Colao sull'importanza del digitale per la ripresa e per la PA

Colao alle PMI: la ripresa passa dal digitale

L'importanza della Trasformazione Digitale, per le PMI così come per la Pubblica Amministrazione, al centro dell'intervento di Vittorio Colao.
L'importanza della Trasformazione Digitale, per le PMI così come per la Pubblica Amministrazione, al centro dell'intervento di Vittorio Colao.

Intervenuto alla presentazione del rapporto “The digitalisation of small and medium-sized enterprises in Italy – Models for financing digital projects”, il Ministro per l'Innovazione Tecnologica e la Transizione Digitale si è rivolto con un videomessaggio al mondo delle PMI e non solo: essenziale, secondo Vittorio Colao, far leva sulle potenzialità del digitale per innescare e favorire la ripresa.

L'intervento del Ministro alla presentazione del rapporto COTEC-BEI

Chiamata in causa anche la Pubblica Amministrazione, alle prese con l'esigenza di trovare un equilibrio tra ritorno in ufficio e adozione definitiva dello smart working, comunque obbligata a intraprendere e accelerare il processo di Trasformazione Digitale dei servizi pubblici.

Non c'è vera innovazione senza profonde competenze. Mancando queste, gli investimenti non possono decollare, la modernizzazione della Pubblica Amministrazione rimarrà al palo e il sistema educativo non potrà diventare un motore di promozione sociale.

Colao definisce la Trasformazione Digitale una sfida di modernizzazione che si gioca, per il governo italiano, su più tavoli, facendo anzitutto un riferimento diretto alle infrastrutture di rete che devono garantire l'accesso a internet ad alta velocità a tutti, dai grandi centri urbani fino alle periferie, i piccoli comuni, le isole. Le intenzioni e gli obiettivi a tal proposito sono quelli già ben descritti e che puntano entro il 2026 a offrire a tutti linee a 1 Gbps.

Ce n'è anche per il Piano nazionale di Ripresa e Resilienza appena approvato, definito la chiave per affrontare questa sfida di modernizzazione del Paese: al digitale spettano quasi 50 miliardi, da impiegare per progetti, puntando anche su competenze, sviluppo della telemedicina e sostegno alle imprese che condividono questi obiettivi.

Il report è promosso dalla Fondazione COTEC, d'intesa con il Ministero dell'Università e della Ricerca, realizzato dalla Banca Europea degli Investimenti (BEI). Di seguito lo streaming integrale dell'evento di presentazione. Vi hanno partecipato tra gli altri Luigi Nicolais (Presidente della Fondazione COTEC), Maria Cristina Messa (Ministra per l'Università e la Ricerca), Paolo Di Bartolomei (Direttore Generale della Fondazione COTEC) e Andrea Prencipe (Rettore della Luiss Guido Carli).

Fonte: MITD
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti