Da Microsoft patch con preavviso

Da questo mese i bollettini di sicurezza pubblicati su base mensile da Microsoft verranno anticipati di alcuni giorni da un sommario in cui si potrà conoscere il numero e la gravità delle falle d'imminente correzione


Redmond (USA) – Il contenuto dei bollettini di sicurezza che Microsoft pubblica, come di consueto, il secondo martedì di ogni mese, non sarà più una completa sorpresa per gli utenti. Il big di Redmond, infatti, ha deciso di far precedere al rilascio dei nuovi advisory una notifica su Web e via e-mail che, tre giorni lavorativi prima, fornisca alcune informazioni sintetiche sulle imminenti patch.

Microsoft ha spiegato che questa sorta di sommario non conterrà alcun riferimento alla natura delle vulnerabilità “né alcun’altra informazione che possa mettere in pericolo gli utenti”, ma si limiterà ad elencare i problemi di sicurezza, la loro severità e le applicazioni interessate.

Fino allo scorso mese Microsoft forniva in anticipo queste informazioni esclusivamente ad un selezionato numero di clienti che accettavano di firmare un patto di riservatezza. A partire da questo mese, questi preavvisi saranno a disposizione via webcast previa una semplice registrazione, mentre a partire da dicembre verranno recapitati direttamente via posta elettronica a coloro che ne faranno richiesta.

Lo scopo di questa mossa è quello di consentire alle aziende di pianificare con maggior calma gli aggiornamenti, e in modo particolare i downtime (tempi di fermo) delle macchine, e applicare le patch con maggiore tempestività.

Nell'”Advance Notification” di questo mese Microsoft ha anticipato che martedì rilascerà un bollettino di sicurezza, classificato come “important”, relativo al proprio firewall Internet Security and Acceleration Server. A quanto pare, dunque, Microsoft non ha fatto in tempo ad includere in questa tornata di patch la correzione al grave bug di sicurezza scoperto di recente in Internet Explorer: bug di cui esiste già un exploit pubblico.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ElfQrin scrive:
    Re: Prior Art
    La grafica 3D generata al computer esisteva senz'altro. Bisogna vedere se questo implicava lo z-buffer (brevetto 1) e un movimento circolare intorno ad un oggetto 3D (brevetto 2).
  • Anonimo scrive:
    1987?????????
    questi sono sciacalli!che si leggano questahttp://accad.osu.edu/~waynec/history/timeline.html
  • Anonimo scrive:
    Re: Prior Art
    - Scritto da: Anonimo


    Al momento non potrei dire per certo
    nessun

    titolo di gioco o applicazione (tipo
    CAD)

    che potesse utilizzare tali

    funzionalità prima del 1987, ma
    credo

    che qualcosa del genere già ci
    fosse,

    rendendo così nulli tali
    brevetti.

    star trek next generation
    1985
    se non era grafica digitale quella mi sparo1982 ILM computer graphics division develops "Genesis effect" for Star Trek II - The Wrath of Khan http://accad.osu.edu/~waynec/history/tree/images/genesis1.jpeg
  • Anonimo scrive:
    Re: Prior Art

    Al momento non potrei dire per certo nessun
    titolo di gioco o applicazione (tipo CAD)
    che potesse utilizzare tali
    funzionalità prima del 1987, ma credo
    che qualcosa del genere già ci fosse,
    rendendo così nulli tali brevetti.star trek next generation1985se non era grafica digitale quella mi sparo
  • Anonimo scrive:
    Se lo meritano
    Hanno voluto un sistema di brevetti che non protegge nessuno se non dopo aver speso miliardi?Che regalino miliardi agli avvocati.Spero che le spese che dovranno sostenere le considderino un'investimento, se no nel bilancio figureranno due belle voci:Introiti per brevetti: +100000 $Uscite per brevetti - 900000 $Non male, ottima spinta all'economia.
  • Anonimo scrive:
    un bel brevetto sulla carta igienica?
    Care majors siete ridicole!
  • Anonimo scrive:
    Re: crazy
    Vi ricordo di quell'australiano che nel 2001 brevettò il "dispositivo circolare di facilitazione al trasporto" che sarebbe la ruota con un nome più figohttp://www.ipmenu.com/archive/AUI_2001100012.pdf
  • Anonimo scrive:
    che schifo
    il sistema di brevetti americano, in particolare sul software e' una porcheria.si arricchiscono i furbi che s'inventano diciture generiche per cose che qualcun'altro ha fatto...non i reali inventori o i ricercatori :@contrastiamo l'adozione in europa degli stessi criteri http://noepatents.org/index_html
  • ElfQrin scrive:
    Prior Art
    Praticamente si tratta dello Z-buffer e del movimento di camera intorno ad un oggetto 3D.Al momento non potrei dire per certo nessun titolo di gioco o applicazione (tipo CAD) che potesse utilizzare tali funzionalità prima del 1987, ma credo che qualcosa del genere già ci fosse, rendendo così nulli tali brevetti.
  • Anonimo scrive:
    Re: crazy
    - Scritto da: Anonimo
    www.freepatentsonline.com/crazy.html Animal Ear Protection :Dhttp://www.freepatentsonline.com/patents/us/423/4233942/4233942.pdf
  • cico scrive:
    Re: crazy
    ahahahahha questa me l'ero dimenticata:http://www.freepatentsonline.com/5971829.htmlhttp://www.freepatentsonline.com/image-5971829-1.htmlgeniale :D :D
  • Anonimo scrive:
    crazy
    http://www.freepatentsonline.com/crazy.html
  • Anonimo scrive:
    Bella li
    Spolpateli, se lo meritano :o
  • Anonimo scrive:
    Ma non è un antivirus?
    O faranno causa anche per il nome?
Chiudi i commenti