Contrappunti/ Se le 3 I diventano 2

Le parole della campagna elettorale sono naufragate in una Finanziaria che non ha tempo e spazio per internet e formazione hi-tech. Brutto segno o...?


Fuorimoda
Il 27 settembre scorso il Consiglio dei Ministri presieduto da Silvio Berlusconi ha definitivamente approvato la legge finanziaria per il 2002 . Non esiste all’interno del documento alcun riferimento allo sviluppo tecnologico o ad Internet. E’ questo un evidente segno di continuità con le amministrazioni precedenti anch’esse attentissime nell’ignorare nei propri programmi lo sviluppo della rete in Italia. Con una piccola importante differenza: Internet e la new economy sono nel frattempo divenute fuori moda come certi calzoni a zampa di elefante nelle foto di trent’anni fa.

Le 3I

Fino a pochi mesi fa, quando parlare di tecnologia, e-government e new economy era considerato un punto irrinunciabile da qualsiasi forza politica, un segno di modernità e apertura mentale, il programma elettorale dell’attuale Primo Ministro poteva tranquillamente essere sintetizzato dai giornalisti come quello delle 3I: Impresa, Inglese e Internet.
In quel momento le forze del centro-sinistra in prossimità della scadenza elettorale malcelavano la loro invidia per un programma tecnologico, quello di Forza Italia appunto, assai ben strutturato ed esposto, seppur in gran parte mutuato da una serie di punti programmatici che il governo D’Alema si era dato senza riuscire poi a metterli in pratica.

Oggi simili esigenze di facciata paiono essersi del tutto azzerate, non solo nelle parole dei politici che avevano faticosamente mandato a memoria sigle come UMTS o parole astruse come Napster, inserendole con tempismo in ogni loro dichiarazione, ma soprattutto nell’interesse dei cittadini, assorbiti da questioni ben più vicine e pressanti. Quesiti come quello che in questi giorni si pone il Ministro della Salute Sirchia sulla opportunità, dati i tempi, di riprendere la fabbricazione del vaccino antivaiolo nell’ipotesi di un attacco batteriologico.
Potrà quindi suonare strano oggi sottolineare, per l’ennesima volta, la scarsa sensibilità tecnologica del governo e tuttavia crediamo vada fatto ugualmente. I punti caldi dello sviluppo tecnologico del paese, che sembrano oggi non interessare più nessuno, sono almeno tre.

-1- Il diritto all’accesso

Diritto all’accesso significa oggi qualcosa di differente rispetto a qualche anno fa. Il valore aggiunto che deve essere considerato non è tanto la velocità di collegamento quanto la sua temporaneità. Oggi ha senso parlare di “effettivo” collegamento a Internet solo se ci riferisce a collegamenti “always on”.
A questo si deve puntare, in questa direzione dovrebbero andare gli sforzi (e dio sa se ce ne sarebbe bisogno) della amministrazione. Che poi questo significhi rendere possibile l’accesso flat tramite rete analogica/isdn o portare l’ADSL fino ai piccoli comuni non è molto importante. Che si ipotizzi un accesso con modalità nuove come il satellite o il cavo o la rete elettrica, la specifica fondamentale perché Internet abbia ampie possibilità di fruizione è che sia “sempre accesa”, non solo nelle aziende (dove spesso è già così) ma anche nelle nostre case.

Oggi diritto all’accesso significa avere in casa un collegamento alla rete continuo a costi ragionevoli attraverso il quale utilizzare la posta elettronica, ricevere informazione, fare ricerche o acquisti sul web. La distanza fra questa esigenza e le attuali proposte in tal senso delle compagnie di telecomunicazioni non è amplissima: spetterebbe al Governo o alle sue Autorità colmarla in tempi brevi e con provvedimenti efficaci. E’ quindi necessario approntare (come più volte affermato dal Ministro Gasparri) la messa in opera di un sistema di tariffazione flat per Internet, con un attenta valutazione della sua remuneratività per gli operatori, indipendentemente dalle scelte commerciali di Telecom Italia.

Ove questa volontà mancasse, si potrebbe pensare ad incentivi economici per chi fornisce tale forma di accesso alla rete. Analoghi meccanismi di incentivazione potrebbero essere riservati anche alla diffusione della ADSL fuori dai grandi centri abitati. Se invece, come è accaduto fino ad ora, la logica privatistica dovesse continuare ad ostacolare l’accesso alla rete di larghe fasce di cittadini della penisola, non sembra esserci altra soluzione che il riappropriarsi, da parte dello Stato, della rete di telefonia fissa di Telecom Italia. Anche se passi del genere appaiono oggi, per colpa di scelte suicide fatte in passato, estremamente complessi.

Invece di straparlare di banda larga scimmiottando paesi ben più evoluti del nostro, il diritto all’accesso oggi sembra passare prima di tutto da una rete sempre disponibile per tutti. E passa anche – spiace dirlo – attraverso un atteggiamento di maggior rigore della amministrazione nei confronti degli operatori delle comunicazioni.


-2- E-government

Qualche anno fa uno dei commissari dell’Authority delle Comunicazioni, Paola Manacorda, disse che Internet in Italia non si sarebbe sviluppata fino a quando in rete non fosse stato possibile prenotare una visita alla ASL. Si trattò in quell’occasione della battuta infelice di chi parlava senza comprendere a pieno a cosa Internet potesse servire (all’Autorità TLC esiste abbondanza di individui con simili “incompetenze”) e tuttavia apriva uno squarcio su un problema, quello della burocrazia in Italia, che dallo sviluppo tecnologico potrebbe ricevere un impulso di cui ha assoluto bisogno.

Il chiodo fisso di Franco Bassanini, quello di fare della Pubblica Amministrazione italiana una creatura meno ingombrante, che assomigli a quelle degli altri paesi industrializzati, ha prodotto in questi anni lunghe discussioni, cospicui finanziamenti (più di mille miliardi da parte del passato governo D’Alema) e scarsissimi risultati concreti.

Uno dei compiti più stringenti che il Governo Berlusconi ha ereditato è quello di guidare la difficile messa in atto di un cambiamento che incontra ostacoli assoluti in un apparato burocratico monolitico e insensibile ad ogni modernità. Esistono finanziamenti e scadenze promesse per la messa online della P.A. Non sembra che ci sia in giro troppo interesse a vederle rispettate, se si esclude qualche tiepida dichiarazione del Ministro alla Innovazione Stanca.

-3- Computer e scuola

Anche qui buio assoluto. L’unico provvedimento concreto messo in campo dal vecchio esecutivo è stato quello del prestito d’onore per l’acquisto di un PC per gli studenti del primo anno delle scuole superiori. Si è trattato di un provvedimento di modestissimo impatto (lo Stato in pratica ha garantito le banche che hanno concesso prestiti di circa 1,5 milioni a tasso zero) raccontato ai media come una grandissima iniziativa.

A questo era poi collegata una iniziativa più ampia e interessante : quella del credito formativo destinato agli studenti che abbiano compiuto 18 anni nel 2001. Una cifra di 10 milioni di lire prestabile a 650.000 giovani italiani e spendibile fino al 2005, destinata all’acquisto di tecnologia ed al finanziamento di corsi di formazione online. L’iniziativa si è persa nei meandri di Montecitorio e non è chiaro a nessuno se e quando eventualmente verrà riproposta. Nella legge finanziaria non esiste cenno nemmeno a questo.

Se le 3I diventano 2

La scomparsa di Internet dai progetti economici a breve del governo è oggi, nella sensibilità comune, una piccola cosa. Al massimo può essere considerata un’arma da parte di chi, dall’opposizione, voglia sottolineare fin da subito una ritardo nella messa in opera delle promesse elettorali.

Le parole dei Ministri Stanca e Gasparri in ogni caso non bastano: quando si arriva alla resa dei conti appare lampante che saper valutare le possibilità di crescita consentite dalla tecnologia è un aspetto del “progettare politico” che continua ad esserci estraneo. E così, tristemente, le aspettative riposte rischiano di trasformarsi in bolle di sapone.

E il governo delle 3I, quello nuovo, moderno e scattante che durante il periodo pre-elettorale aveva commissionato a cinque grandi istituti di ricerca internazionali la ricetta per rendere l’Italia un paese al passo con l’Europa nell’uso delle nuove tecnologie, si candida nella nostra considerazione a trasformarsi in quello delle 2I: Inazione ed Incapacità.

Massimo Mantellini

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    120 lire IVA inclusa per ogni MB trasferito|RIPNET
    Questa e' la rovina di internet... far pagarare per quello che navighi... calcola che io con isdn 64k prendo 700 mb al giorno facendomi adsl non mi conviene x niente!!! Facendo pagare quello che skariki e' peggio di una connessione a tempo... sai pure quando sei sotto SMURF skariki qualcosa:)quindi okkio nelle chat a non fare incazzare gli ahker senno vi faranno pagare la banda:)
    • Anonimo scrive:
      Re: 120 lire IVA inclusa per ogni MB trasferito|RIPNET
      - Scritto da: LaZi0gRaN
      Questa e' la rovina di internet... far
      pagarare per quello che navighi... calcola
      che io con isdn 64k prendo 700 mb al giornoAHHAHAHAHAHAHISDN 64k fa 24/25MB all'ora, cioè attorno ai 550/600 al giorno se sei proprio fortunatissimo, quindi non sparare trojate dai pd
      • Anonimo scrive:
        Re: 120 lire IVA inclusa per ogni MB trasferito|RIPNET
        dammi l'email ti mando lo screenshot:)pekkato ke ora aruba disconnetta ogni 7 ore
    • Anonimo scrive:
      Re: 120 lire IVA inclusa per ogni MB trasferito|RIPNET
      non per ogni MB ma per ogni Mb!!!
  • Anonimo scrive:
    Sempre più ridicoli!
    MI dispiace dirlo perchè finora i servizi di NGI sonon ottimi.....ma secondo me i ragazzi in questione "se la tirano troppo".........insomma: questa adsl con il ridicolo dazio del costo x megabyte (vogliamo tornare indietro coi tempi?) e dal costo esorbitante......ma sopratutto il "pay for play" è ridicolo.......poverini non fanno più soldi? E allora perchè non pensavano prima a mettere meno server e spendere meno? Invece questa bella idea..ridicola sopratutto x il fatto che la fanno passare come una bel passo avanti per i loro giocatori..... mah!Probabilmente qualche adepto di ngi ci sarà....ma secondo me hanno intrapreso una strada rischiosa..
    • Anonimo scrive:
      Re: Sempre più ridicoli!
      Concordo pienamente.Tra l'altro se vai a vedere la maggior parte degli utenti di giochi multiplayer sono ragazzini senza una lira.
      • Anonimo scrive:
        Re: Sempre più ridicoli!
        Infatti.........hanno proprio sbagliato target! Anche perchè c'è da scommetterci che vorrano pagamento in carta di credito.........ed è difficile che la maggioranza della gente che usufruisce di ngi abbia una carta di credito.... e sappiamo tutti quanta resistenza possano fare i genitori con carta di credito all'uso della stessa su internet... Mah...
        • Anonimo scrive:
          Re: [SIETE OT]Sempre più ridicoli!
          Ma questo che ch'azzecca con l'offerta ADSL? Se giocate sono cavoletti vostri... e se avete problemi con loro idem... parliamo del serizio adsl.. ma sono solo loro ad essere su rete interbussinnes? e il Birouting che vantaggi da'?Bye Spawn
          • Anonimo scrive:
            Re: [SIETE OT]Sempre più ridicoli!
            - Scritto da: Spawn
            Ma questo che ch'azzecca con l'offerta ADSL?
            Se giocate sono cavoletti vostri... e se
            avete problemi con loro idem... parliamo del
            serizio adsl.. ma sono solo loro ad essere
            su rete interbussinnes? e il Birouting che
            vantaggi da'?

            Bye
            SpawnNGI ha accesso a 2 dorsali: Interbusiness & I.NET. Il birouting è la possibilità di switchare a piacimento tra una dorsale e l'altra (un semplice cambio di gateway) da parte dell'utente (e non del fornitore di servizio), grazie ad uno switch (interruttore in italiano).La differenza è che la rete Interbusinessm viste le promozioni di Telecoma stessa non chè di altri ISP che usano la sua stessa rete, và via via intasandosi.La rete di I.NET (provider business) è proporzionalmente molto + scarica, e quindi + performate per i tempi di latenza, che sono quello che ricercano i videogiocatori + accaniti.'Iao
    • Anonimo scrive:
      Re: Sempre più ridicoli!
      hummm.... secondo me ormai hanno l'80% dei clienti che non sono net gamers... soprattutto la loro flat. Conosco un sacco di persone che l'hanno fatta e non sanno nemmeno cosa è il multiplayer. E sono tutti felici!!Anche il fatto che il sito è staccato dal portale NGI fa capire molte cose...secondo me con la storia che sono tecnologicamente avanti per il gioco online stanno attirando un sacco di clienti (anche per le varie in*****te delle altre flat).Sono dei grandi... altroche'
    • Anonimo scrive:
      sondaggio
      io questa flat dove si paga ogni mb scaricato non la faro' MAIchi mi segue ?
  • Anonimo scrive:
    ADSL e cos'è???
    finalmente parlate di ADSL ed io ho l'occasione di dirvi questo:abito in prov di Lecce, l'ADLS qui non c'è, tiriamo avanti con la misera Isdn. è possibile che ogni volta che esce una nuova tecnologia dobbiamo aspettare 20 anni prima di usufruirne anche noi? che palle 'sta situazione, eppure ci sarebbero tanti potenziali clienti se solo qualcuno investisse.e mi fermo altrimenti comincio ad imprecare
    • Anonimo scrive:
      Re: ADSL e cos'è???
      - Scritto da: francesco
      finalmente parlate di ADSL ed io ho
      l'occasione di dirvi questo:
      abito in prov di Lecce, l'ADLS qui non c'è,
      tiriamo avanti con la misera Isdn. è
      possibile che ogni volta che esce una nuova
      tecnologia dobbiamo aspettare 20 anni prima
      di usufruirne anche noi? che palle 'sta
      situazione, eppure ci sarebbero tanti
      potenziali clienti se solo qualcuno
      investisse.
      e mi fermo altrimenti comincio ad imprecare
      Pure dove sto io (Tivoli "alta") l'ADSL non c'e'.. Ma il bello e' che c'e' a un chilometro dal mio ufficio. Ma fino a qui un mio amico tecnico in Telecom dice che non c'e' modo di fara arrivare. Forse tra un annetto........ Trasloco?
  • Anonimo scrive:
    PAY 4 PLAY
    Io.. non ci sto! (da leggere imitando Cossiga)Adso se ti interessasse solo "purificare" i server dai lamma e sapere chi gioca nei server bastarebbe un bel sistema di autenticazione. Stop.Quindi abbi la decenza di evitare di vantarti del fatto che lo stai facendo "per noi" e di' le cose come stanno; vuoi la ferrari nuova.
    • Anonimo scrive:
      Re: PAY 4 PLAY
      Ma no dai non fare cosi'. C'e' sicuramente qualcuno che si fara' l'adsl pensando che gli conviene. MUAHAHAHAAUAHUAHAUA
    • Anonimo scrive:
      Re: PAY 4 PLAY
      Guarda che era scalfaro e non cossiga....'gnurant!
    • Anonimo scrive:
      Re: PAY 4 PLAY
      Non iniziamo con la storia delle Ferrari di Adso perchè sappiamo tutti che non è vero. Non sarà di certo in bici, ma neppure su un'auto di Maranello :)Gioco su NGI da quando è uscito Half-Life, quindi ci sono affezionato ai loro bei server, dove non si vede mai un admin neppure a pagando.Loro sono un'azienda ormai, e come tale propongono i loro servizi. Quindi non possiamo dire non devi fare questo non devi fare quello.E' come se la mia ragazza dicesse "Pay 4 F**k" Cribbio sei la mia donna, siamo insieme da anni e ora mi dici che ti devo pagare ???
  • Anonimo scrive:
    Che buffonata :D
    Va bene pagare un canone alto per una connessione di tutto rispetto... ma non le 120lire per ogni MB scaricato.E' una buffonata, perchè caspita mi dovrei fare una ADSL 2048 per pagare 2 volte (canone+MB scaricati) quando posso fare una qualsiasi altra ADSL 640 pagando meno e scaricando tutti i GB che mi pare e piace ?Il ping di una ADSL a 10ms? Mi piacerebbe vederlo. Molto probabilmente lo si otterrà solo stando a 10metri dal server.Cmq per chi non lo sa ci sono tanti modi GRATUITI per pingare meglio e/o scaricare più veloce con ADSL (una ADSL qualsiasi).
    • Anonimo scrive:
      Re: Che buffonata :D
      - Scritto da: W4nM3
      E' una buffonata, perchè caspita mi dovrei
      fare una ADSL 2048 per pagare 2 volte
      (canone+MB scaricati) quando posso fare una
      qualsiasi altra ADSL 640 pagando meno e
      scaricando tutti i GB che mi pare e piace ?Giusto!
      Il ping di una ADSL a 10ms? Mi piacerebbe
      vederlo. Molto probabilmente lo si otterrà
      solo stando a 10metri dal server.Questo lo si può fare. E' scorretto però dire "Il primo permette, sostiene il provider, una connessione molto più veloce rispetto agli standard delle prestazioni garantite dai collegamenti ADSL forniti da operatori concorrenti"La latenza dei ping, come tutti sanno, non è velocità.Bye
    • Anonimo scrive:
      Re: Che buffonata :D
      - Scritto da: W4nM3
      Cmq per chi non lo sa ci sono tanti modi
      GRATUITI per pingare meglio e/o scaricare
      più veloce con ADSL (una ADSL qualsiasi).La prima mi interessaCome faresti a pingare meno con un ADSL "tradizionale" ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Che buffonata :D
        ti devo avvertire che migliorando il ping perdi in potenza di download e viceversa :)ma tu vuoi cosi.. che cosi sia.....http://www.iuslex.it/telefonia/finternetadsl2.html?http://www.iuslex.it/telefonia/internetadsl3.html#ottimizzare
    • Anonimo scrive:
      Re: Che buffonata :D

      Va bene pagare un canone alto per una
      connessione di tutto rispetto... ma non le
      120lire per ogni MB scaricato.
      E' una buffonata, perchè caspita mi dovrei
      fare una ADSL 2048 per pagare 2 volte
      (canone+MB scaricati) quando posso fare una
      qualsiasi altra ADSL 640 pagando meno e
      scaricando tutti i GB che mi pare e piace ?

      Il ping di una ADSL a 10ms? Mi piacerebbe
      vederlo. Molto probabilmente lo si otterrà
      solo stando a 10metri dal server.

      Cmq per chi non lo sa ci sono tanti modi
      GRATUITI per pingare meglio e/o scaricare
      più veloce con ADSL (una ADSL qualsiasi).e' l'offerta HDSL di Telecom.Fanno i rinditori per TI... se chiedi HDSL a Telecom vai a 2 mb e paghji un tot a Mb.niente di nuovo sul fronte NGIciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Che buffonata :D
      - Scritto da: W4nM3
      Il ping di una ADSL a 10ms? Mi piacerebbe
      vederlo. Molto probabilmente lo si otterrà
      solo stando a 10metri dal server.dipende dal protocollo.Con PPPoE (una skifezza) sia arriva a 80-90 msCon CIP (classical IP) sia arriva a 20 ms !NGI usa un altro incapsulamento: l'RFC 1483 che non so quanto performante sia cmq dovrebbe essere "diretto" tipo il CIP...Avere oggi un ADSL Flat con un protocollo da 20ms di latenza è il massimo... credimi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Che buffonata :D
      - Scritto da: W4nM3
      Va bene pagare un canone alto per una
      connessione di tutto rispetto... ma non le
      120lire per ogni MB scaricato.
      E' una buffonata, perchè caspita mi dovrei
      fare una ADSL 2048 per pagare 2 volte
      (canone+MB scaricati) quando posso fare una
      qualsiasi altra ADSL 640 pagando meno e
      scaricando tutti i GB che mi pare e piace ?questo non e' un problema solo con NGI, ma con qualunque connessione ADSL aziendale che dia qualche garanzia.La colpa e' di telecoma che fa appunto pagare circa 70/80 al provider con cui poi ti abboni; finché iol cavo e fisicamente di proprietà telecoma sei fregato anche con HDSL e' la stessa cosa (anche se paghi parecchi milioni all'anno) al massimo hai un tetto e poi paghi extra... se uno vuole garanzia di banda non puo' avere traffico illimitato in questo paese!
      Il ping di una ADSL a 10ms? Mi piacerebbe
      vederlo. Molto probabilmente lo si otterrà
      solo stando a 10metri dal server.con adsl 10 ms mi pare strano ma con hdsl sì.ad ogni modo, ripeto che finché il cavo di prende da telecoma, saremo sempre sfigati...
    • Anonimo scrive:
      Re: Che buffonata :D

      Scritto da: W4nM3
      Va bene pagare un canone alto per una
      connessione di tutto rispetto... ma non le
      120lire per ogni MB scaricato.
      E' una buffonata, perchè caspita mi dovrei
      fare una ADSL 2048 per pagare 2 volte
      (canone+MB scaricati) quando posso fare una
      qualsiasi altra ADSL 640 pagando meno e
      scaricando tutti i GB che mi pare e piace ?Appunto!O il canone fisso OPPURE il costo per megabyte.Peccato che se avessero adottato una diversa politica di prezzi l'ADSL da 2Mbit è interessante per le zone non cablate con fibre ottiche.--T^
  • Anonimo scrive:
    Evvai
    Io gia' invidiavo la flat di questi signori, ora che c'hanno pure l'ADSL quasi ci penso, visto che sto con Galactica e non so quanto dura. Non costa poco pero'.
Chiudi i commenti