Contrappunti/ La pattumiera

di Massimo Mantellini. I nuovi modi per spillare dindi sonanti agli utenti internet coinvolgono tutti, dagli opportunisti ai nomi più noti e seri della rete italiana, ora sospinta rapidamente verso un maleodorante cassonetto


Roma – Il barometro del web italiano oggi indica tempesta. La grave crisi della pubblicità, e prima di essa l’incapacità di progettare contenuti adatti ai navigatori di Internet, hanno come scostato un piccolo diaframma dietro il quale le vere ragioni di un fallimento sono oggi evidenti.

Anche quando l’euforia internet traghettava in rete ogni giorno i miliardi dei grandi gruppi economici italiani, era lecito chiedersi se davvero l’aspirazione degli utenti della rete italiana fosse quella di navigare dentro portali fotocopia, dotati di oroscopo personalizzato, calendari di donne nude, sms gratuiti ed altre amenità. Allo stesso modo oggi appare naturale domandarsi se davvero il paradigma della navigazione su Internet in questi tempi depressi, nei quali molti portali hanno chiuso o lo stanno per fare, lo si possa ritrovare nelle piccole truffe, ormai diffusissime, di chi propone per esempio il download a pagamento di suonerie o loghi per i cellulari, trucchi per la playstation, sfondi per il desktop.

E’ davvero questa la nuova frontiera del commercio online, dopo la fine della Internet gratuita e le incertezze del B2C? Possibile? Se così fosse, allora la lancetta del nostro barometro dovrebbe liquefarsi per la vergogna.

Il giochino cui stiamo assistendo è noto a tutti: si tratta della riedizione ripulita di un vecchio trucco che utilizzavano alcuni siti a luci rosse qualche anno fa sfruttando la credulità degli utenti meno navigati i quali, una volta convinti a scaricare un piccola dialer, si vedevano sostituita la connessione alla rete da una connessione ad un numero telefonico ad alto costo.

Poichè come diceva una vecchia canzone “fuori c’è la crisi”, questa modalità di offerta di contenuti, pagati attraverso salatissime tariffe telefoniche, sembra diventata di gran moda non più solo dentro le paludi infide di un web sotterraneo che è sempre esistito e nel quale ognuno si avventura a proprio rischio e pericolo, ma perfino dentro siti web ritenuti autorevoli come Yahoo, Clarence, Lycos o moltissimi altri.

Ora se tecnicamente
non esiste forse una truffa vera e propria (l’utente, seppur in caratteri microscopici, viene invitato a leggere le modalità di connessione nascoste dentro il dialer) da un punto di vista puramente etico tali iniziative sono certamente assai discutibili. Nonostante le recenti denunce del Codacons , le pagine informative su simili servizi agli utenti sono fortemente carenti in termini di corretta esposizione del contratto.

Per fare solo l’esempio di Yahoo che utilizza il servizio di download di suonerie e loghi di Buongiorno, nella pagina web di presentazione l’utente viene informato dei costi dell’operazione (1,5 euro + iva al minuto x 16 minuti massimi x – aggiungiamo noi – il numero di volte che cadrà la linea) ma ci si guarda bene dallo specificare che si verrà scollegati da Internet (non a caso il software da utilizzare, per aumentare la confusione si chiama Webconnect) informando invece solo del fatto che, semplicemente, si avrà accesso ad “un’area riservata”.

Una volta scaricato il dialer, a differenza di molti altri software simili, le condizioni di utilizzo di webconnect di Yahoo, sono invece molto più chiaramente definite e l’utente viene correttamente edotto delle reali condizioni di utilizzo. A patto che si ricordi o abbia voglia di leggere le note testuali che accompagnano il software, poste comunque in bella evidenza. Moltissimi altri dialer scaricabili su miriadi di siti web, nascondono invece molto accuratamente le reali condizioni di utilizzo.

Fin dai tempi dei famigerati numeri 144, simili forme di scambio commerciale (la torta del traffico telefonico generato è in genere divisa equamente fra compagnia telefonica, fornitore del servizio e webmaster) sono sempre state fonte di grandi polemiche. Oggi queste polemiche faticano a dar segno di sé su Internet dove l’affanno per l’incasso ha ormai contagiato tutti quanti e non più solo i piccoli webmaster alla ricerca del trucchetto per sbarcare il lunario.


E siccome l’ingordigia è l’anima del commercio, il business dei dialer è rapidamente migrato dalle numerazioni 166, che consentivano tempi di connessione massimi di 8 minuti, ai più potenti numeri 709 e 899 ai quali si può rimanere attaccati (in tutti i sensi) anche per 60 minuti, per un esborso di circa 110 euro a singola telefonata. Bei soldini per tutti insomma, come è possibile leggere nella pagina per webmaster di questa simpatica Web Agency . Solo che oggi questo business ai limiti della decenza ha raggiunto anche i primi attori del web italiano i quali sinceramente non ci fanno una bella figura.

Né fa eccezione alla regola Telecom Italia che richiede ai propri utenti per la disabilitazione dei numeri a pagamento in questione un contributo una tantum di 11,36 euro + iva e un incredibile canone di 3,6 euro + iva a bimestre. Una specie di piccola tassa da mancato guadagno che non ha alcuna giustificazione e sulla quale sarebbe bene si pronunciasse il Garante per le Comunicazioni…

Per fare un altro esempio, perfino Clarence (come molti altri soggetti di primo piano quali Lycos , Ciaoweb e Jumpy ) ha scelto la strada della forniture di loghi e suonerie per cellulari: chi volesse per esempio autopunirsi con una canzone di Sanremo 2002 al posto del normale trillo del telefonino, lo potrà fare dalle pagine della nota community milanese, per la quale evidentemente non esiste contraddizione alcuna fra proporre battaglie di libertà come quella per gli sms gratuiti e rendere disponibili sul proprio sito contenuti accessibili solo tramite dialer e prefisso 709, al modico costo di 29,76 euro ogni 16 minuti (sempre senza considerare le probabilissime cadute di linea).

Pur informando con qualche particolare in più rispetto ad altri “imprenditori” del web i propri utenti sulle modalità di effettuazione del servizio, Clarence aggiunge sulle sue pagine un inutile divieto dell’utilizzo del dialer per i minori di 18 anni (quasi una beffa visto che tali servizi sono disponibili senza alcun controllo, in genere utilizzati da minorenni e pagati con la bolletta telefonica casalinga) ed una paterna indicazione finale di “ricordarsi di disconnettersi dopo aver finito di scaricare loghi e suonerie”. Bontà loro.

Come se non bastasse, in un periodo di grande crisi della pubblicità online, i banner di siti che commercializzano servizi via dialer sembrano essere quasi gli unici rimasti sul web: i siti nei quali è possibile scaricare suonerie sono ormai centinaia ed i loro banner pubblicitari, una volta sommati a quelli di siti a luci rosse che vendono via dialer foto e filmini porno e a quelli che forniscono, sempre attraverso il sistema della connessione parallela, trucchi per la playstation come ad esempio questo assediano la rete internet italiana.

I grandi portali dal canto loro, anche quando non sono direttamente coinvolti, non fanno più alcun tipo di selezione dei messaggi pubblicitari che offrono alla loro clientela, i costi della pubblicità online sono bassissimi ed alla portata di chiunque ed il risultato è che è ormai facilissimo incappare in offerte commerciali poco chiare, spiegate in modo volutamente ambiguo e rese disponibili spesso da siti web intestati a società di comodo su isole caraibiche.

Per fare un esempio, sempre su Yahoo.it, qualche giorno fa girava il banner di sfondi3d.com, sito web intestato a tal Rashmi N.V di Curacao, felice proprietario anche di siti internet del calibro di godisubito.net o viziparticolari.net. Su sfondi3d.com per poche decine di euro di traffico telefonico è possibile scaricare formidabili sfondi per il nostro computer, screen saver o calendari con belle ragazze seminude.

In attesa che l’onda lunga dell’e-commerce via dialer raggiunga anche altri fornitori di contenuti su internet a noi non resta che commentare che a poco a poco, nel disinteresse generale, la rete internet commerciale italiana va incontro a grandi mutazioni: la lancetta del nostro barometro è ormai irrimediabilmente liquefatta e con una tecnologia di morphing degna degli effetti speciali di un grande studio hollywoodiano, la tela del ragno della Internet italiana sembra trasformarsi, ogni giorno di più, in una gigantesca pattumiera stracolma e maleodorante.

Massimo Mantellini

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    BASTA SCENDERE DI VELOCITA' !!!!!!
    NON NE POSSO PIU' !!!!!!!!!!!!!PRIMA DAVANO L'ADSL A 640 K...POI A 300 K...ADESSO A 256...E POI ????? ...CI OFFRIRANNO L'ADSL A 56K ?????AL POSTO DI SALIRE DI VELOCITA', NEL TEMPO, QUI NON FANNO CHE SCENDERE...SCENDERE...SCENDERE !!NON SI CAPISCE SE E' PERCHE' AVEVANO SBAGLIATO TUTTI I LORO CALCOLI ALL'INIZIO E ORA STANNO RIMEDIANDO O COSA........E COMUNQUE....A--D--E--S--S--O B--A--S--T--A !!!!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Tariffe più care dell'800%
    Le linee dedicate in Italia, con o senza finti sconti, sono OTTO VOLTE più costose che all'estero.Vedere il rapporto dell'OCSE citato da PC Week (edito da Mondadori):http://www.liberliber.it/speciali/1999/telecom/rassegna_stampa/1999_04_19/Ciao.
  • Anonimo scrive:
    Bello ma........
    Si si è tutta bella sta storia!Adsl, bande larghe, offerte e annunci a non finire.....peccato che la storia finisca li visto che qui dove vivo l'adsl rimane ancora un miraggio da guardare in televisione dove il nonnino si diverte con la bbb!Telecom sbrigati per favore.....è da troooopppoo che prometti ma........
  • Anonimo scrive:
    ADSL a meno di 25 euro?!
    Incredibile: ho visto che libero adsl è già sceso sotto i 25 euro al mese (iva inclusa!).Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: ADSL a meno di 25 euro?!
      - Scritto da: Marcello
      Incredibile: ho visto che libero adsl è già
      sceso sotto i 25 euro al mese (iva
      inclusa!).Si... Più 0.5 euro al giorno scaduta l'offerta. Se ti colleghi tutti i giorni sono altri 15 euro e arriviamo a 40. Più o meno quanto si pagava prima.....Ci metti il modem. Ci metti il canone telecom e, se puoi, fai prima a metterti Fastweb....
    • Anonimo scrive:
      Re: ADSL a meno di 25 euro?!
      - Scritto da: Marcello
      Incredibile: ho visto che libero adsl è già
      sceso sotto i 25 euro al mese (iva
      inclusa!).però c'è un costo aggiuntivo per ogni giorno di utilizzopoi comunque anche Tiscali e gli altri partiranno presto con ottime offerte
      • Anonimo scrive:
        Re: ADSL a meno di 25 euro?!
        Si ma chi non puo' arrivare grazie a teelcom all'adslDEVE pagare anche per gli altri..!E' FORSE GIUSTO ???????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????
        • Anonimo scrive:
          Re: ADSL a meno di 25 euro?!
          Ma che cazzo dici stupido....- Scritto da: ....ato nero
          Si ma chi non puo' arrivare grazie a teelcom
          all'adsl
          DEVE pagare anche per gli altri..!

          E' FORSE GIUSTO
          ?????????????????????????????????????????????
  • Anonimo scrive:
    su Repubblica di oggi la verità su adsl
    leggete l'articolo sulla Repubblica di oggi 18 marzo 2002. Si capisce chiaramente che solo nel 2004 saranno coperte una quantità di centrali pari al triplo attuale: significa che se al giorno d'oggi sono coperti 250 città nel 2004 ce ne saranno solo 750. Si parla anche della fibra ottica che dovrebbe avanzare molto lentamente. E' inutile noi non coperti non contiamo nulla e adesso che abbiamo la conferma non ci resta che pagare e basta. Addio flat e addio sogno stupido di essere coperti da adsl. Ragazzi non coperti vi esorto a non aprire mai più il sito della copertura pianificata della telecom, ci rimarrete troppo male e il vostro pc rischia di essere preso a calci dall'incazzo. Uscite di casa, dimenticate che internet esiste e che la flat sia esistita un anno fa, fate passeggiate in bicicletta, fate l'amore, andate in palestra, questo è il mio consiglio da vero amico.
  • Anonimo scrive:
    TIN.IT-TeleCom si scaricano la colpa da 4 mesi....
    Scrivo questa mia storia anche qui nella speranza, vana ormai che qualcuno di TIN si prenda la Responsabilità di rispondere pubblicamente a questo DISASTRO.La mia storia inizia il 28 Novembre 2001 e ad oggi, 18 marzo non è affatto conclusa.In poche parole è dal 28 Novembre 2001 che STO ASPETTANDO di POTER NAVIGARE con ADSL 640 !!!!Cosa è successo il 28 Novembre 2001 ?Dopo svariati tentativi ed un inutile telefonata al numero verde ho avuto la MALAUGURATA idea di fare l'upgrade del mio abbonamento V-SURF in ADSL V-PRO 640. Il 3 dicembre 2001 TIN.IT mi comunica che non potevano procedere nell?installazione perché nel mio impianto c?era la filodiffusione, ho quindi chiamato il 187 e disattivato immediatamente la filodiffusione. Per inciso la magnifica TeleCom mi ha ancora messo in Bolletta il canone della filodiffusione, ma dopo varie telefonate al 187 ho avuto la certezza che è stata realmente disabilitata in quella data.Infatti il 15 dicembre 2001, questo dato lo avuto da TeleCom Italia, parte l?ordine.Il 4 gennaio 2002 i tecnici vengono ed installano la scatola ADSL.Tiro un sospiro di sollievo : finalmente!Nonostante le preventive rassicurazioni del numero verde di TIN.IT, sulle possibilità che questo potesse accadere, i suddetti tecnici si presentano con il pacchetto BBB di TeleCom, ovvero, Modem e Pacchetto-Collegamento (256K) ben diversi, da quanto da me richiesto, e cioè la trasformazione del mio abbonamento Virgilio V-SURF in Virgilio ADSL V-PRO 640!Ovviamente rifiuto che procedano nell'installazione del software, perchè non era ciò che avevo richiesto. I tecnici, riscontrato che c'era stato un errore nella comunicazione loro arrivata, mi hanno assicurato che nel giro di qualche giorno tutto si sarebbe sistemato.Ho quindi ritelefonato a TIN.IT lamentandomi del disguido, chiamiamolo disguido!, e avvertendo che ad ogni modo l'impianto era pronto e mi è stato risposto che erano in attesa di una comunicazione ufficiale da parte di Telecom.Questa sarà invariabilmente la risposta che TIN.IT mi darà e mi continua a dare dal 4 gennaio.Se questo vi sembra concepibile.Ma siamo ancora in gennaio, io continuo a rompere le scatole al numero verde e ad inviare e-mail, mi rassicurano dicendomi che, una volta arrivata tale comunicazione, Virgilio mi avrebbe girato una e-mail per fissare un nuovo appuntamento.Il 28 gennaio, ovvero 3 diconsi 3 settimane dopo l'installazione e il testing del terminale ADSL, il meraviglioso Costumer Care di TIN.IT mi comunica che avrei rinunciato all'attivazione!!!Ho chiesto di provare quello che mi è stato comunicato, ma non ho ricevuto nessuna risposta per un semplice motivo: nessuno, tanto più il sottoscritto ha mai firmato nessuna rinuncia !!!Seguono varie innumerevoli telefonate ed e-mail, alcune di scuse altre di accuse nei confronti della TeleCom, inizio anche a chiamare il 187 che nega ogni addebito, guardi mi dicono è TIN.IT che le deve risolvere il problema.Il problema è che ad oggi nessuno mi ha chiarito questo fatto.Una volta un tecnico di TeleCom mi ha detto che dopo un tot di tempo che la linea è attiva viene disattivata automaticamente, non so se questo sia vero, e nemmeno se sia vero che il lavoro l?hanno fatto i tecnici di TIN per cui TIN già sapeva che questa linea era attiva.Ma siamo solo all?inzio.Il 4 febbraio c?è una strana coincidenza, mi arriva a più di un mese di distanza dall'istallazione del terminale ADSL la Fattura per l'abbonamento V-SURF, parte la mia Raccomandata dove comunico che MAI la salderò ed ancora una volta chiedo se hanno intenzione di venire a portarmi il modem per il Collegamento ADSL V-PRO 640.Il tempo passa, ogni giorno, ragazzi credetemi, ogni giorno telefono a TIN.IT e scrivo una e-mail e NESSUNO DI TIN.IT si prende la briga di PRENDERE IN CARICO IL PROBLEMA.Arriviamo al paradosso, i Tecnici il 21 Febbraio tornano a casa mia, per montare il modem?Sbagliato!!!Per montare il terminale Alcatel che è montato in camera mia dal 4 gennaio !!!!A questo punto decido di mandare tutto quanto per conoscenza ad AltroConsumo per avviare una richiesta di danni modali e materiali, a Mi Manda RAI Tre, e a Valerio Steffelli per la trasmissione Al Vostro Posto di Radio 24-Il Sole 24 Ore.Ma non credete che cambi nulla, pur ormai a conoscenza dello sputtanamento, TIN.IT continua a rispondermi le stesse cose e TeleCom Italia altrettanto, è sempre COLPA degli Altri.Decido quindi di arrangiarmi e cerco l?aiuto di TeleCom Italia, due o tre persone gentili del 187 fanno quello che possono, arriviamo addirittura al 4 marzo, il 187 mi comunica che sul computer è presente la comunicazione a TIN.IT dell?attivazione della mia linea.Credete forse cambi qualcosa?Nulla, la risposta di TIN.IT è SEMPRE LA STESSAMi reco a Parma alla TeleCom mi fanno parlare con un Commerciale che dopo avermi fatto tutta la storia che legge dal computer mi offre di passare a BBB, le regaliamo 3 mesi, venga con noi!Ma non è mica la prima volta, altre volte dal 187 mi sono sentito fare questa proposta.Poi mi dice, guarda mi tocca lavorare per la concorrenza ma scriverò anch?io a TIN.IT.Tralascio ogni commento e lascio a tutti voi il giudizio di questa ASSURDA E VERGOGNOSA VICENDA !Morale : oggi è il 18 marzo e sto aspettando dal 4 gennaio data in cui sarei potuto andare in rete con ADSL 640 che qualcuno mi risolva il problema.Vorrei sapere se qualcuno di TIN.IT avrà almeno un moto di VERGOGNA.Vorrei sapere se, un giorno potro? navigare con l?ADSLVorrei sapere se TIN.IT pensa autonomamente di risarcirmi del DANNO SUBITO o se dovrò adire a vie legali, sputtanandoli comunque su AltroConsumo e magari anche su Mi Manda RAI TRE, cui comunque ho mandato tutto e continuerò a mandare tutte le mie proteste finchè qualcuno di voi non mi contatterà personalmente.Già, perché in tutto questa situazione assurda le telefonate di TIN.IT al sottoscritto non si contano neanche sulle dita di una mano, questa vi sembra Assistenza?Questa è Costumer Satisfaction?Complimenti TIN.IT !!!!Alessandro Mallozziremfanit@tin.it
  • Anonimo scrive:
    Quindi è meglio attendere ???
    Quindi è meglio attendere che si dimezzino le tariffe di tutti gli operatori oppure non bisogna lasciarsi scappare il 31 Marzo, in cui ancora l'attivazione è gratuita ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Quindi è meglio attendere ???
      - Scritto da: ADSL
      Quindi è meglio attendere che si dimezzino
      le tariffe di tutti gli operatori oppure non
      bisogna lasciarsi scappare il 31 Marzo, in
      cui ancora l'attivazione è gratuita ?E' quello che vorrei capire anch'io, non ci si capisce 'na mazza, almeno io, se conviene, non conviene, funziona, non funziona...Spero qualcuno mi chiarisca le idee!!! ;-)
      • Anonimo scrive:
        Re: Quindi è meglio attendere ???
        Credo che il contentino della attivazione gratuita te lo lascino comunque....- Scritto da: maconvieneono?


        - Scritto da: ADSL

        Quindi è meglio attendere che si dimezzino

        le tariffe di tutti gli operatori oppure
        non

        bisogna lasciarsi scappare il 31 Marzo, in

        cui ancora l'attivazione è gratuita ?

        E' quello che vorrei capire anch'io, non ci
        si capisce 'na mazza, almeno io, se
        conviene, non conviene, funziona, non
        funziona...
        Spero qualcuno mi chiarisca le idee!!! ;-)
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma è vero che non si paga dall'anno scorso ?
          Ma è vero che l'attivazione non la fa pagare nessun operatore da diversi mesi ?Secondo voi quindi anche ad Aprile non la faranno pagare ?
  • Anonimo scrive:
    Se hai aspettato troppo...
    Dopo 8 mesi che attendevo ADSL albacom ....ho fatto richiesta a telecom ..senza disdire la precedente richiesta ...in 8 giorni ho avuto tutto........W la libera concorrenza heheh
    • Anonimo scrive:
      Re: Se hai aspettato troppo...
      - Scritto da: berus
      Dopo 8 mesi che attendevo ADSL albacom
      ....ho fatto richiesta a telecom ..senza
      disdire la precedente richiesta ...in 8
      giorni ho avuto tutto........W la libera
      concorrenza hehehIo ho fatto la stessa cosa con ADSL e poi con HDSL. Nel primo caso in 5 giorni mi hanno attivato il servizio, nel secondo un po' di più. Gli operatori concorrenti mesi e mesi.....bah...E' facile dare addosso a Telecom, ma al momento non esiste alternativa.
  • Anonimo scrive:
    La rivoluzione FLAT però non ce l'hanno lasciata.
    Che Telecom Italia punti tutto sull'ADSL questo si è capito.Quello che non capisco è perchè non rilascia UN SERIO MODELLO FRIACO, che permette ad una gran parte della popolazione non coperta nè da ADSL nè da fibre ottiche un decenta FLAT (va benissimo un TOT di ore al giorno, tipo 8-9) ad un prezzo che si allinei attorno ai 50-60 Euro al mese, che cmq sono sempre nella maggior parte dei casi superiori a quelli della ADSL.Oramai il divario tra utente coperto e non coperto E' DAVVERO VERGOGNOSO!!!! Tralasciando la differenza di prestazione tra ADSL e connessione Dial up, quello che fa DAVVERO SCHIFO E' LA DIFFERENZA DI PREZZO!!!Bah... sono disgustato, spero che almeno Telecom si decida a coprire una buona parte del territorio, e non parlo di paesini, ma di CITTA' con svariate decine di migliaia di abitanti, ATTUALMENTE NON COPERTE!!!Ciao!
    • Anonimo scrive:
      Punto informatico ci aiuti un pochino tu? Grazie!!
      Sarebbe interessante fare una cosina ben fatta...TUTTI quelli che attualmente NON possono avere adsl ( perche' la zona non e' coperta)mandino COMPATTI una una serie di email e fax di protesta a TUTTI i settori telecom di competenza..Se ogni giorno ricevono 1000 fax alla fine qualche media potrebbe interessarsi alla cosa..Ovviamente,telecom DOVREBBE offrire a chi non puo' ancora offrire l'adsl una flat..Che punto informatico legga questa mia e ci dia una mano?Nel preparare una bella letterina cortese e ferma " ai signori del cavo "Telecomda sottoscrivere a tutti coloro che vogliono..e da inviare via fax o altro mezzo alle sedi principali telecom..Punto informaticooo Ci dai una manoooo? Grazie !!!
  • Anonimo scrive:
    Banda larga, cervello stretto
    La connessione analogica ha un grande, encomiabile difetto: quella di far spremere faticosamente le meningi ai webmasters e ai webdesigners, che trovano cosi' soluzioni ad hoc per realizzare siti web di grande comunicabilita', usabilita', navigabilita'. Una grande ed efficace selezione naturale, che col passare del tempo mette in luce i veri, grandi comunicatori della societa' di oggi.La banda larga ha invece un grande vantaggio: quella di NON far spremere le meningi ai webmasters e ai webdesigners. Assisteremo sempre piu', quindi, al fiorire di nuovi inutili siti votati unicamente ed in maniera spropositata esclusivamente al gioco e alla pubblicita' fine a se' stessa, siti senza piu' contenuti ne' utilita' ne', soprattutto, emozioni. Animazioni idiote, spot rompikazzo, strapotere delle multinazionali che potranno permettersi di fare tutto questo a patto di riuscire a rendere loro complici chi, tra quei comunicatori, avra' ceduto alle lusinghe di un facile guadagno in cambio della totale rinuncia alla sua identita' creativa.
    • Anonimo scrive:
      Re: Banda larga, cervello stretto
      Porca miseria... c'e` del vero in quello che dici.E` molto probabile. Ancora oggi mi chiedo come si faccia a fare un euroconvertitore in soli 700 Kb... non mi ricordo piu` il nome della dittina che aveva creato il mostro, pero` mi ricordo che mi fece sganasciare dalle risate. Pero` e` vero, il download medio per un programma mediamente stupido e fatto male e` di 4 o 5 megabytes. Con maggiori velocita` potrebbe peggiorare... anzi, mi sa proprio che hai ragione, peggiorera`... speriamo di no, ma mi sa che peggiorera`...PS c'e` qualcuno che sa su che principi si basa l'ADSL, tecnicamente parlando?
      • Anonimo scrive:
        Re: Banda larga, cervello stretto
        http://www.google.it/search?q=adsl+technical&ie=ISO-8859-1&oe=ISO-8859-1&hl=it&lr=
      • Anonimo scrive:
        Re: Banda larga, cervello stretto
        Guarda che si parlava di pagine Web, nn di programmi!un prog euroconvertitore ti sta anche in 100kse vuoi!o in 600byte se ti accontenti della stringa dicomando! :-)
        • Anonimo scrive:
          Re: Banda larga, cervello stretto
          Lo so perfettamente...era proprio questo che intendevo...______________________________________________.model tiny.codefld euro[100h]fmul tasso[100h]fstp lire[100h]int 20heuro dd 1.00tasso dd 1936.27lire dd ?end______________________________________________ecco! compilatelo come file COM, basta avere un debugger e si puo` cambiare in tempo reale il valore di "euro" e "tasso"... comodissimo, no?Voglio dire, a occhio e croce verra` sui 20 bytes, ma come si fa a far prendere 700K a un programma che fondamentalmente esegue una moltiplicazione?
          • Anonimo scrive:
            Re: Banda larga, cervello stretto

            .model tiny
            .code[zak!]
            end
            comodissimo, no?mh.. comodissimo mi sembra una parola grossa! ;-D
            bytes, ma come si fa a far prendere 700K a
            un programma che fondamentalmente esegue una
            moltiplicazione?Quello che dici è vero, ma un programma così banale ora lo può scrivere CHIUNQUE (visual basic è propio facile da imparare, per un uso semplice) e non solo "l'elite dei programmatori". E i kappa in più da scaricare, forse sono il prezzo da pagare (purtroppo).Ciau Ciau
          • Anonimo scrive:
            Re: Banda larga, cervello stretto
            - Scritto da: alex¸tg
            Voglio dire, a occhio e croce verra` sui 20
            bytes, ma come si fa a far prendere 700K a
            un programma che fondamentalmente esegue una
            moltiplicazione?beh.. mettici tutti quegli "accessori" grafici che tanto piacciono oggi: guarda le icone di Win XP o di MacOS X... a che servono icone giganti con milioni di colori se non a rendere tutto quanto un po' piu' carino? certo sarebbe possibile farne a meno, ai tempi del Commodore 64 o del PC XT con il buon vecchio DOS erano del tutto superflue ;)Credo che faccia comodo poter disporre di sistemi RAD per sviluppare in modo semplice ed intuitivo le applicazioni. E come se qualcuno mi viene a raccontare che giornalmente utilizza ancora il floppy disk a 1.4 Mb..
      • Anonimo scrive:
        Re: Banda larga, cervello stretto
        - Scritto da: alex¸tg
        Porca miseria... c'e` del vero in quello che
        dici.
        E` molto probabile. Ancora oggi mi chiedo
        come si faccia a fare un euroconvertitore in
        soli 700 Kb... non mi ricordo piu` il nome
        della dittina che aveva creato il mostro,...Uauuuuu.... Dei veri geni nella scrittura di codice compatto...Avranno sicuramente utilizzato l'assembler...Pensa che ai tempi del mio primo PC, un 286, per riuscire a far girare simulatori di volo, CAD, programmi di grafica pittorica, compilatori IDE vari, wordprocessor, fogli elettronici, programmi di ingegneria strutturale, ecc. ecc. avevo bisogno di ben 640 kb di RAM...
  • Anonimo scrive:
    Telecozz non regala niente,ricordatevelo!
    parlo in base alle esperienze di migliaia di persone. Scordatevi tutto.
    • Anonimo scrive:
      Re: Telecozz non regala niente,ricordatevelo!
      - Scritto da: fdg
      parlo in base alle esperienze di migliaia di
      persone. Scordatevi tutto.Hai perfettamente ragione. E' noto a tutti che le parola "Telecom" e "regalo" non possono stare nella stessa frase :)
  • Anonimo scrive:
    La realtà
    Purtroppo ragazzi questa è la realtà.....la gente ha voluto che venisse privatizzato tutto... e questi sono i risultati.Chiaramente Telecom non può sostenere dei costi fissi di gestione per dei ripetitori per portare l'ADSL, che gli porta 100 sacchi al mese, per uno che è sperduto in campagna.Spero che pure voi capiate che nessuno può dargli torto, perchè per loro sarebbe una perdita continua.Però sono d'accordo con voi quando dite che per le zone più svantaggiate potrebbe fornire un collegamento Flat oppure semi-flat a prezzi vantaggiosi.Ciao a tutti
  • Anonimo scrive:
    Non ho capito
    Io ho un "favoloso" contratto BBB che naturalmente voglio disdire appena scade l'anno di gogna.Questa notizia riguarda i fornitori, non me singolo utente, quindi io debbo aspettare qualche sub-fornitore che si affacci nella mia località x avere un'alternativa a VirgilioTinTelecom ?baci e abbacci.
    • Anonimo scrive:
      ATTENZIONE!!!
      bisogna disdire i contratti in genere 3 mesi prima della scadenza con raccomandata r/r- Scritto da: contratti ADSL
      Io ho un "favoloso" contratto BBB che
      naturalmente voglio disdire appena scade
      l'anno di gogna.
  • Anonimo scrive:
    Incentivi per le province
    Laddove non è possibile portare Adsl si deve consentire comunque di navigare su internet con prezzi abbordabili.Si dovrebbe altresì incentivare la navigazione italiana; agevolare le categorie svantaggiate.
    • Anonimo scrive:
      Re: Incentivi per le province
      In ogni caso non comprendo il perche' gli ISP non applicano / offrono, ove non c'e' ADSL, connessioni con sistemi wireless, esempio, a 2,4Ghz considerata la norma attuale varata dal Ministero ove di molto ha semplificato l'utilizzo.Sarebbe secondo me una valida alternativa.Che ne pensate?
  • Anonimo scrive:
    Sconto sulle zone attuali == Aumento di utenza?
    Citando dall'articolo:"[...] Si tratta di un passo importante verso una maggiore diffusione dell'ADSL, secondo i responsabili di Telecom Italia, in quanto questo consentirà l'arrivo sul mercato di un nuovo flusso di offerte a prezzi ridotti e dunque porterà sull'ADSL un numero molto più ampio di consumatori [...]"D'accordo. Uno sconto (45% sul prezzo di listino e' buono) possono portare altri utenti.Ma quanti utenti? E soprattuto perche' non aumentano le zone disponibili?250 comuni su 8000 non mi sembra una cifra molto rilevante. Volete dire che l'80% della popolazione italiana si concentra su 250 comuni? Non ci credo."Se invece nell'elenco la tua città non c'è, torna presto a trovarci. La copertura ADSL è in progressiva estensione."
    • Anonimo scrive:
      Re: Sconto sulle zone attuali == Aumento di utenza?
      Esatto.... il bello è che non è che ci vuole molto ad abilitare la tua zona, solo il tempo di farlo....ma non lo fanno!Io abito tra 2 paesi che hanno ADSL a una distanza di 10km uno dall'altro... io sono in mezzo e niente ADSL xchè sono sotto un'altro comune! Tra l'altro dove abito io ci sono anche ditte importanti di import export e non penso che vadano a 56k.....come minimo hanno una linea dedicata o hdsl... ma non c'era una legge che vietava di fornire hdsl se nella zona non era gia presente ADSL? mmm...50euro al mese li spendo, xo' cavolo....attivatemi sta ADSL.Se qualcuno della telecom stesse leggendo, il comune da attivare è Pomponesco (Mn) grazie :-)mat
      • Anonimo scrive:
        Re: Sconto sulle zone attuali == Aumento di utenza?
        Comincia a pensare al trasloco. Se sei in mezzo ai due paesi vuol dire che sei ad almeno 5 km dalla centrale più vicina. Ergo, qualora attivassero ADSL su tutte le centrali italiane, tu resteresti comunque fuori. Oltre i 3 km ADSL è molto problematica, oltre i 5 è impossibile.- Scritto da: Mat
        Io abito tra 2 paesi che hanno ADSL a una
        distanza di 10km uno dall'altro... io sono
        in mezzo e niente ADSL xchè sono sotto
        un'altro comune!
      • Anonimo scrive:
        Re: Sconto sulle zone attuali == Aumento di utenza?
        le ditte puntano ad HDSL!A differenza del limite del segnale che decade della adsl, la Hdsl ha una tolleranza fortissima e puo' essere installata praticamente ovunque...il problema e' che per ora Telecom ha sempre fatto pagare un costo in base al traffico per l'hdsl!
  • Anonimo scrive:
    adsl nelle periferie
    Perche il governo o la telecom non pensano anche alla periferia??Nel mio caso adsl e' diponibile nella citta' e nei paesi vicini ma non nella periferia.E' possibile escludere queste aree delle citta'?Se non c'e qualcuno che vigili adsl o banda larga che sia potrebbe non arrivare in certe aree.E' questo lo sviluppo di cui tanto si parla??
  • Anonimo scrive:
    Ben venga l'ADSL, PRIORITA' ASSOLUTA PER COPERTURA
    Ben venga l'ADSL a prezzo ridotto, ma speriamo che Telecom Italia si sbrighi ad abilitare le centrali.Altrimenti il divario sarà sempre più grande, vedremo da un parte gente in linea 24 ore su 24 ad un prezzo abbordabili, e gente che naviga 4-5 ore al giorno a prezzi esorbitanti, magari uno vive a pochi chilometri dall'altro.CIao!
Chiudi i commenti