Confermato: a pagamento laRepubblica online

Come largamente anticipato da Punto Informatico, la versione cartacea del quotidiano sarà consultabile online solo a pagamento. Parte un primo approccio dalla durata di un mese. Ecco cosa accadrà

Roma – Ci hanno pensato a lungo e ora hanno tirato fuori un’offerta che può interessare sicuramente moltissimi utenti internet: come ampiamente anticipato da Punto Informatico la versione cartacea del quotidiano “laRepubblica” diventa a pagamento e sarà condita con importanti chicche.

Da oggi sul sito Repubblica.it è possibile accedere alla sezione dedicata a “Repubblica extra” cliccando su “il giornale in edicola”, un servizio che di fatto sostituisce la pubblicazione online gratuita degli articoli apparsi sul cartaceo e che chiede agli utenti la registrazione.

In cambio, però, offre per un mese di prova gratuita l’accesso ad un nuovo sistema di consultazione via internet degli articoli pubblicati su carta. Dalle otto del mattino in poi, ora in cui vengono messi in linea i nuovi contenuti, si possono comodamente sfogliare le pagine, grandi mappe jpg dalle quali con un clic è possibile accedere all’articolo in formato HTML che si apre in una finestra sulla pagina.

Prima pagina de laRepubblica In più, oltre alla sfogliatura tradizionale delle “pagine”, è anche possibile leggere gli articoli de laRepubblica andando direttamente alle sezioni di interesse. Nelle sezioni sono comprese anche le cronache cittadine coperte dalle redazioni locali del quotidiano e, dunque, Palermo, Torino, Firenze, Napoli, Roma, Milano, Bologna e Genova.

Il primo mese del servizio, come accennato, è gratuito. Dal 15 dicembre, invece, laRepubblica “cartacea ma online” sarà consultabile soltanto dietro il pagamento di un abbonamento il cui importo non è ancora stato comunicato dalla testata del Gruppo l’Espresso. Ma sarà un abbonamento che potrebbe convincere molti: offrirà anche un motore di ricerca per parola chiave in tutti gli articoli, consentirà di scaricare il giornale in formato pdf e di consultare l’intero archivio de laRepubblica dal 1984 ad oggi.

La mossa de laRepubblica ricorda da vicino quanto ha scelto di fare in tempi recenti il New York Times, forse il più prestigioso quotidiano americano. Arricchito da una imponente produzione online, il sito del NYTimes offre anche l’accesso a pagamento alla versione cartacea ma digitalizzata del quotidiano. Un’operazione i cui risultati devono ancora essere tracciati ma che, proprio come quella de laRepubblica, sarà attentamente monitorata da molti osservatori del mercato.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    SI alla banda larga - NO alla flat rate
    Se c'e' banda larga, la navigazione diventa piu' fluida e veloce e le tariffe telefoniche pur rimanendo invariate influiscono molto meno sullo stress da "navigazione lenta", molla dalla quale e' scaturita secondo me (secondo mee eeh! secondo me!) l'insana offerta delle flat rate (mirata unicamente all'accaparramento selvaggio di utenti, con i risultati che abbiamo tutti visto - sempre secondo me).Inoltre, una curiosita', che solo apparentemente sembra un paradosso: con una flat rate non sarebbe possibile fare nessuno sciopero, perche' in genere essa viene pagata in anticipo... ;-)Altro che Net Strike. Questo si che si chiama scioperare in rete. Anche perche' i nuovi "operai" di questa societa' sono gli utenti internet, e non quelli "stipendiati", bensi' quelli autonomi. Senza offesa per gli "stipendiati", ovviamente. Loro non hanno problemi. Hanno uno stipendio fisso a prescindere dalle loro capacita' (che fra l'altro di solito sono superiori al loro stipendio, almeno in base alla mia esperienza).
  • Anonimo scrive:
    Pere con mele
    Bellissimo il primo punto della protesta.Confrontano un prezzo flat con un prezzo freeaccess, naturalmente considerando un accesso 24h al giorno e 30 giorni su 30.Poco seri, direi.
Chiudi i commenti