Cuba, fibra oltre l'embargo

L'amministrazione Obama annuncia un accordo con una telcom cubana con sede a Miami. Il cavo sarà lungo 177 chilometri. Così l'Havana si prepara alla banda larga
L'amministrazione Obama annuncia un accordo con una telcom cubana con sede a Miami. Il cavo sarà lungo 177 chilometri. Così l'Havana si prepara alla banda larga

“Il nuovo cavo permetterà di avere a disposizione una nuova serie di prodotti e servizi di telecomunicazione, come ad esempio Internet ad alta velocità e la televisione via cavo, che non sono attualmente realizzabili utilizzando le comunicazioni via satellite”. Si è dimostrata particolarmente soddisfatta TeleCuba Communications , dopo la decisione da parte del governo degli Stati Uniti di permettere di collegare la Florida all’isola con il primo cavo in fibra ottica .

Il Dipartimento del Tesoro statunitense deve ancora confermarlo ufficialmente, ma sembra che TeleCuba abbia ottenuto il sì da parte dell’Amministrazione di Barack Obama, con il fine ultimo di tagliare in maniera netta i costi telefonici e rendere Internet decisamente più accessibile al popolo cubano. Un cavo per una connettività senza embargo , progressivamente allentato dal governo degli Stati Uniti per assicurare alle telco dell’isola la possibilità di stringere accordi su banda larga e roaming internazionale.

TeleCuba è in attesa del permesso da parte delle autorità cubane, prima di iniziare a tendere quello che sarà un cavo di circa 110 miglia (177km circa), decisamente più corto di quello annunciato dal Venezuela, che andrebbe a sfiorare i 1600km. Luis Coello, CEO dell’azienda con sede a Miami, ha parlato di una probabile gara con gli operatori venezuelani, evidentemente convinto di avere un grande vantaggio competitivo, a partire da un investimento privato totale di 18 milioni di dollari contro i 70 previsti dal governo di Chavez.

Il cavo dovrebbe essere ultimato alla metà del 2011, capace di trasportare dati alla velocità di 8/10 terabit al secondo , cioè quella necessaria a gestire 160 milioni di telefonate contemporaneamente. La strada che verrà battuta da TeleCuba è la stessa di un vecchio cavo telefonico in rame risalente agli anni ’50, esattamente da Key West a Cojimar, sobborgo est di L’Havana.

“Il cavo sarà il primo nel suo genere”, ha spiegato Virginia Hoffman di Great Eastern Group , a capo del progetto di costruzione e sviluppo della fibra: “Non si tratterà soltanto di un cavo commerciale – chiosa Hoffman – TeleCuba ha stipulato degli accordi secondo cui ci saranno dei nodi lungo il percorso il cui accesso sarà solo appannaggio dello sviluppo della ricerca universitaria”.

Mauro Vecchio

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

15 10 2009
Link copiato negli appunti