Cina, l'antitrust indaga su Alibaba (o su Jack Ma?)

Cina, l'antitrust indaga su Alibaba (o su Jack Ma?)

L'antitrust cinese indaga su Alibaba per il sospetto di pratiche monopolistiche, ma per Jack Ma è questa la seconda spallata in poco tempo.
L'antitrust cinese indaga su Alibaba per il sospetto di pratiche monopolistiche, ma per Jack Ma è questa la seconda spallata in poco tempo.

In quello che diventa un caso al momento unico nel suo genere, le autorità cinesi hanno avviato indagini nei confronti di Alibaba per verificare i termini della posizione dominante del gruppo nel mercato dell'e-commerce nel Paese orientale. L'accusa pende come un macigno su Alibaba poiché l'obiettivo è verificare che non vi siano state tattiche che forzassero la fornitura in esclusiva di prodotti al marketplace, ipotizzando quindi pratiche monopolistiche orientate ad escludere la concorrenza dal mercato.

La Cina contro l'impero di Jack Ma?

La caduta in borsa è stata immediata: -8% dopo l'annuncio delle autorità. Il gruppo non ha potuto far altro che confermare massima collaborazione, senza limitazioni (al momento) sulle attività in essere.

Resta tuttavia sullo sfondo un interrogativo che pesa oltremodo sulla vicenda: Jack Ma ha un problema con la Cina? Il nome di Jack Ma (fondatore di Alibaba e tra gli uomini più ricchi dell'intera area orientale) è quello di un assoluto protagonista del mondo tech orientale, ma prima la caduta di Ant Group e ora le indagini su Alibaba fanno chiaramente pensare a qualcosa di più di un semplice approfondimento votato al riequilibrio del mercato interno.

Il sospetto che a monte di tutto possa esserci una regia politica, insomma, è chiaramente troppo forte per poter essere archiviato. Il proseguimento delle indagini chiarirà le posizioni in campo. L'iscrizione al Partito Comunista cinese, arrivata proprio nel 2020, è un passo difensivo o un modo per allungare le mani anche nel mondo delle istituzioni?

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

24 12 2020
Link copiato negli appunti