Cottura passiva: la soluzione open source di Barilla

Cottura passiva: la soluzione open source di Barilla

Un supporto hi-tech e open source per la cottura passiva della pasta: l'idea di Barilla con un dispositivo dalla natura open source.
Un supporto hi-tech e open source per la cottura passiva della pasta: l'idea di Barilla con un dispositivo dalla natura open source.

Cucinare con il metodo della cottura passiva non è certo una pratica nuova, ma tornato di recente al centro dell’attenzione dopo che Giorgio Parisi, premio Nobel per la Fisica, ha spiegato su Facebook come sfruttarlo per ottenere una pasta perfetta. Nel momento delle bollette in aumento, ogni metodo utile per risparmiare è oro colato. Sul tema si registra inoltre l’intervento di Barilla, che propone un dispositivo Bluetooth dedicato. Vediamo di cosa si tratta.

Il dispositivo Barilla per la cottura passiva

È stato battezzato Passive Cooker e comunica in modalità wireless con lo smartphone. Semplicemente, si appoggia sopra il coperchio della pentola e avvisa quando l’acqua raggiunge la temperatura di ebollizione, il momento giusto per buttare gli spaghetti (o altro). Due minuti più tardi, emette una nuova notifica, segnalando che è ora di spegnere il fornello. Più tardi un terzo e ultimo avvertimento, non appena è tutto pronto per scolare. Questo il video di presentazione.

È il risultato di un progetto dalla natura open source, sviluppato tenendo in considerazione i criteri di sostenibilità: il case è realizzato in plastica biodegradabile e le batteria incluse sono eco-friendly.

Sono due i vantaggi legati all’impiego della cottura passiva, secondo Barilla: il taglio dei consumi e la riduzione fino all’80% delle emissioni di CO2 in confronto a quanto avviene con il metodo tradizionale che prevede di tenere il fornello acceso per tutto il tempo.

Passive Cooker, un progetto open source

Il cuore pulsante del Passive Cooker è costituito da una scheda Arduino Nano 33 BLE (acquistabile anche su Amazon), una sonda NTC per la misurazione della temperatura, due batterie AAA e poche altre componenti racchiuse all’interno di un case da realizzare con una stampante 3D. È disponibile un PDF con tutti i dettagli e le istruzioni per il montaggio.

Per saperne di più sul progetto rimandiamo al sito dedicato. Già in download anche l’applicazione mobile nelle versioni AndroidiOS. C’è anche una tabella (PDF) con il minutaggio ideale della cottura passiva per ottenere un risultato perfetto con ogni tipo di pasta: dagli spaghetti ai fusilli, dai maccheroni alle penne rigate.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione. Le offerte potrebbero subire variazioni di prezzo dopo la pubblicazione.

Fonte: Barilla
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 21 ott 2022
Link copiato negli appunti