CPU, la battaglia delle performance

Intel si prepara a incassare il colpo di Ryzen annunciando nuovi processori e generazioni di CPU, mentre sul fronte AMD emergono indiscrezioni per certi versi sorprendenti. Torna la concorrenza nel mercato dei chip x86?

Roma – Oltre che sul fronte dei risultati economici propriamente detti , da un po’ di tempo i due produttori di CPU in standard x86 se le danno di santa ragione anche dal punto di vista delle prestazioni. O meglio: in attesa del debutto commerciale di Ryzen , le indiscrezioni parlano di chip estremamente competitivi e Intel corrobora in qualche modo queste voci anticipando quelli che sono i suoi piani per il futuro prossimo venturo.

Santa Clara teme la rivalsa tecnologica di Sunnyvale, e a testimoniare questi timori ci sono le anticipazioni sui chip Core di ottava generazione indicate dal CEO Brian Krzanich in un incontro con gli azionisti: le nuove CPU arriveranno nella seconda metà del 2017 e saranno per l’ennesima volta realizzate sul nodo dei 14 nanometri , processo produttivo che viene quindi adottato per la quarta volta pur permettendo – dice Intel – incrementi prestazionali compatibili con la legge di Moore.

La prossima generazione di CPU Intel dovrebbe infatti garantire performance il 15 per cento superiori all’ architettura Kaby Lake , e potrebbero inizialmente riguardare – come già i succitati chip Kaby Lake – i dispositivi informatici portatili a bassi consumi delle serie U e Y. E le CPU a 10 nanometri? Arriveranno , e saranno probabilmente dedicate – almeno nei primi mesi – esclusivamente al mercato server.

Anticipazioni ufficiali sull’ottava generazione a parte, sul fronte delle indiscrezioni si parla poi di due nuove aggiunte all’attuale line-up Kaby Lake con Core i7-7740K e Core i5-7640K : attese al debutto nei prossimi mesi, le due CPU dovrebbero garantire rispettivamente clock di base da 4,3GHz (4,6GHz in modalità Turbo) e 4GHz, e forse addirittura il supporto all’Hyper-Threading (con conseguente raddoppio dei core logici rispetto a quelli fisici) esteso per la prima volta a un processore della linea Core-i5.

È facile interpretare i nuovi Core Kaby Lake che arrivano a una frequenza di 4,3GHz come il tentativo di Intel di mettere le mani avanti rispetto a Ryzen , e ulteriori indiscrezioni su quest’ultima architettura confermerebbero la legittimità della mossa “difensiva” di Chipzilla.

Gamma Ryzen

Le future CPU di AMD includono una line-up di 17 SKU che va dai modelli di punta con TDP a 95W (Ryzen 7 1800X, 7 1700X, 5 1600X) ai chip da 65W (Ryzen 5 1500 – Ryzen 3 1100), dove la lettera “X” indica il supporto alla funzionalità Extended Frequency Range (XFR) con overclock automatico delle frequenze laddove le condizioni termiche lo permettano.

Le ultime indiscrezioni riguardano infine i benchmark , croce e delizia degli appassionati, dei potenziali acquirenti ma anche delle aziende che questi chip li devono pur vendere: non c’è nulla di ufficiale, ma Ryzen 7 1700X, una CPU che dovrebbe costare circa 390 dollari ed essere 100 dollari più economica rispetto a Ryzen 7 1800X, avrebbe la capacità di raggiungere, contrastare e persino stracciare – in certi scenari di calcolo a thread singolo o multiplo – i due attuali “campioni” di performance di Intel nel settore desktop (Core i7-7700K quad-core a 4,2GHz) ed enthusiast (Core i7-6900K octa-core a 3,2GHz). Con la differenza, non certo marginale, di presentare un costo estremamente competitivo rispetto alla concorrenza.

Alfonso Maruccia

Fonte immagini: 1 , 2

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Nome e cognome scrive:
    Forse questa e' una risposta di AGID ?
    http://www.agendadigitale.eu/aiutiamopiacentini/spid-migliorare-l-usabilita-si-puo-e-si-deve_3001.htm Articolo su Agenda Digitale
  • quartopiano scrive:
    QUATTRO CHIACCHIERE CON CASSANDRA
    https://www.aneddoticamagazine.com/category/quattro-chiacchiere-con-cassandra/-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 15 febbraio 2017 16.12-----------------------------------------------------------
  • quartopiano scrive:
    QUATTRO CHIACCHIERE CON CASSANDRA
    [yt]jamHIyulXbI[/yt]-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 28 febbraio 2017 15.26-----------------------------------------------------------
  • apo scrive:
    Due dettagli abbastanza critici...
    Premesso che SPID non è una idea così nuova, già ad inizio secolo Microsoft e Sun Microsystems stavano pensando a dei sistemi di identity management.Vi ricordate Microsoft Passport o Sun Liberty Alliance Project?Tralasciando questo, ed anche il fatto che a mio avviso un servizio di Identity Management dovrebbe essere di esclusiva dello Stato, esattamente come avviene per l'anagrafe vi faccio presente due dettagli che non ho visto mai prendere in considerazione fino ad oggi:1) con SPID ad ogni persona fisica verrà associata una ed una sola login, peccato che non è raro che in un sistema informatico una persona fisica abbia account diversi a seconda del ruolo che deve impersonare (es. posso essere contemporaneamente utente normale o amministratore, oppure impiegato di un certo Ente che opera sul sistema per evadere le pratiche ma anche libero cittadino che usufruisce del servizio come tutti gli altri)Questo implica che le applicazioni informatiche dovranno essere riviste / adattate in modo da permettere alla stessa login di operare come diversi utenti, quindi a seconda del servizio le modifiche da fare potrebbero essere trascurabili o invasive.Non solo, alcune applicazioni permettono la creazione di nuove utenze (es. un utente responsabile di un ufficio è in grado di creare nuove utenze per gli impiegati che gestisce), con SPID il software andrà sicuramente modificato perchè la creazione delle nuove utenze non sarà più gestita solo all'interno di una particolare applicazione2) in Italia esiste una pessima pratica, purtroppo molto diffusa, che prevede sia la condivisione della stessa login all'interno di un gruppo di persone sia quella del classico responsabile che consegna le proprie credenziali di acXXXXX al proprio sottoposto affinchè operi per lui come delegato.Con SPID voglio proprio vedere chi si prenderà la briga di dare le proprie credenziali associate alla sua persona fisica ad altre persone visto che le credenziali SPID non saranno limitate ad un particolare servizio ma a tutti i servizi della Pubblica Amministrazione (e non solo).Questo secondo aspetto secondo me rischierà di far fallire SPID perchè non si tratta solo di una questione tecnologica ma anche di un cambio culturale, un cambio di modalità di operare (ovvero di processi) che non è così facile da modificare all'interno di organizzazioni complesse.Lato tecnologico, di sicuro occorrerà che le applicazioni siano in grado di gestire relazioni tra utenti con ruoli e deleghe, ma ogni applicazione sarà un caso a parte. Alcune, magari quelle più grosse e strutturate potrebbero essere facilmente adattabili, altre andranno riscritte in maniera significativa.Con SPID non si tratterà quindi semplicemente di un metodo diverso per accedere ai servizi della PA, ma potrebbero esserci grossi impatti sia sul piano tecnologico che sul piano organizzativo.
  • VelaImpavida scrive:
    Fatevene una ragione!
    Mettetevi il cuore in pace.Avrete a che fare con la Pubblica amministrazione per tutto il resto della vita ed anche i vostri figli e i figli dei vostri figli avranno a che fare con la Pubblica amministrazione.Pretendere di non averci a che fare è impossibile se non cambiando pianeta. In questo pianeta potete solo subirla (anche se non la cercate prima o poi ti troverà) o cercare di cambiarla e, in questo secondo caso, è impossibile riuscire singolarmente, senza il consenso sociale.Perché la Pubblica amministrazione non è un nemico da abbattere.La Pubblica amministrazione SIAMO NOI.Facciamo allegramente finta di non sapere che collettivamente siamo noi che la vogliamo così! Siamo noi che vogliamo tutte le regole del mondo da applicare beninteso agli altri e poi tutte le eccezioni alle regole del mondo da applicare beninteso solo a noi, ai nostri amici o a chi ci fa comodo. E questo implica furbi, furbastri evasori e corrotti sia dentro che fuori dalle amministrazioni pubbliche.LItalia di oggi (alla faccia di mani pulite) è fatta così. O cercate di cambiarla o ve ne fate una ragione e smettete di far finta di lamentarvi.Ma queste son cose oramai dette e ridette e le elezioni eleggono sempre gli stessi, e laffluenza alle urne continua a calare il che indica che, a parte le chiacchiere, non interessa a molti cercare di cambiare qualcosa.
  • SPIDi Bidi scrive:
    ma basta!
    La gente NON VUOLE AVERE A CHE FARE CON LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE.E' molto semplice!La PA è solo una fonte di grane, di burocrazia immane e inefficiente per le troppe leggi e le troppe eccezioni alle stesse, di obblighi infiniti e sempre mutevoli, tanto da dover ricorrere a consulenti per poterli espletare (ed è una grave mancanza di rispetto verso i cittadini oltre che di giustizia).Ma cosa diavolo vuole questa gente da noi?!Sono dei parassiti, sperperano con arroganza, sono corrotti, sono incapaci e lazzaroni, sono persone di spettacolo più che amministratori, prendono enormemente e danno poco, e sempre di meno.Ma quale SPID ?!?
    • bubba scrive:
      Re: ma basta!
      - Scritto da: SPIDi Bidi
      La gente NON VUOLE AVERE A CHE FARE CON LA
      PUBBLICA
      AMMINISTRAZIONE.

      E' molto semplice!
      La PA è solo una fonte di grane, di burocrazia
      immane e inefficiente per le troppe leggi e le
      troppe eccezioni alle stesse, di obblighi
      infiniti e sempre mutevoli, tanto da dover
      ricorrere a consulenti per poterli espletare (ed
      è una grave mancanza di rispetto verso i
      cittadini oltre che di
      giustizia).chi di voi ha detto "72 ore di applausi"? :) :P :)e' proprio vero. nessuno, tranne se obbligato (o un burocrate lui stesso) vuole avere a che fare con le PA (o con i suoi omonimi privati)
      • Blobay scrive:
        Re: ma basta!
        L'alternativa alla pubblica amministrazione è la "privata" amministrazione o l'anarchia totale. Non credo mi piacerebbero nessuna delle due.
    • ... scrive:
      Re: ma basta!
      - Scritto da: SPIDi Bidi
      La gente NON VUOLE AVERE A CHE FARE CON LA
      PUBBLICA
      AMMINISTRAZIONE.

      E' molto semplice!
      La PA è solo una fonte di grane, di burocrazia
      immane e inefficiente per le troppe leggi e le
      troppe eccezioni alle stesse, di obblighi
      infiniti e sempre mutevoli, tanto da dover
      ricorrere a consulenti per poterli espletare (ed
      è una grave mancanza di rispetto verso i
      cittadini oltre che di
      giustizia).

      Ma cosa diavolo vuole questa gente da noi?!
      Sono dei parassiti, sperperano con arroganza,
      sono corrotti, sono incapaci e lazzaroni, sono
      persone di spettacolo più che amministratori,
      prendono enormemente e danno poco, e sempre di
      meno.

      Ma quale SPID ?!?Guarda che la trasmissione di del debbio sta su rete 4, non qui su PI. :-o
  • il motivo... scrive:
    non funzionò - funziona - funzionerà
    In un paese abitato da gente incivile tutto tende irrimediabilmente verso la regolamentazione eccessiva, AKA burocrazia.
    • trifolco scrive:
      Re: non funzionò - funziona - funzionerà
      Per la miseria!Ma allora qualcuno che vede oltre il proprio naso c'è ancora!Osanna!!!
  • VelaImpavida scrive:
    non facciamola troppo difficile
    Mi pare che, per il gusto di criticare tutto ciò che è pubblico a priori, si esageri un pochino sulle difficoltà della procedura SPID.Ho dovuto farla per mia moglie. La città è Forlì; ho scelto come provider le Poste Italiane.In ununica seduta web, ho fornito tramite browser sia i dati che la copia del documento di identità e del codice fiscale, sotto forma di immagini allegate.Poi mia moglie si è recata in un ufficio postale, dove sapevano benissimo di cosa stavamo parlando, hanno identificato la persona de visu, documenti alla mano (da portarsi dietro come ben scritto nelle istruzioni), e hanno abilitato il tutto.Fine della storia, SPID funzionante livello base o con doppia verifica tramite password + codice in arrivo sul cellulare.Dato che oramai cero dietro lho fatto anche per me.Sulla sicurezza del tutto, noto che il livello 2 è analogo a quello della mia banca, ovverossia con doppia verifica : utente, parola chiave e codice di sei cifre generato su altro canale in mio possesso che non sia internet. Sui server delle Poste e relativi hackeraggi non so nulla ma so che anche loro maneggiano molti soldi ed hanno interesse a tenersi i clienti.Non mi esprimo sulla reale utilità dello SPID, finché non vedo quanti enti saranno realmente disposti/obbligati ad usarlo dove serve. Ad esempio ho scoperto che lINPS non è uno di questi e pretende diverse autenticazioni proprietarie a seconda delle operazioni richieste.p.s. ovviamente non centro nulla né con lo Stato né con le Poste-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 febbraio 2017 01.39-----------------------------------------------------------
    • Nome e cognome scrive:
      Re: non facciamola troppo difficile
      - Scritto da: VelaImpavida
      Mi pare che, per il gusto di criticare tutto ciò
      che è pubblico a priori, si esageri un pochino
      sulle difficoltà della procedura SPID....
      Sulla sicurezza del tutto, noto che il livello 2
      è analogo a quello della mia banca, ovverossia
      con doppia verifica : utente, parola chiave e
      codice di sei cifre generato su altro canale in
      mio possesso che non sia internet. No, non e' uguale. Leggi gli articoli citati all'inizio; il token OTP di SPID e' software, quindi hackerabile e gia' hackerato come i cellulari. Il token delle banche di solito e' (e non per caso) fisico, e quindi non hackerabile in nessun modo.
      Sui server
      delle Poste e relativi hackeraggi non so nulla ma
      so che anche loro maneggiano molti soldi ed hanno
      interesse a tenersi i clienti.Poste e' l'ente che in percentuale ha subito piu' truffe (svuotamento conti) in Italia.Non sempre riesci a fare quello che vorresti e dovresti per i tuoi clienti, specie se se un dinosauro.
      • VelaImpavida scrive:
        Re: non facciamola troppo difficile
        Ho letto, ho letto ma è già da molto tempo che la mia banca ad ogni acXXXXX mi tempesta di banner che mi informano/invitano a procedere alle transazioni solo con lo smartphone e, con massima comodità, senza dover immettere il vecchio OTP, scomodo e obsoleto che bisogna avere la chiavetta hardware sottomano.Scarica la simpatica App! risparmierai tempo e potrai fare tutto via telefono. Azioni, patrimonio a portata di un click! Anche dal bel mezzo di uno svincolo autostradale, senza lo scomodo OTP potrai movimentare i tuoi capitali, pensa che comodità!Io mi sono ben guardato dal farlo ma penso che siamo rimasti in pochi perché la banca fa un pressing incessante.
  • rico scrive:
    FanXXXX lo SPID
    Basso profilo, sempre. Resta "fuori campo" più che puoi.
  • Luc scrive:
    Fatto...
    ...per mia moglie, ed il suo bonus insegnanti...La trafila è da fuori di testa. Ho fatto tutto io, con difficoltà. Una persona informaticamente "base" non può farcela da sola.
  • maxsix scrive:
    Una XXXXXta pazzesca
    Io non so se qualcuno qui dentro ha provato a farlo.Il classico delirio italiano proprio da lasciapassare A38 [cit.]Prima devi fare richiesta sui siti dei provider abilitati, poste, tim (eh???) e altri 2.Per ottemperare alla procedura bisogna ottemperare la procedura di riconoscimento facciale, e non si capisce per quale motivo i possessori del BancoPosta possono saltare questa procedura.Se andate in posta di persona, apriti cielo, condita di considerazioni che vanno dall' "cos'è sto SPID.... lo fa solo il direttore..... si metta in fila ma l'attesa è lunga..... e via discorrendo.I servizi con webcam (a pagamento) il più delle volte non funzionano.Dico eh, ma usare quel maledetto codice fiscale pareva così brutto?Usare l'acXXXXX della carta servizi che la maggioranza ha già e tanti già usiamo anche con il servizio sanitario?Dai roba fatta solo per dar da mangiare ai cantinari di turno e amichetti vari.
    • panda rossa scrive:
      Re: Una XXXXXta pazzesca
      - Scritto da: maxsix
      Io non so se qualcuno qui dentro ha provato a
      farlo.

      Il classico delirio italiano proprio da
      lasciapassare A38
      [cit.]
      Prima devi fare richiesta sui siti dei provider
      abilitati, poste, tim (eh???) e altri
      2.E' gente che ha speso milioni in mazzette per ottenere l'appalto.Quindi vengono inseriti nella trafila.
      Per ottemperare alla procedura bisogna
      ottemperare la procedura di riconoscimento
      facciale, e non si capisce per quale motivo i
      possessori del BancoPosta possono saltare questa
      procedura.Fatti delle domande e datti delle risposte.
      Se andate in posta di persona, apriti cielo,
      condita di considerazioni che vanno dall' "cos'è
      sto SPID.... lo fa solo il direttore..... si
      metta in fila ma l'attesa è lunga..... e via
      discorrendo.Ma ti pare che i milioni erogati per l'addestramento degli addetti vengano effettivamente spesi per l'addestramento degli addetti?
      I servizi con webcam (a pagamento) il più delle
      volte non
      funzionano.Significa che qualche volta funzionano. E' sorprendente!
      Dico eh, ma usare quel maledetto codice fiscale
      pareva così
      brutto?Bravo! E chi ci mangia poi?
      Usare l'acXXXXX della carta servizi che la
      maggioranza ha già e tanti già usiamo anche con
      il servizio
      sanitario?Bravo! E chi ci mangia poi?
      Dai roba fatta solo per dar da mangiare ai
      cantinari di turno e amichetti
      vari.Lascia perdere i cantinari! Qui ci mangiano solo i tirapiedi di renzie.Che tu avrai pure votato.Quindi sei l'ultimo ad aver diritto di lamentarti.
      • Renault5 scrive:
        Re: Una XXXXXta pazzesca
        - Scritto da: panda rossa
        Lascia perdere i cantinari! Qui ci mangiano solo
        i tirapiedi di
        renzie.
        Che tu avrai pure votato.
        Quindi sei l'ultimo ad aver diritto di lamentarti.Come al solito, PandaRossa, sai con sicurezza per chi ha votato ogni singolo forumista di PI (ma non solo, posso immaginare). Hai forse installato delle spycam in tutte le cabine elettorali del Paese e che a ogni segno di matita inviano ai tuoi superblindati server il dato che poi una procedura opensource ti indicizza associandola a ogni individuo... altro che NSA, qui c'è PandaRossa!
        • maxsix scrive:
          Re: Una XXXXXta pazzesca
          - Scritto da: Renault5
          - Scritto da: panda rossa

          Lascia perdere i cantinari! Qui ci mangiano
          solo

          i tirapiedi di

          renzie.

          Che tu avrai pure votato.

          Quindi sei l'ultimo ad aver diritto di
          lamentarti.
          Come al solito, PandaRossa, sai con sicurezza per
          chi ha votato ogni singolo forumista di PI (ma
          non solo, posso immaginare). Hai forse installato
          delle spycam in tutte le cabine elettorali del
          Paese e che a ogni segno di matita inviano ai
          tuoi superblindati server il dato che poi una
          procedura opensource ti indicizza associandola a
          ogni individuo... altro che NSA, qui c'è
          PandaRossa!Massì, lascia perdere pandino.La domanda vera, che comunque ha notato anche lui, è: per quale motivo i titolari di banco posta possono bypassare la procedura dell'autenticazione facciale?Ora, io non ho banco posta ma immagino che qualcuno qui dentro ce l'abbia.Vi hanno fatto una foto quando lo avete fatto?Le avete consegnate per il rilascio?Son curioso.
    • bubba scrive:
      Re: Una XXXXXta pazzesca
      - Scritto da: maxsix
      Dico eh, ma usare quel maledetto codice fiscale
      pareva così
      brutto?come farsi rilasciare due pezzi da 50 della zecca, a fronte di una fotocopia di un biglietto da 100. non pare il caso
      Usare l'acXXXXX della carta servizi che la
      maggioranza ha già e tanti già usiamo anche con
      il servizio
      sanitario?ma infatti la CNS e' prevista :P solo che magari poi ti succede un pateracchio come quello "fiorentino" linkato nell'articolo

      Dai roba fatta solo per dar da mangiare ai
      cantinari di turno e amichetti
      vari.questo sempre. salvo che e' gente che non sta in cantina, ma con ipad a spese nostre.
  • bradipao scrive:
    livello 3 ?
    A me interesserebbe lo SPID livello 3, ma ancora non ci sono provider che lo forniscono.
Chiudi i commenti