Cracker ricattatore rischia grosso

Cittadino russo, individuato dalla polizia di Mosca, ora rischia 15 anni per aver tentato di ricattare una banca americana dopo essere entrato nei suoi server


Roma – Rischia 15 anni di carcere il giovane cracker russo che dopo essere penetrato nei sistemi informatici di un istituto di credito americano ha cercato di ricattare la banca ed estorcere una forte somme di denaro.

Questa l’avventura, se così si può chiamare, di Nikolai, un ragazzo di 21 anni le cui generalità per il momento rimangono secretate. Nikolai è detenuto a Surgut , una città siberiana, ed è stato arrestato dalla polizia russa su una segnalazione diretta dell’ambasciata americana a Mosca.

Stando a quanto riportato dalla stampa russa, il ragazzo sarebbe entrato nei sistemi della Online Resources Corp di McLean, in Virginia, un istituto finanziario online che offre servizi di ecommerce e efinance online, pagamento bollette e via dicendo. Nikolai avrebbe poi intimato all’azienda di versargli 10mila dollari: in caso contrario avrebbe reso pubblici i dettagli degli account dei clienti dell’azienda.

Online Resources Corp ha scelto di pagare i 10mila dollari dopo che Nikolai, per dimostrare che faceva sul serio, aveva pubblicato in rete 1.500 account di clienti dell’azienda. Secondo quest’ultima, i danni causati dall’azione di Nikolai superano i 250mila dollari. Ora Nikolai è stato rintracciato dalla polizia moscovita grazie – a quanto pare – a un indirizzo IP… Presto si terrà il processo che potrebbe mandare il ragazzo dietro le sbarre per 15 anni…

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Se ci fosse ancora Jean Alesi
    Tutto questo parlare di F1 e di Ecclestone mi è venuta volgia di fumare una sigaretta, chissa come mai poi io non fumo.Cmq in F1 le spie ci sono sempre state...e sempre ci saranno...(anche dentro le varie scuderie)una volta c'era chi buttava i chiodi sulla strada...ora il rischio DoS è reale..il cracking non credo...viste le technologie di crittazione trasmissiva adottate...Jean ci mancherai !!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Se ci fosse ancora Jean Alesi

      una volta c'era chi buttava i chiodi sulla
      strada...oppure quelli che uscivano dai box per finta poi rientravano...;-0)
      cracking non credo...viste le technologie di
      crittazione trasmissiva adottate...i dati da qualche parte si vedono in chiaro ??? e anche la macchina deve decryptare i dati ed eseguirli...e difficile ma non impossibile...
      Jean ci mancherai !!!quello era un pirla...a me sinceramente non manchera affatto...
    • Anonimo scrive:
      Re: OT: Se ci fosse ancora Jean Alesi
      Una sola vittoria del mitico Jean vale più delle decine di vittorie e dei due mondiali di quel pallone gonfiato di Schumi.Viva la Ferrari numero 27, quella vera!
      • Anonimo scrive:
        Re: OT: Se ci fosse ancora Jean Alesi
        Anche Senna era un pallone gonfiato, più di Schumi: ha la media punti più bassa tra i campioni, la più alta c'è l'ha Fangio (il grande!), poi Schumi, poi Prost, poi Lauda, ...Segno evidente che a Senna non fregava niente dei posti dal 4° in poi; non è mai stato autore di grandi rimonte infatti al contrario degli altri campioni. A lui interessavano solo i primi posti (dubito già del 3°): un comportamento da s.....o.
  • Anonimo scrive:
    Far guidare i piloti no?
    Non si può tornare a quando erano i piloti a guidare le macchine?che squallore sta F1 .....ciauz
    • Anonimo scrive:
      Re: Far guidare i piloti no?
      - Scritto da: gimmilione
      Non si può tornare a quando erano i piloti a
      guidare le macchine?
      che squallore sta F1 .....Io toglierei del tutto i piloti invece.
      • Anonimo scrive:
        Re: Far guidare i piloti no?

        Io toglierei del tutto i piloti invece.a 40 milliardi all'anno di stipendio, fra un po lo fanno;-0)vedrete che belli gli sport del futuro...
    • Anonimo scrive:
      Re: Far guidare i piloti no?
      ti sarei reso conto perchè vince schumacher
  • Anonimo scrive:
    Forse e' gia' successo alla mclaren!
    Vi ricordate lo scorso campionato mondiale di F1,la mclaren alla partenza si spegneva sempre, senza motivo, non gli era mai successo!Guadacaso e' iniziato a succedere dopo che hanno liberalizzato le telemetrie e telecontrolli bidirezionali.Un ferrarista sportivo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Forse e' gia' successo alla mclaren!
      anche prima avevano alcuni "problemi"...vi ricordate che la mclaren accuso pubblicamente la ferrari di sabotare le sue macchine (cosa poi naturalmente ritirata, ecc) ???;-0)- Scritto da: WirelessHacker
      Vi ricordate lo scorso campionato mondiale
      di F1,
      la mclaren alla partenza si spegneva sempre,
      senza motivo, non gli era mai successo!
      Guadacaso e' iniziato a succedere dopo che
      hanno liberalizzato le telemetrie e
      telecontrolli bidirezionali.

      Un ferrarista sportivo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Forse e' gia' successo alla mclaren!
        e ieri per irpicca in Spagna la McLaren ha piratato le 2 ferrari buttandole fuori pista....guerra tecnologica anche in F1.. :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Forse e' gia' successo alla mclaren!
      guarda che di bidirezionale c'era soltanto il cellulare...
  • Anonimo scrive:
    Forse dovrebbe cambiare mestiere...
    Se il livello degli ingegneri della jordan è questo, è meglio che risparmiano i soldi del prossimo campionato e li usano per acquistare macchine agricole !La trasmissione avviene in modo crittato da almeno TRE ANNI (almeno nei team seri -e sicuramente in quello in cui lavoravo io-). Ci sono un tot di sistemi di controllo sulla validità dei dati ricevuti sia al muretto che sull'auto. Ogni scuderia ha una propria banda di frequenza e con uno scanner + radiogoniometro beccheresti in due minuti l' eventuale fonte del disturbo
    • Anonimo scrive:
      Re: Forse dovrebbe cambiare mestiere...
      per spegnere un auto bastano 2 microsecondiin due minuti ti ci incastra anche una birra e un panino con porchetta...e non serve decryptare, come dice l'articolo basta non far arrivare il pacchetto di dati a destinazione... e questo mi pare anche abbastanza semplice da fare.astalavista- Scritto da: Sirswatch
      Se il livello degli ingegneri della jordan è
      questo, è meglio che risparmiano i soldi del
      prossimo campionato e li usano per
      acquistare macchine agricole !

      La trasmissione avviene in modo crittato da
      almeno TRE ANNI (almeno nei team seri -e
      sicuramente in quello in cui lavoravo io-).
      Ci sono un tot di sistemi di controllo sulla
      validità dei dati ricevuti sia al muretto
      che sull'auto. Ogni scuderia ha una propria
      banda di frequenza e con uno scanner +
      radiogoniometro beccheresti in due minuti l'
      eventuale fonte del disturbo
      • Anonimo scrive:
        Re: Forse dovrebbe cambiare mestiere...
        - Scritto da: astalavista

        e non serve decryptare, come dice l'articolo
        basta non far arrivare il pacchetto di dati
        a destinazione... e questo mi pare anche
        abbastanza semplice da fare.Certo, certo, è proprio semplicissimo: basta avere un trasmettitore che offra una densità spettrale di potenza pari ad almeno dieci volte quella del tramettitore al muretto, misurata nel punto più lontano del campo di ricezione, poichè non puoi certo prevedere a priori in quale punto si troverà l'auto nel momento in cui il box trasmette proprio il pacchetto che vuoi abbuiare. Il che, a spanne, su un circuito come Imola, fa una potenza di circa 2kW, che stanno comodamente in tasca... fai meglio ad andare solo a farti il panino e la birra. Per la cronaca, con un radiogoniometro decente bastano un paio di secondi di emissione per beccare lo scarafaggio...
        • Anonimo scrive:
          Re: Forse dovrebbe cambiare mestiere...
          Viva la liberta'!e' giusto che tutti esprimano la loro opinione,ma un minimo di cervello forse e' meglio mettercelo, entriamo nel dettaglio:potenza massima autorizzabile per usi di telecomando e teleassistenza in europa 10Watt = +40dbmguadagno antenna (direttiva) = +20dbmattenuazione massima dai box 3km = -105dbmquindi il segnale che viene ricevuto da una distanza di 3 km sara' 40+20-105= -45dbmottimissimo segnale!Un segnale di -45dbm e' interferito (secondo le norme CCIRR) se un segnale isofrequenza non e' almeno 20 db inferiore.quindi se arrivo al ricevitore con un segnale di -65 dbm questo e' sicuramente interferito anzi sicuramente annullatocon un tx in tasca di 0,6w distante 3 km dai box ma molto vicino alla macchina che ti passa davanti riesce ad annullare nel tratto di diverse centinaia di metri il segnale.piu' persone con un tx da 0,6w disposte sul circuito riuscirebbero ad annullare completamenteil segnale trasmesso dai box.Antonio prima di sparare bischerate,la prossima volta pensaci, prenditi un buon libro di elettrotecnica e studia...astalavista- Scritto da: Antonio

          - Scritto da: astalavista



          e non serve decryptare, come dice
          l'articolo

          basta non far arrivare il pacchetto di
          dati

          a destinazione... e questo mi pare anche

          abbastanza semplice da fare.
          Certo, certo, è proprio semplicissimo: basta
          avere un trasmettitore che offra una densità
          spettrale di potenza pari ad almeno dieci
          volte quella del tramettitore al muretto,
          misurata nel punto più lontano del campo di
          ricezione, poichè non puoi certo prevedere a
          priori in quale punto si troverà l'auto nel
          momento in cui il box trasmette proprio il
          pacchetto che vuoi abbuiare. Il che, a
          spanne, su un circuito come Imola, fa una
          potenza di circa 2kW, che stanno comodamente
          in tasca... fai meglio ad andare solo a
          farti il panino e la birra. Per la cronaca,
          con un radiogoniometro decente bastano un
          paio di secondi di emissione per beccare lo
          scarafaggio...
          • Anonimo scrive:
            Re: Forse dovrebbe cambiare mestiere...
            - Scritto da: astalavista
            piu' persone con un tx da 0,6w disposte sul
            circuito riuscirebbero ad annullare
            completamente
            il segnale trasmesso dai box.Mh, troppi complici... il rischio è alto, meglio non fidarsi di nessuno.Ma tu, sei sicuro che quelli usino trasmettitori omologati ? Il tizio sopra l'ha sparata grossa maforse era solo una battuta da mona...
          • Anonimo scrive:
            Re: Forse dovrebbe cambiare mestiere...
            - Scritto da: Pietro

            - Scritto da: astalavista

            piu' persone con un tx da 0,6w disposte
            sul

            circuito riuscirebbero ad annullare

            completamente

            il segnale trasmesso dai box.
            Mh, troppi complici... il rischio è alto,non ti dimenticare che l'11 settembre 2001sono stati tirati giu' 2 grattacieli, quindi figurati se non riescono ad avere la complicita' di una 20 di persone (se volessero) per boicottare una gara, vista in mondovisione!quell'ingegnere della jordan ha riferito una preoccupazione seria fidati...
            meglio non fidarsi di nessuno.
            Ma tu, sei sicuro che quelli usino
            trasmettitori omologati ? Il tizio sopra
            l'ha sparata grossa maforse era solo una
            battuta da mona...Ma scusa, quale club rischierebbe in un controllo di farsi sputt..are al mondo (pubblicita' negativa) perche' non e' in regola?io penso nessuno, come del resto nessuno fino ad oggi ha mai pensato ad un simile rischio di wirelesshacker.
      • Anonimo scrive:
        Re: Forse dovrebbe cambiare mestiere...
        - Scritto da: astalavista

        per spegnere un auto bastano 2 microsecondi
        in due minuti ti ci incastra anche una birra
        e un panino con porchetta...
        e non serve decryptare, come dice l'articolo
        basta non far arrivare il pacchetto di dati
        a destinazione... e questo mi pare anche
        abbastanza semplice da fare.Secondo me non sono cosi` coglioni da aver progettato un sistema che spegne la macchina se perde un pacchetto di dati.. Molto probabilmente la macchina va comunque anche se le trasmissioni dal muretto vengono troncate completamente.
  • Anonimo scrive:
    F1 Pilotata da Ecclestone o dai crackers?
    Quale dei due è il male minore? :)
  • Anonimo scrive:
    Ben arrivato signor Flaire
    I tempi di intervento nelle applicazioni di telemetria bidirezionale (BTM) descritte da molte testate non paiono tali da classificarsi realtime. Ergo, se alcuni messaggi vengono "abbuiati", basta ricorrere al rimedio più antico del mondo: la ritrasmissione. O il francese ci vuol raccontare che non esiste neppure un meccanismo di acknowledge ed una cifratura seria implementata in hardware ? Altro che servizi segreti e tecnologie aerospaziali, sarebbe una cosa da peracottari.Con gli scanner radio che esistono oggi, poi, bastano pochi istanti di trasmissione per scoprire un trasmettitore non autorizzato, che operi nelle bande permesse e con la potenza necessaria nell'area di svolgimento della corsa.Non tentate sempre di raccontarci che il Signore è morto di sonno... basta una patente da radioamatore, e magari aver fatto il militare nel genio trasmissioni, per sapere che queste banalità servono solo ad attirare l'attenzione dei non addetti con un pò di pastone tech-bla-bla...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ben arrivato signor Flaire

      raccontare che non esiste neppure un
      meccanismo di acknowledge ed una cifratura
      seria implementata in hardware ? ;-0)si pero se viene spedito anche un ack ??? magari se ne accorgono 3 giri dopo che la benzina in realta e finita o la sospensione va in realta a buttane...;-0)
      Altro che
      servizi segreti e tecnologie aerospaziali,
      sarebbe una cosa da peracottari.devono pagare il stipendio al mister...mica possono spendere in technologie...;-0)
      Con gli scanner radio che esistono oggi,
      poi, bastano pochi istanti di trasmissione
      per scoprire un trasmettitore non
      autorizzato, che operi nelle bande permesse
      e con la potenza necessaria nell'area di
      svolgimento della corsa.ah si si...e che fai anche uno scanning degli spettatori per vedere qual'e ??? gli basta solo un codice di identificazione valida (di un'altra squadra) e si attacano...che fanno i reclami agli altri ???
      basta una
      patente da radioamatore,ci vuole la patente ??;-0)
      • Anonimo scrive:
        Re: Ben arrivato signor Flaire
        - Scritto da: blah

        raccontare che non esiste neppure un

        meccanismo di acknowledge ed una cifratura

        seria implementata in hardware ?
        ;-0)
        si pero se viene spedito anche un ack ???A dire il vero, è il sistema sulla vettura che deve spedire l'ack alla ricezione di un comando. Se la trasmittente riceve un ack per un comando che non ha inviato, deve suonare l'allarme... perfino in una testa francese ;-0)

        Con gli scanner radio che esistono oggi,

        poi, bastano pochi istanti di trasmissione

        per scoprire un trasmettitore non

        autorizzato, che operi nelle bande
        permesse

        e con la potenza necessaria nell'area di

        svolgimento della corsa.
        ah si si...e che fai anche uno scanning
        degli spettatori per vedere qual'e ??? Puoi rilevare la posizione di una sorgente con l'approssimazione di qualche metro, usando apparati di comune fabbricazione (certo non li regalano, vabbè...). Con quelli dell'Escopost ti contano i peli... ;-0)

        basta una

        patente da radioamatore,
        ci vuole la patente ??
        ;-0)Eh sì, esistono due livelli fondamentali di patentino, operatore SWL (in pratica, una licenza d'ascolto) ed il radioamatoriale vero e proprio. Per l'ottenimento della licenza occorre sostenere un esame di stato di radiotecnica, incluse le prove di telegrafia, presso le pptt, con esaminatori la cui qualità non ha niente a che vedere col tipico impiegato delle poste... ;-0)
        • Anonimo scrive:
          Re: Ben arrivato signor Flaire

          A dire il vero, è il sistema sulla vettura
          che deve spedire l'ack alla ricezione di un
          comando. deve sembrare spedito dalla vettura...o forse un bel chippino attaccato direttamente sulla vettura...qualcosa che assomiglia e funziona come il chip originale, ma che in realta...;-0)

          ah si si...e che fai anche uno scanning

          degli spettatori per vedere qual'e ???
          Puoi rilevare la posizione di una sorgente
          con l'approssimazione di qualche metro,
          usando apparati di comune fabbricazione
          (certo non li regalano, vabbè...). Con
          quelli dell'Escopost ti contano i peli...
          ;-0)intendevo dire ma cazzo possono fare tutto ???;-0)cioe qual'e il limite ??? quanti diritti hanno...non ho detto che e technicamente ireallizzabile...e poi una volta identificato (magari qualcuno ha messo la trasmittente in tasca ad un ignaro spettatore...) che si fa ??? la polizia va a prenderlo e lo riempie di botte ??? o le case hanno i loro propri bodyguard...


          basta una


          patente da radioamatore,

          ci vuole la patente ??

          ;-0)
          Eh sì, esistono due livelli fondamentali di
          patentino, operatore SWL (in pratica, una
          licenza d'ascolto) ed il radioamatoriale
          vero e proprio. Per l'ottenimento della
          licenza occorre sostenere un esame di stato
          di radiotecnica, incluse le prove di
          telegrafia, presso le pptt, con esaminatori
          la cui qualità non ha niente a che vedere
          col tipico impiegato delle poste... ;-0)azz non lo sapevo;-0)
          • Anonimo scrive:
            Re: Ben arrivato signor Flaire
            ack? ma di che parlate? se la telemetria viene criptata decentemente non esiste la possibilita che qualcuno possa captare i messaggi o possa mandarne di falsi...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ben arrivato signor Flaire
      Come al solito basta un giro su googleper vedere che blah ha ragione! eccome se ha ragione!http://www.google.it/search?sourceid=navclient&q=wireless+hacker- Scritto da: Sergio
      I tempi di intervento nelle applicazioni di
      telemetria bidirezionale (BTM) descritte da
      molte testate non paiono tali da
      classificarsi realtime. Ergo, se alcuni
      messaggi vengono "abbuiati", basta ricorrere
      al rimedio più antico del mondo: la
      ritrasmissione. O il francese ci vuol
      raccontare che non esiste neppure un
      meccanismo di acknowledge ed una cifratura
      seria implementata in hardware ? Altro che
      servizi segreti e tecnologie aerospaziali,
      sarebbe una cosa da peracottari.

      Con gli scanner radio che esistono oggi,
      poi, bastano pochi istanti di trasmissione
      per scoprire un trasmettitore non
      autorizzato, che operi nelle bande permesse
      e con la potenza necessaria nell'area di
      svolgimento della corsa.

      Non tentate sempre di raccontarci che il
      Signore è morto di sonno... basta una
      patente da radioamatore, e magari aver fatto
      il militare nel genio trasmissioni, per
      sapere che queste banalità servono solo ad
      attirare l'attenzione dei non addetti con un
      pò di pastone tech-bla-bla...
      • Anonimo scrive:
        Re: Ben arrivato signor Flaire
        bel nick...;-0)e non ho sempre ragione, a volte sbaglio (anche spesso)...solo che non sottovaluto mai la creativita umana...quelli che pur avendo risorse limitattissime riescono a fare cose incredibili...;-0)- Scritto da: astalavista
        Come al solito basta un giro su google
        per vedere che blah ha ragione! eccome se ha
        ragione!

        http://www.google.it/search?sourceid=navclien
        • Anonimo scrive:
          Re: Ben arrivato signor Flaire
          Sai blah come e' la faccenda, tutti i giorni a sentire dire cacchiate (se non ci fosse il censore automatico di PI avrei sostituito "cchi" con "zz") dalla gente che si bea pure a dirle, ci si rompe anche gli zibidei(zibidei=cog_lioni).Fuori dal coro ci sei te e ALIEN, dite cose quantomeno REALI e CONDIVISIBILI e oggigiorno penso che bisogna sicuramente tenerne di conto.Stammi Beneastalavista #19221- Scritto da: blah
          bel nick...
          ;-0)
          e non ho sempre ragione, a volte sbaglio
          (anche spesso)...solo che non sottovaluto
          mai la creativita umana...quelli che pur
          avendo risorse limitattissime riescono a
          fare cose incredibili...
          ;-0)

          - Scritto da: astalavista

          Come al solito basta un giro su google

          per vedere che blah ha ragione! eccome se
          ha

          ragione!




          http://www.google.it/search?sourceid=navclien

  • Anonimo scrive:
    Piccola nota tecnica sull'impaginazione
    Salve, volevo solo far notare che l'articolo non viene ben visualizzato a risoluzioni pari o inferiori a 800x600 a causa della disposizione della foto (troppo larga e troppo vicina al pannello del forum). Con IE la scritta viene cancellata dalla tabella, con Opera viene "trapassata", ma il risultato cmq è negativo; sarebbe meglio spostarla :-)Grazie, saluti
  • Anonimo scrive:
    SPERIAMO BENEE...
    In particolare, Flaire ha spiegato che i vantaggi della telemetria bidirezionale, che consentirà alla scuderia di intervenire su elementi centrali di un'automobile direttamente e nel corso di una gara, rappresentano anche un rischio.====la F1 e diventata una tale noia...ci vorebbe proprio qualche joystick impazzito...;-0)
Chiudi i commenti