Dell, sognando Mac OS X

Il boss di Dell non maschera il proprio interesse verso il sistema operativo di Apple, specie ora che questo girerà sui processori x86 di Intel. Il progetto? Offire Mac OS X come alternativa a Windows
Il boss di Dell non maschera il proprio interesse verso il sistema operativo di Apple, specie ora che questo girerà sui processori x86 di Intel. Il progetto? Offire Mac OS X come alternativa a Windows


Roma – “Se Apple decidesse di aprire Mac OS agli altri (produttori di hardware, ndr.), saremmo ben felici di offrirlo ai nostri clienti”. Sono queste le parole con cui Michael Dell, fondatore e chairman dell’omonimo colosso dei PC, ha di recente palesato il desiderio di poter vendere Mac OS X insieme ai propri personal computer. Non sembra un caso, del resto, che la dichiarazione di Dell arrivi a ridosso dell’annunciata strategia di Apple di migrare la propria piattaforma Mac verso i processori x86 di Intel.

Le simpatie del boss di Dell verso il sistema operativo di Apple non sono per altro un segreto: il sogno del celebre industriale, infatti, sembra quello di poter offrire Mac OS X come un’alternativa desktop a Windows.

Anche se Dell propone già da tempo modelli di computer desktop con Linux preinstallato, Michael Dell si è sempre mostrato molto scettico sulla possibilità che Linux possa divenire, sul mercato consumer, una valida alternativa a Windows. Al contrario, ritiene che il lavoro svolto da Apple per celare la complessità di Unix renda Mac OS X il vero rivale desktop di Windows.

Almeno per il momento, però, quello di Dell rimane un desiderio irrealizzabile. Nonostante il suo ingresso nel mondo x86, Apple ha infatti detto chiaro e tondo che Mac OS X continuerà a girare solo ed esclusivamente sulle proprie macchine.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

19 06 2005
Link copiato negli appunti