Conad lancia il suo operatore mobile

Grazia a Vodafone, la catena entrerà nel mondo degli operatori virtuali da gennaio 2008
Grazia a Vodafone, la catena entrerà nel mondo degli operatori virtuali da gennaio 2008

Milano – La Grande Distribuzione Organizzata prosegue la sua corsa nel mercato della telefonia: dall’inizio di agosto è ufficiale l’ingresso di Conad , che dal gennaio 2008 sarà pronta con un proprio brand per offrire servizi di telefonia mobile grazie ad un’intesa siglata con Vodafone Italia .

Vodafone mantiene così gli impegni presi con l’ Antitrust , mostrandosi particolarmente attiva nell’aprire la propria rete all’accesso dei cosiddetti operatori virtuali. In virtù di questa partnership, di cui si parla da circa un anno , l’operatore mobile di Conad “sarà pieno ed esclusivo titolare del rapporto con i clienti – si legge in una nota -, avrà a disposizione un prefisso dedicato e gestirà tutte le attività commerciali e di customer care. Conad potrà inoltre scegliere i servizi da offrire, in base alle proprie strategie e con processi completamente indipendenti da Vodafone, potendo gestire in autonomia la propria offerta tariffaria”.

L’offerta sarà diffusa attraverso gli oltre 1.300 punti vendita delle diverse insegne del gruppo: gli ipermercati E.Leclerc , i supermercati Conad e i negozi Margherita. Attivazione e ricarica, spiega il gruppo, si effettueranno direttamente alla cassa dei punti vendita. Per l’attivazione sarà forse opportuno rivolgersi al box informazioni, per evitare code chilometriche, ma la ricarica alla cassa permette di “abolire” l’uso delle scratch card, “contribuendo a ridurne lo smaltimento nei rifiuti e la diffusione nell’ambiente”. Il cliente, all’atto del pagamento, potrebbe anche non chiedere il resto e farselo accreditare come ricarica. Inoltre, spiega Conad, saranno rese disponibili anche altre modalità di ricarica (Bancomat, sito Conad).

“Giochiamo la carta della semplicità – ha dichiarato il direttore generale di Conad Francesco Pugliese – un’offerta facilmente attivabile e una tariffa conveniente. Pensiamo, inoltre, di commercializzare quanto prima telefonini “basici”, essenziali da un punto di vista tecnologico, volti a soddisfare le esigenze primarie di comunicazione dei nostri clienti”.