Cracker rischia decine d'anni di galera

Il russo Gorshkov è stato riconosciuto colpevole di 20 capi di imputazione. Era stato indotto dall'FBI a recarsi negli USA con un trucco


Washington (USA) – Insieme all’amico 20enne Alexey Ivanov, il 26enne Vasily Gorshkov è stato indotto a venire negli USA con un trucco dall’FBI. Arrestato con l’accusa di numerose azioni di cracking, Gorshkov è stato ieri riconosciuto colpevole da un tribunale di Washington.

Il cracker è accusato di essere entrato illecitamente nei computer di istituzioni finanziarie per sottrarre dati di carte di credito e di aver rubato informazioni finanziarie su centinaia di computer e aver tentato anche di ricattare le aziende nei cui sistemi si era infiltrato, chiedendo denaro in cambio della restituzione dei dati sottratti. Tra le accuse anche la frode e la cospirazione.

Il caso di Gorshkov e di Ivanov è balzato agli onori delle cronache quando lo scorso aprile l’FBI mise a segno un arresto estremamente discutibile. I cybercops americani, infatti, avevano individuato nei computer dei due russi una serie di prove delle loro “effrazioni”. A quel punto li avevano indotti a recarsi negli States con un approccio operato da una inesistente azienda di Silicon Valley. Una volta atterrati su suolo americano i due sono stati arrestati.

Entrambi nei mesi scorsi hanno cercato di fare in modo che l’arresto venisse annullato proprio per le procedure utilizzate, ma un tribunale di Seattle ha deciso che l’operazione FBI è stata regolare.

Ora Gorshkov rischia fino a cinque anni per ogni capo di imputazione sebbene gli osservatori ritengano che non rischi, complessivamente, più di sei o sette anni di carcere. Prima dell’estate anche il suo “complice” Ivanov, che rischia ben di più, era stato riconosciuto colpevole dei fatti ascrittigli.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    e i siti porno ?
    -----
  • Anonimo scrive:
    Ma allora anch'io...
    Ehi! Io nel mio sito faccio scaricare dei programmi freeware fatti da me! Sento gia' la BSA che mi bussa alla porta...
  • Anonimo scrive:
    Ma allora anch'io...
    Ehi! Io nel mio sito faccio scaricare dei programmi freeware fatti da me! Sento gia' la BSA che mi bussa alla porta...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma allora anch'io...
      - Scritto da: biffuz
      Ehi! Io nel mio sito faccio scaricare dei
      programmi freeware fatti da me! Sento gia'
      la BSA che mi bussa alla porta...Se sono freeware non possono farti nulla
  • Anonimo scrive:
    mer ... non lo conoscevo!!!!!!!!
    @##@][@!!!!!!porc!!!!!!non lo conoscevo!!!!!conoscevo il WS... ma quello no!!!!!!!MANNAGGIA LA PUPAZZA!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    è illegale senza accento
    Almeno riportate fedelmente il testo... *G*T^
  • Anonimo scrive:
    Warez, una buona alternativa ai Demo.
    Secondo me i giochi Warez sono una buona alternativa a molti Demo, che il più delle volte non ti permettono di esplorare a fondo il gioco e capire se vale o no l'acquisto. (I particolare per quei giochi poco conosciuti, ma che molte volte si rivelano delle vere chicche!)I Warez, come si sa non sono affidabili, molte volte le release sono "un po' troppo rippate" ed magari al penultimo schema il gioco si piante perchè manca il file xyz.map etc... che ovviamente hanno eliminato per sbaglio.Meglio un bel gioco originale (anche se costa tanti soldini) ma che almeno ( anche a furia di patch) non presenta grossi bachi.Ciao! Baci! Baci!
  • Anonimo scrive:
    Sito australiano?
    Se e' significativa l'estensione: .at non vuol dire Austria?
    • Anonimo scrive:
      Re: Sito australiano?
      Ovviamente. Errore corretto, grazie!! Ciao!- Scritto da: Fabrizio
      Se e' significativa l'estensione: .at non
      vuol dire Austria?
  • Anonimo scrive:
    AT --
    Ma un sito australiano aveva dominio austriaco?
  • Anonimo scrive:
    Scossone
    "Stando alla BSA, la chiusura di Warez.at, che conteneva una directory ad una ventina di altri siti analoghi in nove paesi, avrebbe causato una certa "scossa" nel mondo del warez."Ma che megalomani.Yawn.
    • Anonimo scrive:
      Re: Scossone
      Secondo me ha ragione l'articolo a dire che ha provocato un bello scossone, nn tanto per l'atto in sè che chiuso uno se ne aprono 10......giusto per farli incavolare un po'........, ma + che altro perchè ormai stanno chiudendo un sacco di siti per ragazzi che cercano cultura informatica al di là del fatto che caso mai poi 1 voglia veramente fare cracking!!!!Io spero solo che i ragazzi che riescono a costruire siti come questo nn smettano mai se no x gente normale che cerca di soddisfare solo curiosità, sarà davvero dura....!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Scossone
        ti do due soluzione ai tuoi problemi:webberia.ircgate.net canale #warezarea51.ircdzone.it canale #wawti ho detto tutto!Ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: Scossone
          Tu nn hai capito il mio ragionamento però!!!!!Nn è questione che hanno chiuso un sito "talmente importante di cui nessuno può farne a meno" (cogli l'ironia!!) ma la questione è che a forza di chiudere siti arriveremo che avremo pochissime fonti a cui attingere per allargare le nostre conoscenze e i + saranno ancora + nascosti di quello che sono già!!!Cmq grazie per i 2 siti!!:-))))!!Per caso nn hai altri siti http oppure ftp????Sciao belo!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Scossone
      c'eranno tutti che erano ROTFL leggendo certe cazzate...sai che scossa... - Scritto da: Burp
      "Stando alla BSA, la chiusura di Warez.at,
      che conteneva una directory ad una ventina
      di altri siti analoghi in nove paesi,
      avrebbe causato una certa "scossa" nel mondo
      del warez."

      Ma che megalomani.

      Yawn.
      • Anonimo scrive:
        Re: Scossone
        E se avessero messo in galera il webmaster?SCOSSA!- Scritto da: blah
        c'eranno tutti che erano ROTFL leggendo
        certe cazzate...sai che scossa...

        - Scritto da: Burp

        "Stando alla BSA, la chiusura di Warez.at,

        che conteneva una directory ad una ventina

        di altri siti analoghi in nove paesi,

        avrebbe causato una certa "scossa" nel
        mondo

        del warez."



        Ma che megalomani.



        Yawn.
  • Anonimo scrive:
    Licenza ?
    E se quel software integra una licenza che PERMETTE di pubblicizzare, vendere e distribuire il software tramite internet e la BSA la cataloga come se fosse una licenza micro$oft like? e si scaglia anche contro chi distribuisce questi software?A quel punto posso ritenermi più che nel giusto a denunciare la BSA per falso e per altre tante capi d'imputazione quali abuso d'ufficio ?mah...-r
    • Anonimo scrive:
      Re: Licenza ?
      - Scritto da: -r
      E se quel software integra una licenza che
      PERMETTE di pubblicizzare, vendere e
      distribuire il software tramite internet e
      la BSA la cataloga come se fosse una licenza
      micro$oft like? e si scaglia anche contro
      chi distribuisce questi software?
      A quel punto posso ritenermi più che nel
      giusto a denunciare la BSA per falso e per
      altre tante capi d'imputazione quali abuso
      d'ufficio ?

      mah...
      -rBeh....se lo ritieni "più che giusto" fallo:-)
Chiudi i commenti