Dell denuncia gli LCD gonfiati

Dopo il Dipartimento di Giustizia statunitense, Nokia e la Commissione Europea, anche il produttore di PC accusa cinque grandi produttrici di display. Sostiene che si accordino per fissare i prezzi
Dopo il Dipartimento di Giustizia statunitense, Nokia e la Commissione Europea, anche il produttore di PC accusa cinque grandi produttrici di display. Sostiene che si accordino per fissare i prezzi

Sharp, Hitachi, Seiko Epson, HannStar e Toshiba sono state denunciate da Dell, che le accusa di fissare artificiosamente i prezzi dei monitor LCD. Con le medesime accuse e ipotesi si erano già mosse AT&T e Nokia . Così come la Commissione Europea, che negli scorsi mesi ha iniziato una procedura di investigazione.

Il dipartimento di giustizia ha già condannato Sharp e Hitachi (nell’occasione insieme a LG e Chunghwa Tubes) rei confessi circa la partecipazione a un fronte comune.

Ancora non sono state divulgate le richieste specifiche del produttore di PC, ma nelle 61 pagine con cui ha presentato la sua denuncia presso la Corte distrettuale di San Francisco, Dell esprime la volontà di “rientrare dei soldi spesi per gli schermi LCD acquistati a prezzi artificialmente gonfiati secondo quella che crediamo essere una collaborazione fuorilegge”. Si parla, quindi, di tutti gli schermi acquistati in svariati di anni (Dell parte dal gennaio 1996) dal terzo produttore al mondo di PC: miliardi di dollari.

Le cinque aziende messe sotto accusa non hanno rilasciato dichiarazioni.

Claudio Tamburrino

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti