Come liberare spazio negli smartphone di famiglia

Come liberare spazio negli smartphone di famiglia

Non è raro che in famiglia gli smartphone siano più di uno: ecco come liberare memoria su tutti, in 3 semplici mosse.
Non è raro che in famiglia gli smartphone siano più di uno: ecco come liberare memoria su tutti, in 3 semplici mosse.

Tutti, al giorno d’oggi, hanno uno smartphone. C’è chi lo utilizza solamente per lavoro, chi per svago; qualsiasi sia il motivo, una è la problematica comune con cui – prima o poi – tutti dovranno fare i conti: lo spazio di archiviazione interno in esaurimento. Oggi ti illustreremo tre metodi per liberare velocemente lo spazio sul tuo device o quello di un membro della tua famiglia.

1. Elimina fotografie e video dalla galleria

Sia le fotografie che i video sono gli elementi che più pesano sulla memoria di un telefonino. Ovviamente non invitiamo nessuno a eliminare fotografie e ricordi pur di liberare memoria: quello che ti consigliamo, invece, è di utilizzare uno spazio di archiviazione cloud che possa raccogliere i file e renderli sempre accessibili, senza averli fisicamente all’interno dello smartphone.

Tra le offerte più interessanti c’è quella di pCloud, uno dei provider leader nel settore, che si contraddistingue per una caratteristica: spazi cloud a vita, ovvero senza alcun abbonamento. Con pCloud puoi effettuare il backup di uno o più smartphone e accedere in qualsiasi momento agli elementi grazie alla sincronizzazione automatica con tutti i dispositivi collegati.

Per le famiglie, pCloud ha pensato a un piano Family che permette di condividere 2 o 10 TB di spazio cloud a vita con un massimo di altre quattro persone. Lo spazio viene condiviso ma non mischiato, affinché ogni membro della famiglia possa avere il proprio “angolo” virtuale personale senza interferire con quello degli altri. I piani disponibili sono: 2 TB al prezzo promozionale di 600 euro (anziché 1700) e 10 TB a 1500 (invece di 7600). A questo link puoi accedere all’offerta in corso.

pcloud

2. Pulisci i file aggiuntivi delle app (come WhatsApp)

La gestione allegati di WhatsApp, purtroppo, favorisce l’accumulo di file aggiuntivi che vanno a pesare negativamente sulla memoria interna del dispositivo. L’app di Zuckerberg ha la “cattiva” abitudine di salvare localmente qualsiasi allegato multimediale ricevuto e inviato, con ovvi risultati negativi.

Fortunatamente possiamo cancellare immagini e video non voluti direttamente dalla galleria dello smartphone. Al contrario i file backup (anch’essi archiviati localmente) devono essere eliminati dall’applicazione di gestione file. In alcuni casi questi file possono arrivare a pesare moltissimo, perfino 500 MB l’uno.

3. Elimina le applicazioni che non utilizzi più

Non è così scontato come sembra. A volte installiamo un’applicazione, ci dimentichiamo di averla e quella continua a occupare preziosa memoria nel dispositivo. La soluzione migliore è effettuare una bella pulizia generale, magari disinstallando anche quelle app che pensate possano tornarvi utili in futuro ma che – al momento – occupano solo uno slot extra. Potete sempre reinstallarle più tardi, in caso di bisogno.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione. Le offerte potrebbero subire variazioni di prezzo dopo la pubblicazione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 10 ott 2022
Link copiato negli appunti