Data retention, UE inadeguata

di Saverio Manfredini - Il Parlamento Europeo ha bocciato la conservazione dei dati del traffico. Un voto che non serve a granché: l'Europa è un mostro a tre teste, ed ognuna agisce a proprio piacimento. Che Roma faccia da sé è un'ovvietà


Roma – E’ ormai sotto gli occhi di tutti: le istituzioni dell’Unione Europea quando si viene a politiche tecnologiche seguono sempre più spesso strade diverse, dimostrando non solo la propria inadeguatezza istituzionale in un’epoca di enormi cambiamenti ma, soprattutto, lo scollamento sempre più ampio tra l’interesse dei cittadini (ed elettori) e quello dei governi e degli interessi che li tengono in vita.

Tutto questo si è evidenziato al massimo grado con la direttiva sui brevetti nel software , bocciata sì grazie ad una forte mobilitazione internazionale ma, al fine, bloccata da opportunismi procedurali. E lo dimostra ancora di più quanto sta avvenendo su un fronte centralissimo: quello delle informazioni personali, dei dati che disegnano ciò che siamo , del loro trattamento e del diritto che ciascuno di noi ha nel rivendicare riservatezza sulla propria rete di relazioni, sui propri spostamenti, gusti ed orientamenti e via dicendo. Un diritto di cui stiamo dimenticando il valore un po’ tutti e un po’ troppo rapidamente.

La proposta di direttiva sulla data retention introdotta di recente dalla Commissione Europea è stata bocciata dal Parlamento Europeo, perché conservare i dati per un anno, e parliamo dei dati delle comunicazioni personali dentro e fuori dalla rete, è considerato dai rappresentanti del popolo europeo un eccesso .

A Strasburgo, dove si trova l’Europarlamento, hanno ben chiara la gravità, la pesantezza del monito degli organismi per la privacy nella UE, secondo cui conservare dati equivale ad intercettare e, quindi, se proprio si ritiene di doverlo fare lo si faccia per il minor tempo possibile e nelle migliori condizioni di sicurezza. Senza parlare poi dei costi che si devono sostenere (governi, UE e/o operatori) per effettuare materialmente la “retention”.

Perché parlo di scollamento? Perché la decisione del Parlamento Europeo non conta , in quanto non è vincolante come la coscienza di ogni elettore vorrebbe (e molti ingenuamente credono sia), al punto che alcuni paesi UE, tra cui Francia e Regno Unito, già stanno radunando gli alleati per portare comunque avanti il progetto in barba al voto dell’Europarlamento. La sede per farlo è il Consiglio dell’Unione, dove già da tempo procede una proposta parallela sulla data retention dai contorni ben più inquietanti di quanto bocciato, si fa per dire, dall’Europarlamento.

Abbiamo quindi organismi istituzionali diversi che si spartiscono funzioni legislative (Parlamento Europeo, Consiglio UE), che mescolano quelle legislative a quelle esecutive (Commissione UE) e che, non dovendo rispondere agli elettori europei (Consiglio, Commissione) perseguono politiche diverse sospinti da differenti interessi. Il tutto aggravato da una infrastruttura istituzionale che trasforma molti dei passaggi legislativi più delicati in vere e proprie contorsioni del diritto : basti pensare a quanto avvenne, come accennato, proprio con la direttiva sui brevetti.

In questo bailamme istituzionale non c’è da sorprendersi se Roma si sia mossa persino in anticipo e in modo molto più pesante di quanto mai teorizzato a livello europeo. E’ l’emblema di un lento degrado dell’Unione, che oggi equivale ad una progressiva sottrazione di diritti individuali.

Saverio Manfredini

I precedenti interventi di S.M. sono disponibili qui

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Freecall
    Come detto in molti altre discussioni di questa "VoIP, ma quale risparmio?"...vi suggerisco http://www.freecall.com1) Compri una linea 24h da tiscali (circa 19 il mese)2) compri un telefono Voip se non hai il pc o scarichi il software se hai il pcE DOPO???Miracolo...per 3 mesi..(ben 90 giorni)...chiamate gratis verso TUTTI I TELEFONI FISSI DEL MONDO 24h su 24h......dopo 3 mesi nuovo account e via..."Telefonia tradizionale..raccatta e porta a casa"
  • Anonimo scrive:
    Spendere di piu' credendo di risparmiare
    Non dimenticate la prima regola di chi fa le tariffe: guadagnare di piu' (loro, le telecom) facendo credere di spendere meno (i piu' allocchi tra di noi).Per 'Telecom per tutti' basta controllare sulla bolletta quanto si spende per chiamate locali piu' interurbane nel bimestre: gran parte degli utenti non superano i 30 euro (il costo bimestrale di Telecom per tutti) o oscillano proprio intorno a quella cifra. Vi sembra casuale? Ovviamente no, con la sottoscrizione della nuova offerta si tendera' a telefonare (per locali e interurbane) di piu' e piu' a lungo (pensando di essere coperti dalla tariffa flat): invece, non potendo sapere a quali reti appartengono tutti i numeri chiamati (quelli non Telecom sono fatturati a parte), la bolletta tendera' a salire... Inoltre, l'accettazione di questa offerta (e di qualsiasi altra tariffa 'speciale') fa perdere al cliente alcun vantaggi legati all'offerta base (es. tariffe verso cellulari decisamente piu' convenienti: e gia', con Telecom per tutti, dovete anche calcolare quest'aumento ben camuffato, altro che risparmio!)Non credete alle favole di Telecom!
  • Anonimo scrive:
    sono cliente Fastweb, mi ha chiamato un
    agente Telecom per propormi il passaggio a loro.Premetto che io sono interessato prevalentemente al traffico internet in quanto uso pochissimo il telefono. Quasi tutte le persone con cui comunico anche per lavoro (abbiamo uffici anche in Romania) hanno una connessione ADSL e Skype installato e quindi ce ne infischiamo delle tariffe telefoniche.Apparentemente avevano un offerta allettante in quanto al telefono mi parlavano di circa 37 ? al mese per un'ADSL 4Mbit flat quando io attualmente con Fastweb ne spendo 65 che comprendono connessione flat su fibra a 10Mbit reali e chiamate gratis verso gli altri utenti Fastweb.Durante il colloquio però è emerso che ai 37 va aggiunto il canone di 14,5 ? ed eventualmente altri 12? per avere le chiamate flat con gli altri utenti Telecom, in totale circa 63,5?. In pratica il risparmio reale sarebbe minimo per avere comunque una connessione con prestazioni nettamente inferiori. Senza contare il disagio del passaggio al nuovo gestore e il fatto che Fastweb fornisce già il router che consente la connessione in Lan di tre PC mentre con Telecom lo devo acquistare a parte. Insomma mi sembra che per ora non siano affatto competitivi
    • Anonimo scrive:
      Re: sono cliente Fastweb, mi ha chiamato
      Se hai la fibra tienitela stretta, le connessioni adsl attualmente hanno 256 kbps di upload
    • Faus74 scrive:
      Re: sono cliente Fastweb, mi ha chiamato
      Per carità,stai lontano/a da telecom,non scherzare con i tuoi soldi...
      • Anonimo scrive:
        Re: sono cliente Fastweb, mi ha chiamato
        La fibra non si lascia mai.Se avessi adsl fastweb gia' sarebbe tutta un'altra storia.IMHO e' troppo costosa.Ma se hai la fibra..... tienitela davvero molto stretta.
  • Anonimo scrive:
    Perchè gli italiani non arrivano a fine
    mese.......Per gli aumenti post Euro?Per colpa di Berlusconi?O forse perchè sperperano soldi in:Telefonini (da cambiare almeno ogni 6 mesi)Varie carte prepagateGadget tecnologiciContenuti televisivi a pagamentoFatevi un esame di coscienza!
  • Anonimo scrive:
    Risparmio
    Io collocherei anche le carte telefoniche che per chiamate internazionali offrono un risparmio incomparabile e altri due gestori di telefonia www.telesconto.it www.teleprice.it che consentono di chiamare con addebito in bolletta .
  • Ekleptical scrive:
    Il maggior limite delle offerte VoIP...
    Mi sembra che tutte le offerte VoIP flat in elenco abbiano un difetto: prevedono l'obbligo di utilizzare il modem/router che ti da l'azienda in comodato d'uso e che si trasforma, in realtà, in un secondo canone più o meno occoluto da aggiungere al costo reclamizzato!!!L'unica che permette di telefonare via VoIP con tariffa flat e senza obbligo di apparato in noleggio, mi sembra essere MessageNet, che prevede, però, al contrario, l'utilizzo di un software fra quelli free basati sul protocollo SIP (e quindi o PC acceso o nisba!).Ora, dato che a me potrebbe servire una linea aggiuntiva per farci chiamate più o meno lavorative e fregandomene nulla di avere una cornetta in mano, che tanto le cuffiette microfonate van bene e il PC accesso lavorando l'avrei comunque, mi pare che l'unica sia MessageNet. Al che mi viene la domanda: qualcuno ha provato il protocollo SIP? Come si sente? E qualcuno ha provato MessageNet chiamando numeri "reali" telefonici? Come va?
    • Anonimo scrive:
      Re: Il maggior limite delle offerte VoIP
      Linphone lo supporta ti merita scaricarti una minidistro live e fare una prova con un amico.Comunque da pc a pc funziona bene.Di programmi voip che lo supportano su linux ne trovi a pacchi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il maggior limite delle offerte VoIP
      Oè pirla! Forse è meglio se stai attento a quel che guardi:se non sei capace di comprare un dispositivo, anche con qualche mascabanamento (con Parla.it è possibile attivando prima un'offerta e poi passando ad un'altra) non è solo colpa loro.Inoltre, esistono i cosiddetti telefoni IP che hanno già tutto il necessario per funzionare: te li configuri una volta e li usi anche senza un PC.Per chiudere, SIP NON E' UN PROTOCOLLO PER IL TRASFERIMENTO VOCE! Serve solo per collegare i terminali tra loro. La qualità dipende solo dal codec audio che hai scelto.PIRLA!
  • Anonimo scrive:
    Che cos'è la concorrenza sleale?
    Ciao a tutti,io vorrei capire, dato che ormai è diventata un' affermazione di uso comune, che cosa significa "concorrenza sleale".La cosa che mi ha coplito molto dell'articolo non è tanto il fatto che Telecom cerchi, come del resto deve vare una qualsiasi azienda, di recupera mercato nella telefonia fissa, ma le affermazioni dei vari concorrenti sul fatto che Telecom si stia comportando in modo scorretto (che novità).In altri Thread ho letto affermazioni sui costi di cablare l'Italia o sui prezzi che Telecom fa agli altri operatori. Sono tutte affermazioni che vanno in contradizione con discussione precedentemente affrontate.Mi spiego. Quando, qualche mese fa, sono arrivati i primi operatori VoIP e telecom ed altri operatori tradizionali si sono incazzati sostenendo che era concorrenza sleale, tutti si sono schierati con i nuovi arrivati sostenendo che finalmente qualcuno cominciava a dare fastidio a Telecom e favoriva seriamente gli utenti. Adesso, Telecom fa una nuova offerta, in concorrenza con questi e devo sentire chi prima sosteneva una tesi dire che "non è giusto".Cerchiamo di rimanere coerenti. La concorrenza è questa, un azienda usa gli strumenti a disposizione per contrastare i suoi concorrenti che a loro volta si comporteranno di conseguenza. Il tutto può solo portare vantaggi, quindi smettiamo fi parlare di concorrenza "sleale" e iniziamo a goderci il crollo dei costi di comunicazione e le lotte tra aziende che fino a 6 mesi fa erano intoccabili.
  • Anonimo scrive:
    il VoIP richiede anche un ADSL FLAT
    L'offerta telecom è molto competitiva in quanto è valida per tutti anche per chi non ha ADSL FLAT (sia perchè non l'ha attivato per scelta o perchè non disponibile nel suo distretto) e mi risultano essere ancora molti....Domenico
  • infernet scrive:
    Per la Redazione - errore di tariffe.
    Nell'articolo c'e' un vistoso errore di indicazione delle tariffe per il profilo Hello' Sempre di TelecomItalia.Il costo e' di 5,58 Euro mensili (e non 39 euro mensili come da voi riportato).Non che Telecom mi sia molto simpatica, pero' quello che e' giusto, e' giusto.Salutip.s.Riporto testualmente dal sito 187.it"Con un abbonamento mensile di soli 5,58 Euro (IVA inclusa) e un costo fisso a telefonata di 12,50 Centesimi di euro, non devi più preoccuparti della durata delle tue conversazioni, nè della distanza."Queste condizioni sono applicate verso tutte le numerazioni nazionali, perlomeno secondo quanto mi han detto i commerciali Telecom.==================================Modificato dall'autore il 30/09/2005 10.49.23
    • Anonimo scrive:
      Re: Per la Redazione - errore di tariffe
      tu parli di Hallo Sempre... ma nell'articolo si parla di Hallo Forfait.non sono la stessa cosa.
  • Anonimo scrive:
    Tiscali ti ci mette l'adsl mega pero'
    Gia', mentre il cannoe voip e di 9.95Non lavoro per tiscali pero' quel che e' giusto...
  • gpi56 scrive:
    Flat solo per numeri Telecomitalia
    Preciso che l'offerta di Telecomitalia riguarda i soli suoi abbonati:"Con Teleconomy Per Tutti sei finalmente libero di telefonare, a costo zero e a tutte le ore, verso tutte le numerazioni fisse di Telecom Italia, locali e nazionali."Fastweb offre invece per 20 euro mensili iva compresa (a parte il canone mensile per la Superlinea) il flat su tutti i numeri fissi, indipendentemente dal gestore.Guido Pietropaoli
    • Anonimo scrive:
      Re: Flat solo per numeri Telecomitalia
      - Scritto da: gpi56
      Preciso che l'offerta di Telecomitalia riguarda
      i soli suoi abbonati:
      "Con Teleconomy Per Tutti sei finalmente libero
      di telefonare, a costo zero e a tutte le ore,
      verso tutte le numerazioni fisse di Telecom
      Italia, locali e nazionali."

      Fastweb offre invece per 20 euro mensili iva
      compresa (a parte il canone mensile per la
      Superlinea) il flat su tutti i numeri fissi,
      indipendentemente dal gestore.

      Guido PietropaoliE i cellulari dove li mettiamo?
  • Anonimo scrive:
    La verità?
    Le tariffe VOIP son troppo alte e non giustificano le potenziali rogne .Le offerte VOIP+ADSL oltre ad essere geograficamente limitate nella disponibilità offrono servizi adsl entry-level e basta. A conti fatti al momento non conviene. Che gli operatori si diano una svegliata anche se IMO l'unica cosa che puiò smuovere veramente il mercato è WIMAX che libererà l'operatore dalla necessità del cavo, ma per rendere la cosa fattibile ci vuole l'intervento del legislatore e se procede come con il wi-fi "tradizionale" gli operatori tradiozionali sono in una botte di ferro. Qualora poi tassassero sul serio "il cavo" l'unica cosa che può succedere è che le tariffe salgano ulteriormente.
    • Anonimo scrive:
      Re: La verità?
      - Scritto da: Anonimo
      Le tariffe VOIP son troppo alte e non
      giustificano le potenziali rogne .Le offerte
      VOIP+ADSL oltre ad essere
      geograficamente limitate nella disponibilità
      offrono servizi adsl entry-level e basta. A conti
      fatti al momento non conviene. Che gli operatori
      si diano una svegliata anche se IMO l'unica cosa
      che puiò smuovere veramente il mercato
      è WIMAX che libererà l'operatore dalla necessità
      del cavo, ma per rendere la cosa fattibile ci
      vuole l'intervento del legislatore e se procede
      come con il wi-fi "tradizionale" gli operatori
      tradiozionali sono in una botte di ferro. Qualora
      poi tassassero sul serio "il cavo" l'unica cosa
      che può succedere è che le tariffe salgano
      ulteriormente.Bene per così impara la gente a votare meglio e a non farsi infinocchiare ! 8) Ma che dico ci rimettiamo noi ! :'( :'(
  • Anonimo scrive:
    flat sì ma non per ISDN
    e che dire del fatto che la tariffa non viene concessa a chi ha ISDN?così chi non può avere ADSL e già strapaga ISDN non puo avere lo sconto :@ quindi continuerò a usare skype e se, e quando mai, mi arriverà ADSL col cavolo che prendo quella di telecaz
  • giallu scrive:
    Finalmente la concorrenza serve...
    Personalmente la telecom non mi è mai stata troppo simpatica, ma in questo caso devo dire che sono contento perchè mi pare che per la prima volta la "concorrenza" abbia prodotto dei frutti positivi per gli utenti.Le flat di questo tipo esistono praticamente in ogni parte del mondo DA ANNI, e solo il fatto che la telecom non ha avuto mai una VERA concorrenza gli ha permesso di spennarci ben bene con gli scatti.Le offerte VOIP saranno comunque buone, magari per le internazionali e forse i cellulari, che ancora hanno costi esorbitanti, oppure saranno costrette ad abbassare ancora i prezzi (che non ci dispiacerebbe...)
    • Anonimo scrive:
      Re: Finalmente la concorrenza serve...
      Infatti. La CONCORRENZA VINCE. Quando non fanno cartelli (come nel caso della banda in upload).
  • Anonimo scrive:
    VOIP e ADSL illimitato a 20?/mese
    Premetto che non è pubblicità, ma un tentativo di informare la gente su come risparmiare.Tiscali fa un offerta straordinaria alla quale in Agosto ho aderito con molto entusiasmo.Ti dà ADSL a 1,2 Mbit a 19.95?/mese (praticamente 20?).Inoltre ti consente di eliminare il canone telecom (solo nelle zone raggiunte dalla rete Tiscali però).Non molto pubblicizzato, ma realmente funzionante (ho un cugino che lo usa da quasi 2 anni) è Netphone, un sw che Tiscali stessa distribuisce dal suo sito che consente, a chi è connesso con rete Tiscali, di chiamare illimitatamente e gratuitamente tutti i numeri telefonici fissi (di qualunque operatore).Unico neo: per chiamare devi accendere il PC (non esistono telefoni "fisici" come quelli disponibili per skype...)Nicola Ottomano
    • Anonimo scrive:
      Re: VOIP e ADSL illimitato a 20€/m
      - Scritto da: Anonimo
      Premetto che non è pubblicità, ma un tentativo di
      informare la gente su come risparmiare.
      Tiscali fa un offerta straordinaria alla quale in
      Agosto ho aderito con molto entusiasmo.Bravo, spero che il contatto con la realtà sia stato traumatico
    • jojob scrive:
      Re: VOIP e ADSL illimitato a 20?/mese
      - Scritto da: Anonimo
      Premetto che non è pubblicità, ma un tentativo di
      informare la gente su come risparmiare.
      Tiscali fa un offerta straordinaria alla quale in
      Agosto ho aderito con molto entusiasmo.
      Ti dà ADSL a 1,2 Mbit a 19.95?/mese (praticamente
      20?).Io ho fatto il contratto a fine maggio, ho atteso 2 settimae per l'attivazione e a settembre mi hanno fatto l'upgrade gratuito a 2 Mb.
      Inoltre ti consente di eliminare il canone
      telecom (solo nelle zone raggiunte dalla rete
      Tiscali però).
      Non molto pubblicizzato, ma realmente funzionante
      (ho un cugino che lo usa da quasi 2 anni) è
      Netphone, un sw che Tiscali stessa distribuisce
      dal suo sito che consente, a chi è connesso con
      rete Tiscali, di chiamare illimitatamente e
      gratuitamente tutti i numeri telefonici fissi (di
      qualunque operatore).
      Unico neo: per chiamare devi accendere il PC (non
      esistono telefoni "fisici" come quelli
      disponibili per skype...)

      Nicola OttomanoCon il voip di Tiscali (ce l'ho) puoi scegliere tra 2 tariffe voce flat: 10 ?/mese con 600 minuti di conversazione inclusi oppure 20 ?/mese senza limite di tempo e le telefonate tra utenti voce tiscali non vengono conteggiate. La portabilita' del vecchio numero non mi e' costata un euro e Tiscali mi ha aggiunto sempre gratuitamente un nuovo numero (adesso ho 2 linee voce). Il noleggio del modem/router costa 5 ?/mese (usb + ethernet).Costo totale (arrotondato): A) 35 ?/mese I.V.A. inclusa con ADSL 2 Mb + 2 linee telefoniche + 600 minuti di conversazione.B) 55 ?/mese I.V.A. inclusa con ADSL 2 Mb + 2 linee telefoniche + illimitato traffico voce.Per chiamare non hai bisogno di tenere il PC acceso, il router e' dotato di 2 prese telefoniche alle quali puoi collegare qualunque telefono analogico.Con Telecom, con la quale comunque non avevo mai avuto problemi, ho chiuso.
  • sterlina scrive:
    alla redazione, link corretto
    il link di collegamento alla legge di Metcalfe è http://en.wikipedia.org/wiki/Metcalf%27s_Law, a cui si aggiunge http://en.wikipedia.org/wiki/Network_effect==================================Modificato dall'autore il 30/09/2005 2.04.37
  • zirgo scrive:
    Powerline
    Qualcuno sa spiegarmi perchè queste società del VoIP non si alleano con enel per lo sviluppo di Powerline? Sarebbe un ottimo modo per svincolarsi da telecom e creare la killer application per questa nuova tecnologia!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Powerline
      Se per "nuova tecnologia" intendi la powerline, devo correggerti.. e' roba anni'70. :) Fallita in tutto il globo (adeguamento delle infrastrutturi oneroso, tanto da preferire la connettivita' "classica") e abbandonata da colossi della telefonia, in USA, Canada e Nord Europa, salvo qualche raro e limitato caso (in alcune regioni della Germania ad esempio).Powerline e' stata presentata come una novita' in Italia, ma e' stata un fallimento prima ancora di (ri)nascere.Il futuro e' wireless. Punto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Powerline
        - Scritto da: Anonimo
        Se per "nuova tecnologia" intendi la powerline,
        devo correggerti.. e' roba anni'70. :) Fallita in
        tutto il globo (adeguamento delle infrastrutturi
        oneroso, tanto da preferire la connettivita'
        "classica") e abbandonata da colossi della
        telefonia, in USA, Canada e Nord Europa, salvo
        qualche raro e limitato caso (in alcune regioni
        della Germania ad esempio).
        Powerline e' stata presentata come una novita' in
        Italia, ma e' stata un fallimento prima ancora di
        (ri)nascere.
        Il futuro e' wireless. Punto.Guarda che la tecnologia si è evoluta moltissimo negli ultimi anni e proprio nelle regioni che hai citato si sta ora diffondendo, diffusione che avviene ora perchè solo di recente è stata regolamentata.
      • Anonimo scrive:
        Re: Powerline
        - Scritto da: Anonimo
        Il futuro e' wireless. Punto.Ma prima la vogliamo fare una ricerca seria sui possibili danni di una rete che si basa sulla trasmissione di onde elettromagnettiche anche se a bassa intensità?yuptost
      • Anonimo scrive:
        Re: Powerline
        Sarà anche una tecnologia vecchia, ma gli ultimi prodotti della devolo arrivano a 85Mbps, velocità più che sufficiente per qualsiasi applicazione di streaming o altro
        • Alessandrox scrive:
          Re: Powerline
          - Scritto da: Anonimo
          Sarà anche una tecnologia vecchia, ma gli ultimi
          prodotti della devolo arrivano a 85Mbps, velocità
          più che sufficiente per qualsiasi applicazione di
          streaming o altroQuoto... io ho degli adattatori POwerLine della Netgear e pur non raggiungendo le prestazioni di quelli Devolo (ex MicroLink) e avendo come Max banda 12Mbps (circa 8-9 reali) sono ottimi per portare l' ADSL dal router ovunque in casa (per farci una LAn e' meglio prendere quelli Devolo, almeno per ora). Chiaramente l' imèpianto elettrico dev' essere a norma e non avere difetti (almeno non grossi), l' adattatore lo attacco senza problemi a qualsiasi presa ma attenzione a non metterci troppa roba sulla stessa, anzi l' alimentazione del PC/portatile sarebbe meglio provenisse da un' altra presa nella stanza; a parte questi piccoli accorgimenti problemi non ne ho riscontrati.ma mi rendo conto che una cosa sono le applicazioni casalinghe, altra cosa e' un' infrastruttura Wan...
  • Anonimo scrive:
    15 euro + canone...
    come al solito si ignora il balzello (che invece è stato incluso nel conteggio di Fastweb).
  • Anonimo scrive:
    ed è venuta la destra, figuriamoci
    con la sinistra, avremmo ancora la sip
    • Anonimo scrive:
      Re: ed è venuta la destra, figuriamoci
      Mi dispiace amico mio, torna un po' indietro con gli anni e vedi chi ha avuto la brillante idea di privatizzare la telecom e lasciargli in mano l'intera infrastruttura.Le solide idee brillanti della sinistra... ma questo non e' un forum di politica, quindi chi sia stato o chi non sia stato, non me ne puo' fregare di meno, la situazione ormai si e' creata e questo NON E' il modo di uscirne.Una concorrenza di carta pesta, che non fa altro che piagnucolare, non potra' MAI pretendere di crescere.Nella bolgia delle telecomunicazioni, fortunatamente, se ne sono accorti (tardi, ma se ne sono accorti) Fastweb, Tiscali, che visto l'andazzo hanno cominciato a investire in modo sostanzioso sulle PROPRIE infrastrutture, ora sono rimasti i pesci piccoli, che spero presto smetteranno di essere.Pensare che c'e' ancora gente che si chiede come mai in Francia l'ADSL costi meno che in Italia, che andassero a vedere li com'e' stata fatta la privatizzazione, ma che andassero a vedere soprattutto come e QUANTO hanno investito le quattro compagnie concorrenti a France Telecom: hanno coperto con la PROPRIA fibra ognuno il proprio settore di competenza, non sono rimasti attaccati alla tetta di mamma FT, come e' accaduto qui in Italia.
  • Anonimo scrive:
    Andate dove sapete
    Ve lo dico col cuore in mano, e mi rivolgo alla cossidetta "concorrenza": "ANDATE DOVE SAPETE". Sono stufo di leggere le vostre proteste atte a curare solo il vostro riempirvi le tasche.Sono stufo di leggere i vostri piagnestei.Sono stufo di dovermi PREOCCUPARE che un'offerta a me conveniente scompaia immediatamente perche' va contro i VOSTRI interessi che (paradosso) dovrebbero essere (teoricamente) anche i mieiSono stufo di vedervi recriminare il vostro ruolo da concorrenti ormai da piu' di un decennio; per la serie: "se non ci fossimo stati noi, a quest'ora i prezzi non sarebbero calati"... questa cantilena va avanti da troppo, sono esaustoSono stufo di vedervi campare sotto l'ala di Telecom Italia perche' non avete il CORAGGIO (con tutte le difficolta' del caso, per carita') di reinvestire in infrastrutture (come POCHSSIMI altri invece hanno fatto)Voi non rappresentata "la concorrenza", siete diventati degli sciacalli che stanno SOPRAVVIVENDO, senza nessuna pretesa di crescita, alle spalle di animali piu' grandi (Telecom Italia). Telecom Italia e' un vostro CONCORRENTE, e' bene che lo capiate una volta per tutte, dovete pensare a diventare autosufficienti, sono passati anni e anni e siamo ancora al punto ZERO, quanto vi occorrono 100 anni per dire "bye bye" all'ex monopolista (che di fatto PER COLPA VOSTRA non e' affatto ex).Il vostro non e' un business impostato sul superare l'avversario correndo piu' forte, ma incentrato sul farlo rallentare (con ogni mezzo possibile) per avere una flebile speranza di poterlo raggiungere.Se non siete in grado di lavorare nel mondo delle Telecomunicazioni, allora apritevi un chiosco e andate a vendere i panini, perche' io sono stufo di PAGARE la vostra incompetenza.
    • Anonimo scrive:
      Re: Andate dove sapete
      Tu vai a dormire, non ci servono dipendenti Telecom su questi forum
      • Anonimo scrive:
        Re: Andate dove sapete
        Sono l'autore del theread, e sono probabilmente abbastanza conosciuto dai telecommini, ma non nel senso che intendi tu, ma per l'opposto: per l'immane quantita' di raccomandate e fax di "protesta" che invio loro puntualmente ogni mese al minimo problema.Quindi prima di accusarmi di essere schierato, rileggiti quello che ho scritto: non sto difendendo Telecom Italia, sto criticando chi ci dovrebbe "salvare" da Telecom Italia e invece sta curando solo i propri interessi, lo facessero male e in silenzio sarebbe grave, ma che lo facciano male e per giunta danneggiandomi e' GRAVISSIMO. A questo punto meglio il monopolio.
        • Anonimo scrive:
          Re: Andate dove sapete
          - Scritto da: Anonimo
          Quindi prima di accusarmi di essere schierato,
          rileggiti quello che ho scritto: non sto
          difendendo Telecom Italia, sto criticando chi ci
          dovrebbe "salvare" da Telecom Italia e invece sta
          curando solo i propri interessi, lo facessero
          male e in silenzio sarebbe grave, ma che lo
          facciano male e per giunta danneggiandomi e'
          GRAVISSIMO. A questo punto meglio il monopolio.Sei abbastanza scemo, IO non voglio 30 reti di comunicazione diverse sotto ogni metro quadrato di terra, anche perchè so benissimo che non ci saranno mai. La rete fisica dovrebbe essere statale e i vari operatori dovrebbero usarla e migliorarla a prezzi di realizzo, non si può chiedere che ogni operatore si costruisca la propria rete tra tutte le case italiane. Potranno esserci al massimo due operatori con una diffusione quasi totale sul territorio e questi non si metteranno certo in concorrenza tanto da procurare vantaggi agli utenti dopo gli investimenti enormi che sarebbero da fare.Sebbene Telecom ora sia privata la rete è stata pagata negli anni dagli italiani e sarebbe da sequestrarla con al massimo una piccola ricompensa.Quello che chiedono gli operatori comunque è che Telecom faccia a loro prezzi che permettano di replicare le sue offerte, e questo va a TUO ESCLUSIVO vantaggio perchè le tariffe si abbassano ulteriormente con la concorrenza. Se poi Telecom in risposta ritira l'offerta devi prendertela con Telecom, non con gli operatori (considera anche quanto detto sopra).
          • Anonimo scrive:
            Re: Andate dove sapete
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            Quindi prima di accusarmi di essere schierato,

            rileggiti quello che ho scritto: non sto

            difendendo Telecom Italia, sto criticando chi ci

            dovrebbe "salvare" da Telecom Italia e invece
            sta

            curando solo i propri interessi, lo facessero

            male e in silenzio sarebbe grave, ma che lo

            facciano male e per giunta danneggiandomi e'

            GRAVISSIMO. A questo punto meglio il monopolio.

            Sei abbastanza scemo, IO non voglio 30 reti di
            comunicazione diverse sotto ogni metro quadrato
            di terra, anche perchè so benissimo che non ci
            saranno mai. La rete fisica dovrebbe essere
            statale e i vari operatori dovrebbero usarla e
            migliorarla a prezzi di realizzo, non si può
            chiedere che ogni operatore si costruisca la
            propria rete tra tutte le case italiane. Potranno
            esserci al massimo due operatori con una
            diffusione quasi totale sul territorio e questi
            non si metteranno certo in concorrenza tanto da
            procurare vantaggi agli utenti dopo gli
            investimenti enormi che sarebbero da fare.
            Sebbene Telecom ora sia privata la rete è stata
            pagata negli anni dagli italiani e sarebbe da
            sequestrarla con al massimo una piccola
            ricompensa.

            Quello che chiedono gli operatori comunque è che
            Telecom faccia a loro prezzi che permettano di
            replicare le sue offerte, e questo va a TUO
            ESCLUSIVO vantaggio perchè le tariffe si
            abbassano ulteriormente con la concorrenza. Se
            poi Telecom in risposta ritira l'offerta devi
            prendertela con Telecom, non con gli operatori
            (considera anche quanto detto sopra).No tu vuoi la Telecom ristatalizzata.E sei Bertinotti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Andate dove sapete
            - Scritto da: Anonimo
            No tu vuoi la Telecom ristatalizzata.
            E sei Bertinotti.Io voglio LA RETE ristatalizzata. E se Bertinotti la pensa come me spero che lo facciano anche altri politici.
          • Anonimo scrive:
            Re: Andate dove sapete
            Sai che bello... i bei tempi in cui si pagava la tassa per comunicazioni telegrafiche sui modem e per un'ora in BBS ci voleva un mutuo sulla casa... Si ristatalizziamo che tanto prima si vien tassati e poi spennati all'erogazione del servizio per benino.
          • Anonimo scrive:
            Re: Andate dove sapete
            - Scritto da: Anonimo
            Sai che bello... i bei tempi in cui si pagava la
            tassa per comunicazioni telegrafiche sui modem e
            per un'ora in BBS ci voleva un mutuo sulla
            casa... Si ristatalizziamo che tanto prima si
            vien tassati e poi spennati all'erogazione del
            servizio per benino.La rete si manterrebbe con i soldi dei provider
          • Anonimo scrive:
            Re: Andate dove sapete
            Si basta crederci :D :D :D :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Andate dove sapete
            - Scritto da: Anonimo
            Si basta crederci :D :D :D :DBasta andarsi a farsi fottere, come stai facendo difendendo questo modello
          • Anonimo scrive:
            Re: Andate dove sapete
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            Si basta crederci :D :D :D :D

            Basta andarsi a farsi fottere, come stai facendo
            difendendo questo modelloSe l'alternativa è il modello statalista ben venga il libero mercato....
          • Anonimo scrive:
            Re: Andate dove sapete
            - Scritto da: Anonimo
            Se l'alternativa è il modello statalista ben
            venga il libero mercato.... L'alternativa è il modella già descritto che tu non hai capito, come già non sapevi cos'è un modello statalista e il libero mercato
          • Anonimo scrive:
            Re: Andate dove sapete


            Quello che chiedono gli operatori comunque è che
            Telecom faccia a loro prezzi che permettano di
            replicare le sue offerte, e questo va a TUO
            ESCLUSIVO vantaggio perchè le tariffe si
            abbassano ulteriormente con la concorrenza. Se
            poi Telecom in risposta ritira l'offerta devi
            prendertela con Telecom, non con gli operatori
            (considera anche quanto detto sopra).Anche questa è una sciocchezza, così la concorrenza non ci sarà mai perchè sara sempre Telecom a decidere il prezzo di vendita.Un sempio: Telecom decide che le telefonate costano 2,5 centesimi di euro al minuto, agli operatori concorrenti concede un prezzo all'ingrosso di 2 centesimi di euro al minuto, l'operatore non può fare altro che rivendere a 2,5, al massimo 2,4, e la concorrenza dov'è?Per risolvere il problema Telecom dovrebbe vendere la parte commerciale a più operatori ed occuparsi esclusivamente della rete rivendendo servizi solo ad altri operatori, in questo modo non ci sarebbe nessun conflitto di interesse.
    • Anonimo scrive:
      Re: Andate dove sapete
      Che dire!!!Concordo pienamente!Altro che far abbassare le tariffe, questi le fanno alzare, perchè mamma Telecom per compensare i clienti che perde a causa di questi pseudo operatori telefonici necessariamente da buon monopolista le tariffe le alza e come!!!Questi non sono operatori telefonici; sono morti di fame una compagnia telefonica la si mette su con 1000 milioni di euro non con 20.000 euro.Non doveva essere permesso a chiunque con quattro soldi di mettere su una compagnia telefonica ed ottenere una licenza.Ci volevano regole più severe, come sul capitale minimo, avere un organico decente di almeno 1000 o 2000 dipendenti tecnici ed esperti, presentare un ottimo piano di 10 anni di investimenti e finanziamenti di progetti di crescita e copertura di tutto il territorio.Come capperi pretendete di far concorrenza a Telecom quando siete solo dei poveracci che vogliono fregare clienti senza creare niente ed investire il dovuto. La rete a torto o ragione è di Telecom e quando vuole può solo stringervi i cosiddetti e far fuori il Voip e tutto il resto. Lo dicevo che la bolla del Voip si sgonfierà. Per non parlare della copertura e della qualità delle telefonate. E pensare che quei deficit di ebay hanno uscito 4.000.000.000 di euri per una società del cavolo che con 10.000.000 di euri la mettevi su.Inventatevi qualcosa di nuovo tipo il WiMax, investite e coprite tutta l'Italia col WiMax e sbatteteglilo a quel posto a mamma Telecom se avete gli attributi. Altrimenti statevene zitti a casa e non rompete gli utenti che dovrebbero scegliere voi solo per farvi fare quattro soldi e garantirvi di girare in X5!!! Investite seriamente in pubblicità, la Telecom lo fa voi che fate dormite?? O Aspettate di recuperare i soldi dagli utenti sproveduti per farlo??
    • Anonimo scrive:
      Re: Andate dove sapete

      Voi non rappresentata "la concorrenza", siete diventati
      degli sciacalli che stanno SOPRAVVIVENDO, senza
      nessuna pretesa di crescita, alle spalle di animali piu'
      grandi (Telecom Italia).Il termine giusto è "siete diventati dei PARASSITI" e non sciacalli.
      • Anonimo scrive:
        Re: Andate dove sapete
        sottoscrivo in pieno
      • Anonimo scrive:
        Re: Andate dove sapete

        Si chiamano investimenti...
        Che nessuno sano di mente farebbe... Forse solo nelle grandi città. Sicuramente non in tutte le aree rurali.Chi si mette a replicare oltre 80.000 centrali + tutta la rete di distribuzione (ovvero ultimo miglio) ???

        Peccato sia stato tutto privatizzato e pagato dai
        nuovi acquirenti....Se è stato svenduto, regalato opss. 'privatizzato' ringrazionamo Prodi & C. (non che gli altri avrebbero fatto l'opposto sia chiaro)
        E dov'è la concorrenza ? Al max erano gestori
        privati di un servizio pubblico ed intanto TUTTI
        noi a pagare....Sbagli. L'ultimo miglio DOVEVA rimanere di proprietà nostra ed il prezzo di affitto e manutenzione del doppino sarebbe stato UGUALE per tutti gli altri operatori (compresa Telecom Italia). Poi da quello sarebbero partite le offerte. La fornitura da parte del servizio pubblico si sarebbe fermata al livello 1 e quindi il fisico.

        Capirai come se un doppino fosse eterno e intanto
        noi
        si continuava a pagare...Che sia eterno no..... ma sicuramente non ha tutti quei costi di manutenzione che ci chiede Telecom Italia
        Certo certo.... il pubblico funziona tanto bene...Quando si parla di servizi essenziali preferisco il pubblico al privato.... Telecom, Autostrade, Enel, Bankitalia e tra un po' anche le Poste...Queste secondo te vanno meglio ora che sono state privatizzate ?
        Qui non hanno i furgoni altro che strade.Fastweb
        la rete ce l'ha....Che però non si distingue per capillarità. Con la fibra si sono fermati (comprano solo dorsali stese da altri) e hanno camblato SOLO IN PARTE alcune grandi città. Ora comunque per fornire il servizio arrivano in centrale e AFFITTANO il doppino da Telecom (ULL / SHA) oppure anche in modalità Bitstream per i CVP . Quindi non è assolutamente vero che Fastweb sta costruendo una rete di distrubuzione alternativa

        Lo stato dovrebbe espropriare le linee a
        Telecom,

        che dopotutto sono gia state pagte e continuamo

        pagarle.

        Come no manco nell' ex URSS :D :D :DOramai è troppo tardi....
        • Anonimo scrive:
          Re: Andate dove sapete
          - Scritto da: Anonimo

          Si chiamano investimenti...



          Che nessuno sano di mente farebbe... Forse solo
          nelle grandi città. Sicuramente non in tutte le
          aree rurali.
          Chi si mette a replicare oltre 80.000 centrali +
          tutta la rete di distribuzione (ovvero ultimo
          miglio) ???Fastweb l'ha fatto per le aree rurali ci sono altri sistemi-
          wimax.Negli States gli operatori alternativi hano fatto largo uso del WI-FI proprio nelle aree rurali, da noi aspettano Telecom....o vogliamo parlare della fonia mobile da noi,gli investimenti si fanno altro che storie.



          Peccato sia stato tutto privatizzato e pagato
          dai

          nuovi acquirenti....

          Se è stato svenduto, regalato opss.
          'privatizzato' ringrazionamo Prodi & C. (non che
          gli altri avrebbero fatto l'opposto sia chiaro)
          Opinione tua, è stato stabilito un prezzo di mercato ed è stata venduta e l'avrebbe fatto chiunque per lo Stato era un'attività in perdita.

          E dov'è la concorrenza ? Al max erano gestori

          privati di un servizio pubblico ed intanto TUTTI

          noi a pagare....

          Sbagli. L'ultimo miglio DOVEVA rimanere di
          proprietà nostra ed il prezzo di affitto e
          manutenzione del doppino sarebbe stato UGUALE per
          tutti gli altri operatori (compresa Telecom
          Italia). Poi da quello sarebbero partite le
          offerte. La fornitura da parte del servizio
          pubblico si sarebbe fermata al livello 1 e quindi
          il fisico.Come no lo Stato (=cittadini) paga due volte prima le infrastrutture poi i servizi, geniale.....




          Capirai come se un doppino fosse eterno e
          intanto

          noi

          si continuava a pagare...

          Che sia eterno no..... ma sicuramente non ha
          tutti quei costi di manutenzione che ci chiede
          Telecom ItaliaE chi lo decide tu ? Non ti serve il telefono fisso ? Non lo usi.


          Certo certo.... il pubblico funziona tanto
          bene...

          Quando si parla di servizi essenziali preferisco
          il pubblico al privato....
          Telecom, Autostrade, Enel, Bankitalia e tra un
          po' anche le Poste...
          Queste secondo te vanno meglio ora che sono state
          privatizzate ?Molto meglio ora di prima e lo sa chiunque abbia più di trenta anni e ricorda come si stava prima un delirio.


          Qui non hanno i furgoni altro che strade.Fastweb

          la rete ce l'ha....

          Che però non si distingue per capillarità.
          Con la fibra si sono fermati (comprano solo
          dorsali stese da altri) e hanno camblato SOLO IN
          PARTE alcune grandi città. Ora comunque per
          fornire il servizio arrivano in centrale e
          AFFITTANO il doppino da Telecom (ULL / SHA)
          oppure anche in modalità Bitstream per i CVP .
          Quindi non è assolutamente vero che Fastweb sta
          costruendo una rete di distrubuzione alternativaFastweb ha accordi di mutualità con Telecom a cui affitta parte delle dorsali.....Fastweb ha la rete gli altri no e si vede la differenza.



          Lo stato dovrebbe espropriare le linee a

          Telecom,


          che dopotutto sono gia state pagte e
          continuamo


          pagarle.



          Come no manco nell' ex URSS :D :D :D

          Oramai è troppo tardi....Per fortuna...
          • Anonimo scrive:
            Re: Andate dove sapete
            - Scritto da: Anonimo


            Opinione tua, è stato stabilito un prezzo di mercato ed


            è stata venduta e l'avrebbe fatto chiunque per lo


            Stato era un'attività in perdita.



            Quello che era da fare era vendere i servizi e

            mantenere la rete, pagandola e sviluppandola con gli affitti.

            I servizi non sono appetibili, le aziende voglio
            fare fatturato e gestire autonomamente il proprio
            mercato non dover fare la fila alla porta dei politici.Scusa qui ho capito male, non ho riletto quello a cui rispondevi (ma credo che sia stato tu il primo a capire male), quello che intendevo con servizi era la Telecom come azienda, con il suo personale non strettamente tecnico e alcune risorse. La Telecom forse non era un'azienda appetibile senza la rete nazionale dentro, ma 1°) non succedeva niente se moriva e 2°) l'opa Olivetti su Telecom era ostile, nessuno se la aspettava o augurava, non succedeva niente se non avveniva e 3°) Il fatturato che le aziende che si sono succedute alla proprietà hanno fatto lo hanno fatto scaricando i loro debiti su Telecom Italia e intascandosi gli utili, cose che non hanno portato tanti vantaggi agli utenti.
      • Anonimo scrive:
        Re: Andate dove sapete

        Peccato sia stato tutto privatizzato e pagato dai
        nuovi acquirenti....Riguardati come sono andate le cose: la telecom, prima di essere privetizzata, non era proprietaria delle linee telefoniche, che erano dello Stato.Ma chi si sarebbe mai comprato la Telecom senza infrastrutture? Nessuno! Così si è deciso di "regalare" le linee telefoniche a Telecom per renderla appetibile, così le NOSTRE linee telefoniche sono state di fatto vendute per un pezzo di pane pur di vendere la Telecom.In pratica i nuovi acquirenti non hanno pagato un beneamato...
    • Anonimo scrive:
      Re: Andate dove sapete
      - Scritto da: Anonimo
      Voi non rappresentata "la concorrenza", siete
      diventati degli sciacalli che stanno
      SOPRAVVIVENDO, senza nessuna pretesa di crescita,
      alle spalle di animali piu' grandi (Telecom
      Italia).Gli animali più grandi in questione derivano la loro grandezza dai soldi degli italiani, e la modestissima cifra per cui sono stati ceduti è stata pagata allo stato dalle banche degli italiani, che ora sono creditrici della Telecom (proprio così) per 44 miliardi, quindi potremmo dire che la Telecom è ancora degli italiani, sebbene in condizioni molto peggiori di una volta. Se provate tutti insieme a chiudere i vostri conti in banca ve lo dimostro.
      • Anonimo scrive:
        Re: Andate dove sapete
        provare a ritirare i soldi dalle banche, bella fantasia.....bisognerebbe anche provare a restituire i soldi alle banche di tutti i mutui che la gente compra a rate.....e si fa debiti vari.....cmq la telecon è stata privatizzata dalla sinistra abbastanza bene ok si poteva fare meglio, poi è arrivata la scalata di Colannino che l'ha comprata con i soldi delle banche ok , poi Tronchetti provera lo stesso, e con i dividendi si paga il debito bancario, e non molto prima di essere quotata in borsa la vecchia sip era in deficit anche perchè era un servizio statale......... , a volte manteneva un servizio dove perdeva, cmq è stata pagata e le azioni erano li x tutti , e i soldi sono finiti nel nostro caro stato, che sinistra di qua o destra di la è uno stato che spepera i soldi, quanto ci costano i lavoratori degli apparati statali e con quale efficenza in merito ? e quanto ci costa il sud italia e non è che i residenti al sud vivano bene con le montagne di soldi che partono x il sud, tutti buoni a lamentarsi ma quando incontrimo queste cose, anche nel piccolo cosa facciamo? andiamo al mercato a vesere se riusciamo a comprare kg 1 di coerenza ?
        • Anonimo scrive:
          Re: Andate dove sapete
          - Scritto da: Anonimo
          anche nel piccolo cosa
          facciamo? andiamo al mercato a vesere se
          riusciamo a comprare kg 1 di coerenza ?Tu lo dovresti fare di sicuro, non si capisce niente del tuo messaggio
        • Anonimo scrive:
          Re: Andate dove sapete
          - Scritto da: Anonimo
          provare a ritirare i soldi dalle banche, bella
          fantasia.....bisognerebbe anche provare a
          restituire i soldi alle banche di tutti i mutui
          che la gente compra a rate.....e si fa debiti vari.....Tutti i crediti che le banche italiane vantano verso i normali privati molto probabilmente non raggiungerebbero neanche il credito verso la sola Telecom, sono molti di più i soldi che le banche hanno in debito di quelli che hanno in credito per quanto riguarda i privati.
          cmq la telecon è stata privatizzata dalla sinistra abbastanza beneEh? Vatti a nascondere
          ok si poteva fare meglio, poi è arrivata la scalata di Colannino
          che l'ha comprata con i soldi delle banche ok ,
          poi Tronchetti provera lo stesso, e con i
          dividendi si paga il debito bancario, e
          non molto prima di essere quotata in borsa la vecchia sip
          era in deficit anche perchè era un servizio
          statale......... , a volte manteneva un servizio dove perdevaQuello che era da fare era privatizzare i servizi e co. , ma la rete era da mantenere statale, in un soggetto ovviamente gestito bene.
          cmq è stata pagata e le azioni erano li x tutti , e i soldi sono finiti nel nostro caro statoI soldi erano pochissimi, lasciamo stare che dopo stati persi rapidamente e gli effetti che la vendita ha avuto sui cittadini.
          che sinistra di qua o destra
          di la è uno stato che spepera i soldi, quanto ci
          costano i lavoratori degli apparati statali e
          con quale efficenza in merito ?Le aziende statali devono lavorare come un'azienda qualsiasi, non dovrebbero pesare sui conti dello stato più di una qualunque azienda privata.
          • Anonimo scrive:
            Re: Andate dove sapete
            lo stato dovrebbe funionare come una azienda, e non avere rami marci , e gri mafiosi, cmq per quanto riguarda il soldi che i cittadini devono alle banche, ci sono 20 milioni di italiani che hanno un debito , che hanno comperato a rate, sacrosanta la casa, ma il resto è da pazzi, dalla vacanze ai telefonini alle auto, ai modili, ecc ecc ecc oh poverino quando uno compra la auto a rate, poi fai un incidente la distrugge e ha ancora tutte le rate da pagare...è poverino.... solo la casa è un bene che non ci si perde , anzi per il resto LE RATE MANGIANO LE GATTE.......... :o
    • Anonimo scrive:
      Re: Andate dove sapete

      di reinvestire in infrastrutturenon ti preoccupare, quel poco di coraggio che avevano, glielo farà passare definitivamente la nuovissima "tassa del tubo", capolavoro del ns. preg. min. TremontiSarebbe interessante che qualche elettore di Berlusconi ( quello che non doveva alzare le tasse ) mi spiegasse la differenza tra il tassare direttamente le famiglie, oppure tassarle indirettamente, tassando le aziende che offrono i servizi essenziali, come l'energie e le telecomunicazioni. Chi credete le pagherà, alla fine, queste nuove tasse ? Sulle bollette di CHI finiranno ?
      • Ottav(i)o Nano scrive:
        Re: Andate dove sapete
        - Scritto da: Anonimi


        di reinvestire in infrastrutture

        non ti preoccupare, quel poco di coraggio che
        avevano, glielo farà passare definitivamente la
        nuovissima "tassa del tubo", capolavoro del ns.
        preg. min. TremontiVero, la tassa sul tubo mi era sfuggita!Solo ad un ministro del tubo in un governo del tubo poteva venire in mente...Vedrai che alla fine riusciranno a farci pagare il VOIP più di una telefonata tradizionale con questa scusa.
    • Ottav(i)o Nano scrive:
      Re: Andate dove sapete
      - Scritto da: Anonimo
      Ve lo dico col cuore in mano, e mi rivolgo alla
      cossidetta "concorrenza": "ANDATE DOVE SAPETE".
      [...]
      Voi non rappresentata "la concorrenza", siete
      diventati degli sciacalli che stanno
      SOPRAVVIVENDO, senza nessuna pretesa di crescita,
      alle spalle di animali piu' grandi (Telecom
      Italia). Telecom Italia e' un vostro CONCORRENTE,
      e' bene che lo capiate una volta per tutte,
      dovete pensare a diventare autosufficienti, sono
      passati anni e anni e siamo ancora al punto ZERO,
      [...]Concordo, caro Anonimo: a parte notevoli eccezioni (penso a Infostrada/Wind e Fastweb che hanno i loro difetti ma almeno la loro parte la fanno) l'unica cosa che la maggior parte degli operatori "concorrenti" di Telecom riescono a fare sono i "servizi a valore aggiunto", cioè quei servizi a zero investimenti, basati sul nulla, nei quali l'unico vero valore -per l'appunto- è aggiunto da coloro che li pagano (non per caso si chiamano così).Penso, ad esempio, al caso 892-892 (che anche voi potreste realizzare da casa, basta un CD delle Pagine Gialle); qualcuno potrebbe dire: "ma hanno investito in market(t)ing...". Non preoccupatevi, amici: quello lo pagano i clienti, visto che farsi dare un numero da loro costa quanto una sniffata di coca (e probabilmente dà la stessa scossa al sistema nervoso, ma in differita alla fine del mese quando arriva la bolletta, eheheh).Vogliamo parlare di "Loghi & Suonerie"?No, va, basta che è tardi....Certo che siamo messi proprio male, fino a poco tempo fa pensavo che sarebbe stato impossibile trovare dei tagliagole peggiori della vecchia SIP, ma ormai il panorama è quello della notte degli zombi di romeriana memoria, come volti le spalle te le staccano a morsi!Ma porca miseria, ci pensate? Se mia nonna fa qualche telefonata ai numeri sbagliati (non è che riesca tanto a leggere le avvertenze corpo 1,5 che flashano sotto gli spot in dissolvenza) si fotte tranquillamente un anno di pensione...
      • Anonimo scrive:
        Re: Andate dove sapete
        - Scritto da: Ottav(i)o Nano
        Concordo, caro Anonimo: a parte notevoli
        eccezioni (penso a Infostrada/Wind e Fastweb che
        hanno i loro difetti ma almeno la loro parte la fanno)Cosa ti danno Infostrada/Wind e Fastweb? Wind ha un servizio abbastanza pessimo per quanto riguarda internet, e Fastweb ha i suoi bei problemi per quanto riguarda sempre internet, e infatti punta tutto sui contenuti simil-televisivi, di internet (almeno per gli utenti home) non gli frega niente.Entrambi richiedono di staccarsi da Telecom con la conseguenza che non si possono scegliere servizi diversi dai loro, o tutto o niente. Siccome entrambi hanno i loro problemi entrambi sono sconvenienti, e Wind fallirà se non cambia rotta mentre Fastweb sopravviverà se riuscirà a premere sui servizi di broadcast, che personalmente non giudico così degni di attenzione.In sostanza questi due operatori che si stanno facendo la loro rete che vantaggi ti hanno portato? NESSUNO, perchè visti gli svantaggi che porta andare con loro mantengono uno share troppo basso per spingere Telecom a difendersi.La concorrenza sulle infrastrutture prima di tutto è impossibile su tutto il territorio nazionale, nelle città è possibile avere molti operatori ma al di fuori di queste non lo sarà MAI.E poi non porta comunque grandi benefici per gli utenti,perchè ogni operatore ha i suoi vantaggi e svantaggi, e non è possibile fare come con la rete Telecom di scegliere un provider internet o di telefonia diverso.Quindi vedi di aprire gli occhi e di accorgerti che ti stai cercando di inculare da solo.
        • Ottav(i)o Nano scrive:
          Re: Andate dove sapete
          - Scritto da: Anonimo Non Rilevato
          Cosa ti danno Infostrada/Wind e Fastweb?La prima una flat 4megabit che per ora funziona (e mi ha FINALMENTE staccato da Telecom), la seconda nulla, visto che non ho il (dis)piacere di ususfruire dei suoi servigi.
          Wind ha
          un servizio abbastanza pessimo per quanto
          riguarda internetHo appena scaricato con bittorrent la ISO di Knoppix 4.0.2 e l'indicatore mi dava una MEDIA di 430KappaAlSecondo, quindi scusami, o Anonimo Veneziano, ma fatico alquanto a crederti...
          , e Fastweb ha i suoi bei
          problemi per quanto riguarda sempre internet, e
          infatti punta tutto sui contenuti
          simil-televisivi, di internet (almeno per gli
          utenti home) non gli frega niente.E figurati a me, che non ne sono cliente...
          Entrambi richiedono di staccarsi da Telecom con
          la conseguenza che non si possono scegliere
          servizi diversi dai loro, o tutto o niente.Nel MIO caso (che sicuramente è diverso dal TUO e da quello di ZIO TANO e di NONNA PINA) ho scelto l'offerta al momento più conveniente.
          Siccome entrambi hanno i loro problemi entrambi
          sono sconvenienti, e Wind fallirà se non cambia
          rotta mentre Fastweb sopravviverà se riuscirà a
          premere sui servizi di broadcast, che
          personalmente non giudico così degni di
          attenzione.ESTICA! Mica ci lavoro, a Wind...
          In sostanza questi due operatori che si stanno
          facendo la loro reteQuindi vedi che qualcosa lo stanno facendo...
          che vantaggi ti hanno
          portato? NESSUNO, E che ne sai? Ti faccio vedere le bollette PRIMA e DOPO?
          perchè visti gli svantaggi che
          porta andare con loro mantengono uno share troppo
          basso per spingere Telecom a difendersi.Ancora co' 'sta storia degli svantaggi?L'unico vantaggio sarebbe non aver bisogno di telefonare e attaccarsi alla wireless del vicino :-)
          La concorrenza sulle infrastrutture prima di
          tutto è impossibile su tutto il territorio
          nazionale, nelle città è possibile avere molti
          operatori ma al di fuori di queste non lo sarà
          MAI.MAI dire MAI, sennò finisci come il Nano Pelato ("Sacrifici? MAI...")
          E poi non porta comunque grandi benefici per gli
          utenti,perchè ogni operatore ha i suoi vantaggi e
          svantaggi, e non è possibile fare come con la
          rete Telecom di scegliere un provider internet o
          di telefonia diverso.E così pagare due bollette... Come vedi, vantaggi e svantaggi.
          Quindi vedi di aprire gli occhi e di accorgerti
          che ti stai cercando di inculare da solo.Aspetto da te la Illuminazione Finale, o Anonimo.Aprimi gli occhi e versaci il Tuo Collirio Di Saggezza, telefonami in VOIP con uno dei tuoi 17 provider ai quali sei abbonato, oculatamente scelti in base all'equazione le cui variabili sono fasceorarie scattoallarisposta tipodirete canonefisso offsetvariabile latenzadelping calleriddì fratto pigrecomezzi, ma ricordati prima di chiedere il mio numero all'892-892.
          • Xendorf scrive:
            Re: Andate dove sapete
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Ottav(i)o Nano

            - Scritto da: Anonimo Non Rilevato


            La concorrenza sulle infrastrutture prima di


            tutto è impossibile su tutto il territorio


            nazionale, nelle città è possibile avere molti


            operatori ma al di fuori di queste non lo
            sarà MAI.

            MAI dire MAI, sennò finisci come il Nano Pelato
            ("Sacrifici? MAI...")

            Io vivo in una città con 15 mila abitanti e non
            ho ancora alcun operatore in ull. Sicuramente uno
            ne verrà prima o poi, ma non certamente 30 e
            neanche 15. E figuriamoci chi vive nei comuni più
            piccoli. Mai dire mai lo dici a qualcun altro.Un'esempio di paesino ancora più piccol? 3.472 abitanti ad oggi ... sono passati SOLO cinque o sei ANNI (non ricordo l'esatto periodo, preferisco dimenticare) da quando ho fatto richiesta a mamma Telecom di avere una linea HDSL per la mia azienda (Internet Service Provider). Risultato? due anni fa l'azienda è stata chiusa (dover pagare una CDN da 2Mb 64 milioni di lire l'anno ha contribuito alla chiusura).Certo, magari tra qualche decina di anni qualcuno, oltre a Telecom, potrebbe arrivare sotto casa mia ... e attendere 10 anni per gioviare di questo avvenimento per me è paragonabile a "MAI".
          • Ottav(i)o Nano scrive:
            Re: Andate dove sapete
            - Scritto da: Xendorf
            Un'esempio di paesino ancora più piccol? 3.472
            abitanti ad oggi ... sono passati SOLO cinque o
            sei ANNI (non ricordo l'esatto periodo,
            preferisco dimenticare) da quando ho fatto
            richiesta a mamma Telecom di avere una linea HDSL
            per la mia azienda (Internet Service Provider).
            Risultato? due anni fa l'azienda è stata chiusa
            (dover pagare una CDN da 2Mb 64 milioni di lire
            l'anno ha contribuito alla chiusura).Mi dispiace per te, anche io sono passato in una situazione del genere, perciò permettimi di dire che i 64 milioni sono, per l'appunto, solo una parte del problema... Qui ci sono pseudo-imprenditori che si buttano nel mercato dell'informatica solo perchè "tira", e non perchè abbiano un piano industriale. Nel mio caso il pollo (pardon, datore di lavoro) di turno ha buttato a casaccio il fiume di soldi che entravano (grazie ad una importante commessa presso un noto Istituto di credito) nei modi più inverosimili, dalla velocissima CDN alle applicazioni miracolose che predicevano i cicli di borsa in base alla psicologia di massa, dalla vernice luminescente per le strisce stradali al leasing di fanta-macchine per i dirigenti (uno ogni tre impiegati), dai metodi per vincere al casinò al Bingo (nel senso che i soldi se li giocava proprio al Bingo).Ma qui andiamo fuori tema...
            Certo, magari tra qualche decina di anni
            qualcuno, oltre a Telecom, potrebbe arrivare
            sotto casa mia ... e attendere 10 anni per
            gioviare di questo avvenimento per me è
            paragonabile a "MAI".Nella scala temporale del progresso attuale, più che di "MAI" parlerei di Ere Geologiche ;-)Comunque, per quanto la Telecom metta i bastoni tra le ruote al mercato, il progresso sta accelerando; tra parentesi, non è che da altre parti le cose vadano così lisce: ho appena letto un articolo -mi sembra del Boston Globe- dove si lamentavano che le linee DSL (che loro sembrano preferire alle ADSL) avevano prezzi spropositati in rapporto a quelli praticati in Europa; per non parlare del fatto che da quelle parti le autorità stanno premendo perchè il VOIP sia intercettabile e sia interfacciato con il 911 (il Pronto Intervento, per la cronaca). E anche lì c'è il problema della copertura, solo che coprire l'Appennino italiano è uno scherzo, confronto al deserto dell'Arizona o alle Montagne Rocciose...
    • BlueSky scrive:
      Re: Andate dove sapete
      Il discorso è molto semplice. Se Telecom vende l'adsl o qualunque altro servizio a 15 euro al cliente finale, non può vendere all'ingrosso a 14. E' evidente che facendo così Telecom taglierebbe fuori dal mercato i suoi competitori. Una volta rimasta nuovamente da sola, potrebbe stabilire nuovamente i prezzi che desidera. A svantaggio degli utenti. Un risparmio nel breve periodo si tradurrebbe in un salasso nel lungo, e nell'impossibilità di uscire da questa situazione.Tutto questo è dovuto alla scellerata privatizzazione che è stata fatta. Se la rete fisica fosse rimasta statale, o quanto meno fosse andata ad una (meglio due..) società separata da Telecom, si sarebbe creato un regime di concorrenza reale tra gli operatori.Ma qualcuno forse non lo voleva veramente...
    • Anonimo scrive:
      Re: Andate dove sapete

      Sono stufo di vedervi campare sotto l'ala di
      Telecom Italia perche' non avete il CORAGGIO (con
      tutte le difficolta' del caso, per carita') di
      reinvestire in infrastrutture (come POCHSSIMI
      altri invece hanno fatto)
      Reinvestire in infrastrutture? Ma lo sai che Telecom campa di rendita sulla rete che ha steso a spese dello stato (cioe' nostro) o bene che vada dei contributi della UE (cioe' sempre nostro) negli ultimi anni? Lo sai che qui e' pieno di centrali numeriche che portano la scritta 'Realizzata con il contributo del fondo sociale europeo'?Lo sai cosa significa per un operatore arrivare ad avere una rete di questo genere con tutti i paletti che il legislatore (prezzolato devo pensare) ha pensato bene di aggiungere per la creazione di infrastrutture telematiche su tutto il territorio e con tale livello di diffusione? Mi pare proprio di no. Hai una minima idea dei costi proibitivi e dei tempi di ritorno di un investimento di tale dimensione? E tu pensi che una qualsiasi compagnia privata, schiacciata da un monopolista che si puo' permettere di fare quello che vuole e forte di una infrastruttura gia' esistente da decenni, si possa permettere una cosa del genere.L'unica cosa sensata da fare e' smembrare seriamente per legge la Telecom, dividendo i servizi di rete dalla commercializzazione all'utente finale e da tutte divisioni che forniscono servizi accessori. Telecom come AT&T in USA in anni passati. Invece qui si sta facendo il contrario, tipo la fusione di TIM e Telecom. Una cosa semplicemente vergognosa.
      • Anonimo scrive:
        Re: Andate dove sapete

        Reinvestire in infrastrutture?Potrei sbagliare, ma Tiscali e Fastweb hanno la loro rete.
        • Anonimo scrive:
          Re: Andate dove sapete
          - Scritto da: Anonimo

          Reinvestire in infrastrutture?

          Potrei sbagliare, ma Tiscali e Fastweb hanno la loro rete.Tiscali ha una sua rete che ha in gran parte venduto a Telecom, mentre quella che usa per l'ULL e lo SA è quasi completamente affittata da altri operatori.Fastweb ormai la sua rete fisica la estende pochissimo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Andate dove sapete
      - Scritto da: Anonimo
      Ve lo dico col cuore in mano, e mi rivolgo alla
      cossidetta "concorrenza": "ANDATE DOVE SAPETE".
      (snip)A mio modo di vedere hai quasi completamente ragione.Io penso che la stron..ata sia stata il modo in cui è stata privatizzata Telecom...Peccatto non fosse Gasparri, altrimenti se ne sarebbe parlato per due e più anni e ci sarebbero stati girotondi e "nascondini" vari...ops... a nascondino hanno giocato, perchè francamente nessuno si ricorda chi era il ministro al momento della privatizzazione.... (governo Prodi o D'alema?)Oltretutto quei 100 mila miliardi (forse sbaglio) furono messi "a bilancio" per ripianare il debito pubblico per entrare nel famoso parametro del 3% debito/pil per farci entrare in europa.... invece che INVESTIRLI in infrastrutture.Sto andando (ci sono già) OT, per cui mi fermo...
      • Anonimo scrive:
        Re: Andate dove sapete
        - Scritto da: Anonimo
        Oltretutto quei 100 mila miliardi (forse sbaglio)Erano circa 20 mila
        furono messi "a bilancio" per ripianare il debito
        pubblico per entrare nel famoso parametro del 3%
        debito/pil per farci entrare in europa .... invece
        che INVESTIRLI in infrastrutture.
        Sto andando (ci sono già) OT, per cui mi fermo...Più che altro poi si sono fatti Wind...
Chiudi i commenti