apprezzate ed utilizzate che ci siano.Non ha bisogno di pubblicità per stare in piedi ed è completamente gratis.
          • Paolino scrive:
            Re: Adblock+ e Noscript
            - Scritto da: Fiorello e Mike
            Basti pensare a Wikipedia, una delle risorse più
            utili, importanti, apprezzate ed utilizzate che
            ci
            siano.
            Non ha bisogno di pubblicità per stare in piedi
            ed è completamente
            gratis.Infatti sopravvive con delle donazioni...Ma molti wiki usano la pubblicita' per andare avanti.Mica tutti i siti hanno qualcuno che e' disposto fare donazioni
        • Paolino scrive:
          Re: Adblock+ e Noscript
          - Scritto da: rotfl
          - Scritto da: Paolino

          Svantaggi:

          niente contenuti gratis, se tutti li usassero.

          In pratica, sei uno scroccone! :-)



          Se tutti facessero come te, fine dei contenuti

          gratuiti per

          tutti

          Ma per favore. Uso Internet dal 1995 e fino alUhhhh... lei non sa chi sono io! :-DFacci tu il favore! :-D
          2000 la pubblicita' era quasi inesistente, eppure
          i contenuti c'erano eccome. Ma forse a teMica tutti quelli che ci sono ora. Molti infatti si finanziano dalla pubblicita'. E siccome lo fa pure PI, cosa ci fai qui???
          interessano i contenuti-spazzatura che vengono
          forniti nei siti infarciti di
          pubblicita'.Se i siti che frequenti non sono spazzatura infarcita di pubblicita', non ti serve ad-block Allora, tu che spazzatura cerchi?
          • rotfl scrive:
            Re: Adblock+ e Noscript
            - Scritto da: Paolino
            Se i siti che frequenti non sono spazzatura
            infarcita di pubblicita', non ti serve ad-blockIl discorso e' semplice: decido IO cosa vedere sul mio computer. Ma te e i marchettari non lo capite. Volete proibire a chi non vuole vedere la pubblicita' di vedere il vostro sito? Benissimo, fatelo. Vorra' dire che io e molti altri non vedremo il vostro sito, ma useremo siti che capiscono il concetto che il computer E' DELL'UTENTE, non del sito a cui sta accedendo.
          • Pinco Palla scrive:
            Re: Adblock+ e Noscript
            Io, sinceramente, pago 25 euro al mese per avere internet a casa. Pago inoltre un tassa sui supporti vergini perchè si da per assunto che io li usi per registrarci sopra opere protette da copyright. Non è che con la pubblicità pago 2 volte?A gratis non ho mai avuto niente, manco un mouse. Ho pagato anche quello e sopra c'è scritto logitech. Non me lo dovevano dare gratis?
      • Funz scrive:
        Re: Adblock+ e Noscript
        In breve: frega un cavolo.Tanto la roba più interessante che leggo su Internet e' scritta senza fini di lucro.
  • AlbertoPd scrive:
    Icona sbagliata?
    Mi pare moooolto simile a quella della notizia sulla SIAE.... ;)
    • Io blocco il p2p scrive:
      Re: Icona sbagliata?
      - Scritto da: AlbertoPd
      Mi pare moooolto simile a quella della notizia
      sulla SIAE....
      ;)Questi cojoni da stamattina neanche correggono
Chiudi i commenti