Da Redmond tre Beta caldissime

Microsoft ha distribuito le nuove versioni beta dei prossimi pilastri delle proprie piattaforme server e desktop: Windows Vista, Office 2007 e Longhorn Server. Gli utenti possono già scaricare la beta di Office

Seattle (USA) – Con una mossa senza precedenti, martedì Microsoft ha aperto i battenti della Windows Hardware Engineering Conference (WinHEC) rilasciando contemporaneamente le beta 2 di tre prodotti chiave: Windows Vista, Longhorn Server e Office 2007.

“Non abbiamo mai raggiunto un tale livello di coordinazione in passato”, ha commentato Bill Gates, chairman and chief software architect. “Il rilascio di queste tre beta è un’importante pietra miliare per Microsoft e un grande passo verso il completamento delle piattaforme che guideranno il prossimo decennio informatico”.

La beta 2 di Office 2007 è già disponibile per il pubblico download qui , mentre quella di Windows Vista è per il momento scaricabile soltanto da chi è iscritto a TechNet od ai programmi Technology Adoption Program e TechBeta. Nelle prossime settimane il colosso ha però promesso di distribuire l’ultima beta di Vista anche attraverso il Customer Preview Program , un’iniziativa che amplierà significativamente il numero di utenti che avranno accesso al software.

Nel proprio keynote Gates ha più volte sottolineato la stretta integrazione che caratterizzerà i suoi prossimi prodotti. Sebbene il big di Redmond abbia sempre fatto dell’eterogeneità delle proprie piattaforme il suo jolly, Gates ritiene che Vista e Office 2007 forniscano un livello di interoperabilità mai raggiunto prima .

Con queste nuove release dei propri software Microsoft afferma di essersi concentrata su quattro obiettivi primari : semplificare il modo in cui le persone collaborano tra loro, migliorare la protezione e la gestione dei contenuti digitali, potenziare le funzionalità di ricerca delle informazioni e rafforzare la sicurezza del sistema.

Il chairman Microsoft “L’unione delle nostre tecnologie con l’hardware e il software sviluppato dai nostri partner renderà le prossime generazioni di PC e di dispositivi ancora più potenti, funzionali e intelligenti”, ha dichiarato il fondatore di Microsoft.

Gates ha anche detto che la propria azienda si sta muovendo aggressivamente sul fronte della virtualizzazione, una tecnologia che BigM implementerà in un software chiamato Windows Virtualization Hypervisor .

Al WinHEC, Jeff Woolsey, lead program manager della divisione Windows di Microsoft, ha mostrato come la Beta 2 di Longhorn Server sia già in grado, grazie al motore di virtualizzazione integrato, di far girare più versioni di Windows Server 2003 e persino Red Hat Linux. Woolsey ha spiegato che ogni macchina virtuale potrà indirizzare fino a 32 GB, una capacità che a suo dire non trova pari tra i software di virtualizzazione oggi disponibili per Windows. Affermazione subito contestata dal vice-president di VMware , Raghu Raghuram, secondo il quale il problema citato da Microsoft è un limite imputabile alle attuali versioni di Windows.

“Se Vista abbatterà questi limiti – ha detto Raghuram – il nostro software di virtualizzazione sarà da subito in grado di sfruttarne i benefici”. Come noto, VMware è uno dei maggiori rivali di Microsoft sul mercato delle tecnologie di virtualizzazione.

Longhorn Server conterrà anche il System Center Virtual Machine Manager (SCVMM), un software che consentirà agli utenti di gestire le immagini e i template e migrare i carichi di lavoro da una macchina virtuale all’altra. SCVMM potrà anche essere utilizzato dai singoli utenti per creare ambienti virtuali ad hoc per testare o sviluppare applicazioni: il funzionamento di tali ambienti potrà essere regolato e limitato dall’amministratore.

La virtualizzazione non è l’unica novità tecnologica introdotta da Microsoft con la beta 2 di Longhorn Server: a questa si affiancano infatti il Server Manager e lo Scalable Networking Pack . Il primo è un insieme di strumenti per la configurazione e l’amministrazione centralizzata dei server che prende il posto dei tool di gestione oggi inclusi, in modo disomogeneo, in Windows Server. Il secondo è invece un componente in grado di sfruttare l’accelerazione in hardware delle funzionalità di rete.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • blu e verde scrive:
    Re: Pronti i primi chipset AM2
    ieri ho assemblato il mio primo AM2 per un cliente:scheda madre GA-M55plus-S3G processore AMD Sempron64 3500+ 1024 MB DDR2 scheda video SAPPHIRE ATI X1800GTO AVIVO 256MGDDR3DualDVI PCI-E HD MAXTOR D.Max10 6V200E0 200GB SATA2 8MB masterizzatore NEC ND4571 DVD±RW LabelFlash e win XP pro 64bit. ho solo una considerazione da fare: esaltante
    • Anonimo scrive:
      Re: Pronti i primi chipset AM2
      - Scritto da: blu e verde
      ieri ho assemblato il mio primo AM2 per un
      cliente:
      scheda madre GA-M55plus-S3G processore AMD
      Sempron64 3500+ 1024 MB DDR2 scheda video
      SAPPHIRE ATI X1800GTO AVIVO 256MGDDR3DualDVI
      PCI-E HD MAXTOR D.Max10 6V200E0 200GB SATA2 8MB
      masterizzatore NEC ND4571 DVD±RW LabelFlash e win
      XP pro 64bit. ho solo una considerazione da fare:
      esaltanteperchè il sempron? nn era meglio un dualcore a64?
      • blu e verde scrive:
        Re: Pronti i primi chipset AM2
        il cliente mi ha dato un tetto max di spesa ecchecipossofareps: il cliente ha sempre ragione...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 25 maggio 2006 10.37-----------------------------------------------------------
        • Anonimo scrive:
          Re: Pronti i primi chipset AM2
          Modificato dall' autore il 25 maggio 2006 10.37
          --------------------------------------------------capisco...ma se nn erro ha 128 kb di L2...nn ha granchè da spartire con il resto dell'architettura assemblata..
          • Anonimo scrive:
            Re: Pronti i primi chipset AM2
            se si deve fare queste considerazioni a questo gli bastava un 1000MHZ :navigazione internet con 56k per la posta, fogli di lavoro excel e word, giochini per il figlio (6 anni)e vedere qualche film. aveva già un amd 1800 ma come ho detto su il cliente ha sempre ragione. io gli ho consigliato appunto un AM2 così in futuro se vuole sostituire il processore non ci sono problemi.
          • blu e verde scrive:
            Re: Pronti i primi chipset AM2
            ops non mi sono autenticato :-)
          • Anonimo scrive:
            Re: Pronti i primi chipset AM2
            - Scritto da:
            se si deve fare queste considerazioni a questo
            gli bastava un 1000MHZ :navigazione internet con
            56k per la posta, fogli di lavoro excel e word,
            giochini per il figlio (6 anni)e vedere qualche
            film. aveva già un amd 1800 ma come ho detto su
            il cliente ha sempre ragione. io gli ho
            consigliato appunto un AM2 così in futuro se
            vuole sostituire il processore non ci sono
            problemi.capito! :)grazieciao!
    • Anonimo scrive:
      Re: Pronti i primi chipset AM2
      - Scritto da: blu e verde
      ieri ho assemblato il mio primo AM2 per un
      cliente:
      scheda madre GA-M55plus-S3G processore AMD
      Sempron64 3500+ 1024 MB DDR2 scheda video
      SAPPHIRE ATI X1800GTO AVIVO 256MGDDR3DualDVI
      PCI-E HD MAXTOR D.Max10 6V200E0 200GB SATA2 8MB
      masterizzatore NEC ND4571 DVD±RW LabelFlash e win
      XP pro 64bit. ho solo una considerazione da fare:
      esaltanteWindows XP Pro 64bit... beta??? :D
      • blu e verde scrive:
        Re: Pronti i primi chipset AM2
        no MICROSOFT Windows XP Pro x64 MUI OEM in inglese con traduzione in italiano rilasciata dalla microsoft
  • Guybrush scrive:
    Bello, ma...
    ...c'e' fritz dentro?
    GT
    • Garson Poole scrive:
      Re: Bello, ma...
      - Scritto da: Guybrush
      ...c'e' fritz dentro?


      GT
      • Anonimo scrive:
        Re: Bello, ma...
        AMD reiventa sé stessa: ecco il socket AM2 Caratteristiche: Virtualizzazione e TCPAAMD ha incluso nel pacchetto la tecnologia di virtualizzazione Pacifica - pienamente compatibile con la tecnologia Intel VT - equipaggiandone tutte le CPU Athlon 64 e FX. Inoltre queste CPU hanno una nuova caratteristica di sicurezza chiamata "Presidio". Questo è il supporto al ben conosciuto TCPA/Palladium, chiamato da Intel Vanderpool. AMD si è così concentrata nello sviluppo software, per permettere la fine delle copie pirata e assicurare maggiore sicurezza alle applicazioni sensibili come quelle bancarie, militari e della pubblica amministrazione. AMD deve ancora annunciare informazioni concrete su queste caratteristiche. Se questo sia premeditato non è ancora chiaro. I processori Sempron64 non supportano ancora questa caratteristica. Una buona giornata !Vetlahelvete. Per saperne di più, ecco una davvero bella recensione !http://www.tomshw.it/cpu.php?guide=20060523
Chiudi i commenti