Contributi lavoratori domestici: si paga con app IO

Contributi lavoratori domestici: si paga con app IO

Tramite l'app IO è possibile accedere al pagamento dei contributi per i lavoratori domestici grazie al servizio messo a disposizione dall'INPS.
Contributi lavoratori domestici: si paga con app IO
Tramite l'app IO è possibile accedere al pagamento dei contributi per i lavoratori domestici grazie al servizio messo a disposizione dall'INPS.

L’INPS ha annunciato una nuova comoda funzionalità a disposizione tramite l’app IO. L’applicazione, sempre più al centro del rapporto tra cittadino e Pubblica Amministrazione, consente infatti da oggi di poter ricevere gli avvisi di scadenza del pagamento dei contributi per i lavoratori domestici.  Ma non solo.

Lavoratori domestici: le pratiche sull’app IO

Il servizio, spiega l’INPS, consente altresì di procedere al pagamento dei contributi stessi seguendo semplicemente le istruzioni all’interno dell’app. Non sarà dunque più necessario scaricare i bollettini pagoPA relativi alle scadenze in oggetto, ma si potrà procedere con pochi click fino all’espletamento della pratica:

Attraverso l’app IO i datori di lavoro domestico che hanno espresso il consenso a ricevere notifiche da parte dell’Inps e hanno dichiarato di voler ricevere gli avvisi di pagamento PagoPA, riceveranno l’avviso di scadenza dei termini per il versamento dei contributi domestici riferiti già al primo trimestre 2022 e potranno utilizzare il nuovo servizio per il pagamento in modalità semplificata.

L’INPS ricorda inoltre di aver già attivato sull’app IO i seguenti servizi:

  • notifica per disposizioni di pagamento di prestazioni pensionistiche e non;
  • notifica dello stato di avanzamento di richieste gestite su Inps Risponde o Linea INPS;
  • notifica di comunicazioni epistolari già consultabili nella Cassetta Postale on line.

Una sinergia di grande valore, insomma, che consente all’app di accorpare sempre più valore ed all’INPS di snellire le proprie pratiche. Il vantaggio relativo è tutto nelle mani (anzi: nello smartphone) del cittadino.

Fonte: INPS
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 6 apr 2022
Link copiato negli appunti