Deepfake per farsi assumere: l'allerta di FBI

Deepfake per farsi assumere: l'allerta di FBI

C'è chi sostiene i colloqui di lavoro al posto dei veri candidati, simulandone le fattezze attraverso l'impiego di deepfake avanzati.
C'è chi sostiene i colloqui di lavoro al posto dei veri candidati, simulandone le fattezze attraverso l'impiego di deepfake avanzati.

L’evoluzione degli algoritmi di intelligenza artificiale delegati alla creazione di deepfake si fanno sempre più evoluti e accessibili. In grado di creare veri e propri sosia di chiunque, sono utilizzati in modo truffaldino anche nei colloqui di lavoro per l’assunzione di personale da impiegare in smart working. A dare notizia di questo trend è FBI, diramando un avviso rivolto alle aziende statunitensi: meglio fare attenzione.

L’ultima frontiera dei deepfake: i colloqui di lavoro

In breve, sfruttando questi sistemi, c’è chi sostiene l’intervista al posto del vero candidato. Con tutta probabilità, a fronte di un compenso. Accade con maggiore frequenza per ruoli legati a tecnologia, programmazione, gestione dei database e software. Talvolta, i datori di lavoro o i loro collaboratori se ne rendono conto da alcuni segnali inequivocabili: la mancata sincronizzazione tra il movimento delle labbra e il parlato o i movimenti del viso poco naturali. In altre occasioni, non viene invece destato alcun sospetto.

Di recente, la discussione a proposito dei deepfake si è accesa dopo che è emersa la possibilità di vedere la Commissione Europea sanzionare i colossi del mondo online per mancato contrasto al fenomeno. I rischi sono molteplici, con importanti ripercussione negative sulla qualità dell’informazione e sulla diffusione di contenuti pornografici alterati ad hoc. Già tre anni e mezzo fa, l’attrice Scarlett Johansson affermò di essersene fatta una ragione.

I sistemi possono essere però utilizzati anche con finalità ben diverse, a partire da quelle artistiche. In ambito musicale lo hanno fatto, tra gli altri, anche Steven Wilson e Kendrick Lamar.

Chi è alla ricerca di una soluzione avanzata e affidabile per mettere al sicuro dati, dispositivi e privacy può affidarsi alla suite di Panda Dome Premium 2022, oggi in sconto. Include la protezione contro virus e attacchi, una VPN per navigare in modo anonimo e molto altro ancora.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Fonte: CNET
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 4 lug 2022
Link copiato negli appunti