Cloni Apple, la Psystar che ci provava

Psystar tenta l'affondo convocando i vertici di Cupertino. Intanto dovrà risarcire le spese processuali e difendersi da un'accusa di inquinamento di prove

Roma – Agosto caldo per Psystar , il produttore di cloni Mac, che ha subito il fuoco di Cupertino. Uscita dalla procedura di bancarotta e con nuovi legali , il giudice ha deciso che Psystar dovrà pagare ad Apple 5mila dollari di spese processuali .

La fase istruttoria era iniziata con un accordo considerato un successo da Psystar, che ha ottenuto nei primi giorni del mese di poter convocare i maggiori vertici di Apple.

Tuttavia la fase dedicata alle deposizioni è subito apparsa spigolosa: nella sua dichiarazione giurata, il produttore di PC cloni ha accusato Apple di trincerarsi dietro pratiche processuali ostruzionistiche , in particolare rifiutandosi regolarmente di rispondere alle richieste di chiarimenti o di testimonianze, puntando a trascinare Psystar nella bancarotta addebitandole i costi processuali.

Inoltre la deposizione del responsabile marketing di Cupertino Phil Schiller (designato dalla Mela anche per spiegare “i danni subiti da Apple”) era stata interrotta da Psystar perché ritenuto dai suoi nuovi legali “totalmente impreparato” sugli argomenti trattati, tanto da chiedere al giudice di imporre all’uomo Apple di ripresentarsi meglio preparato. Pronta risposta di Cupertino: “era preparato perfettamente a discutere delle ingiurie scagliate contro Apple”. A quanto risulta ad alcuni osservatori , Psystar punterebbe ad ottenere rilevanti dati finanziari che Apple si rifiuta di divulgare non fidandosi più delle doti di riservatezza e di correttezza della controparte.

Apple ha ora infatti accusato Psystar di aver violato un’istanza del tribunale distruggendo prove cruciali relative all’accusa di aver modificato OS X per renderlo compatibile con PC non Apple: avrebbe cancellato copie del codice software che violavano il diritto d’autore della Mela e che era usato sui computer venduti. La faccenda si farebbe così molto più seria perché oltre alla violazione di proprietà intellettuale si arricchirebbe di questo grave reato federale.

Quei PC dimostrerebbero in che modo Psystar ha violato il DMCA e sarebbero stati rinvenuti da Cupertino sui computer clonati. Nelle ipotesi di Apple sarebbe stato utilizzato il bootloader dell’hacker russo Netkas, trovato nei PC del difensore scovati dall’accusa.

Il produttore di Mele clonate afferma di aver “innocentemente mancato nell’adozione di misure di prevenzione”. Il codice Netkas, si difende inoltre, sarebbe stato usato solo a scopo sperimentale e si trovava sui PC ispezionati da Apple perché le ridotte dimensioni della realtà economica di Psystar non permettevano di dotarsi di hardware differenti per il commercio e per la sperimentazione.

Manca ancora all’appello il codice modificato per aggirare le misure di sicurezza preposte da Apple. Rischiando così di far accusare il CEO di Psystar Rodolfo Pedraza di falsa testimonianza: aveva sotto giuramento confermato l’esistenza del codice.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • paola zappa scrive:
    lettura
    ok okokok
  • John Candy scrive:
    lotta alla major!
    non avete ancora capito niente, eh?per far male alle major non dovete scaricare NIENTE e ignorare completamente i loro prodotti. Scaricando roba non fate che farli XXXXXXXre e far pubblicita' ai loro prodotti.Quando uscira' il nuovo filmetto americano e nessuno se lo caghera' sia illegalmente sia legalmente andando al cinema, allora si che le major saranno sconfitte.Beh certo, resistere senza vedere l'ultimo harry potter sara' dura!
    • krane scrive:
      Re: lotta alla major!
      - Scritto da: John Candy
      non avete ancora capito niente, eh?
      per far male alle major non dovete scaricare
      NIENTE e ignorare completamente i loro prodotti.
      Scaricando roba non fate che farli XXXXXXXre e
      far pubblicita' ai loro prodotti.E perche' mai ?Scarichiamo a scrocco senza dar loro una lira, l'unica pubblicita' che gli si fa e' passando i prodotti agli amici.L'importante e' non comprare.
      Quando uscira' il nuovo filmetto americano e
      nessuno se lo caghera' sia illegalmente sia
      legalmente andando al cinema, allora si che le
      major saranno sconfitte.E che differenza fa se le si caga senza dar loro soldi ?
      Beh certo, resistere senza vedere l'ultimo harry
      potter sara' dura!Basta scaricarselo e guardarselo, qual e' il problema ?
    • Lallo scrive:
      Re: lotta alla major!
      - Scritto da: John Candy
      non avete ancora capito niente, eh?

      per far male alle major non dovete scaricare
      NIENTE e ignorare completamente i loro prodotti.
      Scaricando roba non fate che farli XXXXXXXre e
      far pubblicita' ai loro
      prodotti.
      Mi sa che sei tu a non aver capito niente. Le Major pretendono di venderti un bene che però tuo non lo diventa MAI. Tanto per dire, se ti si rompe un dvd, sono caxxi tuoi, perchè non puoi nemmeno fartene una copia grazie a tutte le protezioni che ci mettono. E io che ho un figlio di 3 anni sai che faccio? Me lo scarico gratis, e se si rompe me lo riscarico, e vadano pure in malora le major. Tanto, l'originale non è che abbia poi molto valore aggiunto rispetto alla copia, eh... nemmeno un foglietto per dire "tiè, XXXXXXX questo foglietto te lo regalo visto che mi hai comprato l'originale"...
      • Cognome e Nome scrive:
        Re: lotta alla major!
        Esatto, il problema è proprio questo.Le major mettono troppe protezioni anticopia e pretendono che il bene da noi acquistato (CD, DVD o gioco x console che a dir si voglia) non si possa copiare, in barba alle leggi italiane ed europee che dicono che una copia di backup è permessa.Non appena apri la confezione di un DVD, sono tutti caxxi tuoi. Se il DVD non funziona più, anche solo x una righetta, non te lo cambieranno mai. Eppure è solo un prodotto digitale! Ci vorrebbe ben poco x fornire, che so, un link dove riscaricarselo. Ma no, se compri un MP3 protetto da DRM e vuoi ascoltarlo su un altro PC, o se formatti il PC, sono tutti caxxi tuoi, non lo puoi fare per più di 3 volte. Eppure il prodotto lo abbiamo pagato a caro prezzo.Per cui che vadano pure a fare in c**o, e finché non cambiano atteggiamento, noi scarichiamo quello che vogliamo, specialmente se abbiamo PAGATO e pure a caro prezzo x la loro robaccia.Se poi dobbiamo anche dire dei pochi spiccioli che danno all'artista e della montagna di soldi che si intascano loro, e di tutti i soldi sprecati x far chiudere thepiratebay e siti analoghi, per la maggior parte delle volte senza sucXXXXX, come dimostra TPB, l'unica cosa che uno può fare è disprezzarle.Devono imparare che devono cambiare atteggiamento, bittorrent non finirà mai, e pure se il P2P finisse, arriverebbe qualche cosa d'altro che ci permetterebbe di scaricare in maniera diversa. L'idra non muore mai. Tagliata una testa, ne rinascono 2.
  • Anonimo scrive:
    Non hanno affondato nulla
    Se provate a visitare Pirate Bay , il sito é ancora attivo e sembra funzionante.Nell'articolo da voi citati di TorrentFreak alla fine c'é un UPDATE in cui dice che il Pirate Bay é tornato online.Ciao
  • fred scrive:
    Piratebay online di nuvo
    Inquesto momento funziona come se nulla fosse sucXXXXX e dalle 15 di oggi sono comparsi nuovi torrent.Bella la maglietta nella homepage.
  • freeshare scrive:
    Sono dei grandi!!
    Ahaah, son tornati on-line e con stile: ma l'avete vista la home, la maglietta? :-DAlla strafaccia.
    • mene ghetti scrive:
      Re: Sono dei grandi!!
      guarda non ci mettono niente a farli chiudere di nuovo, basta che contattino il nuovo provider minacciando una multa come hanno fatto col vecchio. Possono spostarsi due o tre volte ma dopo nessuno avra' il coraggio di fargli da host
      • zio gianni scrive:
        Re: Sono dei grandi!!
        Ma va! Hanno bisogno di un'altra sentenza di tribunale... e prima devono capire sto nuovo ISP di che paese è... è luuuunga....
        • Ilpiccolo scrive:
          Re: Sono dei grandi!!
          Non essere ridicolo... "devono capire sto nuovo ISP di che paese è"...1 minuo e http://dcpnetworks.com/
      • freeshare scrive:
        Re: Sono dei grandi!!
        Si, va bene.Però non facciamoci prendere dalla sidrome di nostradamus.I fatti parlano chiaro: non sono riusciti ad oscurare un un bel nulla. E non è detto che i futuri isp si facciano intimorire dalle sempici minacce.Per ora dunque si sono guadagnati una bella maglietta :-D
        • mene ghetti scrive:
          Re: Sono dei grandi!!
          al momento sembra che piratebay sia down insieme a tutto il nuovo host http://dcpnetworks.com/ (rotfl)
          • freeshare scrive:
            Re: Sono dei grandi!!
            - Scritto da: mene ghetti
            al momento sembra che piratebay sia down insieme
            a tutto il nuovo host http://dcpnetworks.com/
            (rotfl)E ti sbagli, e di grosso pure :-D
          • Cognome e Nome scrive:
            Re: Sono dei grandi!!
            Ti sbagli enormemente.Tanto per cominciare DCPNetworks è di proprietà di Neij (già, lo stesso Neij di TBP, lmao), poi in secondo luogo che provino pure a mandargli richieste di interrompere la connettività a TPB. E' suo tutto il network, hahahaInfine, è già apparso un clone di TPB e molti altri ne seguiranno.http://www.btarena.net/Questo non è in Svezia. A quanto sembra hanno perso sono tanti anni per nulla!Continuate a provarci, ma l'idra rimane, tagliatele una testa, altre 2 rinasceranno...
  • piratebay scrive:
    Guardate qua
    http://www.btarena.net/ :D
  • SardinianBoy scrive:
    EPPUR SI MUOVE!
    "ePPUR SI MUOVE" ! oRASONO ENTRATO NELLA bAIA,HO DIGITATO "volpebianca" e magicamente mi sono apparse oltre 15 pagine di link torrent.Torrent di film,musica ecc..scaricabili in italiano.Ieri c'è stata una disconnessione...ma è durata poco.Forza Pirate Bay,sei tutti noi...:-)
  • Paolo scrive:
    Un altro punto di vista
    Un articolo che illustra una situazione un po' diversa da quella esposta da alcuni commentatori è presente qui:http://blog.tntvillage.scambioetico.org/?p=3196Al momento il sito è perfettamente funzionante, mentre i tracker non lo sono ancora (è down anche il nuovo, openbittorrent). Una situazione comunque che sta evolvendo per il meglio.
    • fred scrive:
      Re: Un altro punto di vista
      Il 99% dei torrent pubblicati su piratebay supporta DHT, basta usare un qualsiasi client che lo supporti e funzionana ugualmente, anche le velocita' sono le stesse.Ricordate pero' che DHT deve prima cercare informazioni presso gli altri peer, per cui e' normale che l'avvia di un torrent possa richiedera anche qualche minuto o piu' specialmente se il client non sta lavorando su di un altro files.Se quando passate al client un torrent, questo sta gia' scambiando pezzi con altri torrent che a sua volta hanno il dht attivo allora il tempo di avvio e' abbastanza ridotto.
      • echoesp1 scrive:
        Re: Un altro punto di vista
        Esatto, l'importante è capire che questi servizi DEVONO essere non centralizzati. Lo abbiamo imparato con il mulo ed ora con BT. Per cui ben vengano sistemi come BHT o reti come FREENET.DHT: http://it.wikipedia.org/wiki/Tabella_di_hash_distribuitaMi permetto anche di segnalare n2n, che ha ben compreso il sistema decentralizzato: http://www.ntop.org/n2n
  • cognome e Nome scrive:
    E chi se ne frega (in definitiva)
    Hanno fatto molto rumore, e forse anche troppo. Sono diventati famosi e sono stati chiusi.Intanto sul web ci sono già almeno dieci alternative altrettanto valide (se non migliori).Si tratta di pura selezione naturale il più adatto vince, ed io continuerò ad usare torrent come se nulla fosse accaduto.
    • Sgabbio scrive:
      Re: E chi se ne frega (in definitiva)
      Ecco un'altro che non ha capito niente di cos'era pirate bay...
      • mattomattom atto scrive:
        Re: E chi se ne frega (in definitiva)
        - Scritto da: Sgabbio
        Ecco un'altro che non ha capito niente di cos'era
        pirate
        bay...i simboli sono irrilevanti, contano i fatti, ed i fatti sono che ogni giorno in rete c'e' sempre piu' materiale da scaricare
        • Sgabbio scrive:
          Re: E chi se ne frega (in definitiva)
          - Scritto da: mattomattom atto
          i simboli sono irrilevanti, contano i fatti, ed i
          fatti sono che ogni giorno in rete c'e' sempre
          piu' materiale da
          scaricareTrollate a parte ?
        • blackshard scrive:
          Re: E chi se ne frega (in definitiva)
          Sono talmente irrilevanti che miliardi di persone adorano un qualche genere di dio che non si sa se esiste davvero, ma che vale la pena adorare.
    • kamisama scrive:
      Re: E chi se ne frega (in definitiva)
      Certo ci sono centinaia di posti dove pigliare i torrenti, ma alla fine se dai un'occhiata nelle proprieta' al primo posto c'e' sempre il traker della baia....cmq questo non toglie il fatto che morto un sito ne ricompare un'altro e si va avanti... non e' questo il punto, ormai la Baia e' diventato un simbolo nella lotta contro le Major, la sua scomparsa sarebbe molto di piu' di un semplice sito da rifare...
      • az nock scrive:
        Re: E chi se ne frega (in definitiva)
        Ma che simbolo e simbolo...Lotta contro le Major... Bah... Però i film e mp3 delle Major te le scarichi
        • Ugo scrive:
          Re: E chi se ne frega (in definitiva)
          - Scritto da: az nock
          Ma che simbolo e simbolo...
          Lotta contro le Major... Bah... Però i film e mp3
          delle Major te le
          scarichiCerto che ce li scarichiamo, e' una forma di lotta contro le major. Io scarico senza pentimenti e rimorsi centinaia di giga di mp3 e film
          • krane scrive:
            Re: E chi se ne frega (in definitiva)
            - Scritto da: Ugo
            - Scritto da: az nock

            Ma che simbolo e simbolo...

            Lotta contro le Major... Bah... Però i film e

            mp3 delle Major te le scarichi
            Certo che ce li scarichiamo, e' una forma di
            lotta contro le major. Io scarico senza
            pentimenti e rimorsi centinaia di giga di mp3 e
            filmDel resto paghiamo l'equo compenso no ?
        • XYZ scrive:
          Re: E chi se ne frega (in definitiva)
          - Scritto da: az nock
          Ma che simbolo e simbolo...
          Lotta contro le Major... Bah... Però i film e mp3
          delle Major te le
          scarichiNo, li rubo. Concorrendo cosi al collasso della major stessa. Tentando cosi di migliorare un mercato che non rispetta le proprie regole teoriche, e che necessità, visti i tempi oramai maturi, di un cambiamento radicale e necessario. Che in un mondo senza pirateria, non avverrebbe mai.
    • Nifft scrive:
      Re: E chi se ne frega (in definitiva)
      Molti torrent che usavano la baia come tracker principale ora non funzionano più...
      • Paolo scrive:
        Re: E chi se ne frega (in definitiva)
        - Scritto da: Nifft
        Molti torrent che usavano la baia come tracker
        principale ora non funzionano
        più...Questo perché i tracker non sono ancora stati ripristinati, nemmeno il nuovo che non sarà sotto il controllo di GGFx (ammesso e non conXXXXX che l'acquisizione andrà in porto). E' necessario e sufficiente, però, abilitare il DHT dal proprio client torrent (con un click :) ).
        • cognome e Nome scrive:
          Re: E chi se ne frega (in definitiva)
          - Scritto da: Paolo
          - Scritto da: Nifft

          Molti torrent che usavano la baia come tracker

          principale ora non funzionano

          più...

          Questo perché i tracker non sono ancora stati
          ripristinati, nemmeno il nuovo che non sarà sotto
          il controllo di GGFx (ammesso e non conXXXXX che
          l'acquisizione andrà in porto). E' necessario e
          sufficiente, però, abilitare il DHT dal proprio
          client torrent (con un click :)
          ).Il sito è tornato online e i traker mi sembra che funzionino di nuovo, devo solo controllare.Per il resto non credo che sia una grande idea fare tutta questa pubblicità ad un sito del genere.Scarichiamo tutto quello che vogliamo ma senza simboli o vittimismi che tanto non servono a nulla.Poi con tutta la fatica che la major hanno fatto per ottenere un off-line di poche ore figuratevi se arriveranno a buttarli giù definitivamente.
  • Il Piccolo scrive:
    Problemi fisici?legali? o nuovo sito?
    Se si va sul sito della baia dicono che c'è stato un problema di fibre... Chi dice la verità ?E che si dice di www.thepiratebay2.org ?
Chiudi i commenti