Compromissioni dati sempre più frequenti e mirate: come proteggersi

Compromissioni dati sempre più frequenti e mirate

In aumento il numero delle compromissioni dei dati, ma in diminuzione quello delle vittime: significa che ora le violazioni sono più mirate.
In aumento il numero delle compromissioni dei dati, ma in diminuzione quello delle vittime: significa che ora le violazioni sono più mirate.

Nel primo trimestre 2022, da gennaio a marzo, ammontano a oltre 400 le compromissioni dei dati registrate solo negli Stati Uniti. L’incremento è pari al 14% rispetto allo stesso periodo del 2021. Considerando il moltiplicarsi degli attacchi e delle minacce informatiche in circolazione, non fatichiamo a immaginare che un trend del tutto simile possa interessare anche il resto del mondo, Europa compresa.

È quanto svela il report compilato dall’Identity Theft Resource Center, elaborato dal team di Atlas VPN, lo stesso che offre una soluzione avanzata per proteggere le attività online, comprensiva di funzionalità evolute come il blocco automatico dei malware e dei tracker. Tutti i dettagli a proposito della ricerca sono consultabili nel link a fondo articolo.

Come proteggersi dalle compromissioni dei dati

In diminuzione, invece, il numero degli utenti colpiti: da 41 milioni circa di inizio 2021 a poco più di 20 milioni. Un volume quasi dimezzato. Quella che però potrebbe a una prima analisi superficiale sembrare una buona notizia, in realtà non lo è. I cybercriminali non hanno fatto altro che affinare le loro armi e colpire gli obiettivi in modo più mirato. In altre parole, anziché lanciare i loro attacchi in modo indiscriminato, li direzionano accuratamente.

I settori più colpiti dalle compromissioni dei dati negli USA

Le campagne di phishing rimangono quelle più utilizzate a tale scopo, seguite da altre tecniche malevole come smishing, violazione di caselle email aziendali, ransomware e malware. Il fattore umano, invece, è ancora quello che dà il via alla compromissione vera e propria. Infine, come si può osservare nell’immagine qui sopra, il settore tecnologico risulta quello di gran lunga maggiormente preso di mira.

Oltre al consiglio sempre valido di non abbassare mai la soglia di attenzione durante qualsiasi attività online, un metodo efficace per proteggere i propri dati, account e dispositivi è quello di affidarsi a un servizio omnicomprensivo come Atlas VPN, che a una Virtual Private Network aggiunge strumenti essenziali per tenere lontane le minacce. Sottoscrivendo oggi l’abbonamento è possibile usufruire di uno sconto dell’81%.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Fonte: Atlas VPN
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 9 mag 2022
Link copiato negli appunti